24-09-2017
Ti trovi qui: Home » Trasporti (pagina 3)

Archivio della categoria: Trasporti

Magliocco, già superati i 16.000 passeggeri

Effettuata una nuova stima dei passeggeri in arrivo e in partenza dallo scalo casmeneo, la Soaco, società di gestione dell’aeroporto di Comiso, è in grado di fornire statistiche aggiornate sullo sviluppo del traffico nell’aerostazione. “Ad agosto abbiamo realizzato un totale di 8.000 passeggeri, con un inizio dei voli commerciali al 7 del mese”, hanno dichiarato Rosario Dibennardo ed Enzo Taverniti, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Soaco, “ma il dato per noi più esaltante è quello che mette a confronto i passeggeri al 24 agosto, 5.535, con quelli al 24 settembre, 8.228. Il differenziale è di 2.693 unità, con un incremento del 48.6%. Se, invece, si vuole considerare l’incremento stimando i passeggeri mancanti della prima settimana di agosto, circa mille, tale valore verrebbe ad attestarsi al 30.6%”. Il totale dei passeggeri transitati dal Magliocco a oggi risulta quindi di oltre 16 mila. “Il che ci fa davvero ben sperare per il futuro”, hanno proseguito Dibennardo e Taverniti, “considerando che i viaggiatori stanno apprezzando i nostri servizi davvero al di là di ogni più rosea previsione. Segno che si è lavorato bene e lo scalo era davvero molto atteso dal territorio e anche dai turisti”.
aeroporto-COMISO

Servizi studenti disabili Scarso: “Massima attenzione ma i fondi non ci sono”

bus studenti“Ho partecipato alla riunione indetta dal prefetto di Ragusa per individuare percorsi ed iniziative utili a sollecitare la Regione siciliana per ottenere i trasferimenti regionali necessari per assicurare la copertura del servizio per gli studenti disabili, ho scritto al presidente della Regione Siciliana e agli assessori regionali competenti dopo averli da tempo informati che i fondi nel bilancio della Provincia non ci sono. Ma non per una questione di cassa, bensì di competenza”. Così il commissario straordinario della Provincia Giovanni Scarso interviene sulle problematiche riguardanti il servizio per gli studenti disabili delle scuole superiori di istruzione secondaria consapevole del loro diritto allo studio e della necessità di far partire il servizio ma le difficoltà finanziarie sono insormontabili.

La corte dei conti europea attenziona l’aeroporto di Comiso. E’ prassi, assicura Soaco

Aeroporto ComisoIn merito a strategia e pianificazione, gestione e controllo dei progetti e raggiungimento degli obiettivi prefissati, un gruppo di revisori della Corte dei conti europea sta conducendo un audit su 5 Stati membri, per controllare 20 aeroporti europei, di cui uno è l’Aeroporto Civile di Comiso. “Si tratta di un normale controllo programmato – dichiara la Soaco, società che gestisce la struttura – e non di un faro puntato sul Magliocco. Creare allarmismi del tutto infondati in un momento delicato come l’attuale per lo scalo casmeneo, con molte trattative in corso con compagnie aeree e un piano di crescita che procede senza intoppi”, hanno proseguito Dibennardo e Taverniti, “potrebbe risolversi in un danno per il territorio ibleo, per la sua classe produttiva e per i cittadini tutti”.

RYANAIR FESTEGGIA I PRIMI VOLI INTERNAZIONALI DA E PER COMISO

ryanair aereoRyanair, l’unico vettore ultra low cost in Europa e la più grande compagnia aerea in Italia, ha festeggiato il lancio dei suoi primi voli internazionali da Comiso (il 22° aeroporto Ryanair in Italia) per Bruxelles (Charleroi) e per Londra (Stansted), in partenza questo mercoledì, che insieme ai voli per Roma (Ciampino) trasporteranno oltre 150.000 passeggeri all’anno, con 10 voli settimanali. Ryanair ha festeggiato il lancio dei suoi nuovi voli da Comiso mettendo a disposizione posti a partire da euro 14.99 per viaggiare sul suo network europeo nei giorni di lunedì, martedì, mercoledì e giovedì a ottobre, novembre e dicembre, disponibili per la prenotazione entro la mezzanotte di giovedì 19 settembre.

Imminente lo smantellamento della stazione di Comiso

stazione ComisoLa denuncia del Cub è forte e chiara. Ferrovie Italia vuole portare fino in fondo la nefasta strategia di cancellazione della tratta ferroviaria Siracusa-Ragusa-Gela, e in ciò sta investendo soldi e impegni che avrebbe potuto utilizzare per potenziare l’infrastruttura. “La rete ferroviaria ha deciso di trasformare in pura linea, sia pure mantenendo le fermate, la stazione di Comiso; operazione – dice il sindacato di base – già attuata a Genisi, Butera ed in progetto presso altri impianti della tratta. Questo comporta lo smantellamento dei binari, con l’eliminazione della possibilità di ricovero treni e di effettuazione di incroci e precedenze. Ne consegue che non solo l’impianto di Comiso perde completamente d’importanza, ma le stesse condizioni di viabilità della linea si deteriorano in quanto la cancellazione di stazioni intermedie comporta l’allungamento delle distanze per incroci e precedenze, con depotenziamento delle possibilità di circolazione dei treni e aumento dei ritardi degli stessi. Ci chiediamo quali menti diaboliche – scrive il sindacato di base dei ferrovieri – abbiano architettato tali provvedimenti, oltre tutto molto costosi e secondo quali logiche una linea già al minimo storico di circolazione dei treni viene mortificata mortalmente. Questo, senza considerare altri due fattori importanti ossia l’apertura dell’aeroporto di Comiso come elemento di traino di tutti i vettori di trasporto locali, e l’incremento di viaggiatori che il trasporto ferroviario sta vivendo, a causa della crisi economica, del caro-benzina e dei tagli che le ditte di autolinee su gomma hanno effettuato sul versante ipparino”. Cub Trasporti ritiene urgente un intervento del sindaco di Comiso, della deputazione regionale, per bloccare i progetti e trattare con Trenitalia.

SI VOLA PER BRUXELLES

Conto alla rovescia per il primo volo internazionale di linea da Comiso. Il 17 settembre, infatti, partiranno i voli per Bruxelles. Il volo è previsto per le 10,30. L’aereo di Rynair atterrerà sulla pista del “Vincenzo Magliocco” mezzora prima. Il 18, invece, si parte per Londra Stansted. Entrambe le tratte hanno voli bisettimanali: il martedì ed il sabato per Bruxelles e il mercoledì e la domenica per Londra.

aeroporto_di_comiso_N

Comiso, il primo volo di linea Digiacomo: un sogno che diventa realtà

Aeroporto ComisoUn’avventura iniziata nel 1998, in cui nessuno credeva e che oggi arriva al traguardo della piena operatività. Così Pippo Digiacomo commenta il primo volo di linea, Roma Ciampino – Comiso che è atterrato alle 18 di mercoledì per ripartire alle 18.30 per la tratta di ritorno. “Abbiamo inseguito questo obiettivo per anni, convinti che rappresentasse un futuro di sviluppo per la provincia di Ragusa e la Sicilia sud orientale. Lo sforzo non termina qui visto che occorre lavorare intensamente, per raggiungere presto la piena operatività dell’aeroscalo – continua Digiacomo – e garantire la sua piena funzionalità anche per fronteggiare i considerevoli costi di gestione della struttura. Ad accogliere i primi viaggiatori che sono atterrati con il volo Ryanair anche un dolce omaggio offerto da una rinomata pasticceria della zona”.

Rosario Dibennardo presidente di Soaco per il prossimo triennio

Rosario-Dibennardo-presidente-FederalberghiAd anticiparlo è stato il sindaco Filippo Spataro nel corso di una conferenza stampa tenutasi giovedì al Comune di Comiso. Il primo cittadino ha spiegato che ragioni di opportunità l’hanno indotto ad anticipare di qualche giorno l’ufficializzazione del nome del presidente di Soaco per “uscire da eventuali incertezze e dare autorevolezza a chi fin da oggi e nelle prossime ore è chiamato a importanti incontri riguardanti lo start up dell’aeroascalo comisano. In questo modo – ha continuato il sindaco Spataro -, si danno certezze anche agli interlocutori. La decisione di riconfermare alla presidenza Rosario Dibennardo, inoltre, è consigliata dal fatto che bene ha lavorato in questi ultimi anni per l’avvio dell’aeroporto, seguendone, passo dopo passo, le varie fasi”.

Dibennardo riconfermato alla presidenza della Soaco, la soddisfazione di Sergio Magro

Sergio Magro presidente provinciale Confcommercio Ragusa luglio 2013Il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Sergio Magro, a nome dell’intero sistema Confcommercio ibleo, esprime apprezzamento per la scelta comunicata dal sindaco di Comiso, Filippo Spataro, circa la riconferma di Rosario Dibennardo alla guida della Soaco, la società di gestione dell’aeroporto Magliocco, in qualità di presidente. “Una scelta – dice Magro – che conferma la bontà del lavoro svolto da Dibennardo, che, non dimentichiamolo, è componente di spicco di Confcommercio provinciale Ragusa, e che spinge tutti, a cominciare dalle associazioni di categoria, a fare del proprio meglio in vista delle prossime delicate azioni da effettuare e che caratterizzeranno ulteriormente l’attuale fase di start-up”.

Aeroporto Comiso Digiacomo: “Soaco chiarisca come mai ha aperto lo scalo senza rifornimento carburante”

Aeroporto Comiso“Leggo con stupore la nota di replica della Soaco in relazione alle mie richieste di chiarimenti sul servizio di rifornimento carburante nell’aeroporto di Comiso: ebbene, la stessa Soaco conferma che tuttora il gestore del servizio non è abilitato per fornire carburante a certi tipi d’aerei”. Lo dice Pippo Digiacomo, parlamentare regionale del Pd, in relazione ad una recente nota della società di gestione dell’aeroporto di Comiso. “La Soaco, piuttosto, dovrebbe spiegare: come ha potuto pensare di aprire un aeroporto senza propellente? Oltretutto – aggiunge Digiacomo – erano stati proprio i vertici di Sac e di Intersac a diffidare dall’aprire lo scalo perché l’operazione aveva il sapore di una forzatura utile alla campagna elettorale di Alfano”. “E’ opportuno ricordare – prosegue Digiacomo – la spesa mensile di 200.000 euro di soldi pubblici per i controllori di volo che fino ad oggi hanno controllato ben poco: in due mesi, 400 mila euro spesi per cosa? Risponda a questo la Soaco invece di incolonnare elementi che non chiariscono proprio nulla e faccia sapere se intende portare avanti l’azione di rivalsa minacciata per spreco di risorse pubbliche e private. Sia chiaro – conclude Digiacomo – sono stato io il primo a battermi per la apertura dell’aeroporto, ma la società di gestione aveva il dovere di verificare che tutto fosse a regime”.

Aeroporto Comiso, dopo Malta si punta al Kenia

sopralluogo aeroporto luglio 2013Fallita prima di iniziare l’esperienza con la compagnia aerea maltese che ha battuto in ritirata (chissà quale problemuccio era stato loro occultato) si punta a sud verso il Kenia. Il sindaco Filippo Spataro, insieme al presidente di Soaco Spa Rosario Dibennardo, e al presidente di Sac Catania Enzo Taverniti, ha ricevuto, infatti, presso l’aeroporto il ministro dell’Economia della Repubblica del Kenia Henry K. Rotich e il direttore per gli Affari economici Justus Benjamin O. Nyamunga accompagnato per l’occasione dal presidente di Ance Sicilia Salvatore Ferlito. La visita degli ospiti keniani si è svolta a conclusione del convegno su “Internazionalizzazione d’impresa, cultura e ricerca” svoltosi il giorno precedente a Palermo. La Repubblica del Kenya, membro dell’Unione commerciale della “East Africa Community” ha una crescita del Pil attesa per i prossimi tre anni fra il 5% e il 6% e in questo Paese il sistema di Ance Sicilia ha già esplorato alcune opportunità con promettenti prospettive. “Il ministro Rotich – ha dichiarato il sindaco Spataro – ha visitato e apprezzato il nostro nuovissimo aeroscalo. L’aeroporto di Comiso, nell’ottica di possibili ipotesi di collaborazioni economiche tra la Sicilia e il Kenia, ha tutte le carte in regola per svolgere un ruolo importante. Non a caso, il ministro Rotich ha visitato tutte le più importanti infrastrutture siciliane compreso il nostro aeroporto che dimostra di continuare a suscitare l’interesse di soggetti internazionali per le sue enormi potenzialità”.

Aeroporto Comiso, dubbi sul servizio di rifornimento carburante

Digiacomo 2012“L’aeroporto di Comiso da poco tempo è operativo, ma probabilmente c’è qualcosa che ancora non va come dovrebbe: in particolare è opportuno accertare come funzionano alcuni servizi relativi al rifornimento carburante”. Lo dice Pippo Digiacomo, parlamentare regionale del Pd, che annuncia una interrogazione all’assessorato regionale alle Infrastrutture e mobilità. “E’ necessario verificare – dice Digiacomo – se è vero che il gestore dei carburanti non è abilitato ai rifornimenti di alcuni aerei, se è vero che i servizi sono assegnati con licitazione privata, se è vero che alle ditte non si chiede neppure il certificato antimafia. Se tutto ciò fosse vero – aggiunge – sarebbe ancora più grave alla luce del contributo regionale di 200 mila euro mensili per pagare controllori di volo che sono costretti ad informare alcuni aerei che non possono atterrare per rifornirsi. Insomma – conclude Digiacomo – di fronte a questa situazione viene da pensare che la campagna elettorale dell’ex sindaco Alfano sia stata un po’ costosa, anche se, per fortuna della città di Comiso, con esiti fallimentari”.

SPATARO E DIBENNARDO ALL’ENAC A ROMA

Aeroporto ComisoSu convocazione di Enac il sindaco, Filippo Spataro, il presidente di Soaco Rosario Dibennardo ed il Post Holder Progettazione Biagio Picarella, assieme ad altre società di gestione aeroportuali della Regione Sicilia hanno presieduto alla riunione per la ridefinizione dell’accordo di programma quadro sugli investimenti Cipe. A margine una serie di incontri con i vertici Enac. Sono stati ricevuti dal direttore generale Alessio Quaranta, dall’ing. Daniele Carrabba, direttore generale delle Direzioni Aeroportuali, l’ing. Alessandro Cardi direttore della direzione centrale infrastrutture aeroporti. Alla programmazione e pianificazione progetti diretta dal Dott. Roberto Vergari è stato presentato il piano di investimenti infrastrutturali da inserire nella programmazione degli investimenti Aeroportuali Regionali.

COMISO – PARIGI, PRIMO VOLO IL 26 LUGLIO

Lpista aeroportoa compagnia aerea francese Trans Avia farà scalo a Comiso con un volo charter settimanale 737-800 dal 26 luglio 2013. Sarà previsto un volo ogni venerdì fino al 18 di ottobre. “Siamo soddisfatti di questo start up dell’aeroporto che, come immaginavamo, per la sua strategica allocazione – dice il sindaco Spataro – è una struttura di grande interesse nazionale e internazionale”.

Aeroporto di Comiso L’on. Digiacomo sollecita il rinnovo del consiglio amministrazione Soaco

“E’ arrivato il momento di dare una svolta alla Società di gestione dell’aeroporto di Comiso. Non è possibile che questa sia terreno di scontro tra giochi di potere all’interno delle Camere di Commercio. Bisogna procedere a un rinnovo sostanziale del Cda”. E’ la richiesta del deputato regionale Pippo Digiacomo. “Ci vuole anche un approccio diverso da parte del socio privato che non è l’antagonista – aggiunge l’on. Digiacomo ma il facilitatore della crescita di Comiso. Questa linea è pienamente condivisa dal sindaco Spataro e dal presidente Crocetta che si è speso e si spenderà per la crescita di Comiso. A differenza dei falsi profeti di sventura mandati non si capisce da chi, l’aeroporto sembra lanciato verso un futuro pieno di soddisfazioni”.
aeroporto_di_comiso_N

Susino e Nino Minardo: L’autostrada arrivi sino a Scicli

autostrada-siracusa-gela11L’Anas appalti l’autostrada da Rosolini fino a Scicli. E’ l’appello che il sindaco di Scicli e l’on. Nino Minardo fanno alla luce della pubblicazione, avvenuta venerdì, del bando di gara d’appalto, che prevede il finanziamento dell’opera da Rosolini fino a Modica. Il tratto Modica-Scicli costerà 232 milioni di euro e sarà l’opera pubblica più importante mai realizzata nelle due città limitrofe. L’autostrada, in tale tratto, si estenderà per 11 chilometri. Attualmente esiste un finanziamento di soli 80 milioni rispetto ai 232 richiesti. Secondo il deputato nazionale Nino Minardo si potrebbe attingere al ribasso d’asta della gara relativa alla Modica-Rosolini per rimpinguare tali somme.

Aeroporto di Comiso On. Digiacomo: “Presto un volo per Tunisi”

Digiacomo 2012“Si sta realizzando il progetto al quale lavoriamo da tempo: fare dell’aeroporto di Comiso una ‘porta’ verso i Paesi del Mediterraneo”. A dichiararlo è l’on. Pippo Digiacomo del Pd annunciando l’attivazione di un volo diretto Comiso-Tunisi. “E’ un altro tassello – ha dichiarato ancora l’on. Digiacomo – che va nella giusta direzione, è una buona notizia per la Sicilia”. Giovedì, l’on. Digiacomo ha incontrato insieme ai vertici della Soaco e della Sac, presso la sede palermitana di Tunisair, il responsabile per la Sicilia della compagnia aerea tunisina. “Inizialmente sarà un volo settimanale – ha spiegato l’on. Digiacomo -. Ci sarà bisogno di una fase di rodaggio, ma è un ottimo punto di partenza. L’aeroporto di Comiso sta crescendo, e con esso la città”.

AEROPORTO DI COMISO DAL PRIMO AGOSTO VOLI VERSO LAMPEDUSA

aeroporto-COMISONuove rotte per l’aeroporto di Comiso. Dal prossimo 1 agosto ci sarà un collegamento con Lampedusa con un volo settimanale il giovedì. Da fine agosto i voli saliranno a due con la possibilità di viaggiare sia il giovedì che la domenica. Ad effettuarli sarà la “AereoSud Fly”, una compagnia giovane con sede a Malta. Sempre l’AeroSud Fly raddoppierà i voli su Malta. A partire dal 30 luglio sarà infatti possibile raggiungere l’isola dei Cavalieri con partenze bisettimanali da Comiso, il martedì e giovedì.

Lavori di completamento della Siracusa – Gela

autostrada-siracusa-gela11Il Presidente della Regione Rosario Crocetta e l’assessore alle Infrastrutture Nino Bartolotta comunicano che, a partire dal 5 luglio prossimo, sarà pubblicato sulla Guri e sulla Gazzetta europea, il bando di gara di 172 milioni di euro per la realizzazione dei lotti 6, 7 e 8 dell’autostrada Siracusa – Gela relativi al tratto Rosolini – Modica.

LA METROPOLITANA DEI SOGNI

stazione ferroviaria ragusaLo studio di fattibilità della metropolitana di superficie di Ragusa, conservato dal 1995 nei cassetti di Rete ferroviaria italiana e di qualche ufficio del Comune, sinora è rimasto un libro dei sogni e, soprattutto, il simbolo dell’incapacità politica di spendere soldi pubblici già stanziati. Ecco perché giovedì alle 11, in piazza Poste, il Cub trasporti e il Comitato per il rilancio della ferrovia iblea inaugurano, con un forte spirito di ironia e provocazione, un’altra fermata della Metropolitana di superfice mai realizzata a Ragusa, pur essendo stata finanziata per ben tre volte. Un anno fa i sostenitori di questo progetto, che da decenni si battono per portare a termine questo piano di mobilità urbana eco sostenibile, per giunta a costi risibili, avevano inaugurato la fermata di viale Colajanni. E se nemmeno la nuova amministrazione comunale di Ragusa intenderà mettere mano a questo studio di fattibilità – cosa che invece sarebbe possibile, visto che nella squadra assessoriale che si insedierà, c’è proprio l’ambientalista Claudio Conti che l’anno scorso è stato uno dei promotori della prima manifestazione provocatoria – è probabile che Cub e Comitato per il rilancio non si fermeranno con le provocazioni, sino a quando qualcuno non si intesterà davvero la battaglia. “Da Puntarazzi ad Ibla – scrivono i promotori in un volantino per coinvolgere la cittadinanza alla manifestazione di giovedì – la città di Ragusa avrebbe potuto usufruire di un trasporto ecologico, pubblico, collettivo che avrebbe rivoluzionato la mobilità interna. I poteri forti lo hanno impedito, scegliendo sottolinea il Cub e il Comitato per il rilancio della ferrovia – parcheggi in centro, spostando uffici in periferia, costringendo i ragusani all’uso dell’automobile e alle soste a pagamento, imponendo alla città un forte inquinamento da idrocarburi e acustico”.

Scroll To Top
Descargar musica