30-11-2022
Ti trovi qui: Home » Cronaca » RAGUSA: STALKING Giovane casertano dovrà stare lontano dalla ex

27/09/2012 -

Cronaca/

RAGUSA: STALKING Giovane casertano dovrà stare lontano dalla ex

Non sopportava di essere stato lasciato. E per lei, quel legame che una volta era stato un’occasione di belle emozioni, si è rivelato un incubo. Lui è un casertano di 34 anni, D.T. le sue iniziali. Gli agenti della Squadra Mobile gli hanno notificato un divieto di avvicinamento alla ragazza, una 24enne, in esecuzione di un ordine del Tribunale. È accusato di atti persecutori, cioè del reato di stalking. Gli esiti investigativi forniti dalla sezione specializzata della Squadra Mobile sono stati stati poi alla base della misura cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Ragusa Giovanni Giampiccolo, su richiesta del Pm Monica Monego. L’uomo non aveva mai accettato di essere stato “mollato” dalla ragazza che ha dieci anni in meno di lui. E così ha iniziato a tormentarla con una serie di vessazioni: intrusioni nella vita privata, comunicazioni anche telefoniche ripetute e indesiderate. Atteggiamenti tanto pesanti da provocare alla giovane forte ansia e paura. La condotta posta in essere dal 34enne era caratterizzata sia dal pretesto di esercitare il diritto di visita al figlio minore, sia dal tentativo di recuperare il rapporto precedente. Non riuscendoci, tormentava la giovane che, tra l’altro, lavora di sera. Ed aveva paura ad uscire di casa. “In situazioni normali, quando si cerca di stabilire una relazione con qualcuno, la maggior parte delle persone è in grado, dopo alcune risposte negative, di comprendere che l’altra persona non è interessata. Ma l’indagato non si è reso conto che il continuare a insistere ulteriormente poteva significare dare inizio ad una condotta di stalking che distrugge la vita di molte persone – spiegano gli inquirenti – sia della vittima che la vita dei suoi familiari”.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica