27-11-2021
Ti trovi qui: Home » Chiesa » MICROCREDITO PER NUOVE ATTIVITA’IMPRENDITORIALI

27/08/2013 -

Chiesa/Economia e Finanza/

MICROCREDITO PER NUOVE ATTIVITA’IMPRENDITORIALI

soldiUn fondo di garanzia da 375.000 euro complessivi, appostati su base triennale, per la erogazione di operazioni di microcredito legate alla creazione ed all’avvio di attività imprenditoriali. Un progetto che vede insieme le Chiese locali di Ragusa e Noto e la Camera di Commercio di Ragusa. Una sinergia unica nel panorama nazionale. E’ stata presentata martedì mattina, nei locali della Curia, l’iniziativa che, come ha spiegato il direttore dell’ufficio di pastorale sociale e del lavoro della diocesi di Ragusa, Renato Meli, ha come obiettivo quello di “testimoniare la carità in maniera alternativa, oltre l’assistenzialismo, favorendo la vitalità imprenditoriale dei giovani e dei disoccupati”. In pratica i soldi saranno depositati presso un Istituto bancario: vi potranno attingere, in caso di insolvenza, le attività imprenditoriali avviate nell’ambito del progetto. Nel corso della conferenza stampa è stato spiegato che il fondo, da 375 mila euro (150.000 euro ciascuno la diocesi di Ragusa e la Camera di Commercio, 75 mila euro la diocesi netina), prevede “il coinvolgimento degli istituti bancari che mostreranno la propria disponibilità a sostenere l’avvio di altrettante iniziative imprenditoriali, definite nel protocollo d’intesa” firmato proprio martedì mattina. Il fondo a disposizione garantirà interventi di microcredito nella misura dell’80 per cento dell’ammontare complessivo del finanziamento erogato, con importi variabili da 3.000 a 20.000 euro per ogni progetto. Ovviamente ci sarà una fase iniziale di valutazione da parte di un organismo competente. Le somme verranno rimborsate in un periodo che va da 24 a 48 mesi con un tasso d’interesse “negoziato” con le banche che aderiscono all’iniziativa. “Siamo consapevoli del fatto che l’unica strada per superare la crisi sia quella di investire sulle iniziative proposte dai giovani – ha affermato il commissario straordinario della Camera di Commercio, Sebastiano Gurrieri -. La nostra provincia ha delle straordinarie qualità inespresse, ma sta inesorabilmente invecchiando; per questo è necessario trattenere le nuove leve, evitando che, mortificate dall’assenza di sostegni, siano costrette ad emigrare in altre realtà. E sono altresì fiducioso – ha detto ancora Gurrieri – rispetto al fatto che molti istituti di credito del nostro territorio possano aderire ad un’iniziativa tesa a favorire lo sviluppo di nuove imprese”. Le somme a disposizione potrebbero aumentare, grazie all’intervento di altri enti pubblici e privati che si sta tentando di coinvolgere.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica