28-05-2018
Ti trovi qui: Home » attualità (pagina 100)

Archivio della categoria: attualità

CONVEGNO SUI DIRITTI AI FAMILIARI DELLE VITTIME SUL LAVORO

MORTO SUL LAVOROMercoledì 15  2015, dalle ore 9:30, presso il Palazzo della Cultura – Corso Umberto I, Modica – si terrà un confronto pubblico sul tema “Tutele e diritti oltre la prevenzione, per un impiego a favore dei familiari di vittime sul lavoro”. L’incontro, promosso dalla Fillea – Cgil Ragusa e Sicilia, mira ad approfondire una tematica di particolare rilevanza sociale, ossia i diritti riconosciuti in favore dei familiari di coloro che siano deceduti per fatto di lavoro o di servizio, ovvero siano deceduti a causa dell’aggravarsi delle mutilazioni o delle infermità che hanno dato luogo al trattamento di rendita da infortunio sul lavoro. In proposito, nell’ambito delle prestazioni sociali garantite, un’attenzione esclusiva sarà rivolta all’approfondimento dei vari interventi legislativi che nel tempo hanno esteso, seppur in maniera frammentaria ed incerta, il diritto al collocamento obbligatorio per queste categorie che pur risultando in astratto beneficiarie della riserva di quota per le assunzioni, di sovente non riescono ad accedere ad alcun beneficio. Sono stati invitati , oltre ai livelli istituzionali della provincia di Ragusa , i familiari delle vittime per incidenti sul lavoro. Interverrà anche Bruno Caruso – assessore al lavoro della Regione Sicilia.

CONTRASTO AI FURTI: OPERAZIONE DEI CARABINIERI DI VITTORIA NEL QUARTIERE LIBRINO DI CATANIA

RAPICAVOLI Giuseppe cl. 86
I Carabinieri della Compagnia di Vittoria, coadiuvati da militari della Compagnia di Catania Fontanarossa, fin dalle prime ore dell’alba, sono impegnati nell’esecuzione di 4 ordinanze di custodia cautelare, di cui 2 in carcere e  2 in regime degli arresti domiciliari, emesse dal Gip del Tribunale di Ragusa, nei confronti di altrettanti catanesi, tutti pregiudicati, originari del quartiere Librino. I quattro sono ritenuti responsabili, a vario titolo e in concorso tra loro, di furto aggravato commesso lo scorso aprile nel territorio ibleo.

MARINA DI RAGUSA, ZONA CAMPERISTI RECINZIONE DA RIFARE

Area camper alla vistaRendere migliore la convivenza tra camperisti e residenti. E’ quanto sollecita il consigliere comunale Angelo Laporta a proposito dell’area riservata ai camper che, a Marina di Ragusa, sorge in via Falconara all’angolo con via Josemaria Escrivà. “Il problema principale è che dalla  recinzione si vede tutto quello che accade all’interno, dai panni stesi ad altre pratiche quotidiane (come ad esempio chi fa la doccia) che dovrebbero magari rimanere più riservate. Ecco perché suggerisco all’Amministrazione comunale di valutare l’ipotesi di installare una siepe o di innalzare una recinzione specifica che impedisca la visuale dall’esterno di ciò che accade nell’area camper”.

RAGUSA NON DIMENTICA, IN CAMMINO SUI PASSI DI PAOLO BORSELLINO

strage-amelio-mori-131849Anche quest’anno la città di Ragusa si riunisce nel nome della legalità, dell’impegno civile e del ricordo. Domenica 19 luglio, dalle ore 22.00, gli Iblei onoreranno la memoria del giudice Paolo Borsellino, ucciso dalla mano mafiosa il 19 luglio di ventitré anni fa, con un corteo che si muoverà da Piazza Duca degli Abruzzi, presso Marina di Ragusa, e che raggiungerà Piazza Malta, dopo aver attraversato il lungomare Andrea Doria. L’evento, che è giunto alla sua quarta edizione, mostra quanto sia importante per la comunità ragusana non dimenticare una figura così pura della lotta alla mafia. Paolo Borsellino ha rappresentato e rappresenta tuttora un punto di riferimento per chi combatte ogni giorno contro la corruzione, la prepotenza e l’avidità di cui si nutrono i sistemi mafiosi. C’è qualcosa di più di un semplice ricordo dietro la figura del giudice palermitano. C’è, infatti, la voglia di voltare pagina e di camminare insieme anno dopo anno nella convinzione che la battaglia verrà vinta dalla società civile. Ci sarà l’occasione di parlane tutti insieme, una volta terminata la marcia, durante il momento di riflessione e di dibattito che seguirà in piazza Malta, al quale interverranno anche il Procuratore di Ragusa Carmelo Petralia ed Eliana Giudice, dell’antiracket di Vittoria. La serata dedicata alla memoria di Paolo Borsellino è frutto della collaborazione tra il Comune di Ragusa e le associazioni cittadine Generazione Zero, Youpolis Sicilia, Libera, Pastorale Giovanile Diocesi di Ragusa, Associazione Orizzonte coordinate dalla prof.ssa Tina Petrolito. L’evento è stato inserito all’interno del cartellone “Estate Iblea 2015”.

RAGUSA, L’INGEGNERE MICHELE SCARPULLA RESPINGE LE ACCUSE DEL CONSIGLIERE COMUNALE ANGELO LA PORTA

9129_img_pag 28Il Dirigente del Settore V – Programmazione opere urbane manutenzione e gestione infrastrutture, ing. Miche Scarpulla interviene in risposta al comunicato del consigliere comunale Angelo la Porta riguardante due pali della pubblica illuminazione installati in Via Ammiraglio Rizzo a Marina di “In città sono presenti notevoli problematiche legate agli impianti di pubblica illuminazione, impianti in cui il degrado e la corrosione, nel corso degli anni hanno portato alla notevole riduzione del numero dei pali presenti sul territorio, in atto circa 13.000, molto al di sotto delle esigenze effettive. Le risorse economiche stanziate negli ultimi anni non hanno consentito il ripristino dei pali che man mano sono caduti al suolo o sono stati rimossi poiché costituenti potenziale pericolo per la incolumità pubblica, determinando ulteriori criticità, cui l’Amministrazione intende far fronte attraverso il reperimento di congrue somme tali da consentire un programmato primo intervento straordinario di installazione di nuovi pali. In questo quadro generale di forti criticità, con le risorse economiche disponibili in  attesa degli stanziamenti del bilancio in fase di approvazione, – spiega l’ingegnere Scarpulla- l’ufficio interviene con limitati interventi puntuali nelle zone in cui necessitano maggiormente parziali. Riguardo l’installazione di 2 nuovi pali di pubblica illuminazione in via Ammiraglio Rizzo a Marina di Ragusa, va detto che la strada è mancante della quasi totalità dei pali lungo il lato adiacente la campagna e di 7 pali lungo il lato adiacente le abitazioni. I due nuovi pali sono stati installati, uno in corrispondenza dell’incrocio della via Ammiraglio Rizzo con via Bellasi, ed uno in prossimità di un attraversamento pedonale, ad una distanza di oltre cento metri l’uno dall’altro, tratto stradale che a giudizio dell’ufficio necessitava di intervento ( entrambi non sono posti davanti ad alcuna abitazione di dipendenti comunali.) Questo primo parziale intervento manutentivo, cui dovranno seguirne altri, tendente ad eliminare alcune criticità lungo l’arteria stradale è stato effettuato con le risorse economiche in atto disponibili prima dell’approvazione del nuovo bilancio comunale. Alla luce di quanto esposto si respinge quindi fermamente il comunicato calunnioso del consigliere comunale Angelo la Porta”.

UNA IMPRENDITRICE POZZALLESE RISCHIA DI PERDERE LA CASA E L’AZIENDA ALL’ASTA

imagesPaola Gugliotta è una giovane donna, determinata e coraggiosa. Con il marito hanno continuato l’attività di famiglia, una falegnameria oggi moderna e che ha saputo rinnovarsi. Dal 2004 decidono di trasferirsi nel nuovo capannone all’Asi, ma nello stesso periodo il marito di Paola si ammala e deve stare molti mesi in ospedale. Da li inizia il dramma. E’ un periodo di difficoltà economica ma il mutuo imperversa. Paola e la sua famiglia finiscono in un giro di racket e usura che li attanaglierà per anni, cambiandogli la vita, rendendola un inferno. Ricatti, minacce continue all’azienda e alla sua famiglia, con espliciti riferimenti ai due figlie minorenni. E’ il dramma. La via di Paola e dei suoi figli diventa un incubo. Per anni i due bambini sono costretti a fare solo casa e scuola, dove Paola li accompagna fino in classe. Qualcuno la prende in giro, la gente non sa il dramma che lei e la sua famiglia stanno vivendo. Nessuno sa che devono vivere blindati per paura delle ritorsioni. Paola non si può confidare con nessuno. Poi nel 2010 Paola e il marito dicono basta. Sono stati dissanguati dai continui ricatti di soldi degli usurai. I debiti che non hanno potuto così onorare sono diventati altissimi. Dicono basta. Da li la denuncia alle forze dell’ordine, le indagini e gli arresti. La vita potrebbe continuare, ricominciare ma i debiti accumulati non gli danno tregua. Mariano ferro dei forconi scrive: ” Lo Stato, che gli aveva promesso aiuti, li ha lasciati soli. Le associazioni antiracket, che pure sono stati parte civile nel processo contro gli usurai, non hanno dato aiuti concreti. Solo un parziale finanziamento, servito però per svincolare i mezzi e riassumere gli operai. Non bastano. Eppure l’azienda lavora. Vuole lavorare, vuole farcela. Due anni fa Paola si ammala di cancro, da allora lotta anche contro la malattia. Lunedì ci sarà l’apertura delle buste per le offerte sull’azienda e sulla casa, e martedì l’asta giudiziaria.I forconi saranno presenti lunedì con un sit in piazza Rimembranze a Pozzallo”.

Marina di Ragusa, la denuncia di Laporta per la pubblica illuminazione

Via Ammiraglio Rizzo pubblica illuminazione 2“Gli atteggiamenti di favoritismo sono inaccettabili. Soprattutto quando tendono ad agevolare personale del Comune che, per di più, ha la responsabilità su una determinata materia”. E’ forte la denuncia fatta ieri sera in Consiglio comunale da Angelo Laporta. secondo il consigliere in via Ammiraglio Rizzo, mancavano sette pali della pubblica illuminazione, lungo il lato sinistro a salire. Nei giorni scorsi ne sono stati installati due. “Il fatto è che questi due non sono stati posizionati all’inizio o alla fine della strada, in maniera sequenziale. Ma uno quasi a metà strada e l’altro dopo 25 metri. Il motivo? Stranamente, tale installazione è stata eseguita dinanzi all’abitazione di un dipendente dell’ente di palazzo dell’Aquila che si occupa di pubblica illuminazione. Ho deciso di denunciare pubblicamente la vicenda, invitando l’Amministrazione comunale a prendere provvedimenti”.

SISMA 90, ACCREDITATE LE PRIME SOMME

1417559713-0-sicilia-passo-avanti-per-i-rimborsi-sisma-90-a-ragusaRimborsi ai soggetti colpiti dal sisma del 1990 in Sicilia, in accreditamento le prime somme ai contribuenti. E’ quanto emerge dall’incontro chiarificatore che i parlamentari siciliani, senatrice Venera Padua, on. Giuseppe Berretta e on. Giuseppe Zappulla, hanno avuto con il sottosegretario di Stato del ministero dell’Economia e Finanze, Paola De Micheli, che li ha aggiornati sull’attuazione dello specifico articolo della legge di stabilità approvato nei mesi scorsi. In particolare, il sottosegretario ha spiegato che il meccanismo di acquisizione da parte dell’Agenzia delle entrate dei dati relativi alle istanze di rimborso presentate dai contribuenti colpiti dal sisma del 1990, nelle provincie di Catania, Ragusa e Siracusa per versamenti di imposte superiore al 10 per cento rispetto al dovuto relativamente al triennio 1990-1992, è stato attivato. E’ emerso, altresì, che non è necessario predisporre un altro decreto. Si può stimare in circa 70mila il numero complessivo delle domande pervenute a titolo di rimborso. Per il sottosegretario, le relative attività di esame e di acquisizione potranno essere concluse entro la prima metà di settembre. Sempre l’on. De Micheli ha chiarito quali sono tuttora i numeri. Alla data del 26 giugno 2015 risultano acquisite al sistema informativo dell’Agenzia delle entrate 38.398 domande.

MARINA DI RAGUSA, SISTEMATE LE AIUOLE DEL LUNGOMARE

IMG_2401E’ stata ultimata la piantumazione di essenze arboree e floreali nelle aiuole sul lungomare Andrea Doria di Marina di Ragusa, a cura dei tecnici dell’ufficio comunale Verde Pubblico. “Siamo in fase di completamento dell’intervento di sistemazione delle aiuole – afferma l’assessore comunale al verde pubblico, Salvatore Corallo – E’ un intervento importante perché riguarda una zona centrale della frazione rivierasca, consentendo così un miglioramento tangibile del decoro urbano e dell’immagine di Marina di Ragusa ai tanti visitatori e residenti presenti per la stagione estiva”.

RAGUSA, INIZIATIVA POPOLARE PER IL REDDITO DI POVERTA’

image75-350x244Giovanni Iacono nella qualità di consigliere comunale ha avviato l’autentica delle firme a sostegno del disegno di legge di iniziativa popolare promosso dall’Anci Sicilia  per ‘l’integrazione al reddito contro la povertà assoluta. Una misura volta a fornire un aiuto economico pari alla differenza tra il reddito disponibile del nucleo familiare e la soglia della povertà assoluta calcolata annualmente dall’Istat. L’integrazione al reddito dovrebbe essere erogata mediante il rilascio di apposita carta acquisti utilizzabile per l’acquisto dei beni e servizi di prima necessità individuati dal regolamento attuativo della stessa legge. La richiesta della carta acquisti va effettuata presso un centro di assistenza fiscale o un patronato e il rilascio è subordinato all’impegno di sottoscrivere, da parte dei beneficiari, un progetto di inclusione sociale. Le spese di attivazione e di funzionamento dell’integrazione al reddito contro la povertà assoluta sono a carico della Regione ed i controlli affidati alle articolazioni periferiche dell’Assessorato regionale al lavoro. La copertura finanziaria è assicurata da risorse regionali, nazionali e comunitarie utilizzabili a tale scopo. Hanno già dato adesione alla raccolta firme l’Associazione ‘Partecipiamo’ e ‘Sicilia possibile’ che attiveranno nei prossimi giorni tavoli di raccolta.

Aeroporto di Comiso, tensione tra Provincia e Soaco per il bando di gara andato deserto

1421795528-0-l-ex-provincia-finanzia-nuove-rotte-a-comisoIl commissario straordinario della Provincia Dario Cartabellotta giovedì prossimo incontrerà i vertici di Soaco per individuare la soluzione burocratica da seguire per mantenere il finanziamento di 1,6 milioni di euro, a valere sui fondi ex Insicem per l’incentivazione delle rotte del nuovo aeroporto di Comiso, dopo che il bando di gara è andato deserto. Lunedì invece è in programma una riunione tecnica tra dirigenti e amministratori di Provincia e Soaco per cominciare a studiare la soluzione utile per risolvere la questione. Scrive la Provincia: “Resta da precisare, anche all’amministratore delegato di Soaco, che la tempistica, il numero e le rotte stesse previste dal bando con i vincoli inseriti per non incorrere nelle infrazioni dell’Unione Europea sono scaturite dalla convenzione firmata tra la Provincia e la Soaco che ha stabilito modalità e tempi per l’elaborazione del bando di gara per l’incentivazione delle rotte. Le motivazioni sulla mancata partecipazione al bando da parte dei network aerei deve ricercarle soprattutto la ‘governance’ di Soaco che aveva avuto interlocuzioni e assicurazioni di interesse da parte delle compagnie aeree per le tratte aeree messe a bando”.

Aeroporto di Comiso. Deserta la gara d’appalto per incentivazione rotte

Aeroporto_di_Comiso_CIY_LICB_piazzale.Altro che sviluppo e rilancio dell’aeroporto di Comiso! La realtà è ben diversa. Domani si sarebbe dovuta tenere la gara d’appalto per l’incentivazione delle rotte da e per l’aeroporto di Comiso riservata ai network aerei. Ma alla scadenza dei termini fissati per lo scorso 3 luglio nessuna delle compagnie aeree ha fatto pervenire alcuna offerta. In una nota dell ex Provincia regionale si legge: “La gara andata deserta costringe ora a ripartire da capo e avviare di nuovo l’iter trovando magari una soluzione alternativa o modificando il precedente bando. In tal senso il commissario straordinario della Provincia Dario Cartabellotta nei prossimi giorni avrà un’interlocuzione con i vertici di Soaco”. Il bando prevedeva la messa a bando di tre rotte italiane e tre europee per un impegno finanziario di 1,6 milioni di euro, a valere sui fondi ex Insicem.

ANNUNCIATI I PREMIATI 2015 DEL PREMIO RAGUSANI NEL MONDO

premiati ragusani nel mondo edizione 2015La ventunesima edizione del premio “Ragusani nel Mondo” in programma in piazza Libertà a Ragusa nella serata del primo agosto, ha quest’anno tante sorprese ma soprattutto tante storie da raccontare. Come sempre storie di successo di tanti iblei che in giro per il mondo hanno portato alto il nome dell’area ragusana. E anche quest’anno i componenti dell’associazione “Ragusani nel Mondo”, presieduta da Franco Antoci e diretta da Sebastiano D’Angelo, hanno scelto i premiati offrendo alla collettività personaggi di grande interesse. Come David Mauro, ingegnere aerospaziale della Nasa, originario di Ragusa ma che fin da subito ha primeggiato in questo complesso settore dopo una carriera fulgida nella Marina Militare. La sua passione per lo spazio l’ha portato ad intraprendere successivamente percorsi di successo che lo vedono negli Usa alla guida di varie missioni tra cui una che prevede, entro quest’anno, il lancio di un satellite. Dall’India arriva la storia imprenditoriale di Dario Dezio, originario di Vittoria. Dopo una breve esperienza lavorativa in Francia, in Germania e nel Nord Europa, si è stabilito definitivamente in India dove ha creato il franchising “Little Italy” oltre ad intraprendere una serie di attività di consulenza per importanti gruppi turistici. Nel frattempo ha creato una catena di ristoranti, una società di informatica e un’azienda di import e trasformazione alimentare. Dagli Usa arriverà a Ragusa anche il fisico John Sudano, originario di Comiso. E’ uno studioso riconosciuto a livello internazionale nei settori del tracking, della fusione dei dati, dell’identificazione di combattimento, degli algoritmi matematici. Sua l’elaborazione di nuove tecniche matematiche come l’algoritmo di fusione, denominato appunto “Sudano”. Laureato nel New Jersey, Sudano ha conseguito varie specializzazioni oltre ad avere dei master in scienza e fisica ed essere autore di numerose pubblicazioni. Ancora dall’America, sul palco del premio “Ragusani nel Mondo” salirà anche Lorenzo Leggio, medico e ricercatore accademico, originario di Modica. A Washington ha fondato un nuovo laboratorio all’interno del National Institutes of Health, un ospedale totalmente dedicato alla ricerca di base. Attualmente è direttore del laboratorio di psiconeuroendcrinologia e neuropsicofarmacologia dell’ospedale oltre ad essere un professore associato alla Bronwn University. La sua ricerca medica ha portato a importanti scoperte nell’ambito della biomedica soprattutto per quanto riguarda il fegato e il sistema nervoso e le connessioni tra loro. L’edizione 2015 di Ragusani nel mondo contempla il premio alla carriera all’attrice Loredana Cannata, originaria di Giarratana e protagonista di numerosi film per il cinema e la tv. L’altro riconoscimento, un premio speciale, va al giovane cantante Giovanni Caccamo, di Modica, vincitore quest’anno della sezione giovani del Festival di Sanremo.

UN COMISANO CAMPIONE DI BODY BUILDING

Il sindaco Spataro e il culturista Di Pietro (1)Il sindaco di Comiso Filippo Spataro ha ricevuto in Municipio Marco Di Pietro, neo campione regionale di body building nella categoria fino a 75 chilogrammi. Il primo cittadino si è intrattenuto cordialmente col culturista comisano complimentandosi per il recente titolo regionale vinto proprio a Comiso e augurandogli i migliori successi anche per il futuro della sua carriera sportiva. Marco Di Pietro ha 25 anni e pratica la disciplina del body building da circa dieci anni ed è allenato da Gianluca Farinella. Nel 2010 si è classificato secondo ai campionati italiani ospitati a Polistena nella categoria juniores.

APRE LA CASA DI SANTINO

downloadSi terrà questo 10 luglio, alle ore 10.30, in via Biscari n. 89 a Comiso, l’inaugurazione della terza comunità alloggio per il dopo di noi “La casa di Santino”, della Coop. Sociale “Nuovi Orizzonti”. Sarà presente alla cerimonia inaugurale, officiata da S.E. Mons. Paolo Urso, il presidente della Coop. Sociale “Nuovi Orizzonti”, Marilena Meli. Si tratta di un momento molto importante per la cooperativa e per l’intera comunità della provincia di Ragusa all’interno della quale “Nuovi Orizzonti” opera da anni per stare a fianco delle persone con disabilità e delle loro famiglie, aiutandole nell’affrontare in modo migliore la quotidianità. La nascita di un nuovo centro a supporto di queste difficili realtà rappresenta, dunque, un successo per la cooperativa, ma anche una nuova opportunità per chi vive situazioni complesse sia su un piano puramente emotivo che su quello più pratico.

FESTA DI SAN GIOVANNI, NOVITA’ PER LE BANCARELLE

0Sono stati modificati i siti previsti per l’esercizio temporaneo del commercio in occasione della Fiera di San Giovanni, in programma dal 27 al 30 agosto prossimi, in concomitanza con i festeggiamenti patronali. Tra le variazioni apportate nel documento, figurano, rispetto allo scorso anno, l’eliminazione del tratto di via Roma compreso tra il Ponte Pennavaria e la Rotonda Maria Occhipinti e l’area di viale Tenente Lena. Il nuovo percorso individuato sarà quindi formato dai seguenti siti: via Natalelli, via Gen. Carlo Alberto dalla Chiesa, piazza Libertà e viale del Fante. Saranno 127 i posteggi complessivamente previsti, di cui 28 di media dimensione, 66 di normale dimensione e 23 di grande dimensione, appositamente suddivisi per settori merceologici, con 10 spazi per la vendita dei ceri votivi. I posteggi per la vendita di piante e fiori, ubicati nella zona di viale del Fante, potranno prolungare la loro permanenza di altri tre giorni rispetto ai 4 già previsti, su richiesta.

RAGUSA, LAMENTELE PER IL PARCHEGGIO PIAZZA DEL POPOLO

imagesUn parcheggio a mezzo servizio. Con la chiusura il fine settimana. Senza alcuna comunicazione al Comune. Un inghippo che ha sollevato le ire di alcuni automobilisti che hanno trovato la porta d’accesso del nuovo parcheggio interrato di Piazza del Popolo “sbarrato”. “E’ una vicenda grave – spiega il consigliere comunale del movimento Città, Carmelo Ialacqua – che va chiarita nel più breve tempo possibile. Ancora una volta la gestione dei parcheggi e dell’intera viabilità, in quella zona, fa parecchio discutere. L’aspetto anomalo è la costruzione del parcheggio interrato senza alcuna modifica della viabilità esterna. Per capirci, i posti auto liberi si trovano, per quale ragione un turista o un cittadino ragusano dovrebbe posteggiare l’auto nel nuovo parcheggio?” Da qui le “ire” dell’assessore ai lavori pubblici., Salvatore Corallo. “E’ un fatto anomalo – si tratta di un servizio di pubblica utililità e quindi deve essere sempre fruibile anche in  assenza di automobilisti. Abbiamo ribadito la nostra posizione. Qualunque disservizio deve essere comunicato, in maniera tempestiva, al Comune di Ragusa”. Si sapeva che con la chiusura degli uffici pubblici, durante il periodo estivo, si rischiava lo svuotamento anche del posteggio e quindi secondo Corallo è ancora più ingiustificata tale chiusura.”Non è un buon motivo – aggiunge l’assessore Corallo – per chiudere il posteggio. Stiamo lavorando, comunque, per rendere più funzionali i tre parcheggi esistenti in città.  Alla ditta Sisosta  dobbiamo fornire, a titolo compensativo, per la mancata apertura degli altri due piani del parcheggio, altri 170 posti  a raso. Abbiamo pensato di affidare in gestione il parcheggio di Largo San Paolo con un collegamento con i bus navetta con altri parcheggi esistenti in città”.

DOPO DI NOI

casaLa terza comunità alloggio per il “Dopo di noi” della cooperativa sociale “Nuovi Orizzonti” diventa realtà. La struttura residenziale per disabili, sita a Comiso in via Biscari 89, verrà inaugurata giorno 10 luglio alle ore 10,30 alla presenza del vescovo di Ragusa, monsignor Paolo Urso. La cooperativa Nuovi Orizzonti lavora da anni in provincia di Ragusa per garantire un futuro sereno alle persone con disabilità e ai loro familiari. Un argomento complesso, che coinvolge delicatissimi aspetti emotivi, ma anche concreti problemi giuridici, economici, assistenziali ed abitativi. La nascita di una nuova struttura, dunque, rappresenta una conquista per il territorio ibleo.

LA BAMBINOPOLI DI PIAZZA PADRE PIO A MARINA DI RAGUSA SPORCA DOPO IL MERCATO DEL MARTEDI’

Bambinopoli Marina di RagusaUn problema che, purtroppo, si ripete. Quello di abbandonare rifiuti di ogni genere dopo il mercato del martedì a Marina di Ragusa. La denuncia arriva dal consigliere comunale Angelo Laporta che rivolge un invito agli operatori dell’ambulantato che fanno mercato a Marina affinché sia posta maggiore attenzione soprattutto quando l’attività sta per volgere al termine e gli stessi smontano le proprie bancarelle. “Sono posizionati – aggiunge Laporta – degli appositi contenitori portarifiuti di cui dovrebbero servirsi sia i commercianti sia i consumatori che fanno acquisti. Ma non solo. Non appena il mercato giunge al termine, la squadra di netturbini si mette subito all’opera per ripulire la zona in questione. E’ chiaro che, però, quando c’è vento, il fenomeno non può essere controllato. Per cui invito i fruitori del mercato e gli ambulanti, a maggior ragione nelle giornate ventose, a prestare la dovuta attenzione alla delicata questione”.

SARANNO RIMOSSE A MARINA DI RAGUSA LE BICI NON FUNZIONANTI ABBANDONATE E LE BICI FUNZIONANTI DEPOSITATE FUORI DALLE APPOSITE RASTRELLIERE

stazione1Il sindaco Federico Piccitto ha emesso un’ordinanza, valida fino al 16 settembre 2015 nel territorio di Marina di Ragusa, con la quale si impone il divieto di abbandonare sul suolo pubblico biciclette che non siano più idonee alla circolazione, in quanto prive di parti essenziali per l’uso o la conservazione. Il divieto è esteso anche alle biciclette funzionanti depositate al di fuori delle apposite rastrelliere; saranno, infatti, rimosse tutte quelle che saranno rinvenute fissate agli arredi pubblici, quali pali di luce, segnaletica stradale, cartelli pubblicitari, monumenti, ringhiere, alberi, dissuasori di sosta, muretti etc, che comunque ostruiscano passaggi pedonali, ciclabili e marciapiedi, compromettendo la sicurezza dei pedoni, la fruizione da parte delle persone disabili o che impediscano la pulizia delle aree occupate. Provvederà alla rimozione delle bici, di concerto con il personale di Polizia Municipale, il concessionario del servizio di rimozione del Comune di Ragusa, Total Service. Nell’ordinanza si specifica anche che le bici non più funzionanti o di scarso valore economico e quelle funzionanti, di cui non è possibile risalire al proprietario, saranno rimosse e portate presso il deposito del Comando di Polizia Municipale di Marina di Ragusa dove saranno custodite a titolo gratuito (fatte salve le sanzioni previste dal vigente Codice della Strada) per un periodo di 30 giorni, trascorso il quale l’amministrazione comunale procederà con la rottamazione presso i centri autorizzati per quanto riguarda le bici non funzionanti. La proprietà del mezzo rimosso potrà essere dimostrata esibendo la chiave del lucchetto o con la presentazione della combinazione numerica della chiusura al fine di accertarne la corrispondenza con il lucchetto tagliato in fase di rimozione e conservato con la bicicletta, o con altro mezzo idoneo a comprovarne la proprietà. I proprietari, per la restituzione dei mezzi rimossi, sono tenuti a pagare una sanzione amministrativa che va da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500 euro, oltre le spese sostenute dalla ditta concessionaria per la rimozione. “L’amministrazione comunale – sottolinea il sindaco Piccitto – ha posizionato apposite rastrelliere sul lungomare Mediterraneo, in piazza Malta, in via del Tritone, via Pescara, piazza Duca degli Abruzzi proprio per evitare l’incontrollato e disordinato stazionamento di biciclette in ogni luogo, a scapito del decoro urbano e della sicurezza dei pedoni. Purtroppo, malgrado questo, persistono comportamenti scorretti di utenti che continuano a posizionare i loro mezzi in aree non idonee, specie in quelle destinate ai pedoni. Il nostro intento è quello di migliorare la fruibilità del territorio di Marina di Ragusa , specie del frequentatissimo lungomare, a garanzia dei cittadini e dei visitatori che vi soggiornano.”

Scroll To Top
Descargar musica