28-04-2017
Ti trovi qui: Home » Lavoro (pagina 4)

Archivio della categoria: Lavoro

APRE AD AVOLA IL NUOVO INTERSPAR SARA’ GESTITO AVVALENDOSI DEI SERVIZI DELL’ERGON RAGUSA

interspar avolaApre giovedì mattina, 23 maggio, alle ore 9, il nuovo ipermercato “Interspar” all’interno del centro commerciale “Il Giardino” di Avola. La nuova società che gestirà l’ipermercato di Avola si avvarrà dei servizi della Ergon Ragusa che vanta esperienza nel settore della distribuzione, potendo contare su numerosi punti vendita in Sicilia. “Lo staff del nuovo “Interspar” di Avola è costituito da professionisti neo assunti e da personale che operava nel precedente punto vendita presente al centro commerciale, selezionato dalle liste di mobilità – è spiegato in un comunicato stampa della Ergon -. A completare il management del nuovo ipermercato ci sono anche specialisti di consolidata esperienza messi a disposizione dalla Ergon. Priorità assoluta ai consumatori è il concept del punto vendita che punta tutte le sue attività – continua il comunicato stampa dell’Ergon – verso l’orientamento alla freschezza favorendo nel contempo una ampia scelta e una maggiore convenienza”.

RAGUSA, ACCORDO SUI CONTRATTI A TERMINE

confindustria logoIl Presidente di Confindustria Ragusa, Enzo Taverniti, con i Presidenti di Sezione, Antonella Leggio e Nunzio Tumino, e i Rappresentanti di Femca Cisl e Uilcem Uil, hanno sottoscritto un accordo provinciale che consentirà di ridurre la durata degli “intervalli di proroga” dei contratti a termine per le attività collegate alla stagionalità della agricoltura, dal quale si è astenuta la Filctem Cgil. L’accordo territoriale è valido solo per le imprese dei settori chimica e plastica iscritte a Confindustria Ragusa e rinvia a ulteriori possibili accordi aziendali, laddove sia presente una Rsu. Il Direttore di Confindustria, Giuseppina Migliorisi, coadiuvata da Alessandro Fois, responsabile delle relazioni industriali di Confindustria Ragusa, ha individuato nello strumento dell’Accordo la possibilità di ridurre i termini di successione fra un contratto a termine e l’altro, a 20 giorni per i contratti di durata fino a 6 mesi e 30 giorni per i contratti di durata superiore, previa sottoscrizione di accordi sindacali di livello territoriale.

CONSORZIO UNIVERSITARIO, UNA NOTA DEI DIPENDENTI

universita-logoI dipendenti del Consorzio Universitario Ibleo, avendo appreso delle dichiarazioni del Commissario Straordinario della Provincia regionale di Ragusa, Giovanni Scarso, rendono noto che intraprenderanno tutte le azioni utili e necessarie per tutelare i propri posti di lavoro. “I lavoratori si augurano che il Commissario Scarso – si legge in un comunicato stampa -, che ha dichiarato di voler assicurare gli stipendi dei dipendenti, non intendendo portare avanti atti discriminatori, si riferisse certamente sia ai dipendenti della Provincia sia ai dipendenti del Consorzio – si legge ancora nel comunicato stampa – i quali sono in attesa di ricevere gli stipendi arretrati e che nonostante tutto stanno garantendo, responsabilmente e puntualmente, tutti i servizi (lezioni, esami, convegni e sedute di laurea) per non arrecare gravi danni e disagi agli studenti e consentire al Commissario stesso di adempiere in tutte le sue parti alla convenzione sottoscritta con Catania” concludono i lavoratori dipendenti del Consorzio Universitario Ibleo nel comunicato fatto avere alla stampa.

Pulizia immobili comunali di Ragusa Parla la coop. “L’Avvenire 90”

pulizieA proposito della gara d’appalto sui servizi di pulizia degli immobili comunali esperita a Ragusa, la Coop “L’Avvenire 90” sottolinea in una nota che “ad oggi tutti i 45 operai hanno regolarmente prestato servizio”. Riguardo l’individuazione di 15 operai che dovevano essere assunti dalla ditta aggiudicataria dell’appalto mediante passaggio diretto ed immediato, la cooperativa spiega che l’accordo prevedeva, in ogni caso, “l’accettazione da parte della ditta dell’elenco stilato dalle organizzazioni sindacali, mai ricevuto. La società, di propria iniziativa, ha quindi individuato il personale – spiega la cooperativa L’Avvenire 90 – ed ha provveduto ad inviare agli uffici competenti tutti i dati per l’avvio delle procedure per il passaggio. Tale scelta – dichiara la cooperativa – non ha minimamente leso i diritti dei lavoratori ad essere garantiti nella continuità lavorativa”. La cooperativa L’Avvenire 90, che ricordiamo gestisce il servizio di pulizia degli immobili comunali di Ragusa, ritiene pretestuose le critiche sindacali sul passaggio diretto ad altra ditta “poichè è garantito il mantenimento di tutti i diritti acquisiti dai lavoratori”. “Non c’è stato alcuno spregio – scrive L’Avvenire 90 – dell’accordo sottoscritto. Diverse perplessità sono state sollevate dalle ditte partecipanti alla gara sulle condizioni di appalto relative al personale e soltanto adesso, a procedimento concluso, le organizzazioni sindacali – dichiara la cooperativa L’Avvenire 90 – assumono atteggiamenti di principio su aspetti meramente marginali dell’intero provedimento”.

CONVEGNO SULL’AEROPORTO IL 17 MAGGIO A COMISO

pista aeroportoI Lions Clubs “Ragusa Host”, “Vittoria”, “Modica”, “Scicli Plaga Iblea”, “Comiso Terra Iblea”, “Ragusa Monti Iblei”, “Ragusa Valli Barocche New Century” – riuniti nella 7ma circoscrizione del Distretto dei Lions di Sicilia – in collaborazione con altri clubs of service, organizzano un convegno sul tema: “Idee, proposte e possibili soluzioni per la sostenibilità nel tempo della struttura aeroportuale di Comiso”. Il convegno si svolgerà venerdì 17 maggio, alle ore 17, nell’auditorium “Carlo Pace”, in piazza San Biagio, a Comiso.

Servizio pulizia immobili comunali Stato agitazione lavoratori a Ragusa

pulizieIn merito al servizio di pulizia degli immobili del Comune di Ragusa le segreterie provinciali Ugl e Cgil hanno proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori, 45 unità in organico nella Cooperativa l’Avvenire 90. In una nota dei sindacati si sottolinea che in occasione di un accordo siglato dai rappresentanti della cooperativa in questione, alla presenza delle parti sociali e del dirigente del Comune di Ragusa Francesco Lumiera, l’Avvenire 90 si impegnava a far transitare 15, dei 45 lavoratori in organico, nella nuova cooperativa, subentrante nella gestione del servizio, Spazio Libero. “Il criterio individuato e sottoscritto dalle parti prevede il passaggio alla società subentrante delle 15 unità aventi anzianità minore, nel servizio di pulizia – scrivono le segreterie provinciali Ugl e Cgil – ma in palese sfregio all’accordo sottoscritto la coop. l’Avvenire 90 ha redatto un elenco di 15 unità con modalità arbitrarie e del tutto difformi – scrivono i sindacati – a quanto precedentemente concordato”.

IL PRIMO MAGGIO A VITTORIA LA CNA IPPARINA: “C’E’ POCO DA FESTEGGIARE”

cna logo“Primo maggio festa del lavoro? Ma di quale lavoro? La crisi economica che in principio ha investito l’ambito dei mercati finanziari ha subito contagiato l’economia reale. Le microimprese artigiane in poco tempo si sono trovate a fronteggiare un significativo calo di consumi e di commesse e tutto questo ha prodotto risultati drammatici”. E’ quanto sostiene il presidente della Cna di Vittoria, Giuseppe Santocono, nel descrivere l’attuale clima di incertezza economica. “C’è una disoccupazione in crescente aumento soprattutto tra i giovani (40% in provincia di Ragusa). Un disagio sociale dilagante – scrive Santocono – che rischia di affossare il nostro territorio. Se non riscopriamo il significato della parola lavoro, il primo maggio festeggeremo solo una reliquia”.

ECIPA, CERTIFICATO ADR

ecipaL’Ecipa Ragusa, Ente di formazione della Cna, organizza un corso di formazione per il conseguimento/rinnovo del Certificato di Formazione Professionale ADR (Base e Cisterna). Il corso avrà inizio nel mese di Maggio e si svolgerà presso la sede della Cna provinciale in via Psaumida 38 a Ragusa. Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi presso la sede Cna di Ragusa o ai numeri di telefono 0932.683016 e 0932.686144.

Comune di Modica, stipendi in ritardo

modica_i000004“Nel silenzio più assordante e nella disinvoltura più disarmante nessuna notizia si sa o trapela circa la possibilità di potere riscuotere gli stipendi”. Così i sindacati dei lavoratori che denunciano ritardi su stipendi, indennità di specifica responsabilità, di rischio, reperibilità, lavoro straordinario. Si va avanti con uno stipendio ogni tre mesi, questa è la media. I sindacati Cgil, Cisl e Uil chiedono un incontro urgente per discutere sulla situazione economica finanziaria dell’ente. “E’ pleonastico ricordare che i dipendenti comunali e le loro famiglie sono allo stremo e senza alcuna prospettiva di uscire fuori da una crisi non più sopportabile e sostenibile”.

Conad Sicilia compie 40 anni. E si racconta in un libro

40 anni Conad SiciliaConad Sicilia celebra al Teatro Garibaldi di Modica i quarant’anni della propria storia con la tavola rotonda Conad Sicilia 1973-2013: al Sud si può. Anche al Sud, infatti, può nascere un’impresa cooperativa sana, capace di generare valore per la propria crescita e per lo sviluppo del territorio siciliano. Alla tavola rotonda interverranno il direttore generale Conad Francesco Pugliese, il direttore generale Conad Sicilia Giorgio Ragusa, il Presidente della Commissione Attività Produttive all’ARS Bruno Marziano, il presidente di Legacoop Sicilia Elio Sanfilippo e il presidente regionale di Confcommercio Sicilia Pietro Agen. Quarant’anni: una ricorrenza importante per ribadire il valore del modello imprenditoriale cooperativo a proprietà diffusa e il sistema di valori a cui si ispira, un modello di impresa che nell’attuale crisi economica si rivela capace di generare ricchezza, nuova occupazione e formare professionalità. Sono queste le radici di Conad Sicilia. Radici che nel volume del professor Saverio Terranova “Conad Sicilia 40 anni di storia per il futuro. 1973-2013” trovano un’adeguata valorizzazione attraverso la puntuale descrizione di fatti e avvenimenti anche attraverso un ricco corredo di documenti. Nell’attuale contesto di incertezza economica, di mancanza del lavoro e di difficoltà generale della società, uno studio come questo, realizzato sul valore di una piccola cooperativa che è riuscita a diventare grande con le sole proprie forze, è indirettamente anche lo specchio della vita di tanti siciliani che si riconosceranno nel fluire degli avvenimenti riportati con una ricca e completa documentazione di testimonianze. Il Sud è una grande risorsa per la ripresa dell’economia italiana; anche se necessita di uno sviluppo sano e di politiche di sviluppo basate sul miglioramento produttivo e concorrenziale. Conad Sicilia lo ha capito da tempo e in Sicilia è cresciuta innovando e modernizzando il tessuto economico locale, con contenuti sia di prodotto sia di servizio, con format di mercato competitivi e “disegnati” sulle esigenze di un consumatore che cambia le proprie abitudini di spesa. Conad Sicilia fa la propria parte e le pagine di questo libro lo testimoniano con una ricchezza di dati ed eventi. Ma chiede qualcosa in più alla Sicilia, perché vede le potenzialità per far crescere l’economia isolana con l’iniziativa dei mercati, delle imprese e del lavoro. Chiede una strategia che individui le direttive e gli obiettivi su cui indirizzare lo sviluppo, in una prospettiva di lungo periodo che valorizzi le risorse isolane per dare nuova forza a tutta l’economia italiana. “Rileggere la storia di quarant’anni di Conad Sicilia – sottolinea il direttore generale Giorgio Ragusa –, il suo divenire in epoche diverse, ognuna con i propri chiaroscuri, l’affermarsi certamente faticoso di un modello cooperativo che ha radici nello sforzo collettivo di tanti uomini e tante donne, ci rende orgogliosi. E’ un impegno che vorremmo diventasse patrimonio comune per superare la crisi economica, nell’interesse del Paese e non solo del sistema produttivo locale. Vogliamo crescere con i nostri soci e ambire a traguardi sempre più alti, valorizzando le specificità che ci rendono distintivi in quel difficile mercato che è la grande distribuzione.” Conad Sicilia è una cooperativa di 164 soci imprenditori indipendenti. 400 mila famiglie siciliane riconoscono la qualità dell’offerta e la convenienza di 194 punti di vendita, su una superficie di oltre 86 mila metri quadrati. Nel 2012 Conad Sicilia ha prodotto un fatturato di quasi 300 milioni di euro, raggiungendo una quota di mercato del 10 per cento. Il patrimonio netto ammonta a 22 milioni di euro – in crescita del 7 per cento rispetto all’anno precedente –, in grado di assicurare la continuità dell’impresa e il futuro delle nuove generazioni. La cooperativa ha acquistato merci da fornitori locali per 32 milioni di euro, offrendo interessanti opportunità di sviluppo a tanti piccoli e medi produttori, spingendo le eccellenze siciliane nelle iniziative Giorgio Ragusa - Giovanni Calabreselocali e favorendo l’esportazione nei 7 punti di vendita Conad presenti a Malta. Con oltre 1.700 addetti impiegati Conad Sicilia dichiara “di contribuire allo sviluppo delle economie locali promuovendo nuova imprenditorialità e creando occupazione”.

AEROPORTO DI COMISO OPERATIVO DAL 30 MAGGIO

pista aeroportoL’aeroporto di Comiso è stato inserito nell’elenco pubblicato nell’Aip Enav. Da esso possono desumersi tutte le informazioni tecniche ed operative dell’aeroscalo comisano che entreranno in vigore il 30 maggio prossimo, data dalla quale ha formalmente inizio l’operatività dell’infrastruttura. Nel contempo il Comune di Comiso ha pubblicato l’avviso a manifestare interesse per la locazione di immobili siti all’interno dell’Aeroporto degli Iblei Vincenzo Magliocco finalizzata ad attività culturali, commerciali e servizi. L’avviso è affisso all’Albo online del Comune ed è riportato sul sito www.comune.comiso.rg.it nella sezione bandi. “Gli interessati hanno tempo fino al 30 aprile prossimo per far pervenire all’Ufficio protocollo, in via C. Flaccavento, le proprie istanze – si legge nella nota del Comune – finalizzate a manifestare l’interesse”.

LAVORATORI STRANIERI IN AGRICOLTURA, DAL 2008 3.400 UNITA’ IN PIU’

Enzo-Pelligra-470x352Dal 2008 ad oggi, il numero dei lavoratori stranieri in agricoltura presenti in provincia di Ragusa è aumentato in maniera considerevole. Un dato in crescita che, dall’altro canto, ha visto diminuire il numero dei lavoratori italiani impiegati nello stesso settore. Le cifre parlano chiaro. “Siamo passati – afferma Enzo Pelligra, presidente dell’associazione politico-culturale “Pensare Ibleo” – dalle 9.514 unità straniere del 2008 alle 12.916 del 2012 con un incremento pari a 3.402 in quattro anni. E stiamo parlando, naturalmente, di lavoratori in regola, senza considerare quanti, e ce ne sono, si muovono nel sommerso”. Pelligra sottolinea che “paradossalmente, più la crisi è cresciuta, più il numero degli stranieri è andato ad aumentare. Perfino tra il 2011 e il 2012, periodo in cui le difficoltà economiche hanno raggiunto il loro apice, si è registrato un incremento di lavoratori stranieri, con 354 unità in più”. Nel 2008, la presenza predominante era quella tunisina, con 4.007 unità, seguita a ruota da quella romena, 3.099 unità e, molto più distaccata, da quella albanese, 907 unità. A fronte di tale incremento, sono in calo, invece, i lavoratori agricoli italiani. Dai 15.025 del 2008 siamo passati ai 14.067 del 2012, il peggiore dato – scrive Pelligra – dei cinque anni presi in esame”. Cosa vuol dire? Per Pelligra è evidente che le aziende agricole del territorio ibleo, fiaccate dalla crisi, non hanno saputo garantire quel ricambio e quella innovazione imposta dal mercato. “A ciò si aggiunge la difficoltà di reperire manodopera – continua – per cui è evidente che le imprese agricole hanno cercato di trovare altre soluzioni affidandosi ai lavoratori provenienti dall’estero”.

Una delegazione di architetti del Citrac a Ragusa

citracTrentatre architetti trentini del Citrac (Centro Trentino per l’Architettura Contemporanea) saranno venerdì 19 aprile a Ragusa per visitare alcune opere di architettura progettate e costruite dallo studio Architrend. Si conferma così, la presenza a Ragusa di alcune tra le opere più interessanti di architettura contemporanea in Italia. Le opere dello studio Architrend sono state insignite di vari premi all’architettura contemporanea. Lo studio Architrend degli architetti Gaetano Manganello e Carmelo Tumino ha esposto nel 2011 a Tokyo nell’ambito del Congresso mondiale degli architetti, nel 2012 alla XIII Biennale Internazionale di Architettura di Venezia e attualmente una sua opera è a Mosca nell’ambito dell’esposizione del Padiglione Italia, organizzata da Inarch.

Seminario su inclusione lavorativa per ex detenuti

impastareVenerdì 19 aprile si terrà un seminario sul tema: “L’inserimento lavorativo di persone in situazione di dipendenza patologica”. L’incontro si svolgerà nella sala conferenze del Centro direzionale “Sacerdote Rollo” della Zona Artigianale di Ragusa (presso l’assessorato comunale allo Sviluppo economico), dalle ore 9,30 alle 12,30. Il programma del seminario prevede, oltre la presentazione del progetto, a cura della cooperativa “Demetra”, la relazione del dottor Giuseppe Mustile (Sert di Ragusa) sul tema “Il valore terapeutico dell’inserimento Socio-lavorativo”. Ad Achille Tagliaferri, supervisore del rapporto di Ricerca del progetto, toccherà il compito della presentazione del Rapporto di Ricerca sull’inserimento lavorativo di persone con situazioni di dipendenza patologica.

Corso Personale Alimentarista

ecipaL’Ecipa Ragusa, Ente di Formazione della Cna, in collaborazione con l’Asp Ragusa, organizza il corso di formazione per “Personale Alimentarista” della durata di 12 ore. Il corso si terrà presso la sede di Ragusa della Cna in via Psaumida 38 i giorni 22, 23 e 29 aprile dalle 15.00 alle 19.00. Per iscrizioni rivolgersi ad Ecipa – Cna tel. 0932.683016, fax 0932.686151, email: segreteriaeciparagcnaragusa.it.

PRECARI SICILIANI L’on. Nino Minardo: “E’ la priorità da affrontare”

foto On. N. MinardoLa stabilizzazione dei precari siciliani è un’emergenza sociale. Lo sostiene l’on. Nino Minardo che sottolinea che “l’assenza di proroga ai contratti a tempo determinato implica, in primo luogo, l’impossibilità degli stessi di trovare, nella maggior parte dei casi ed in ragione dell’età anagrafica, altri adeguati impieghi”. “E’ improcrastinabile una legge di stabilizzazione dei precari all’interno di un quadro normativo nazionale per superare il dramma precariato, problema cronico – scrive l’on. Minardo – per cui occorre assumere immediate misure per il riconoscimento della parità di trattamento. Occorre agevolare il processo di stabilizzazione finalizzato anche a riconoscere e valorizzare le competenze professionale sviluppate dai dipendenti che prestano servizio negli enti locali da oltre 20 anni”.

Architetti, forum sulla riforma della professione

architetti foto di gruppoLa riforma della professione di architetto ha raggiunto la sua fase conclamata con il dpr 137 del 2012. Questo l’oggetto del forum promosso dall’Ordine degli architetti della provincia di Ragusa e tenutosi domenica nella sala conferenza della Cna di Ragusa. I lavori, introdotti dal presidente provinciale Giuseppe Cucuzzella, hanno visto la presenza del vicepresidente nazionale dell’Ordine, Rino La Mendola, e del componente del Consiglio nazionale, Raffaello Frasca, che ha relazionato sulla materia. “Si tratta di una riforma – ha detto Cucuzzella – che introduce una serie di elementi condivisibili, mentre altri lo sono meno perché rischiano di appesantire i già gravosi costi di gestione delle attività professionali. Tutto ciò in un momento in cui i professionisti soffrono una crisi senza precedenti, almeno dal dopoguerra, e sono sottoposti ad un sistema fiscale – ha detto ancora lo architetto Cucuzzella – che non ha eguali in Europa. Abbiamo pensato a questo forum per avere l’opportunità di un confronto con tutti gli iscritti e di approfondimento su tematiche di sicuro impatto per la categoria”. Tra gli elementi ritenuti positivi, l’obbligo del contratto che costituisce un elemento di garanzia per ambo le parti, sia per il committente, quanto per il professionista. “In seno al contratto – ha spiegato La Mendola – vanno inseriti alcuni dati, primo tra tutti i compensi che vengono calcolati dal professionista con il metodo che lo stesso riterrà più opportuno purché ne sia consapevole la committenza. Inoltre, dovranno pure essere indicati, a far data dal 15 agosto, gli estremi di una polizza di responsabilità civile. Anche questo è un elemento di garanzia nel caso in cui si verificassero errori durante la prestazione professionale resa. Altre novità riguardano la pubblicità. E’ stato superato – ha detto ancora La Mendola – il vecchio e stantio divieto di promozione del proprio studio professionale. La pubblicità non deve, naturalmente, essere ingannevole e, soprattutto, deve essere rispettosa della concorrenza, altrimenti si rischiano sanzioni da parte della competente Autorità e procedure disciplinari da parte dell’Ordine”. Novità importanti anche per quanto concerne la formazione. “Che nasce – ha aggiunto La Mendola – come principio nobile, in quanto è opportuno che l’architetto sia sempre aggiornato. E’ altrettanto vero, però, che i costi sul fronte formazione possono diventare notevoli in un momento in cui il professionista ha visto abbattere il proprio fatturato di circa il 30% su scala nazionale, mentre nel Sud, in Sicilia in particolare, queste cifre sfiorano, e in alcuni casi, superano il 50%. Dobbiamo essere bravi noi, Consiglio nazionale e Ordini provinciali, a fare sì che tutto possa essere reso più facile. Ecco perché stiamo immaginando di attivare una piattaforma informatica grazie a cui, attraverso l’acquisizione di specifici pacchetti, possano essere tenuti corsi on line a costi notevolmente ridotti”, ha concluso La Mendola.

Seminario Unione servizi comunità Cna sulla nuova figura del “meccatronico”

La riunione sul meccatronicoIn seguito all’emanazione della legge 224 del 2012 nasce il meccatronico, la nuova figura che unisce meccanico ed elettrauto, ma una vacatio normativa rischia di impedire ai neo-imprenditori, per lo più i giovani, di dare avvio a nuove attività imprenditoriali. Problemi, in particolare, per coloro che, nel corso degli anni, hanno prestato la propria opera presso aziende del settore, acquisendo di fatto il requisito tecnico, e che invece si vedevano negato il requisito stesso da parte delle Camere di commercio, e costretto peraltro a frequentare un corso di formazione. Sono questi alcuni degli aspetti esaminati nel corso del seminario promosso dall’Unione Cna Servizi alla comunità alla presenza del presidente regionale Cna Sicilia, Giuseppe Cascone, del presidente provinciale dell’Unione, Vincenzo Canzonieri, del responsabile provinciale Giorgio Stracquadanio, e del direttore dell’Ecipa, Vittorio Schininà. Il dirigente della Camcom di Ragusa, Giovanni Passalacqua ha chiarito che potrebbe essere sufficiente una dichiarazione sostitutiva di notorietà resa dal titolare/legale rappresentante, in cui si certifica l’operato su sistemi complessi quali impianti di iniezione elettronica, impianti Abs, impianti Esp, o attraverso l’esibizione di fatture dalle quali si evince che sono stati effettuati interventi su tali sistemi.

PUBBLICAZIONE ELENCHI LAVORATORI AGRICOLI SOLO ON-LINE

inpdap inpsDal 31 marzo 2013, per 15 giorni consecutivi, gli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli utili per l’anno 2012, saranno pubblicati sul sito dell’Inps www.inps.it. L’accesso è libero e non occorre l’utilizzo di pin. Tale novità, introdotta dalla legge 111/2011, supera l’affissione agli Albi Pretori dei Comuni. La pubblicazione on-line avrà valore di notifica agli interessati a tutti gli effetti di legge. Entro i venti giorni successivi alla pubblicazione, gli elenchi saranno trasmessi ai competenti Centri per l’Impiego. Per tutto il periodo della pubblicazione, gli interessati potranno accedere agli elenchi direttamente dalla home page del sito attraverso il collegamento “Pubblicazione elenchi lavoratori agricoli” che si trova all’interno dello spazio “Informazioni in evidenza”.

START-UP AZIENDALI, INCONTRO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

giovani confindustria“E’ facile trovare investitori (se sai come farlo)”. E’ questo il titolo di un appuntamento che Giovani Industriali di Ragusa, SeedLab (programma di accelerazione per nuove imprese tecnologiche), Ragusa Digitale (movimento interessato al mondo digitale, del biotech, del green e dei settori innovativi) hanno organizzato martedì presso la Camera di Commercio di Ragusa, per discutere di acceleratori di startup aziendali e di laboratori di idee d’impresa da sperimentare anche in Provincia di Ragusa. Dopo il saluto del Segretario Generale della Camera, Carmelo Arezzo, il presidente dei Giovani Industriali di Confindustria Ragusa, Mario Molè, presente anche il VicePresidente nazionale del Movimento, Leonardo Licitra, ha presentato la piattaforma IBLALAB, che vuole aiutare i giovani a mettere in rete problemi, informazioni, progetti, strumenti utili ad avviare un laboratorio di innovazione nell’ambito del modello Ragusa oggi in grave crisi, e favorire l’incontro fra l’offerta di “business-idea” da parte dei giovani e la domanda di investimento da parte di imprenditori, business angels e fondi equity. Matteo Faggin, Principal SeedLab, ha illustrato i meccanismi di Start-Up e quelli di selezione dei progetti sostenibili da parte degli investitori professionisti, nonché di costruzione del business plan come strumento indispensabile di comunicazione fra imprenditore e potenziale investitore. Andrea Cannella, di Ragusa Digitale, ha parlato della sua esperienza e del prodotto originale da lui ideato e realizzato con una squadra di colleghi informatici e grafici, denominato EvaMe, che è un’applicazione disponibile in App Store, che svolge il ruolo di piattaforma per la ricerca permanente di eventi di interesse dell’utente. Poi, gli interventi di Renata Giunta, di Mondimpresa, che ha presentato enterprice europe network, rete istituzionale nata per supportare percorsi di internazionalizzazione produttiva, commerciale, tecnologica e culturale per imprenditori, specialmente giovani, e Anna Sangiorgi, del consorzio ARCA (per l’Applicazione della Ricerca e la Creazione di Aziende innovative), costituito dall’Università di Palermo, con l’Associazione Sintesi e la Easy Integrazione di Sistemi, che promuove la nascita e lo sviluppo di iniziative imprenditoriali di spin-off a partire dai risultati conseguiti dai centri di ricerca operanti in Sicilia e favorisce l’innovazione e il trasferimento tecnologico verso il sistema produttivo e la società siciliana. Rita Alù, Public Sector & Territorial Development Sicilia Unicredit SpA, ha mostrato dati territoriali relativi all’innovazione, con riferimento particolare alla Sicilia e alla Provincia di Ragusa, e le opportunità che l’istituto bancario offre sul territorio alle Start-Up che intendono realizzare nuove iniziative imprenditoriali particolarmente innovative, comprese quelle che sono state selezionate dal progetto “Talento delle idee”.

Scroll To Top
Descargar musica