24-10-2021
Ti trovi qui: Home » Enogastronomia » PIZZAIOLI RAGUSANI ALLA RIBALTA IN UN CAMPIONATO MONDIALE

17/03/2016 -

Enogastronomia/

PIZZAIOLI RAGUSANI ALLA RIBALTA IN UN CAMPIONATO MONDIALE

  • 930A7285Pizzaioli ragusani alla ribalta al 2° campionato mondiale della pizza bianca che si svolto al Zaiera Resort di Solarino. L’evento organizzato dall’associazione pizzaioli Italia Malta ha visto in gara 170 concorrenti che si sono dati battaglia tra le varie specialità: pizza a due, pizza classica, pizza gluten free, pizza in pala, impasti alternativi, pizza dessert. Cinque, poi, le gare di abilità. Il team ragusano formato da Salvatore Articolo, Massimiliano Cannizzo, Giuseppe Venezia, Nicolò Cusumano e Carmelo Mallia ha conquistato ben due secondi posti nella gara pizza in pala con Salvatore Articolo e nella competizione a due con lo chef Peppe Venezia. Gradino più alto, con un’ottimo primo posto, per Nicolò Cusumano e lo chef Massimiliano Cannizzo, nella gara a due.  Sesto classificato nella categoria pizza classica per Nicolo Cusumano. Articolo ha portato a casa anche la coppa come migliore pizza classica con il quinto posto. Una gara che ha confermato l’ottima preparazione del team ragusano che si prepara, da sicuro protagonista, ai campionati mondiali di Parma in programma dall’11 al 13 aprile. “E’ stata un’esperienza straordinaria – raccontano i pizzaioli ragusani reduci dalla competizione – le pizze sono state giudicate da una giuria qualificata con un attento giudizio sulla preparazione ai forni, il gusto, la cottura e la presentazione coreografica. Il tema del campionato è stato la pizza bianca e sono state bandite le salse di pomodoro. Ci prepariamo, adesso, ai prossimi appuntamenti con il campionato del mondo di Parma”. Per Nicolò Cusumano e Salvatore Articolo l’ennesimo successo in  una gara tra pizzaioli. A dare man forte al lavoro della squadra anche gli chef Massimiliano Cannizzo e Peppe Venezia. “Lavorare in due –racconta Articolo – con l’aiuto dello chef Venezia è stato un momento davvero speciale. Il pizzaiolo ha dovuto curare nei minimi particolari la cottura della pizza e l’impasto. Lo chef si è impegnato nell’elaborazione della ricetta da mettere sulla pizza”.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica