22-02-2019
Ti trovi qui: Home » Archivio per il tag: ingalleria

Archivio per il tag: ingalleria

Casi blue tongue in provincia di Ragusa, Minardo chiede deroga alla movimentazione dei bovini

I recenti casi di Blue Tongue registrati in provincia di Ragusa con la  scoperta  del nuovo sierotipo denominato “4”, sono stati oggetto dell’intervento dell’on. Nino Minardo al Ministero della Salute e al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. “Quello che sta accadendo ci riporta indietro di parecchi anni, quando nel 2011 il medesimo virus mise in ginocchio l’intera zootecnia iblea e i mercati di movimentazione del bestiame vivo locali subirono contraccolpi tremendi. Non vogliamo che si ripeta la stessa cosa, – sottolinea Minardo -, gli allevatori  stanno già affrontando notevoli difficoltà visto che il comparto è messo a dura prova dalla crisi in generale;  il divieto di movimentazione dei bovini per un raggio di 100 km dalla cosiddetta azienda sentinella (aziende scelte per i controlli periodici delle epidemie) è una restrizione drastica che schiaccia ancor di più le attività”. Minardo ha chiesto ai Ministri della Salute e delle Politiche Agricole la deroga alla movimentazione dei bovini visto che nel territorio della provincia di Ragusa non vi è circolazione virale per il sierotipo 4 da oltre dieci anni e l’attuazione  di tutte le procedure per dichiarare la Sicilia ufficialmente indenne per quei sierotipi per i quali da oltre due anni non si è rilevata circolazione virale. “E’ opportuno, – conclude l’on. Minardo -,  d’intesa con gli Istituti Zooprofilattici competenti, avviare un approfondito monitoraggio sull’intero territorio nazionale interessato al problema  al fine di accertare l’effettiva situazione nelle aziende zootecniche e valutare nuove strategie per il contrasto della malattia”.

Respiro Animale a Santa Croce Camerina

Domenica 24 Febbraio alle ore 17 presso la biblioteca comunale di Santa Croce Camerina si terrà l’incontro pubblico dal titolo Cani Traditi, un momento di informazione e divulgazione a cura del gruppo Respiro Animale e della Dottoressa Veterinaria Maria Pia Guarino. Verrà raccontato questo tradimento attraverso la storia di cani celebri come Laika, lanciata nello spazio, come Taro e Jiro, lasciati in Antartide dopo una spedizione scientifica, come Cairo cane di guerra. Ma verrà raccontato anche, grazie all’intervento della Dottoressa Veterinaria Maria Pia Guarino, di come spesso le loro malattie e i loro disagi siano causati proprio da questo tradimento, di come comportarsi per cercare di rimediare. A tutti i partecipanti sarà dato un piccolo omaggio cruelty free offerto da Argital (produttrice ragusana di cosmetici naturali senza conservanti).

Incidente sulla Modica-Mare con due feriti

Brutto incidente lo scorso pomeriggio sulla Via Sorda Sampieri. Coinvolti tre veicoli: una Ford Ka, condotta da una giovane donna modicana, che è stata tamponata da una Citroen Picasso, alla cui guida era uno straniero. La Ford, dopo l’impatto, ha carambolato prima contro un muro di delimitazione della strada e poi contro una Nissan che proveniva dal senso inverso (Mare-Modica). Il conducente della Nissan, accortosi di quanto stava accadendo, ha bloccato il proprio mezzo, ma l’impatto violento è avvenuto lo stesso. Sul posto due ambulanze del 118 e due pattuglie della polizia municipale di Modica. I feriti sono gli autisti dei veicoli che si sono tamponati. Le loro condizioni non destano particolari preoccupazioni anche se sono stati ricoverati all’Ospedale Maggiore.

Sagra della Seppia a Donnalucata

Il 15, 16 e 17 marzo si svolgerà al Porticciolo di Donnalucata la Sagra della Seppia, una sagra che vuole valorizzare una primizia del mare che la fa da padrone in questo periodo dell’anno nelle cucine degli abitanti di Donnalucata con piatti che sublimano la bontà della seppia: arrosto o ripiena, spaghetti con il nero, ravioli ricotta e nero, insalate di mare, arancino al nero. Le seppie utilizzate nella sagra saranno fornite da pescatori locali di fiducia, a garanzia della qualità e della freschezza della materia prima. “Durante i tre giorni di una delle sagre più amate di Sicilia (il marchio è, infatti, registrato) sarà possibile gustare la seppia in piatti che verranno realizzati da talentuosi chef direttamente sul porticciolo, per condividere con i visitatori una grande festa del gusto del mare”, spiega il patron dell’evento Gianni Voi. Non mancheranno anche eventi e show cooking.

Art e Pop art di Armando Sparacino

Domenica 3 marzo alle ore 17 presso l’Auditorium Vincenzo Ferreri a Ragusa Ibla verrà inaugurata la mostra  personale di pittura di Armando Sparacino organizzata dall’Associazione noi sull’aquilone onlus, direttore artistico Davide Catudella. La mostra potrà essere visitata fino al 15 marzo dalle ore 17 alle ore 21 nei giorni feriali, e dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21 durante i giorni festivi.

E’ nata a Ragusa CreAZIONE Giovani

Giovedì 21 febbraio alle 7, venerdì 22 alle 12 e sabato 23 alle 20,15 andrà in onda su Tele Nova (canale 14 visibile nelle province di Ragusa, Catania, Siracusa e Caltanissetta) uno speciale contenente la Conferenza di Presentazione dell’Associazione politico-culturale “CreAZIONE Giovane”. Interverranno i soci fondatori dell’Associazione  Ismael Giovanni Scribano, presidente, Matteo Burgio, vicepresidente e Matteo Bracchitta, tesoriere.

On. Minardo: un piano per contrastare l’erosione costiera del SudEst

Riceviamo dal parlamentare ibleo: ” Il fenomeno dell’erosione costiera lungo la fascia del Sudest diventa, di anno in anno, sempre più preoccupante. Il litorale, infatti,  è costantemente  sottoposto a fenomeni di arretramento e di erosione che ne hanno fortemente ridimensionato l’estensione. Da settembre a primavera bisogna sperare nella clemenza del tempo per evitare che le dimensioni del fenomeno assumano dimensioni drammatiche per l’ambiente e per gli operatori turistici. Oltre agli interventi messi in campo dalla Regione siciliana  che ha stanziato delle somme per azioni di risanamento e ricostruzione dell’ecosistema ho ritenuto necessario predisporre un progetto di legge per integrare altre somme al fine di contrastare questo grave fenomeno e nel contempo valorizzarne il patrimonio ambientale storico ed artistico della costa iblea ed aretusea.  E’ noto quanto la  fascia costiera del SudEst sia uno dei patrimoni ambientali più importanti della Sicilia e del Paese che si sviluppa in 150 Km abbracciando i comuni di Siracusa, Avola, Noto, Pachino, Porto Palo di Capo Passero, Ispica, Pozzallo, Modica, Scicli, Ragusa, San Croce Camerina e Vittoria. Un patrimonio inestimabile che occorre salvaguardare.  Le cause dell’erosione peraltro non sono solo da imputare  a fattori naturali ma anche  all’attività che si attua lungo i bacini idrografici delle aree interne. Cito  anche i porti e alcuni interventi di difesa dei litorali che però se non attuati in maniera organica portano come conseguenza che l’energia dei moti ondosi crei ripercussioni ancor più negative nelle aree prive di protezione.  L’abbandono delle coltivazioni a mezza costa, gli incendi dolosi, le azioni di urbanizzazione non regolamentata, la questione degli inerti, gli scarichi e così via stanno creando non pochi problemi, che la regione e i comuni del litorale, da soli, non possono fronteggiare. Per porre in essere misure in grado di fronteggiare questi problemi e offrire anche agli operatori turistici della zona una prospettiva di sviluppo senza essere costretti a pregare per la clemenza del tempo, diventa prioritario promuovere misure che facciano diventare la costa del sudest siciliano un obiettivo di interesse nazionale. Nel mio progetto di legge sono previste disposizioni rivolte ai comuni che potranno proporre la realizzazione di interventi finalizzati all’attivazione di itinerari turistici locali nel rispetto della salvaguardia dell’ambiente e della tutela della qualità della vita”. Firmato On. Nino Minardo

Presentazione di un libro su Scicli

Venerdì 22 marzo, alle ore 18, presso il Centro Studi Feliciano Rossitto, verrà presentato  il volume “Scicli. Storia, cultura e religione (secc. V-XVI)”, di Salvo Micciché e Stefania Fornaro, edito da Carocci Editore. La conferenza sarà moderata da Giuseppe Nativo, pubblicista e scrittore. Ad aprire l’incontro saranno l’on. Giorgio Chessari, presidente del Centro Studi Rossitto ed Enzo Piazzese, consigliere nazionale Archeoclub d’Italia. A presentare il volume sarà invece l’archeologo Giovanni Distefano, direttore del Polo Regionale di Ragusa per i siti culturali,  che dialogherà con gli autori.

SABATO A RAGUSA IL DUO BECHSTEIN

Con il concerto “Invito alla Danza”, in programma il 23 Febbraio alle 20.30, continua la stagione concertistica internazionale Melodica. Al Teatro Don Bosco di Ragusa si esibirà il Duo formato dai pianisti Ennio Poggi e Laura Beltrametti, che eseguiranno un programma dedicato alle Danze, dal Valzer al Tango al Bolero.

Cinema Lumiere Ragusa

Giovedì 21 febbraio, per la rassegna Appuntamento al buio, verrà proiettato alle ore 18:30 e alle ore 21:30 il film Lontano da qui di Sara Colangelo, con Maggie Gyllenhaal, Gael García Bernal e Parker Sevak. Da venerdì 22 a mercoledì 27 febbraio (lunedì 25 escluso) Green book (candidato a 5 premi Oscar) , diretto da Peter Farrelly, Il film con Viggo Mortensen e Mahershala Ali. Orari: 18:30 – 21:30. Lunedì 25 per la rassegna Appuntamento al buio evento speciale: Il ragazzo più felice del mondo di Gianni Pacinotti, orari: 18:30 e 21:30.

Empoli 55 – Passalacqua Ragusa 100

Ragusa raggiunge quota 100 sul parquet di Empoli al termine di una gara nella quale le biancoverdi hanno giocato da “grande”, non lasciando praticamente nulla alle padrone di casa che sono riuscite a resistere soltanto nel primo quarto. Poi la Passalacqua ha preso il largo e ha chiuso con largo anticipo la contesa rispetto alla sirena finale. Ragusa con cinque giocatrici in doppia cifra (25 Romeo, 20 Hamby, 14 Kuster, 13 Harmon e 10 Consolini) mette il punto numero 26 in classifica su 17 partite disputate appaiata con Schio ma con le orange che si sono già fermate e che conservano comunque la migliore differenza canestri nei confronti delle iblee. “Buona prestazione – commenta coach Recupido – primo quarto in equilibrio che ci ha visti molto soft in difesa e loro sono riuscite a segnare ben 24 punti, ma già nel secondo quarto abbiamo praticamente chiuso la partita facendo un bel parziale. Sul resto della partita c’era poco da dire. Abbiamo ruotato tutte, abbiamo risparmiato un po’ di energie, abbiamo dato un po’ di minuti a chi ne aveva di bisogno come Formica e dunque siamo contenti che sia andato tutto bene”. La Passalacqua è attesa dalla seconda trasferta consecutiva che la vedrà domenica prossima sul parquet di Vigarano. Poi sarà tempo di coppa Italia.

Un ferito grave nell’incidente stradale sulla Comiso-Chiaramonte

La Polizia Provinciale ha rilevato un incidente stradale sulla strada provinciale n. 7. Lo scontro tra un’Autoape alla cui guida c’era un pensionato di 78 anni di Comiso e una Audi Q5 guidata da un comisano di 52 anni è stato violento e la peggio è toccata al pensionato, ricoverato con un’autoambulanza del 118 nell’Ospedale di Vittoria con prognosi riservata. Le sue condizioni sono gravi. Due pattuglie della Polizia Provinciale hanno effettuato i rilievi del sinistro e si è reso necessario l’intervento della ditta incaricata per la bonifica della sede stradale. Il traffico ha subito rallentamenti per un paio d’ore.

On. Minardo: rimodulare il sistema del numero chiuso nelle università, chiesta l’abrogazione dell’intera legge

Riceviamo dal parlamentare ibleo: “L’abolizione del numero chiuso per  alcune facoltà universitarie era tra le priorità di questo Governo. Tra annunci, proclami e smentite nessun  iter è stato avviato. Un problema sentito da tempo che necessita di una riforma a breve termine.  Per l’ordinamento giuridico italiano l’accesso ai corsi universitari può essere libero o a numero programmato. Nonostante l’articolo 34 della Costituzione italiana garantisca ad ogni cittadino il diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi, la legge prevede  alcune limitazioni al libero accesso al sistema universitario, programmando, per alcuni corsi di laurea, il numero dei posti disponibili. Le norme che regolano la materia degli accessi ai corsi di laurea sono contenute nella legge 2 agosto 1999, n.264. Tale normativa, da un lato disciplina la programmazione numerica di alcuni corsi universitari, dall’altro regola le procedure secondo le quali gli studenti dovranno essere ammessi. All’interno della stessa legge, infine, sono presenti i principi e i criteri ai quali il Ministero dovrà necessariamente attenersi per determinare, all’inizio di ogni anno accademico, sia il numero dei posti disponibili sia la loro corretta ripartizione. Ci sono innumerevoli proposte di legge sull’abolizione del numero chiuso che giacciono sul tavolo della Commissione Cultura e che attendono di essere esaminate nonostante il Ministro dell’istruzione abbia più volte annunciato la cancellazione dei test di ingresso a medicina a vantaggio del “modello francese” (ammissione per tutti al primo anno e sbarramento ex post sulla base di esami e crediti) con la  successiva accelerazione del vicepremier Salvini di mettere  il numero chiuso nelle facoltà umanistiche, da dove ne sono usciti tanti di laureati mentre a  medicina c’è bisogno di ossigeno. A ciò si aggiunge un comunicato del Consiglio dei Ministri dello scorso mese di ottobre dove si proclamava l’abolizione del  numero chiuso, permettendo così a tutti di poter accedere agli studi; dichiarazione smentita   dal Ministro dell’Istruzione e poi trasformata dal Presidente del Consiglio dei Ministri come obiettivo politico di medio periodo. Regna parecchia confusione sul tema a Palazzo Chigi. Ho chiesto al Presidente del Consiglio, Conte, e al Ministro dell’Istruzione, Bussetti, di mettere mano alla questione abrogando, innanzitutto, l’intera legge 2 agosto 1999, n.264 che disciplina gli accessi a numero programmato ai corsi universitari. Troppa perdita di tempo;  troppo  parlare per slogan. Ma  così le questioni non si risolvono”! Firmato On. Nino Minardo

Nasce a Ragusa CreAZIONE Giovane

Martedì 19 Marzo, alle ore 16:30, presso la Sala Conferenze del Palazzo della Provincia sito in Viale del Fante 10 a Ragusa  si terrà la Conferenza di Presentazione dell’Associazione politico-culturale “CreAZIONE Giovane”. Interverranno Ismael Giovanni Scribano, presidente, Matteo Burgio, vicepresidente e Matteo Bracchitta, tesoriere.

BEDI TIEMPI EDIZIONE 2019, OTTAVA PUNTATA

Domenica 17 febbraio alle ore 13, lunedì 18 alle ore 20:30 e martedì 19 alle ore 8 andrà in onda su Tele Nova, visibile sul canale 14 nelle province di Ragusa, Catania, Siracusa e Caltanissetta, l’ottava puntata della trasmissione di musica e poesie dialettali condotta dall’attore Mario Tumino, con la partecipazione del narrattore Ciccio Schembari e dei musicisti Pippo Cerruto e Angelo Tidona.

Ragusa, volontariato realizzato da migranti richiedenti protezione internazionale

 

Avviata la seconda ed ultima fase del percorso di volontariato denominato “Green Zone”, il cui ente titolare è il Libero Consorzio Comunale di Ragusa, che vede impegnati gli immigrati ospiti nelle strutture Sprar sotto tutela della Fondazione San Giovanni Battista. Gli immigrati, tutti titolari o richiedenti protezione internazionale, svolgono attività di manutenzione di strutture e verde d’interesse pubblico. “E’ un progetto di volontariato – spiega Raffaele Falconieri, dirigente del Libero Consorzio – a vantaggio della collettività, e dà un segno tangibile di impegno e volontà di partecipazione delle persone accolte sul nostro territorio, che sta dimostrando, contro ogni pregiudizio, quanta ricchezza possano rappresentare gli immigrati per il nostro territorio. Ciò consentirà quale effetto trasversale, ma non per questo meno importante, processi di integrazione efficaci e stabili tra migranti e cittadini presenti sul territorio. Il progetto si concluderà alla fine del 2019”.

On. Minardo: chiesti al Governo impegni precisi anche per le aziende lattiero-casearie  siciliane

Riceviamo dal parlamentare ibleo: “La vibrata protesta di questi giorni dei pastori sardi che rivendicano un prezzo più equo per il latte ovino risveglia un problema che da anni affligge anche il comparto lattiero-caseario siciliano.  Se da un lato i produttori non  riescono a coprire i costi di produzione dall’altro i consumatori acquistano i prodotti lattiero-caseari a prezzi sempre più elevati, considerato che il ritiro da parte dell’industria di trasformazione avviene a prezzi bassissimi per i produttori. Quindi esiste un divario tra il prezzo alla produzione e quello al consumo che dev’essere assolutamente ridotto se non si vuole continuare ad assistere all’incancrenirsi di una crisi che sta portando al collasso totale del settore anche in Sicilia. Alla luce delle continue criticità del settore ho chiesto al Presidente del Consiglio e al Ministro per le Politiche Agricole interventi mirati e concreti anche per la Sicilia dove la zootecnia è un comparto strategico. Basti pensare che sono oltre un milione gli ovini ed i caprini nell’Isola con almeno 8 mila addetti che diventano circa 22 mila con l’indotto non solo familiare. Un settore che soffre la crisi strutturale dell’economia siciliana e nazionale, più in generale. La zootecnia in Sicilia è orfana di una politica regionale che è rimasta in disparte disinteressandosi delle criticità che hanno ridotto fortemente i livelli di produttività e la produzione proveniente dall’allevamento ovino e caprino. Il comparto da anni rivendica l’aumento del prezzo del latte ovino e caprino, dell’agnello, del pecorino siciliano, la valorizzazione della lana e l’adozione di una politica che incentivi la vendita diretta delle produzioni casearie da parte degli allevatori e che fermi le importazioni che distruggono le produzioni locali. E’ importante che insieme agli urgenti provvedimenti da prendere per il comparto sardo si pensi anche a quello siciliano  per impedire la dispersione di un ingente patrimonio produttivo a garanzia delle centinaia  di aziende che operano in Sicilia che importa piu’ dell’ottanta per cento del proprio fabbisogno di latte”. Firmato on. Nino Minardo

Personale Libero Consorzio comunale di Ragusa, proclamato lo stato di agitazione

“Concordi nell’assumere iniziative concrete, tra cui l’immediata proclamazione dello stato di agitazione, non escludendo ulteriori forme eclatanti di protesta, aderendo a tutte le iniziative che nei prossimi giorni verranno messe in campo, atte al recupero della dignità dei lavoratori”. Questo in sintesi quanto deciso dall’assemblea sindacale dei lavoratori del libero Consorzio comunale di Ragusa, già Provincia Regionale di Ragusa, riunitisi lunedì’ 11 febbraio alla presenza del Commissario Straordinario e del Dirigente dei Servizi finanziari dell’Ente.  Al centro del dibattito “la gravissima condizione di criticità finanziaria dell’Ente”. Una nota sulle criticità evidenziate nel corso del dibattito è stata inviata al Presidente della Regione Sicilia, al Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, a  tutta la deputazione nazionale e regionale della Regione Sicilia, a  S.E. Il  Prefetto di Ragusa, alla Digos di Ragusa e al Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa. Durante i lavori assembleari i dipendenti sono stati, anche, informati di quanto discusso, lo scorso venerdì 8 febbraio c.a. a Palermo, durante l’incontro con l’Assessore regionale dell’economia e vice Presidente prof. Gaetano Armao. Allo stesso è stata prospettata ed ulteriormente ricordata la grave situazione economica nella quale versano tutte le ex Province dell’isola. A questo riguardo i componenti le RSU, i segretari aziendali, il segretario generale della F.P. CGIL di Ragusa, Nunzio Fernandez e il segretario provinciale della CISL FP, Antonio Nicosia così commentano: “Purtroppo non è stata individuata nessuna soluzione concreta ed immediata sulla delicata vertenza che in questi giorni ha raggiunto livelli di seria preoccupazione non solo per gli stipendi dei lavoratori,  ma soprattutto per tutto il territorio che si vedrà privato dell’erogazione dei servizi fino ad oggi garantiti. L’assenza totale di risposte in merito all’assegnazione, da parte della Governo Regionale, delle  risorse necessarie a  chiudere il bilancio 2018, avrà gravi ripercussioni sull’erogazione dei servizi in atto garantiti (Viabilità, Servizi sociali, Istituti di istruzione superiori, etc…). Anche il Commissario Straordinario dell’Ente, dott. Salvatore Piazza, intervenuto all’assemblea,  pur mostrando anche lui segnali di preoccupazione, ha comunicato che è in corso  una interlocuzione con i vertici regionali, per porre alla loro attenzione l’ennesima proposta finalizzata ad intercettare possibile soluzioni alla problematica finanziaria dell’Ente. Il rischio reale è che la Sicilia, paradossalmente e nonostante la retorica mediatica della  campagna elettorale in  cui il Presidente della Regione si era candidato ad essere apripista in un riordino che si sta trasformando in un autentico pasticcio, perda terreno rispetto a quanto sta accadendo nel resto del Paese e che non riesca più  a gestire il nuovo corso degli enti (Città metropolitane e Liberi Consorzi) a causa del taglio sostanziale di fondi che mette in discussione i servizi per i cittadini e gli stipendi dei lavoratori”.

Cinema Lumiere Ragusa

Mercoledì 13 febbraio, venerdì 15, sabato 16, domenica 17, martedì 19 e mercoledì 20 il film “La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi tratto dal romanzo di Roberto Saviano. Orari di proizione: 18 e 21. Giovedì 14 febbraio, per la rassegna Appuntamento al buio il film “Una notte di 12 anni” di Alvaro Brechner. Orari: 18:30 e 21:30.

COMPAGNIA GODOT IN SCENA A RAGUSA CON IL MATRIMONIO DI BARILLON

La Compagnia Godot mette in scena la spassosa commedia di Geoges Feydeau sabato 16 febbraio, alle ore 21.00, e domenica 17 febbraio, alle ore 18.00, al Teatro comunale “M. Perracchio”. Regia, scenografia e scelte musicali sono firmate da Vittorio Bonaccorso, l’adattamento del testo, i costumi e il progetto sono invece di Federica Bisegna con Giuseppe Arezzi, Sara Cascone, Rossella Colucci, Benedetta D’Amato, Andrea Di Martino, Giancarlo Iacono, Paolo Lanza, Angelo Lo Destro, Benedetta Mendola, Francesco Piccitto, Lorenzo Pluchino, Mario Predoana, Rita Sacrofani, Piera Sittinieri e i piccoli Marco Cappuzzello, Alfredo Gurrieri e Martina Marino.

Scroll To Top
Descargar musica