26-09-2021
Ti trovi qui: Home » Cultura e Spettacolo » DYPTICHUM

31/03/2016 -

Cultura e Spettacolo/

DYPTICHUM

Zosi Zografidou – Profilo FOTOGRAFIA-dyptichum-FAIParole e immagini, visioni e poesie si intrecciano per offrirci un viaggio fuori dal tempo, pieno di memorie ed emozioni, di paesaggi, di ricordi e di impressioni di un’Italia immortale e perenne, di ieri, di oggi, di domani. Le immagini accompagnate da parole di poeti di tutto il mondo invitano a sentirci partecipi delle bellezze che ci circondano. Le porte e le finestre raccontano storie, nascondono segreti e rivelano tesori di memoria. Diventano voci di un passato presente, ci fanno viaggiare e rivivere la loro storia antica di tempi lontani. La mostra si articola in due sezioni: ‘Viaggio in un’Italia senza tempo’ e ‘Porte e finestre d’Italia’, presentata nel corso di quattro anni in varie città del Mediterraneo. Le immagini di Zosi Zografidou e Pedro Luis Ladrón de Guevara nella loro nuova veste del Dyptichum iniziano il loro viaggio per il Mediterraneo da Atene (gennaio-febbraio 2015) dove vengono presentate dall’Istituto Italiano di Cultura in Grecia in collaborazione con la casa editrice Aracne di Roma che ha pubblicato i cataloghi della mostra. Nel mese di marzo 2015 la mostra arriva presso la Villa Parravicino Sossnovsky ad Erba, al lago di Como a celebrare la giornata della primavera del FAI quando la Natura è pronta a sbocciare in tutta la sua bellezza e perfezione. Il Fondo Ambiente Italiano spalanca le porte della dimora storica del sec. XVI per far conoscere e amare tesori d’arte e di natura. A Ragusa la mostra sarà allestita nei saloni del Centro Servizi Culturali (Via A. Diaz,56), con inaugurazione Sabato 9 aprile alle ore 18.00 e si protrarrà fino a giorno 15 aprile negli orari: Lun, merc e ven 9,00-13,00 Mar e giov 9,00-13,00 / 15,30-17,00. L’inaugurazione di sabato 9 sarà arricchita dalla visita della mostra guidata dagli autori e dall’incontro e dalle letture di alcuni poeti iblei.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica