10-12-2018
Ti trovi qui: Home » Cultura e Spettacolo » IL BRIGANTE E IL LEGIONARIO, il nuovo romanzo del ragusano Emanuele Cavarra

02/05/2018 -

Cultura e Spettacolo/

IL BRIGANTE E IL LEGIONARIO, il nuovo romanzo del ragusano Emanuele Cavarra

IMG_20180322_085936 lrChi non ricorda le valorose gesta degli eroi del Risorgimento di cui tanto ci parlarono a scuola? Primo fra tutti, Giuseppe Garibaldi, che con uno sparuto manipolo di temerari riuscì a liberare un regno immenso, quello delle Due Sicilie, da un dittatore dispotico e ingiusto come Francesco di Borbone.  Ma siamo sicuri che le cose siano andate realmente così? È la domanda che si è posto Emanuele Cavarra, autore de “Il Brigante e il Legionario”, romanzo storico ambientato proprio nel periodo del Risorgimento, quindi a cavallo dell’Unità d’Italia. Dopo un’approfondita ricerca effettuata consultando storici “non ufficiali” (Alianello, Aprile, Crociata, Del Boca, Guerri, per citarne qualcuno), Cavarra ha scoperto una storia parallela, sorprendente per molti aspetti, certamente meno nobile, ma di sicuro più credibile. Come il fatto che l’impresa dei mille godette dell’appoggio occulto di una potenza straniera come la Gran Bretagna e che gran parte degli alti ufficiali borbonici furono corrotti attraverso il tesoro trafugato al Banco di Sicilia da Garibaldi appena giunto a Palermo. E che forse Francesco di Borbone non era poi così terribile come ce lo hanno descritto, e che nel Regno delle Due Sicilie non si stava poi così male se è vero, come è vero, che il 66% del patrimonio della nuova Italia venne proprio da lì. E che fino al 1861 (data dall’unità d’Italia) dal Meridione non emigrava nessuno. In questo complicato e frenetico scenario, Emanuele Cavarra immagina (e qui subentra il suo talento creativo) quattro personaggi principali: Carmine Capece, capitano di fregata dell’Armata di Mare del Regno delle Due Sicilie, Matilde Reniero, esponente di una facoltosa famiglia, Duilio Pallavicini, arruolatosi nella Legione Straniera per fuggire da una difficile situazione, e Lorenza Serpieri, affascinante studentessa dallo scomodo passato. Quattro esistenze in apparenza slegate, o almeno all’inizio legate solo in parte, vissute in luoghi molto lontani tra di loro, come Torino, Napoli, Rionero in Vulture (Basilicata), Sidi-Bel-Abbès (Algeria, quartier generale della Legione Straniera), destinate a intrecciarsi in modo insolito e imprevedibile. La narrazione, fluida e intrigante, accompagna il lettore attraverso le 312 pagine del libro senza mai farlo annoiare. Alle vicende storiche realmente accadute si abbinano, con un ritmo piuttosto vivace, la passione di due rapporti sentimentali tormentati, l’avventura della navigazione sui grandi velieri lungo le rotte del Mediterraneo, l’azione della pericolosa vita dei legionari nel deserto e quel senso di mistero che caratterizza tutti i romanzi di Emanuele Cavarra. Il volume sfoggia una veste grafica elegante (Cavarra prima ancora che uno scrittore è un grafico), su una carta pregiata piuttosto spessa, ed è stampato con un inchiostro color seppia che conferisce alla pubblicazione una suggestiva patina di antico. Inoltre, le pagine sono arricchite da una corposa serie di illustrazioni: antiche mappe, incisioni, disegni, foto d’epoca. Chi lo desidera, può ordinarlo, da qualsiasi località italiana, sul sito www.kreativamente.it oppure, se si trova dalla parti di Ragusa, acquistarlo direttamente presso la KreativaMente al numero 34 di Via SS. Salvatore, risparmiando così le spese di spedizione.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica