30-11-2022
Ti trovi qui: Home » Cronaca » Terminate le indagini dell’omicidio consumato a Ragusa l’11 ottobre, dell’uccisione della signora Zarba accusato il marito

28/11/2018 -

Cronaca/

Terminate le indagini dell’omicidio consumato a Ragusa l’11 ottobre, dell’uccisione della signora Zarba accusato il marito

Giuseppe  Panascia nato a Ragusa il 28 agosto 1945, marito della vittima, è indagato per omicidio doloso, aggravato dal fatto di averlo commesso ai danni della moglie dalla quale era separato. Nonostante la separazione legale l’indagato continuava a frequentare l’abitazione coniugale di Via Gian Battista Odierna 51 dove è avvenuto l’omicidio, come se nulla fosse cambiato, ad eccezione di andare a dormire dalla madre ogni notte. I rapporti erano sempre più conflittuali e l’anziana signora aveva chiesto al marito di non fare più accesso in casa e di pagare le quote mensili concordate in sede di separazione. L’uomo non aveva mai accettato la separazione e per questo motivo i litigi erano all’ordine del giorno. Oltre a quanto già provato dalle telecamere di videosorveglianza della zona,  ovvero la sua permanenza in casa nei minuti quando era stato consumato l’omicidio ed il suo allontanamento subito dopo a bordo della macchina, adesso ci sono le prove scientifiche effettuate dopo accurate e complesse analisi di laboratorio effettuate dalla Polizia Scientifica del Gabinetto Regionale di Palermo. I biologi sono riusciti ad esaltare alcune tracce latenti trovate sul veicolo di Panascia, ovvero delle piccole macchie di sangue non percettibili all’occhio umano. Sono stati utilizzati mezzi e tecnologie di altissimo livello, tali da fugare ogni dubbio su quanto repertato a bordo del veicolo utilizzato da Panascia per allontanarsi dal luogo del delitto. Oltre alla sostanza ematica trovata a bordo del veicolo, le tracce di sangue repertate sugli indumenti indossati da Panascia al momento del fermo sono inequivocabili.  L’uomo nel pomeriggio dell’11 ottobre scorso, dopo l’ennesima discussione con la moglie, ha iniziato a colpirla probabilmente mentre la vittima era di spalle seduta in cucina a guardare la televisione. Dopo i numerosi colpi inferti alla donna, che ha tentato in tutti i modi di difendersi, l’uomo si è probabilmente cambiato d’abiti lasciando riversa a terra in una pozza di sangue l’ex moglie. Nonostante questo cambio d’abiti l’uomo si è sporcato di sangue i pantaloni la camicia e il maglione.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica