17-01-2019
Ti trovi qui: Home » Politica » Ragusa Prossima: poca cultura e atmosfere troppo artificiali nel Natale dell’amministrazione Cassì

12/12/2018 -

Politica/

Ragusa Prossima: poca cultura e atmosfere troppo artificiali nel Natale dell’amministrazione Cassì

“Con i 100mila euro investiti si poteva e si doveva fare di più e meglio”. Lo afferma Ragusa Prossima attraverso la comunità Cultura di cui è responsabile Lucia Cascone. Il gruppo di lavoro interno, dopo aver analizzato le scelte compiute, ha stilato un documento nel quale si esprimono forti riserve e si auspica una più forte impronta culturale nelle scelte che si andranno a compiere in futuro. «Il Natale – ricorda Ragusa Prossima – è un’invocazione, un rito che produce atmosfera. Lo show mapping è una proposta tecnologica, programmata, con un orario, uno o più giorni, un effetto tecnico che non ha il calore dell’effetto creativo prodotto dalla gente. Avremmo voluto una città dove lo show mapping sarebbe stato una delle proposte e non la più importante o caratterizzante. Avremmo voluto, in una città dove vi è un forte fermento culturale, eventi che fossero opera degli artisti del territorio. Avremmo voluto i mercatini di Natale. Avremmo voluto oltre i soliti presepi e il solito evento di Capodanno in piazza, una città vestita di Natale. Una città che avrebbe dovuto assumere tutta la speranza che in questo periodo, credenti e no, serbano nel cuore. Indipendentemente dai 100 mila euro spesi, noi di Ragusa Prossima crediamo che manchi un’atmosfera Natalizia forte e una programmazione di eventi veramente nuova e di rivalorizzazione del centro storico, nonostante gli sforzi e le buone intenzioni di questa amministrazione».

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica