26-04-2019
Ti trovi qui: Home » Solidarietà » PRIMA GLI “ITAGLIANI”?, NO PRIMA L’ITALIANO!

26/01/2019 -

Solidarietà/

PRIMA GLI “ITAGLIANI”?, NO PRIMA L’ITALIANO!

In molti beceri commenti su facebook ai post che invitano alla solidarietà ci sono due problemi: uno di forma e uno di sostanza. Per aggiustare la forma si invita a ripassare grammatica e vocabolario, per la sostanza si consiglia di ascoltare Fabrizio De Andrè.

Uomini cui pietà non convien sempre
male accettando il destino comune,
andate, nelle sere di novembre,
a spiar delle stelle al fioco lume,
la morte e il vento, in mezzo ai camposanti,
muover le tombe e metterle vicine
come fossero tessere giganti
di un domino che non avrà mai fine.

Uomini, poiché all’ultimo minuto
non vi assalga il rimorso ormai tardivo
per non aver pietà giammai avuto
e non diventi rantolo il respiro:
sappiate che la morte vi sorveglia
gioir nei prati o fra i muri di calce,
come crescere il gran guarda il villano
finché non sia maturo per la falce.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica