09-02-2023
Ti trovi qui: Home » attualità » Meghan e Harry, dal documentario a Spare: l’anno bollente della Royal Family

23/01/2023 -

attualità/

Meghan e Harry, dal documentario a Spare: l’anno bollente della Royal Family

Il 2022 è stato un anno indubbiamente complesso per la Royal Family inglese. A settembre, infatti, il Regno Unito è stato sconvolto dalla scomparsa di Elisabetta II. Spentasi a 96 anni, la sovrana dei record, da poco più di un anno reduce dalla perdita del consorte Filippo, ha lasciato un grande vuoto a nell’immaginario collettivo inglese e ridisegnato, con la sua dipartita, gli equilibri all’interno di The Firm (la ditta, appellativo con cui la Famiglia Reale inglese è da sempre nota per via degli ingenti introiti economici che girano attorno ai suoi membri).

A complicare ulteriormente il quadro ci hanno pensato Harry e Meghan Markle che, come ben si sa, all’inizio del 2020 hanno scelto di abbandonare lo status di membri senior della famiglia. La loro decisione, denominata Megxit, ha portato William e Kate, che con la morte della Regina Elisabetta hanno assunto il titolo di principi di Galles, ancora più al centro sia delle cronache mondane, sia delle previsioni degli analisti politici, sempre attenti ai risultati dei sondaggi.

Il documentario di Netflix

La prima “bomba” sganciata dai Duchi di Sussex, che dopo la Megxit – con questa definizione, da molti criticata, i giornalisti chiamano in causa la loro scelta di dire addio alla Famiglia Reale – è stato senza dubbio il documentario di Netflix. Diretto dalla statunitense Liz Garbus e prodotto da Archewell, l’azienda della coppia che comprende una fondazione benefica e un ramo dedicato alla produzione mediatica, è finito subito al centro delle polemiche per diversi motivi. Nell’elenco è possibile includere, per esempio, la presenza nel trailer dello spezzone di una prima di un film della saga di Harry Potter, un momento caratterizzato dalla presenza di numerosi paparazzi, fotografi che la narrazione ha fatto passare come alcuni tra i numerosi che, nel corso degli anni in Inghilterra, hanno tormentato la coppia.

Tra focus sull’inizio della loro storia d’amore nel 2016 – nessun cenno al primo matrimonio di Meghan Markle con il produttore cinematografico Trevor Engelson, suo marito dal 2011 al 2014 – i Duchi di Sussex hanno parlato del rapporto travagliato con la stampa, di persecuzioni via social e dei rapporti difficili con gli altri membri della Royal Family. Tra le poche eccezioni la Regina ed Eugenia di York, cugina di Harry, l’unico membro di The Firm che si è visto nel corso dei sei episodi (la principessa, figlia di Andrea di York e Sarah Ferguson, è comparsa in una ripresa amatoriale eseguita durante un suo viaggio negli USA con soggiorno a casa della coppia a Montecito).

Lo scandalo di Spare

La vera svolta è però arrivata con la pubblicazione di Spare – “Il Minore”, “La riserva” – il libro autobiografico che il secondogenito di Re Carlo III e Diana ha scritto con l’aiuto del Premio Pulitzer J.R. Moehringer. Rivelazioni relative all’uso di cocaina, sconcertanti dichiarazioni sull’aver ucciso, quando indossava la divisa in Afghanistan, 25 talebani, il racconto di una colluttazione fisica con il fratello William, alterco iniziato dopo che l’attuale Principe di Galles avrebbe definito maleducata l’ex attrice di Suits: sono tanti i retroscena che, con un volume che ha venduto un milione e mezzo di copie in soli due giorni, il Duca di Sussex ha reso noti al mondo.

Non sono mancati richiami al trauma che ha segnato la sua vita, ossia la morte della madre. Come riportato nel libro, dopo aver annunciato a lui e al fratello dell’avvenuta tragedia, Carlo non lo avrebbe nemmeno abbracciato.

L’ombra di Diana

Diana è sempre presente nella vita e nelle dichiarazioni mediatiche di Meghan e Harry. Lo è anche nelle scelte di stile dell’ex attrice che, durante gli eventi a cui partecipa, è spesso pronta a mettere in primo piano omaggi alla defunta madre di suo marito. Lo dimostra la recente scelta di sfoggiare, in occasione del Premio Ripple of Hope a New York all’inizio di dicembre dello scorso anno, l’anello con acquamarina appartenente alla Principessa del popolo, gioiello apparso al dito di Meghan anche in occasione delle sue nozze reali nel 2018.

Commenti chiusi.

Scroll To Top
Descargar musica