21-06-2019
Ti trovi qui: Home » Associazioni di Categoria (pagina 6)

Archivio della categoria: Associazioni di Categoria

ANCE RAGUSA: ATTUARE SBLOCCO PATTO STABILITA’

20140406170747_edilizia_scolasticaFino a 97 milioni messi a disposizione dal Governo per esclusione dal patto di stabilità dei lavori di messa in sicurezza degli edifici scolastici e del territorio entro il 30 giugno. “Va sfruttata l’occasione fornita dal Governo ai Comuni di derogare per quasi 100 milioni al Patto di stabilità”. Così il Presidente dell’Ance Ragusa, Geom. Sebastiano Caggia, si rivolge alle Amministrazioni Iblee invitandole a cogliere a pieno la possibilità di derogare al Patto di stabilità interno nel 2015 per gli interventi di messa in sicurezza degli edifici scolastici e del territorio. Il recente Decreto Legge 78/2015 del 19 giugno consente, infatti, alle amministrazioni comunali che ne facciano richiesta entro il 30 giugno, di accedere extra patto fino a 97 milioni di euro per interventi diffusi sul territorio. “Di questi tempi sarebbe assurdo far cadere nel vuoto questa opportunità”, continua Caggia, che aggiunge: “il nostro territorio ha urgente bisogno di interventi sulle scuole e contro il dissesto idrogeologico che non possiamo rimandare solo per mancanza di fondi, intoppi burocratici o contenzioso amministrativo.”

Gruppo camerale sulla situazione delle infrastrutture

camera di commercioIl Consiglio della Camera di Commercio di Ragusa nel corso della sua riunione di martedì ha affrontato il tema della situazione infrastrutturale della provincia con riferimento alle tante opere pubbliche delle quali si discute da lungo tempo, dalla Ragusa-Catania alla Siracusa-Gela, ma anche ponendo attenzione sull’aeroporto di Comiso, il porto di Pozzallo, l’autoporto di Vittoria. Dopo un ampio dibattito che ha visto la partecipazione di gran parte dei consiglieri rappresentanti dei diversi settori e delle associazioni, il consiglio ha deliberato di costituire un gruppo interno al consiglio incaricandolo di affrontare con piena rappresentatività del mondo produttivo le problematiche in questione anche rispetto al confronto con il Governo e le istituzioni. Della commissione per unanime decisione del consiglio faranno parte il Presidente della Camera con la Giunta camerale, il consigliere camerale presidente della commissione consiliare che si occupa di infrastrutture, i rappresentanti in consiglio dei sindacati e dei consumatori. In considerazione della pressante attualità di alcune problematiche, come quella della realizzazione della Ragusa-Catania, il gruppo camerale avvierà subito il proprio lavoro coordinandosi immediatamente con la rappresentanza dei sindaci della provincia e con la deputazione nazionale e regionale del territorio che restano gli interlocutori privilegiati per portare a soluzione le tante tematiche infrastrutturali provinciali.

 

RAGUSA LATTE: LA COOPERATIVA TORNA IN MANO AI SOCI ALLEVATORI

latte_16492Venerdì scorso, su richiesta urgente da parte dei soci della soc. coop Ragusa Latte, in prima convocazione, si è tenuta presso la sede della Cooperativa l’assemblea dei soci anche per deliberare sulla revoca dell’incarico conferito al Presidente in carica ed al Consiglio d’Amministrazione. “In ragione della grave situazione economica e finanziaria in cui versa la società e delle scelte operate dal CdA senza il necessario ed opportuno coinvolgimento dei soci, l’assemblea, all’unanimità e per alzata di mano, ha deciso di revocare l’incarico conferito al Presidente della società cooperativa ed al Consiglio d’Amministrazione”. E’ quanto si legge in una nota inviata alla stampa. L’assemblea, sempre all’unanimità e per alzata di mano, ha quindi provveduto ad eleggere il nuovo Consiglio d’Amministrazione nelle persone di La Cognata Carmelo, Cottonaro Filippo, Lucifora Giorgio, Puma Giuseppe, Bocchieri Riccardo, Licitra Giorgio e Rizza Giovanni. In particolare è stato nominato quale Presidente del CdA il consigliere La Cognata Carmelo e quale Vice Presidente, il consigliere Cottonaro Filippo. “Il nuovo Consiglio d’Amministrazione – si legge nella nota – ha preso l’impegno nei confronti dei soci di porre in essere tutto quanto possibile per superare la crisi economica che sta attraversando la società adottando, nella massima trasparenza verso i soci, ogni azione necessaria al fine di evitare il fallimento della cooperativa. Obiettivo primario del nuovo CdA è quello di risanare la società e di rilanciarne l’attività coinvolgendo direttamente i soci. L’assemblea, per la ristrutturazione ed il risanamento della società, ha confermato la fiducia ai professionisti che in questi mesi hanno seguito gli allevatori, l’Avv. Mario Costa del Foro di Enna, il Dott. Carlo Di Marco di Enna e l’Avv. Laura Battaglia del Foro di Ragusa, i quali hanno manifestato la volontà di cooperare anche con gli altri professionisti che sono intervenuti in assemblea in rappresentanza di alcuni allevatori: l’Avv. Alessandro Meli del Foro di Locri, l’Avv. Carmelo Miranda del Foro di Catania ed il consulente Domenico Zacco di Modica”.

Un nuovo locale per la sezione Ascom di Santa Croce Camerina

LaIl presidente Ascom Santa Croce Vitaliano Pollari sezione Ascom di Santa Croce è stata autorizzata ad utilizzare un locale in comodato d’uso messo a disposizione dal Comune. Ciò per potere svolgere al meglio le funzioni sindacali. L’ufficio si trova in piazza degli Studi, accanto all’ufficio dei Servizi sociali, e sarà aperto tutti i giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18. “Grazie a questo locale – afferma il presidente sezionale dell’Ascom, Vitaliano Pollari – cercheremo di promuovere al meglio l’assistenza, la consulenza e la formazione riguardante le attività imprenditoriali. Ma non solo. Il locale potrà essere utilizzato per riunioni e assemblee dei soci Ascom. Ringrazio il Comune di Santa Croce Camerina, con in testa il sindaco Franca Iurato, per la disponibilità accordata alla nostra associazione”.

 

SIT-IN DI PROTESTA A VITTORIA

Antonio Prelati presidente Ascom VittoriaLa sezione Ascom di Vittoria comunica che, al fine di tutelare gli interessi del comparto dei commercianti su aree pubbliche, titolari delle concessioni per lo svolgimento del mercato settimanale del sabato all’interno dell’area Emaia, ha indetto per questo  sabato 20 giugno, dalle 6,30 alle 13, un sit-in per protestare contro la chiusura del mercato settimanale. Il sit-in si svolgerà dinanzi al cancello attiguo al museo italo-ungherese prospiciente via Garibaldi.

UN DISTRETTO ARTIGIANALE TRA SICILIA E TUNISIA  

La sede Cna a RagusaUn seminario informativo di presentazione è stato programmato dalla Cna provinciale di Ragusa per incontrare le imprese dell’area iblea allo scopo di illustrare i contenuti del progetto Dasf (Distretto artigiani senza frontiere). Finanziato nell’ambito del programma comunitario di cooperazione transfrontaliera Enpi Italia-Tunisia 2007/2013, Dasf è promosso da un partenariato transnazionale che vede come soggetto capofila la Cna di Ragusa e come partner le Cna di Agrigento e Trapani, l’Ufficio nazionale dell’artigianato tunisino (Onat), la Camera di Commercio di Bizerte e l’Unione tunisina dell’industria, del commercio e dell’artigianato (Utica) di Ariana. L’obiettivo generale è la costituzione di un distretto imprenditoriale internazionale che stimoli l’attività turistica creando una macro regione siculo-tunisina, coniugando la valorizzazione dei prodotti artigianali locali con la creazione di percorsi turistici destagionalizzati. Una strategia generale innovativa che mira ad orientare gli interessi turistici verso le produzioni artigianali, puntando da un lato alla crescita e destagionalizzazione dei flussi turistici, dall’altro alla valorizzazione e crescita di competitività delle imprese locali. In particolare ad essere interessate sono le imprese della filiera turistica intesa in modo esteso: dall’ospitalità alla ristorazione, al trasporto persone, al benessere, alle produzioni agroalimentari, all’artigianato artistico e tradizionale. Il seminario si terrà lunedì 22 giugno, alle 19, nella sala conferenze Cna “Pippo Tumino” di via Psaumida 38 a Ragusa. Ad introdurre i lavori sarà il segretario provinciale Cna Ragusa, Giovanni Brancati, mentre la relazione iniziale sarà tenuta dalla coordinatrice del progetto Cristina Dragoi. Interverranno Rosario Alescio, presidente di Logos, società di consulenza al progetto, e Gaetano Gaglio, esperto della stessa Logos. Concluderà gli interventi previsti il presidente provinciale Cna Ragusa, Giuseppe Santocono. Analoghi seminari, considerato che il progetto coinvolge anche altri territori della Sicilia, si terranno nei prossimi giorni a Trapani e ad Agrigento.

Raccolta rifiuti, alla Cna di Ragusa presentato il nuovo piano d’intervento  

L'intervento di TornavaccaE’ risultato molto partecipato, oltre settanta rappresentanti di piccole e medie imprese, l’incontro promosso dalla Cna territoriale di Ragusa nel corso del quale è stato illustrato il nuovo piano di intervento di raccolta dei rifiuti sul territorio comunale cittadino. L’appuntamento, introdotto dal presidente territoriale Giorgio Biazzo, con il supporto della responsabile organizzativa, Antonella Caldarera, ha contemplato la presenza dell’assessore comunale all’Ambiente, Antonio Zanotto, e del direttore dell’Esper, Attilio Tornavacca, che ha curato la stesura del piano in questione. E’ stato soprattutto quest’ultimo a scendere nello specifico e a spiegare che cosa cambierà. “Il messaggio che è passato – dice Biazzo – è che con il nuovo piano si pagherà in virtù di quello che si dà e non di quello che si produce. La raccolta, che sarà fatta con il sistema del porta a porta, spingerà dunque le imprese a rivedere le procedure di selezione interna dei rifiuti. Tutto ciò anche sulla scorta di un regolamento che dovrà essere predisposto. Abbiamo raggiunto in pieno l’obiettivo, quello cioè di avviare una prima sommaria informazione sulle metodiche di raccolta del rifiuto affinché le aziende sappiano come muoversi e ciò che le attende”. Saranno numerose le novità, così come illustrate da Tornavacca, mentre l’assessore Zanotto ha ribadito che comunque il Comune rimarrà vicino alle piccole e medie imprese soprattutto nella fase di start up con l’obiettivo di eliminare eventuali anomalie. “D’altronde – continua Caldarera – la riunione di giovedì pomeriggio è servita all’Amministrazione comunale per raccogliere alcune indicazioni da parte delle imprese con l’intento di apportare eventuali migliorie al sistema e attivare un piano di concertazione che consenta di eliminare al massimo i disagi che si potrebbero pure presentare quando si ha a che fare con delle procedure completamente nuove. E’ già predisposto, ad ogni modo, un altro incontro con l’Amministrazione comunale per approfondire tutte quelle questioni che rimangono poco chiare. E tutto ciò per consentire di appianare sul nascere eventuali incomprensioni”.

Contributo in conto interessi, la Regione eroga la copertura in relazione solo al 2009  

Il presidente della cooperativa Commerfidi Salvatore GuastellaIl presidente della cooperativa di garanzia fidi Commerfidi, Salvatore Guastella, comunica che, martedì 9 giugno, l’assessorato regionale dell’Economia ha erogato il contributo in conto interessi relativo all’anno 2009, accreditandone l’importo relativo alla copertura. “Vogliamo chiarire – afferma Guastella – che, in attesa dell’accreditamento delle rimanenti annualità (2010, 2011 e 2012), anche se questo comporterà un aggravio di impegno per la nostra cooperativa di garanzia fidi, si procederà, in maniera celere, con la necessaria raccolta documentale e la conseguente liquidazione, a mezzo bonifici bancari, per la sola annualità che è stata accreditata”. Commerfidi chiarisce che gli associati beneficiari del contributo anche per gli altri anni saranno ricontattati, in seguito, quando l’assessorato regionale competente farà pervenire le somme relative alle altre tre annualità. Per ulteriori chiarimenti è possibile rivolgersi all’ufficio “Rimborso interessi” di Commerfidi, chiamando allo 0932.251377, tasto 1, oppure inviando una mail all’indirizzo [email protected]

Abusivismo nei settori dell’artigianato e della piccola e media impresa

Caldarera, il prefetto Vardè, Santocono e BrancatiC’è bisogno di forti azioni congiunte per contrastare il fenomeno dell’abusivismo nei settori dell’artigianato e della piccola e media impresa. Una proposta in tal senso è stata avanzata dalla Cna provinciale di Ragusa al prefetto Annunziato Vardé nel corso di un incontro tenutosi ieri a palazzo di Governo. La Cna era rappresentata dal presidente provinciale Giuseppe Santocono, dal segretario Giovanni Brancati e da Antonella Caldarera, responsabile provinciale dell’Unione Benessere e Sanità, uno dei settori più colpiti dall’attività sommersa. L’intenzione della Cna è di stipulare un protocollo d’intesa oltre che con la Prefettura anche con la Questura, i carabinieri e la Guardia di finanza, con la Camera di commercio, l’Inps, l’Inail, l’Agenzia delle entrate, l’Ufficio provinciale del lavoro e la conferenza dei sindaci del Libero consorzio di Ragusa.

Eletti i componenti del direttivo della sezione Ascom di Modica  

ascomI locali della sede Confcommercio di Modica hanno ospitato l’assemblea dei soci per il rinnovo del comitato direttivo di sezione. Dopo un ampio e articolato dibattito, soprattutto incentrato sulle problematiche relative alla crisi e alla recrudescenza di atti delinquenziali ai danni principalmente delle attività commerciali e, ancora, sulla necessità di rilancio della organizzazione di categoria per dare forza e sostegno a tutte le attività produttive del territorio, l’assemblea ha eletto i seguenti componenti il comitato direttivo di sezione: Michele Avveduto, Bruno Azzarelli, Valentina Baglieri, Francesco Barone, Giuseppe Barone, Alessandro Cappello, Rosario Fiore, Giorgio Moncada, Giorgio Piccionello, Innocenzo Pluchino, Giuseppe Polara. Il direttivo sarà ora chiamato ad esprimere il presidente e il vicepresidente di sezione. Per l’espletamento di tali adempimenti è già stata convocata una riunione in programma giovedì 11 giugno.

 

Sequestrato, minacciato con la famiglia e vittima di tentato omicidio Ascom: “Non è più possibile andare avanti in questo modo”  

Antonio Prelati“La violenta recrudescenza criminale di questi giorni ci preoccupa oltre ogni misura. La feroce violenza che ha colpito il nostro vicepresidente sezionale, Luigi Marchese, sequestrato, minacciato insieme con la sua famiglia, con l’aggravante del tentato omicidio, non fa che aumentare la rabbia in una città ancora ostaggio di criminali senza coscienza”. E’ quanto denuncia il presidente della sezione Ascom di Vittoria, Antonio Prelati, dopo i fatti accaduti nella notte tra sabato e domenica scorsi. Fatti rispetto ai quali esprimono solidarietà, a nome dell’intero sistema Confcommercio, anche il presidente provinciale Sergio Magro e il presidente Commerfidi Salvatore Guastella. “Non possiamo – dice Magro – rimanere impassibili dinanzi ad episodi del genere. Occorre trovare delle soluzioni. La situazione rischia di diventare sempre più pesante con il passare dei giorni. Confidiamo nella piena operatività delle forze dell’ordine con l’auspicio che si possa arrivare a un risultato concreto individuando i responsabili di queste efferatezze”. “Dobbiamo fare quadrato, tutti assieme – aggiunge il presidente Commerfidi Guastella – perché non possiamo rischiare che la situazione ci sfugga di mano. E’ fondamentale, e come sistema Confcommercio la disponibilità è massima, trovare delle forme di collaborazione che funzionino da deterrente. Non possiamo più andare avanti in questo modo”.

ROBERTO BISCOTTO OSPITE QUESTO MERCOLEDI’ A “BUONGIORNO REGIONE” (TG3 SICILIA)

Roberto_BiscottoIl vice presidente di pmiSicilia Roberto Biscotto sarà ospite su Raitre, questo mercoledì 10, della trasmissione “Buongiorno Regione” (a cura della Tgr Sicilia) in onda a partire dalle 7:25. Biscotto parlerà dell’iniziativa che vedrà la partecipazione di pmiSicilia e del Consorzio Chiaramonte all’interno del Cluster Biomediterraneo di EXPO 2015 di Milano dal 17 al 19 giugno prossimi. Alla manifestazione interverranno anche alcune aziende associate produttrici di vino, olio e conserve, docenti e studenti dell’Istituto Alberghiero “Principe Grimaldi” di Modica.

ASSIPAN, NORMANNO NEL CONSIGLIO NAZIONALE

Il presidente regionale Assipan Salvatore NormannoIl presidente di Assipan Sicilia – Confcommercio Imprese per l’Italia, il vittoriese Salvatore Normanno, è stato eletto nel nuovo consiglio nazionale dell’associazione di categoria dei panificatori. Assieme a lui anche i presidenti provinciali di Catania, Giusi La Cava; Siracusa, Paolo Micieli; Palermo, Natale Spinnato; e Agrigento, Giacomo Zimbardo. Nel corso degli interventi, il presidente regionale di Assipan Sicilia – Confcommercio imprese per l’Italia ha evidenziato, con apposita relazione, la problematica legata alla vendita sotto costo e la concorrenza sleale nella vendita del pane. L’elezione si è svolta nel corso dell’assemblea nazionale di Assipan per il rinnovo degli organi associativi alla quale sono stati convocati tutti i presidenti provinciali dei panificatori del Paese.

Autostrada Siracusa-Ragusa-Gela, interviene il presidente della Cna

autostrada-siracusa-gela11“Se a fasi alterne, e con risultati ancora assolutamente insoddisfacenti, la vicenda relativa al progetto di ammodernamento della statale Ragusa-Catania (o, per meglio dire, della Ragusa-Lentini) tiene abbastanza viva l’attenzione delle forze socio-economiche e, un po’ meno, di quelle politiche del nostro territorio, lo stesso non possiamo dire della questione riguardante il completamento dell’autostrada Siracusa-Gela”. Ad affermarlo è il presidente provinciale Cna Ragusa, Giuseppe Santocono, dopo che la problematica, nei giorni scorsi, è stata al centro di una riunione della presidenza provinciale dell’associazione di categoria. Il tracciato autostradale, nel suo progetto originario risalente addirittura agli anni ’60 del secolo scorso, prevede una lunghezza complessiva di circa 130 chilometri, dei quali una quarantina sono attualmente in esercizio da Siracusa a Rosolini ed altri 20 circa – lotti 6, 7 e 8 da Rosolini a Modica – sono nella fase iniziale di costruzione. “Su quest’ultimo fronte, se saranno rispettati i tempi – dice Santocono – entro un paio d’anni saremo in presenza di un fatto storico per il nostro territorio: per la prima volta la provincia di Ragusa sarà attraversata da un tratto di autostrada. Speriamo solo che la qualità del manufatto sia degna di un paese civile e che non succeda come per la Cassibile-Rosolini dove diversi tratti risultano dissestati e sono già iniziati i lavori di rifacimento con grande spreco di risorse pubbliche. Sui restanti 70 chilometri per arrivare da Modica a Gela, vale a dire gli otto lotti dal n. 9 al n. 16, non si hanno notizie né precise, né confortanti. Sappiamo solo che l’iter dei lotti 9, 10 e 11 (da Modica a Scicli e Ragusa) è in una fase leggermente più avanzata, mentre per la parte rimanente si è poco più che all’anno zero. E’ chiaro, in ogni caso, che il primo problema da affrontare è quello del finanziamento dell’opera”. Il presidente Santocono sottolinea il fatto che i 20 chilometri attualmente in fase di realizzazione sono stati aggiudicati per un importo di oltre 350 milioni di euro e che quindi per i rimanenti 70 chilometri fino a Gela si renderà probabilmente necessario non meno di un miliardo di euro. “E tuttavia questo – continua – non può essere un valido motivo per arrendersi e per mettere una pietra sopra il completamento dell’opera, che invece è essenziale per il completo sviluppo di una delle zone più avanzate della Sicilia, in modo da chiudere il cerchio delle infrastrutture territoriali fondamentali assieme all’aeroporto di Comiso e al Porto di Pozzallo, al servizio soprattutto dell’agricoltura, della piccola impresa e del turismo, paesaggistico e culturale”.

RAGUSA, SECONDO LA CONFCOMMERCIO I CONTROLLI DEI VIGILI SONO ESAGERATI

stittool“Premesso che le infrazioni vanno punite, ci pare però che dello Street control, l’apparecchiatura di ultima generazione in uso alla polizia locale, si stia facendo un utilizzo vessatorio che non aiuta nessuno: né i cittadini, né, soprattutto e per quanto ci riguarda, i commercianti degli esercizi di vicinato che continuano a lottare, giorno dopo giorno, per far quadrare i conti in attesa che qualcosa cambi mentre c’è chi sembra intenzionato a volerli affondare per forza”. E’ intriso di amarezza il tono del presidente della sezione Ascom di Ragusa, Salvo Ingallinera, nel commentare l’ennesimo episodio che, proprio in queste ultime ore, ha avuto come vittima un automobilista ragusano e, di riflesso, anche un operatore commerciale. “L’automobilista in questione – spiega Ingallinera – ha fermato la propria vettura in una situazione in cui non creava alcun pericolo e soprattutto facendo defluire regolarmente il traffico veicolare. Non sarà stata, di certo, una sosta canonica, ma la fermata è durata il tempo utile per andare a prendere il pane. Tutto considerato, neppure cinque minuti. Alle spalle, però, l’incauto automobilista non si è accorto che c’era la pattuglia della polizia locale che si è preoccupata solo di scattare la fotografia per fare arrivare la contestazione direttamente a casa di chi ha infranto il Codice. Così facendo si dà l’impressione di avere attivato una politica sanzionatoria senza “se” e senza “ma” che non solo non dà respiro ai cittadini ma mette in croce anche gli esercizi di vicinato, soprattutto quelli che non possono contare su aree di sosta libera nelle proprie zone di pertinenza, e cioè quasi tutti. Tra l’altro l’automobilista ha specificato che, avendo subito la multa, non prenderà più il pane in quell’esercizio. E non è il primo caso. Continuare in questo modo significa soltanto, a nostro modo di vedere, volere colpire i cittadini con il precipuo obiettivo di fare cassa acuendo l’astio nei confronti dei vigili”- conclude la Confcommercio.

PROGETTO ENTREPART

La sede Cna a RagusaPubblicato il bando di selezione relativo al progetto “Entrepart”, finanziato nell’ambito del programma comunitario di cooperazione transfrontaliera “Enpi Italia-Tunisia 2007-2013”. La Cna provinciale di Ragusa, assieme alla Cna di Siracusa, intende selezionare trentadue imprese per la realizzazione di scambi di esperienza finalizzati a costituire opportunità di collaborazione con imprese tunisine omologhe. La selezione si prefigge una serie di scopi: sviluppare un percorso integrato di assistenza tecnica rivolto ad imprese siciliane e tunisine, interessate ad avviare processi di internazionalizzazione; promuovere la diffusione della cultura di impresa, con particolare riferimento ai processi di internazionalizzazione; supportare le imprese nei processi di analisi e valutazione delle scelte ed opportunità legate all’internazionalizzazione, quale strategia per competere in maniera efficace sui nuovi contesti di mercato; favorire l’acquisizione, da parte delle imprese, di competenze, strumenti e metodologie di lavoro utili e funzionali all’introduzione e allo sviluppo dei processi di internazionalizzazione in azienda; promuovere, in primo luogo, in ambito transfrontaliero, azioni di sistema relative ai processi di internazionalizzazione d’impresa; e, ancora, rafforzare la cooperazione transfrontaliera con la Tunisia facilitando la creazione di forme concrete di collaborazione tra le imprese siciliane e le loro omologhe tunisine, quali joint-ventures, contratti di joint-production, trasferimento di tecnologie, etc. Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro e non oltre il 5 giugno prossimo unitamente a una specifica documentazione richiesta nel bando. Per ulteriori informazioni e per visionare il bando è possibile consultare il sito internet www.cnaragusa.it

Autoporto di Vittoria, l’opera resta ancora bloccata al palo  

Autoporto Vittoria foto recente“Gli impegni, una volta presi, dovrebbero essere rispettati. Così si dice, ma non sempre alle parole seguono i fatti”. E’ quanto affermano il presidente della Cna territoriale di Vittoria, Giuseppe La Terra, con il responsabile organizzativo, Giorgio Stracquadanio, in riferimento all’infinita vicenda dell’autoporto. “Il 13 aprile scorso – spiegano i due – alla presenza dell’assessore ai Lavori pubblici, Filippo Cavallo, del rappresentante della ditta che si è aggiudicata l’appalto, Giuseppe Ingallina, del direttore dei lavori, Ignazio Lutri, e del rup, Angelo Piccione, era stato firmato il verbale di ripresa dei lavori di realizzazione dell’opera. Tutto sembrava far capire che finalmente era scattata l’ora del completamento. E invece pare di no. Nel corso dell’ultimo mese abbiamo compiuto diversi sopralluoghi e sembra che tutto continui a rimanere fermo. Rimbombano ancora le frasi di impegno dell’impresa appaltatrice così come echeggiano le parole dell’amministrazione quando annunciava che i lavori dell’autoporto entro quattro mesi sarebbero stati completati. In poco più di un mese molto poco si è fatto. Come mai? L’unica zona dove si lavora, all’interno del grande cantiere, è quella dove si sta realizzando l’area di ammasso della Protezione civile. Un’opera che nei fatti ha azzoppato sul nascere l’infrastruttura, per il resto regna un silenzio surreale. I mezzi meccanici sono parcheggiati e non si vede nessun operaio. Quali sono le ragioni di tale fase di impasse? Mancano i fondi? Dobbiamo annoverare anche questa struttura al lungo elenco delle opere incompiute della Regione? Se si palesa tutto ciò il quadro risulta essere veramente deprimente. Abbiamo l’obbligo di informare chi di competenza perché su questa storia si faccia chiarezza”.

 

Piano garanzia giovani    

confcommercioLa Confcommercio provinciale di Ragusa informa gli associati che, per il tramite di un partner dell’associazione accreditato come soggetto promotore del programma Garanzia giovani della Regione siciliana, è possibile avviare percorsi di tirocinio per favorire esperienze formative e professionali. “Il tirocinio rappresenta, infatti – spiega il direttore provinciale Confcommercio, Emanuele Brugaletta – una misura formativa di politica attiva finalizzata a creare un contatto diretto con il mondo del lavoro. Il programma Garanzia giovani prevede il finanziamento di tirocini formativi finalizzati all’orientamento e all’inserimento al lavoro dei giovani che aderiscono al Piano garanzia giovani”. Beneficiari della misura sono i giovani disoccupati ai sensi del decreto legislativo n.181/2000 e successive modifiche e integrazioni, non impegnati in percorsi scolastico-formativi, non qualificati, di età compresa tra i 18 e i 29 anni al momento dell’adesione al Piano garanzia giovani, residenti o regolarmente soggiornanti in Sicilia. I percorsi di tirocinio, attivati nell’ambito di Garanzia giovani, avranno una durata massima pari a sei mesi, limite elevabile a 12 mesi nel caso in cui le attività formative siano destinate a disabili ex legge 68/99, a persone svantaggiate ai sensi della legge 381/91. I giovani partecipanti riceveranno una borsa mensile di 500 euro erogata direttamente dall’Inps. Qualora entro sessanta giorni dalla conclusione del tirocinio, l’azienda ospitante sceglierà di assumere il tirocinante con rapporto di lavoro subordinato, è prevista l’erogazione di un bonus occupazionale. E’ bene precisare che le misure saranno attivabili fino ad esaurimento delle risorse stanziate.

Corso alimentare e somministrazione al pubblico    

confcommercioConfcommercio comunica che venerdì 5 giugno prenderà il via il secondo corso alimentare e somministrazione al pubblico di alimenti e bevande. Il corso è promosso dalla Confcommercio provinciale Ragusa che ha sede legale in via Roma 212. Le lezioni si svolgeranno presso la sede operativa di via Sofocle 12. Direttore dei corsi è il dottor Paolo Cassì. Per informazioni e per iscrizioni è possibile contattare i seguenti numeri telefonici: 0932.622522; 0932.623060; 347.4867031.

Dalla nascita alla ricerca del benessere  

Antonella Caldarera e Maria Carmela Modica Belviglio 1“Dalla nascita alla ricerca del benessere. Facciamo della gravidanza una occasione in cui apprezziamo i nostri corpi femminili”. E’ accattivante il tema scelto dall’Unione Benessere e Sanità della Cna di Ragusa per il convegno in programma domenica 17 maggio nella sede provinciale di via Psaumida, sala conferenze “Pippo Tumino”. L’appuntamento, organizzato in collaborazione con Alta Natura, azienda erboristica d’eccellenza, punta a fare luce sul continuo approccio evolutivo riguardante il benessere psicofisico della donna in gravidanza, sfatando una serie di luoghi comuni e, soprattutto, esaltandone le caratteristiche. L’inizio dei lavori è affidato, a partire dalle 9,45, alla presidente provinciale dell’Unione, Maria Carmela Modica Belviglio, che illustrerà i motivi per cui è stato scelto un tema per certi versi inconsueto.

Scroll To Top
Descargar musica