24-07-2019
Ti trovi qui: Home » Sanità (pagina 10)

Archivio della categoria: Sanità

I SINDACI E IL PIANO DI RIORDINO POSTI LETTO OSPEDALIERI

La bozza di riordino della rete ospedaliera predisposta dall’Asp ecomune di ragusa 2 dall’Assessorato regionale alla sanità nella ex-provincia iblea, al centro della Conferenza dei sindaci che si è svolta al Comune di Ragusa. La riunione, presieduta dal Sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, precede l’audizione degli stessi sindaci in commissione regionale Sanità, per un confronto dettagliato sui contenuti della bozza. I rappresentanti dei comuni iblei hanno espresso alcune valutazioni sugli ulteriori tagli ai posti letto ospedalieri e sul rischio di possibili carenze relative alle prestazioni sanitarie offerte nel territorio ibleo, derivanti dall’applicazione del nuovo piano. In particolare, la discussione si è articolata sul costante decremento, registrato negli ultimi anni, del coefficiente di posti letto a disposizione dei cittadini iblei nelle strutture sanitarie del territorio, confermato anche nella bozza assessoriale, nonché sulla necessità di potenziare, anziché ridurre, il personale sanitario a disposizione dell’azienda sanitaria iblea. “Una situazione preoccupante, l’ennesima – afferma il Sindaco Federico Piccitto – nel rapporto, sempre più complesso, con la Regione Siciliana che ci vede ulteriormente penalizzati, dopo i drastici tagli ai posti letto già effettuati negli ultimi anni. Ci saremmo aspettati un maggiore coinvolgimento nella predisposizione del piano elaborato dall’Assessorato regionale alla sanità per il riordino dei posti letto, rispettando il ruolo dei Sindaci nelle scelte in materia sanitaria che riguardano il nostro territorio. Con tutta evidenza, anche in questo caso, la Regione – dice Federico Piccitto – è rimasta sorda ai richiami e perfino al contributo delle realtà locali, preferendo scaricare su di esse il peso delle emergenze”.

 

Unità Valutativa Disabili  

palazzo campaillaMartedì 13 maggio alle ore 15:30, nella sede dei Servizi Sociali di Modica (Palazzo Campailla), si terrà l’assemblea per la nomina di un rappresentante delle associazioni di settore del Distretto n. 45, per la Costituzione dell’Unità Valutativa Disabili Distrettuale.

UN DEFIBRILLATORE PER LA VITA

defibrillatoreUna festa di colore e di voci argentine ha caratterizzato la cerimonia di consegna del defibrillatore nella “mani” del dirigente scolastico Angela Maria Riolo, da parte di Vladimiro Lettica, direttore dell’Unita operativa complessa di Cardiologia dell’Azienda sanitaria di Ragusa. Il defibrillatore è stato acquistato con l’incasso dello spettacolo di beneficienza, inserito nel programma della manifestazione “Cardiologia aperte”.

ANDREA TIDONA TESTIMONIAL PER LA PREVENZIONE DEL CANCRO

Un’affollatissima conferenza stampa quella di lunedì presso l’Asp diIMG_1194 Ragusa indetta per presentare l’importante campagna di screening per la prevenzione dei tumori: colon retto, mammella e collo dell’utero. La campagna partirà il 5 maggio, in tutta la provincia con manifesti 6 x 3, brochure, locandine e video. Per l’occasione era presente uno dei testimonial, l’attore Andrea Tidona, protagonista della fortunata serie televisiva “Braccialetti rossi”, dove interpreta proprio il ruolo di un medico. Andrea Tidona ha dichiarato: “Ringrazio la Azienda per avermi coinvolto in questa importante iniziativa, perché ritengo che la mia immagine possa servire anche ad uno scopo sociale, oltre che culturale, ed in questo specifico caso a sensibilizzare la popolazione a fare prevenzione”. L’altra testimonial è l’attrice Loredana Cannata che, per motivi professionali, non è potuta essere presente alla conferenza stampa. Il Commissario straordinario facente funzioni, dott. Vito Amato, intervenendo ha detto: “Tu al centro, così lo slogan che verrà utilizzato in questa campagna, è certamente un segnale forte per portare avanti un’iniziativa così importante. Saremo affiancati anche dai medici di medicina generale, che svolgeranno un ruolo fondamentale. Ringrazio, naturalmente i testimonial per averci dato la possibilità di utilizzare gratuitamente la loro immagine”. Il Direttore amministrativo, dott. Franco Maniscalco, ha focalizzato l’attenzione su tutto il processo che riguarda lo screening. Esiste all’Asp di Ragusa un Centro Screening, diretto dalla dottoressa Cilia, che permette, oltre ad individuare precocemente il tumore, di avviare un’assistenza di qualità. L’Azienda sanitaria infatti in caso di risultati positivi sui test per il tumore seguirà la persona affetta da questa patologia nelle tappe successive, qualsiasi sia il tipo di prestazioni da erogare. In programma, dopo gli screening del colon retto, della mammella e del collo dell’utero, quello della tiroide, della prostata e del polmone. Obiettivo primario degli screening è quello di evitare la mortalità.

AZZARDO PATOLOGICO NASCE UN GRUPPO D’AUTO AIUTO

Il fenomeno del gioco d’azzardo patologico risulta, purtroppo, ingambling-gioco-dazzardo forte crescita anche nell’area iblea. Stando alle stime fornite dall’Asp, sarebbero circa tremila i giocatori compulsivi presenti sul territorio del Ragusano. Di questi, ottocento in uno stadio avanzato molto grave. Ma solo il 12% degli ottocento è in cura. Significa che c’è ancora molto da fare sul fronte della sensibilizzazione. Ed ecco perché, dopo il protocollo d’intesa firmato con le istituzioni, la diocesi e l’azienda sanitaria provinciale, l’Ufficio per la Pastorale della salute, diretto da don Giorgio Occhipinti, ha ufficializzato la formazione ufficiale del gruppo di auto aiuto. Il gruppo, guidato da Giovanni (il cognome resta nell’anonimato così come le identità di tutti i partecipanti al gruppo), si riunisce due volte alla settimana. E’ stata redatta anche una guida che sarà distribuita a tappeto nelle scuole, nelle parrocchie e negli ambienti dove si ritiene che il fenomeno possa essere largamente diffuso. Ci sarà un incontro organizzato con Confcommercio rivolto ai gestori di sale da gioco, bar, tabaccai, edicole. Chi avesse bisogno di informazioni può rivolgersi al centralino dell’Associazione giocatori anonimi, al numero 338.1271215, oppure al Sert dell’Asp.

Pippo Digiacomo: “Crocetta vuole altri tagli alla sanità? In commissione diremo No”

“Leggo attraverso alcuni organi di stampa dell’intenzione del Digiacomo 2012presidente Crocetta di proporre nuovi tagli alla sanità, un settore che in Sicilia ha già pagato un prezzo altissimo al risanamento finanziario della Regione e che ha bisogno semmai di individuare risorse per migliorare i servizi e ridurre i ticket. Per questo motivo mi opporrò a qualunque nuovo taglio alla spesa sanitaria e chiederò che un’eventuale proposta in questa direzione da parte del governo venga bocciata dalla commissione. Tra l’altro – aggiunge Digiacomo – il governo nazionale non prevede alcun taglio alla sanità nell’ambito della riduzione dei trasferimenti alle Regioni: sarebbe paradossale se la Sicilia fosse l’unica regione italiana ad andare in questa direzione” – conclude il presidente della commissione sanità all’Ars.

 

BUON COMPLEANNO AMIR

0WFHCGSMIE  -  ( Marco Giugliarelli - z09.jpg )PER PALAZZONIDal drammatico incidente nel quale era stato coinvolto all’età di 17 anni, Amir, un ragazzo tunisino, era rimasto prigioniero del suo corpo, ma dal momento in cui è stato ricoverato al Centro Recupero Handicap dell’ex ospedale Odierna di Ragusa, tutto il personale – medici, infermieri, fisioterapisti, logopedisti, animatori, ausiliari – si sono prodigati per riattivare le funzioni di comunicazione e di relazione di questo giovane. Il salto di qualità poi è avvenuto quando, due anni fa, Amir è stato trasferito presso l’Unità Speciale, una struttura intermedia che segue i soggetti in stato vegetativo e di minima coscienza che era stata appena aperta nell’Asp di Ragusa. Le Suap sono strutture dedicate a questi pazienti e devono ottemperare a precisi requisiti tecnici, strutturali e di personale. Il dott. Giovanni Ragusa, direttore della struttura che ospita 12 pazienti è orgoglioso dei risultati ottenuti e ringrazia per il lavoro che tutta l’equipe svolge. Per Amir è stata organizzata una vera festa con la torta e la tavola imbandita.

 

Distribuzione dei farmaci prescritti con piano terapeutico

L’accordo di fine anno 2013 tra la regione Sicilia e la Federfarma cheLOGO FARMACIE ha avviato la “distribuzione per conto” da parte delle farmacie aperte al pubblico dei farmaci inclusi dall’Aifa nel prontuario ospedale-territorio sta provocando qualche disagio agli utenti, da una parte, e alle farmacie dall’altra. Lo segnala il deputato Nino Minardo che vuole dei correttivi all’accordo. Per questi motivi l’on. Minardo ha posto la questione al Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, affinchè faccia da tramite con la Regione per superare queste difficoltà. I farmaci in questione riguardano i malati cronici, i malati oncologici ed altri pazienti che necessitano di particolari medicine che vengono prescritte tramite piano terapeutico dallo specialista. I pazienti che ne hanno necessità devono recarsi con una copia del Piano terapeutico o della richiesta dello specialista, a seconda del farmaco, dal proprio medico curante che effettuerà la prescrizione con la quale successivamente potranno ritirare il farmaco prescritto nella farmacia aperta al pubblico. “Ed è proprio in questi passaggi – sottolinea l’on. Minardo – che si verificano le difficoltà: in primo luogo i pazienti dovranno pagare il ticket non previsto precedentemente per questo tipo di forniture effettuate dalle farmacie degli ospedali e poi lo stesso utente si deve recare in farmacia due volte, prima per richiedere il farmaco e poi, dopo qualche giorno, per ritirarlo in quanto naturalmente le farmacie non ne hanno la disponibilità”. Alla luce di ciò ed in previsione del tavolo tecnico che si terrà nelle prossime settimane dove si confronteranno la Regione, Federfarma e Farmacisti ospedalieri per un primo bilancio riguardante la nuova disposizione, l’on. Minardo ha chiesto al Ministro Lorenzin un suo intervento alla Regione per verificare se è possibile attuare iniziative per abolire il ticket sulla distribuzione DPC e nel contempo prevedere la dotazione per le farmacie sovvenzionate di un piccolo quantitativo di farmaci cosicchè l’utente non sia costretto a tornare due volte in farmacia per lo stesso motivo.

RIANIMAZIONE PEDIATRICA NELLE SCUOLE DI RAGUSA

d'astaIl consigliere comunale del Partito Democratico, Mario D’Asta, sollecita la Giunta municipale di Ragusa ad attivare un percorso gratuito di procedura di rianimazione pediatrica per affrontare le emergenze di natura cardiorespiratoria riscontrabili nell’età compresa tra i 0 e i 14 anni, all’interno delle scuole. “E’ il modo migliore per fare prevenzione sui problemi cardiorespiratori, anche a seguito dell’ultimo dramma, di ostruzione delle vie aree, che ha interessato, nei giorni scorsi, una famiglia siciliana. Ritengo – chiarisce D’Asta – che la prevenzione sia uno strumento importante; servono i defibrillatori, e anche le manovre “salvavita” che possono aiutare a disostruire le vie respiratorie. E’ stata avviata una raccolta firme partita da alcune famiglie, un’iniziativa che va incoraggiata. Invito l’Amministrazione comunale a valutare con attenzione la possibilità di intervenire efficacemente nelle scuole attraverso la organizzazione di iniziative di divulgazione. Non possiamo e non dobbiamo trascurare questo tema, e il Comune ha l’obbligo morale di intestarsi queste battaglie per evitare che si verifichino danni che possono poi diventare irrecuperabili”- conclude il consigliere Pd Mario D’Asta.

DIABETICO IN ATTESA DEGLI AGHI

Una vera e propria odissea quella vissuta da un pensionato ragusano tra uffici e ospedale. Per la richiesta di un semplice presidio sanitario, gli aghi, indispensabili per la somministrazione dell’insulina. La sanità ragusana, anche in questo caso, dimostra parecchie lacune. Prima la richiesta scritta del medico curante, poi la prenotazione al Cup per la consegna degli aghi con tempi di attesa assai lunghi. “Mi hanno fissato come data il 23 maggio – racconta periodicita-visite-medico-competenteRosario Cafiso – sinceramente è davvero troppo. Non posso attendere così tanto tempo per avere degli aghi per curare la mia malattia. Sono un pensionato diabetico che non riesce più a sbarcare il lunario avendo sulle spalle anche la figlia e il genero che non lavorano da anni. Ho chiesto aiuto alla farmacia: non voglio mendicare in strada per pagare le altre medicine. Mi sarei aspettato un trattamento diverso. Sono un cittadino che paga le tasse e sono stanco di questa situazione”. Il signor Cafiso lancia un appello accorato al nuovo manager di fresca nomina: “Mi aspetto delle risposte; un mese e mezzo per una richiesta, attraverso il Cup, è fuori da ogni logica”.

 

ASP IBLEA, ARRIVA IL NUOVO MANAGER

aricòE’ Maurizio Aricò il nuovo manager dell’Azienda sanitaria iblea. La notizia è stata diffusa nella serata di lunedì dal governo regionale. Aricò è esperto di Leucemia Linfoblastica e Istiocitosi, Direttore del dipartimento di oncoematologia pediatrica all’azienda ospedaliero-universitaria Meyer. Nato nel 1955, si è laureato all’Università degli Studi di Palermo, specializzandosi in pediatria e in ematologia clinica e di laboratorio all’Università degli Studi di Pavia. E’ stato presidente dell’Associazione italiana ematologia e oncologia pediatrica. Queste le altre nomine: Agrigento, Salvatore Lucio Ficarra; Caltanissetta, Ida Grossi; Catania, Mario Zappia; Enna, Calogero Muscarnera; Messina, Gaetano Sirna; Palermo, Antonio Candela (da commissario diventa direttore generale, rimanendo quindi al proprio posto); Siracusa, Salvatore Brugaletta; Trapani, Fabrizio De Nicola. Nominati anche i direttori generali di importanti aziende ospedaliere. Si tratta di: Azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania, Angelo Pellicanò; Azienda ospedaliera Garibaldi di Catania, Francesco Basile; Azienda ospedali riuniti Piemonte Papardo di Messina, Michele Vullo; Arnas Civico di Palermo, Giovanni Migliore; Azienda ospedali riuniti Villa Sofia Cervello, Gervasio Venuti.

 

SETTIMANA NAZIONALE PREVENZIONE ONCOLOGICA

La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori invita ad un seminario in cui verranno trattati il tema della prevenzione del tumore al seno, con il dottore Marco Ambrogio, senologo Lilt, e il tema della prevenzione del tumore alla prostata con il dottore Natale Cannata. Venerdì 21 marzo alle ore 17 presso l’Ordine dei Medici Via G. Nicastro, 50 a Ragusa.
lilt

Artrosi: prevenzione e strategie terapeutiche

Venerdì 21, alle ore 17.30, nella sede del Centro Studi Feliciano Rossitto in Via Ducezio 13 a Ragusa, il dottore Gianmauro Bisceglia, fisioterapista, terrà una Conferenza sul tema dell’artrosi, malattia degenerativa delle articolazioni, strutture deputate a collegare o “articolare” fra di loro le ossa. L’artrosi è fra le malattie croniche più comuni nella popolazione.
????????????????????????????????????????

Convegno sul testamento biologico

Giovedì scorso, all’istituto Ipsia di Vittoria, su iniziativa della stessa scuola, si è tenuto un convegno per illustrare ai ragazzi l’importanza del testamento biologico. A tal fine è stato invitato il professor Luciano Di Natale, padre di Sara, la ragazza ragusana che da tanti anni anni vive in uno stato di coma vegetativo permanente. Il Movis proporrà al Comune ipparino di istituire il registro dei testamenti biologici già attivo a Ragusa.

testamento-biologico

Corso sull’uso dei defibrillatori

Lunedì 24 febbraio, alle 15, presso la sala conferenze dell’Ospedale Regina Margherita di Comiso si svolgerà il corso di formazione per l’utilizzo dei defibrillatori finalizzato alla rianimazione cardiovascolare rivolto al personale delle scuole Verga e Pirandello di Comiso. Il corso svolto dal gruppo di formazione Simeu-Aha dell’Asp di Ragusa prosegue il percorso avviato dal Comune con il contributo del Club Lions.

defibrillatore

“L’ASP DI RAGUSA DEVE RIPRISTINARE I 710 POSTI LETTO PER ACUTI”

Il Presidente del Consiglio Comunale Giovanni Iacono porterà all’attenzione del Consiglio Comunale un ordine del giorno tendente a ripristinare per l’Asp di Ragusa i 710 posti letto per acuti previsti dalla Regione e poi tagliati a 657 dalla bozza del piano di riordino. “E’ assolutamente inaccettabile – dichiara Giovanni Iacono – la riduzione dei posti letto. Una scelta inspiegabile perchè l’Asp di Ragusa ha registrato, in chiave comparativa regionale, standard e indicatori in linea con le indicazioni dell’Assessorato regionale. Tra l’altro, le normative prevedono un numero di posti letto pari al 3 per mille e i 710 posti previsti prima del riordino si fermavano al 2,6 per mille. Noi, – scrive Giovanni Iacono – non siamo d’accordo e ci faremo sentire a costo di portarli noi i letti in ospedale!”.
giovanni-iacono

Troppi laboratori di analisi Giorgio Assenza: “Annullare deliberazione del commissario Asp”

“Non vorremmo che, per via surrettizia, qualcuno volesse favorire qualche amico, titolare di laboratori, in altre province!” Lo dice il deputato regionale di Forza Italia Giorgio Assenza, riferendosi alla deliberazione del commissario straordinario dell’Asp 7, con la quale “in modo del tutto illegittimo, si riconoscerebbe la provincia iblea quale zona carente di strutture accreditate di diagnostica di laboratorio, permettendo dunque l’apertura di nuovi laboratori di analisi convenzionati con la Regione. Insomma – riprende Assenza – la ratio reale di questo atto, da definire in eccesso di potere, è del tutto priva di fondamenta: va, in ogni caso, contro qualunque politica di rigore economico e, comunque, in opposizione al programma assessoriale di rimodulazione e riorganizzazione del settore il quale prevede accorpamenti obbligati, dopo aver evidenziato il surplus di soggetti erogatori”. Quindi, ricordando che anche la stessa Asp ha già evidenziato alla Regione la mancanza di criticità nella zona, Assenza deposita una interrogazione all’Ars con la quale chiede all’assessore alla Sanità se questi non ritenga opportuno “annullare in autotutela la deliberazione del commissario e assumere provvedimenti nel caso emergessero responsabilità nella violazione”.
giorgio-assenza

ASSISTENTI SOCIALI

L’Ordine Professionale degli Assistenti Sociali della Regione Sicilia continua ad incontrare gli iscritti a Ragusa, giorno 8 Febbraio alle ore 9 presso l’Avis in Via della Solidarietà n.2. Si tratta di riunioni per rendere meno opaco il lavoro dell’Ordine tenendo conto delle istanze provenienti da tutti i territori. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato, quattro crediti ai fini della formazione obbligatoria. Alcuni degli argomenti che verranno trattati riguardano il mancato rispetto delle leggi nei confronti degli Assistenti Sociali da parte di enti sia pubblici che privati, in materia di assunzioni, ma anche gli interrogativi che emergono per una professione in evoluzione. E’ possibile iscriversi per partecipare inviando il modulo di iscrizione alla segreteria dell’Ordine. Saranno presenti anche il deputato Ars Pippo Digiacomo, e la senatrice Venerina Padua.
sala avis

Ragusa, mensa funzionante nelle scuole

flavio brafa“L’attività di confezionamento di produzione e preparazione di pasti da parte della ditta incaricata alla fornitura di pasti alle mense scolastiche è regolarmente ripresa giovedì dopo la sospensione disposta dal personale ispettivo dell’Asp di Ragusa intervenuto presso i locali della ditta su richiesta del Nucleo Carabinieri Antisofisticazioni e Sanità”. Ad assicurarlo è l’assessore ai servizi sociali Flavio Brafa a seguito di una comunicazione formale alla ditta da parte della stessa Azienda Sanitaria con cui si revoca il provvedimento di sospensione dell’attività di confezionamento di pasti da fornire alla scuole. Il provvedimento si è reso possibile – assicura Brafa – in quanto la ditta ha attivato un’area diversa da quella in cui erano state riscontrate condizioni igienico sanitarie precarie per un evidente percolamento di acqua dal soffitto”.

Trapiantati gli organi di una giovane comisana

aeroporto_di_comiso_NIl “viaggio” degli organi è avvenuto dall’aeroporto di Comiso. Il deputato all’Ars Pippo Digiacomo scrive: “Ieri, l’atto d’amore di una famiglia, addolorata dalla perdita della figlia, è stato reso possibile grazie all’esistenza dello scalo ed alla disponibilità degli operatori. La giovane è morta per un ictus. Il cuore della giovane è andato a Cagliari, il fegato a Roma, i polmoni ed un rene a Palermo, un rene a Catania. “La macchina organizzativa è stata celere ed efficente – spiega Digiacomo – lo scalo è stato riaperto tempestivamente per dare agli aerei militari, che avrebbero preso in consegna gli organi la possibilità di atterraggio. Lo scalo di Comiso dimostra di servire il comprensorio a tutto tondo consentendo lo sviluppo del territorio e servendo alle necessità della collettività”.

Scroll To Top
Descargar musica