25-06-2019
Ti trovi qui: Home » Televisione (pagina 20)

Archivio della categoria: Televisione

IL GIORNO DELLA MEMORIA

Venerdì 27 gennaio, alle 11, nei saloni di rappresentanza del Palazzo del Governo di Ragusa, anche quest’anno, si terrà la manifestazione celebrativa del “Giorno della Memoria”, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto durante la Seconda Guerra Mondiale. La cerimonia, attraverso diversi momenti tra canti, musiche, poesie e testimonianze, prevede il coinvolgimento di una rappresentanza di studenti di tutte le Scuole Medie Superiori della provincia, nell’intento di fare riflettere e sensibilizzare le giovani generazioni sull’importanza del ricordo come baluardo contro future violenze e per la crescita morale di una coscienza protesa verso i valori del giusto e del bene. Sarà consegnata anche la “Medaglia d’onore ai cittadini italiani deportati e internati nei lager nazisti” che il Presidente della Repubblica ha conferito alla memoria del cittadino ragusano Giorgio Santo Criscione. La cerimonia sarà presieduta dal Prefetto di Ragusa, Giovanna Cagliostro.

Calcio, Promozione S. CROCE – S. SEBASTIANO 0-0

Risultato ad occhiali per il Santa Croce alla ripresa del campionato di Promozione. In casa contro il San Sebastiano i ragazzi di mister Buoncompagni non sono andati oltre il pareggio a reti inviolate. I padroni di casa hanno finito la partita in dieci uomini a causa dell’espulsione al 75′ di Zisa

SI RIBALTA AUTO A MODICA

Incidente stradale autonomo sabato mattina in Contrada Pirato Cava Maria. Una donna di Modica, S.F. di 57 anni, alla guida di una mini car ha perso il controllo del veicolo. Immediatamente soccorsa, la donna è stata trasferita al Pronto Soccorso dell’ospedale Maggiore, dove i medici l’hanno curata giudicandola guaribile in quindici giorni. E’ stata già dimessa. Sul posto è intervenuta la Polizia Municipale di Modica.

Modica e la sua Pasqua sulla BBC di Londra

Sicily Unpacked, una serie di tre puntate di un’ora, andrà in onda ogni Venerdì dal 6 Gennaio alle 9 p.m. ( ore 21.00) su BBC2 e BBC2HD. I canali sono rintracciabili sul sistema satellitare SKY. I presentatori, lo chef Giorgio Locatelli e il critico d’arte Andrew Graham-Dixon, andranno alla scoperta del patrimonio culturale, storico e gastronomico della Sicilia. Modica ha avuto dedicato un intero capitolo del report. La festa della Pasqua in tutte le sue articolazioni (religiosa, tradizionale, del costume, degli usi e consuetudini e chiaramente gastronomico) è oggetto di una puntata di Sicily Unpacked. La BBC di Londra tornerà presto nel nostro territorio e si occuperà ancora di enogastronomia ma con una location d’eccezione: le ville patrizie del nostro contado saranno al centro di un nuovo documentario.

PRESEPE VIVENTE GIARRATANA IL 6 ULTIMA RAPPRESENTAZIONE

Ultimi appuntamenti, giovedì e venerdì sera, a partire dalle 18, per il presepe vivente di Giarratana. L’emozionante percorso che conduce sino alla sommità del “Cuozzu”, l’antico quartiere del centro montano ibleo, dove un tempo sorgeva il castello dei Settimo, torna a ripopolarsi di figuranti che concluderanno nel modo migliore le rappresentazioni legate alla ventiduesima edizione del presepe vivente di Giarratana, entrato ormai a far parte del novero delle tradizioni popolari. Torna a ricrearsi la magica atmosfera che ha già richiamato visitatori provenienti da ogni parte della provincia e anche oltre. Tra le scene di richiamo, quella che consente di ammirare come si svolgeva un tempo la vita in una famiglia di contadini con tutti i particolari destinati a rendere il quadro ancora più veritiero.

IL VINO ED IL MARE AL MUSEO DI RAGUSA

Si è svolto lunedì sera al Museo Archeologico Ibleo di via Natalelli a Ragusa il simposio “Il vino ed il mare”, iniziativa che ha visto la partecipazione anche di alcune aziende vitivinicole ragusane che hanno organizzato la degustazione dei propri vini. Il legame fra archeologia e culto del vino e, quindi, di Dioniso, è stato rimarcato anche dall’allestimento in un settore del museo di uno spazio con protagonisti tre crateri, attualmente custoditi dalla struttura di via Natalelli e caratterizzati da un’iconografia vascolare tipica del culto Dioniso e del vino. Si tratta di due crateri attici a figure rosse di pieno V secolo a.C. ed uno laconico a corpo interamente ricoperto da vernice nera che hanno conquistato la platea (il cratere laconico e uno dei due crateri attici provengono dalla necropoli di Passo Marinaro della colonia greca di Kamarina, mentre un cratere attico a figure rosse è oggi custodito dal museo archeologico dopo il sequestro degli anni ’70 operato dalla Guardia di Finanza). A relazionare è stato il professore Filippo Giudice, docente di Archeologia e Storia dell’Arte Greca all’Università di Catania, il cui intervento è stato intervallato dalla lettura di alcuni brani tratti dai lirici e dagli storici greci, da parte dell’archeologo Saverio Scerra della Soprintendenza dei Beni Culturali di Ragusa. A introdurre la serata è stata la direttrice del museo, Giovanna Susan. “Il vino e il mare” è un continuum della mostra sugli elmi; allora il tema era stato la guerra, oggi il culto di Dioniso. Durante la serata è stato anche presentato un volume a cura dei professori Filippo Giudice e Innocenza Rizzo Giudice, docente di Letteratura Greca all’Università di Catania.

FERROVIE ADDIO

La chiusura della linea ferrata che attraversa il territorio ibleo è molto più vicina di quanto si pensi. Un misfatto che si sta compiendo nella quasi totale indifferenza dei politici locali. Sono infatti imminenti altri tagli di treni, il che significa, considerato che i collegamenti ferroviari da e per la provincia sono già ridotti al lumicino, che fra poco le ferrovie ragusane saranno davvero un ramo secco. “I politici si devono vergognare; quando ci incontrano si devono voltare dall’altra parte. Quando la linea sarà chiusa affiggeremo in tutte le stazioni delle lapidi con i loro nomi, in modo che si possano ricordare come coloro che hanno contribuito – con la loro ignoranza, i loro falsi interessi, il loro disimpegno – alla morte di un patrimonio collettivo inestimabile, e che in futuro rimpiangeremo di aver fatto smantellare”. Questo il commento del portavoce del coordinamento provinciale Cub Trasporti Pippo Gurrieri, che con la nota più dura e sferzante scritta negli ultimi dieci anni, da quando la vertenza dello smantellamento delle ferrovie è entrata nel vivo, accusa tutta la classe politica. Perché toni così duri? “Con l’entrata in vigore del nuovo orario invernale di Trenitalia, la nostra provincia è stata interessata dalla cancellazione di tre treni che la collegavano con Siracusa, ed è gravissimo che una delegazione di pendolari direttamente colpita dalle nuove scelte di Trenitalia non abbia avuto modo di interloquire con i politici. Infatti alla conferenza sulle ferrovie che si è tenuta venerdì sera all’auditorium San Rocco di Ibla nessuno di tutti i politici invitati, sindaco compreso, è venuto – denuncia Gurrieri -.Unico assente giustificato il presidente Antoci, a letto malato”. La Cub Trasporti sostiene che è sempre più probabile un imminente provvedimento di soppressione di tutti – ben pochi – i treni rimasti. E quindi secondo il sindacato di base è imminente la chiusura della linea. “Una evenienza contro la quale ci siamo battuti strenuamente da trent’anni”, sottolinea Gurrieri. Verissimo. Il problema è che la battaglia l’hanno fatta i ferrovieri, da soli, sostenuti dagli utenti pendolari, che negli anni, via via che il servizio ferroviario peggiorava, diventavano sempre più pochi. Per il resto zero assoluto. “Mai eravamo arrivati così in basso nella difesa di un bene comune come il trasporto ferroviario; mai avevamo avuto a che fare con una classe politica così inetta e incapace – conclude Gurrieri – mai la questione ferroviaria era stata circondata da tanto menefreghismo e da tanta rassegnazione. Queste sono le condizioni perché il misfatto si possa compiere nella maniera più indolore”.

Il presepe vivente a Giarratana

Nel momento più magico dell’anno, Giarratana si trasforma in una città incantata. Tutto, a Natale, funziona in sinergia per creare l’atmosfera della “mangiatoia vivente”. Una sfida che torna a riproporsi anche quest’anno, con la 22esima edizione del “Presepe vivente Giarratana” organizzato dall’Amministrazione comunale. Il 26 e 27 dicembre e il 5 e 6 gennaio, a partire dalle 18, si rinnova l’appuntamento con uno degli scenari più suggestivi degli Iblei. L’antico quartiere del “Cuozzu” si rianima, riprende vita per fare da cornice alla scena della Natività. Uomini, donne e bambini portano costumi di un tempo, lavorano con strumenti ed attrezzi delle antiche arti scomparse, richiamando il passato di questa piccola grande cittadina.

Aeroporto di Comiso, il sistema Confcommercio pronto a dare una mano concreta

“Dobbiamo cercare di uscire da quell’atmosfera di tenebrosa incertezza che sta attanagliando il cuore della gente, che sta fermando la spinta alla intraprendenza, che rende difficile l’accesso al credito, che rende complicate le cose semplici, che non ci fa credere al domani. Ecco, immersi in questo clima, con una finestra, già pronta, aperta sul mondo che potrà avvicinare la provincia iblea ai mercati turistici di mezzo mondo, riteniamo che non siano più procrastinabili le decisioni che devono portare ad una repentina apertura dell’aeroporto di Comiso”. Ad affermarlo è il presidente provinciale Confcommercio Rg, Sergio Magro, il quale ritene che si debbano chiudere in fretta i lavori di competenza, senza tentennamenti: “Non si possono neanche attendere ancora le titubanze del Governo nazionale che dovrà dare certezza di continuità nel tempo dei costi dell’assistenza al volo (la Regione siciliana si è fatta carico di anticipare le spese per i primi due anni), che darebbe sicurezza e taglierebbe le residue resistenze e perplessità. Per non parlare del fatto che occorre consolidare e migliorare la rete viaria esistente, non solo quella della provincia di Ragusa ma anche quella di territori limitrofi come Agrigento e Caltanissetta. “In questo – aggiunge ancora il presidente provinciale Confcommercio – riteniamo di non essere soli, avendo avuto sempre al nostro fianco il sistema regionale di Confcommercio con il presidente Pietro Agen. Con lui, insieme a tutti gli enti coinvolti, si dovranno rappresentare, in tempi brevissimi, al ministro Passera, tutti gli elementi e le ragioni per cui l’apertura del Magliocco darà un impulso occupazionale ed economico vitale alla intera isola”.

Calcio, Promozione L’Orsa vince a tavolino con il Paternò

Senza sudare, l’undici di mister Saro Gulino incassa tre punti preziosi in chiave salvezza. Sabato pomeriggio, infatti, come già si prevedeva, il Paternò non si è presentato allo stadio ex Enal di via Archimede. Adesso si riprende a giocare, dopo la pausa natalizia, il 7 gennaio. L’Orsa giocherà contro il Niscemi in casa.

2011 – La Profezia Il film di Franco Nobile

Sarà trasmesso su Tele Nova sabato 17 alle 21 e domenica 18 alle 15 il film di Franco Nobile “2011 – La profezia”. Il film, girato nel ragusano, vede fra gli attori Pippo Spata, Emanuele Campo, Gianni Mazza, Roberta Minardi, Aurelia Atrax, Biagio Barone, Vania Orecchio, Adriano Gurrieri e Piero Gurrieri, Teresa Zocco, Tony e Giovanna Monteforte, Noemi Antoci, Bartola Guccione.


Gran Gala Telethon

Sabato 17 alle 20.30 al teatro Tenda di Ragusa Gran Galà con l’orchestra del maestro Peppe Arezzo. Ospiti della serata la cantante Rachele Amenta e il tenore Lorenzo Licitra.

Seminario di studi sui disturbi dell’apprendimento

Lunedì 12 dicembre a Villa Di Pasquale, a Ragusa, a partire dalle 9.30, si terrà un seminario di studi sui disturbi specifici dell’apprendimento. L’iniziativa è promossa nell’ambito del programma operativo obiettivo convergenza 2007-2013, Fondo sociale europeo regione Sicilia che finanzia i piani integrati atti a garantire il successo formativo e scolastico degli studenti che si trovano in situazioni di disabilità e a rischio di marginalità. In particolare, i progetti delle scuole in rete (circoli didattici Palazzello, Ventre, Crispi, Vetri, Schininà, Quasimodo, Vann’Antò, Capuana di Giarratana e Madre Teresa di Calcutta di Monterosso Almo) sono: “I sentieri dell’integrazione”, “Per una formazione integrata” e “Insieme per crescere integrati”. L’intervento di apertura è quello del neuropsichiatra infantile Giuseppe Occhipinti.

Serata di solidarietà per i bambini del Madagascar Pietro Pignatelli in “Mille Soli” domenica sera a Villa Criscione

La serata di solidarietà che avrà luogo domenica 11 dicembre, a partire dalle 18.30, a Villa Criscione, è soprattutto finalizzata al sostegno alimentare dei bambini malnutriti, uno dei tanti progetti promossi dall’associazione “Progetto Madagascar Ragusa”. Fra questi bimbi, c’è anche Norenah, una neonata, figlia di una ragazza di soli 16 anni, che è morta durante il parto, quando la diede alla luce nel settembre 2010. Norenah, sin dalla nascita, ha dovuto combattere contro la morte per fame: la sua nonna, Elisabeth di 47 anni che si prende cura di lei, non ha mai potuto acquistare per la nipote il latte in polvere. Così la piccola si è ammalata di denutrizione, continuando a perdere peso, e ad avere tosse e febbre. “Elisabeth ha portato Norenah il 7 novembre scorso al dispensario di Amobovomavo, quando aveva 14 mesi e pesava solo 5 chili e 100 grammi – racconta padre Maurizio, della missione dei Padri Carmelitani in Madagascar, che riceve le donazioni della provincia di Ragusa – e la piccola è stata inserita subito nel sostegno alimentare, curata e nutrita”. Norenah è ancora una bimba denutrita, ma dalla fascia rossa, nella quale si trovava quando è stata curata per la prima volta dai medici, grazie ai fondi raccolti dal Progetto Madagascar Ragusa, è risalita alla fascia gialla. In un mese è aumentata di quasi 2 chili e mezzo. Adesso ha 15 mesi e ottime speranze di vivere. Per Norenah e per tutti gli altri neonati che come lei rischiano di morire di fame, perché orfani della madre e perché i loro familiari non hanno i soldi per comprare il costoso latte in polvere, domenica sera si raccoglieranno nuovi fondi. Alle 18.30 l’attore Pietro Pignatelli sarà il protagonista dello spettacolo “Mille Soli”, tutto il ricavato dei biglietti (costo 10 euro) sarà devoluto al progetto Madagascar. Il teatro di Pignatelli tende a riscoprire la semplicità e, lontano da artifici tecnici, punta sul potere evocativo della parola, sulla fantasia dei pupazzi animati, sul gioco delle ombre cinesi. Le favole raccontate sono tutte liberamente tratte dalla tradizione indiana o ad essa ispirate.

Ergasterion-Fucina di archeologia L’analisi della ceramica per scoprire usi e costi nel Medioevo in provincia

Riscoprire il Medioevo attraverso lo studio dei reperti ceramici. E’ stato il leit motiv del quarto appuntamento di “Ergasterion – Fucina di Archeologia”, il ciclo di incontri promosso dalla sezione di Ragusa dell’associazione “SiciliAntica”. L’appuntamento si è tenuto all’auditorium di San Rocco a Ibla. Salvina Fiorilla, funzionario archeologo della Soprintendenza del capoluogo ibleo, è stata chiara nel suo intervento. “In Sicilia, per decenni – ha detto – il Medioevo è stato considerato di scarso rilievo in ambiti non strettamente specialistici. Eppure, possiamo cominciare a ridisegnare le conoscenze di quest’epoca attraverso il rinvenimento nei vecchi scavi e nei materiali di magazzino. Anche le ceramiche ci parlano, basta solo capire che cosa ci dicono”. In provincia di Ragusa la ricerca è stata avviata nel 1991, con l’analisi su campioni di ceramiche medioevali di Camarina in “Faenza”. Nel 1994 sono arrivati contributi sui rinvenimenti d’epoca medioevale e post medioevali del castello di Comiso e del Parco Forza di Ispica. Altri rinvenimenti si segnalano al bastione della Torre di Pozzallo, nell’edificio contiguo alla chiesa del Carmine di Modica, nell’area di San Giorgio a Ragusa Ibla e nel complesso di Santa Maria delle Grazie a Vittoria.

Assaggiatori di grappa

Si è concluso nella splendida cornice del San Giorgio Palace Hotel di Ragusa Ibla sede dell’Anag, il primo corso di assaggiatore di grappa e acqueviti organizzato dalla sezione di Ragusa, con la docenza del presidente nazionale. Il corso è stato frequentato da 16 neo patentati assaggiatori, che parteciperanno in qualità di giudice ai concorsi nazionali dedicati alle grappe e alle acqueviti.

FESTA DI SANTA BARBARA

Festeggiata anche a Ragusa la patrona dei Vigili del Fuoco, Santa Barbara. In occasione dei festeggiamenti è stata conferita ai Vigili del fuoco Pasquale Adamo, Paride Agosta, Giorgio Basile, Daniele Cosentini, Giovanni Criscione, Gianluca Firrincieli, Vittorio Firrito, Giuseppe Frasca, Vincenzo Grimaldi, Stefano Guastella, Gaspare Iacono, Fabrizio La Rosa, Giorgio Leggio, Marcello Macaluso, Roberto Nifosi, Emanuele Schininà e Claudio Turlà la Croce di Anzianità. Inoltre è stato conferito il Diploma di Lodevole Servizio al capo reparto esperto Giuseppe Smiraglia, all’ispettore antincendio Giuseppe Vitale, al ragioniere capo Carmelo Vaccaro. Attestato di Civica Benemerenza per l’emergenza del 2009 delle zone di Giampilieri, rilasciato dal sindaco di Messina al capo squadra Orazio Frasca e al v.p. Francesco Nasello. Consegnato anche il Diploma e il Distintivo dello sport al campione di tiro al volo, v.p. Enrico Moncada. Collateralmente alla festa di Santa Barbara, si è svolto il Vertical Run Up al grattacielo di Ragusa, scalata podistica vinta da Nino Nicosia della Uisp di Santa Croce col tempo di 2’19″28, tempo record per la manifestazione. I podisti hanno scalato 15 piani per un totale di 356 gradini e 150 metri in salita al 12% dall’uscita del comando dei Vigili del Fuoco all’ingresso del grattacielo in viale dei Platani.

RAGUSA, UN AIUTO AI BAMBINI DI CHERNOBYL

Il Consiglio comunale di Ragusa, grazie ad un emendamento dei consiglieri Platania e Criscione del movimento Città, in sede di approvazione dell’assestamento di Bilancio, ha stanziato 2.500 euro per continuare ad aderire al progetto di solidarietà internazionale che da alcuni anni vede protagonisti alcuni bambini dell’area di Chernobyl che per le vancaze di Natale e in estate hanno l’opportunità di trascorrere alcuni giorni a Ragusa, accolti dalle famiglie iblee. Il contributo era stato del tutto cancellato a causa delle ristrettezze di Bilancio, ma è stato ripristinato grazie all’emendamento voluto da Città e votato dall’intero consiglio. Una bella pagina di amore e di amicizia scritta dalla città di Ragusa per i bambini bielorussi.

Modica, rissa al Joy: feriti quattro ragazzi

Quattro giovani sono rimasti lievemente feriti, in una rissa scoppiata sabato notte al locale “Joy Club” di Modica, nella zona del Polo commerciale, riportando escoriazioni a volto e alle mani. A venire alle mani un gruppetto di ragazzi, pare per uno sguardo di troppo ad una ragazza. Gli aggressori, sarebbero tre, sono riusciti a fuggire dopo aver malmenato i quattro modicani.

Scroll To Top
Descargar musica