21-11-2018
Ti trovi qui: Home » Chiesa (pagina 25)

Archivio della categoria: Chiesa

RAGUSA, LA FESTA DI SAN GIUSEPPE ARTIGIANO

La benedizione impartita da don Salvatore CannataLa benedizione a chi lavora affinché possa superare questo difficile momento di crisi. Don Salvatore Cannata, parroco della chiesa di San Giuseppe artigiano di Ragusa, venerdì mattina, nell’ambito dei festeggiamenti in onore del Patriarca che si prolungheranno sino a domenica 5 maggio, ha impartito la benedizione ad alcuni artigiani dei capannoni della zona artigianale di contrada Mugno. Sabato 4 maggio, celebrazione eucaristica in programma alle 19 e presieduta da don Nicola Iudica con l’animazione della comunità parrocchiale “Immacolata concezione della Beata Vergine” di Roccazzo. Alle 20, nel salone parrocchiale, la compagnia “Teatro in famiglia” presenterà la commedia dialettale brillante in due atti “Matrimonio in fumo”. Domenica 5 maggio, invece, sarà celebrata la festa esterna di San Giuseppe artigiano. Alle 9 e alle 11 sono in programma le celebrazioni eucaristiche. Alle 18,30 è prevista la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal vicario generale della Diocesi, don Salvatore Puglisi. Alle 19,30, prenderà il via la processione con il simulacro di San Giuseppe artigiano. La processione sarà accompagnata dal corpo bandistico “San Giorgio – Città di Ragusa” diretto dal maestro Giacomo Antonio Palermo. Al rientro della processione, spettacolo pirotecnico a cura della ditta “Pirotecnica iblea” di Lorenzo Massari. Alle 21, nel salone parrocchiale, serata musicale con il complesso “New Pentagram Horchestra”.

LA MADONNA PELLEGRINA PROVENIENTE DA FATIMA

Madonna PellegrinaL’unzione degli infermi per garantire conforto a chi soffre. L’ha somministrata, nella cappella dell’ospedale Civile, il direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa, don Giorgio Occhipinti, durante la celebrazione tenutasi in occasione della “Peregrinatio Mariae”. La Madonna Pellegrina proveniente da Fatima sarà presente in tutta una serie di incontri che proseguiranno sino al 13 maggio. La Peregrinatio Mariae, infatti, prosegue anche sabato 4 maggio nella parrocchia Santissimo Ecce Homo, nel centro storico di Ragusa superiore, dove la Madonna Pellegrina si fermerà sino a domenica mattina. Alle 9 di sabato ci sarà il pellegrinaggio dei bambini della scuola elementare del quartiere. Alle 17 la celebrazione del messaggio di Fatima e il Santissimo Rosario meditato; alle 19 la Santa Messa presieduta dal parroco don Giovanni Bruno Battaglia. Per l’occasione sarà presente il dott. Salvatore Coppolino, vice presidente dell’Apostolato mondiale di Fatima. Domenica mattina, alle 9, celebrazione eucaristica presieduta da don Carmelo Leggio. Alle 11,30, pellegrinaggio dei bambini e celebrazione eucaristica presieduta dal parroco.

SANTA CROCE, LA CENA DI SAN GIUSEPPE

YASHICA Digital CameraPer fede e per tradizione. Con una raccolta di generi di prima necessità per le famiglie bisognose. La festa del lavoro assume un significato particolare con l’allestimento di tre cene, in onore del patriarca Sam Giuseppe. I banchetti, con le pietanze tipiche, secondo una tradizione antichissima, sono state accuratamente preparate dall’associazione politico culturale Città Futura, presso la sede di piazza Vittorio Emanuele, dall’Azione Cattolica nella sacrestia della Chiesa Madre, e alla scuola paritaria per l’infanzia Sacro Cuore. “Abbiamo voluto allestire un banchetto in onore del nostro santo protettore – spiega Stefania Nigita, componente dell’associazione città Futura -. Gli alimenti che hanno abbellito la cena e tanti altri generi di prima necessità non deperibili sono stati donati alle famiglie bisognose di Santa Croce. Un piccolo ma significativo gesto in un momento di grave difficoltà economica che investe le nostre famiglie e il tessuto produttivo di Santa Croce. Città Futura è un’associazione che promuove il confronto tra i cittadini su tematiche di interesse sociale e culturale – ha detto ancora la Nigita -. E la cena di San Giuseppe rappresenta un momento di condivisione per i componenti della nostra associazione”.

GLI ARTIGIANI DI RAGUSA ALLA FESTA DI S. GIUSEPPE

chiesa sangiuseppe artigiano ragusaAnche quest’anno, in occasione dei “festeggiamenti in onore di San Giuseppe artigiano”, nella parrocchia di via Nenni a Ragusa, sarà celebrata la seconda giornata dell’artigianato. L’appuntamento è in programma venerdì 3 maggio. “Sono previsti – chiarisce la coordinatrice della sede territoriale della Cna di Ragusa, Antonella Caldarera – due momenti particolari per la nostra comunità degli artigiani. E, in particolare, dalle 9,30 si terrà la benedizione degli opifici della zona artigianale che hanno aderito all’iniziativa – afferma la coordinatrice della sede territoriale Cna Ragusa – con la manifestazione d’interesse. Alle 19, invece, è fissata la celebrazione della santa messa dedicata a tutti gli artigiani”. Dopo il momento religioso, è in programma una raccolta di prodotti alimentari di prima necessità per le famiglie più bisognose.

La madonna pellegrina a Ragusa

La statua della madonna pellegrina proveniente dal santuario di Fatima è stata accolta  mercoledì mattina a Marina. Una cerimonia che ha aperto la “Peregrinatio Mariae” di solidarietà promossa, per il quinto anno consecutivo, dalla diocesi di Ragusa. E’ stata la parrocchia di Maria Santissima di Portosalvo, a Marina di Ragusa, ad ospitare i fedeli che non hanno voluto mancare all’appuntamento.Giovedì una tappa, inedita rispetto agli anni scorsi: la statua sarà accolta in Prefettura, a Ragusa. Contrarietà per la presenza della statua della Madonna in prefettura è stata espressa dall’Unione atei e agnostici.

Madonna Pellegrina 2013 l'accoglienza a Marina

I festeggiamenti del Santo alla parrocchia S. Giuseppe

chiesa sangiuseppe artigiano ragusaInizia mercoledì, nella chiesa di via Nenni, la festa liturgica di San Giuseppe Artigiano, con la celebrazione eucaristica delle 8.30, una messa alle 11 e la celebrazione delle 19. Durante la messa che giovedì sarà condotta dal vicario foraneo don Roberto Asta verrà amministrato il sacramento dell’Unzione degli infermi agli ammalati della parrocchia. Alle 20 del 2 maggio si svolgerà un momento canoro con la rassegna “L’Ugola D’oro”. Venerdì sarà il momento della benedizione dei capannoni della zona artigianale di Ragusa, proprio nel giorno dedicato al mondo del lavoro. La serata del 3 maggio si concluderà con un momento collettivo di festa con canti, giochi e degustazione di salsicce. E’ prevista la partecipazione dei parrocchiani, ma anche di imprenditori, artigiani e dei loro familiari.

TORNA MERCOLEDI’ A RAGUSA LA MADONNA PELLEGRINA

I fedeli e la Madonna Pellegrina all'interno della chiesa di MarinaTorna a Ragusa un messaggio di speranza e, al contempo, di conforto rivolto ai malati. Dall’1 al 13 maggio, in concomitanza con l’anno della Fede, la statua della Madonna Pellegrina, proveniente dal santuario di Fatima, darà vita, per il quinto anno consecutivo, alla “Peregrinatio Mariae” di solidarietà. Il pellegrinaggio, organizzato da don Giorgio Occhipinti, direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute, sarà caratterizzato da numerose iniziative di spiritualità e di sostegno a favore degli ammalati e di coloro che si dedicano al loro servizio. Durante il pellegrinaggio della Madonna saranno inserite anche iniziative proprie dell’Ufficio riguardanti temi inerenti la prevenzione della salute e quello concernente il come prendersi cura delle varie forme di fragilità. L’iniziativa vedrà la collaborazione dei fedeli associati all’Apostolato mondiale di Fatima, dei volontari dell’Avo e dell’Associazione nazionale carabinieri. Tra le particolarità di quest’anno, anche il fatto che, giovedì 2 maggio, alle 10,30, la statua della Madonna pellegrina sarà accolta in Prefettura. L’arrivo della Madonna Pellegrina è in programma mercoledì 1 maggio alle 9 a Marina di Ragusa, con l’accoglienza che sarà fatta dalla parrocchia Santa Maria di Portosalvo. Alle 10 l’adorazione eucaristica. Nel pomeriggio, alle 17, la recita del messaggio di Fatima e del Santissimo Rosario meditato mentre a seguire, alle 19, si terrà la santa messa celebrata dal parroco don Mauro Nicosia a cui farà seguito una processione per le vie della borgata marinara. Il giorno seguente, 2 maggio, giovedì, il primo momento alle 8,30 con la celebrazione eucaristica all’ospedale Civile presieduta da mons. Giovanni Battaglia. Alle 10,30, come detto, l’accoglienza in Prefettura. Alle 17, sempre all’ospedale Civile, il messaggio di Fatima e il Santissimo Rosario meditato mentre alle 18 si terrà la santa messa con l’unzione degli infermi celebrata da don Giorgio Occhipinti

Nomina per Domenico Leggio

domenico leggioL’assemblea dei soci della Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora ha eletto i nuovi membri del consiglio direttivo e la nuova guida per il triennio 20132016. Del nuovo consiglio di amministrazione fa parte anche Domenico Leggio, direttore della Caritas diocesana di Ragusa. Il compito affidato al nuovo consiglio direttivo sarà quello di costruire – con il Ministero del welfare, le Regioni e gli enti locali – le linee guida per il contrasto del fenomeno dei senza dimora in Italia; di utilizzare e aggiornare i dati della ricerca nazionale sull’homelessness, per farne cardine di nuove politiche; di sviluppare l’approccio housing first (basato sulla centralità dell’alloggio e l’evoluzione oltre le forme di accoglienza collettiva) nei processi di reinserimento abitativo e sociale.

RAGUSA FESTEGGIA SAN GIORGIO MARTIRE

San Giorgio martire a Ragusa particolare del simulacro“San Giorgio martire benedica tutta la città di Ragusa. Fungendo da sostegno, così come è sempre stato, soprattutto nei 370 anni in cui ha assolto al ruolo di glorioso patrono di Ragusa”. E’ questo l’augurio arrivato al termine della solenne concelebrazione eucaristica tenutasi al Duomo di Ibla, dall’arcivescovo emerito di Agrigento, mons. Carmelo Ferraro, in occasione della festività liturgica di San Giorgio Martire. Mons. Ferraro ha concelebrato assieme al parroco del Duomo di San Giorgio a Ibla, don Pietro Floridia, a padre Joseph Muamba Bulobo, a don Giorgio Occhipinti e a don Nino Aprile. C’era anche il gonfalone della città di Ragusa ad evidenziare la solennità del momento. La festa esterna in onore del Santo Cavaliere quest’anno si terrà il 24, 25 e 26 maggio. Intanto, è stato attivato il sito internet www.sangiorgioragusa.com.

SOLENNITA’ LITURGICA DI SAN GIORGIO MARTIRE

San Giorgio martire a Ragusa particolare del simulacroMartedì 23 aprile sarà festeggiata la solennità liturgica di San Giorgio Martire. Messa alle 11, e poi, alle 19, si terrà la solenne concelebrazione eucaristica presieduta da mons. Carmelo Ferraro, arcivescovo emerito di Agrigento. Domenica il duomo di Ibla era gremito di fedeli per assistere al rito della “Scinnuta”, la traslazione del simulacro di San Giorgio dalla nicchia all’abside.

AL TEATRO DON BOSCO MUSICAL SU DON PUGLISI

don pino puglisiLa Diocesi di Ragusa si prepara all’evento della beatificazione di don Pino Puglisi che si terrà il 25 maggio, allo stadio “Renzo Barbera” di Palermo. Sabato 27 aprile, alle 21, al cine teatro “Don Bosco” di Ragusa, dei padri salesiani, il “Cgs Life” di Biancavilla porterà in scena il musical “3P”, la storia di padre Pino Puglisi ucciso dalla mafia il 15 settembre del 1993. Questo evento segna la conclusione di una partecipata rassegna di musical organizzata dall’Oratorio Salesiano in collaborazione con la Diocesi. Prevendite all’Oratorio salesiano di corso Italia. Info: 0932. 651252, 348. 5489904.

RAGUSA, INIZIA LA FESTA PER SAN GIORGIO

San Giorgio martire a Ragusa particolare del simulacroIbla si prepara ai festeggiamenti in onore del co-patrono di Ragusa, san Giorgio martire. Domenica 21 aprile, dopo la Messa delle 19, all’interno del duomo il simulacro del santo cavaliere sarà traslato dalla nicchia che lo ospita durante l’anno all’abside accanto all’altare, dove rimane per tutto il tempo dei festeggiamenti. Stessa procedura segue la cosiddetta Arca Santa, ovvero il reliquario d’argento. La traslazione sarà accompagnata dal suono dell’organo del duomo e della campana maggiore. La statua del santo cavaliere che uccide il drago sarà fatta “ballare” dai portatori. La festa esterna di san Giorgio si terrà il 24, 25 e 26 maggio. Da 370 anni san Giorgio martire è patrono, insieme a san Giovanni Battista, della città di Ragusa.

LA “DISCESA” DELLA MADONNA DI GULFI

Salita 2013 una delle uscite in piazzaMercoledì 17 aprile, a partire dalle 14.30, il simulacro della Madonna di Gulfi sarà trasportato in processione, dalla Chiesa madre sino al Santuario, per compiere il tradizionale rito della “discesa”. Alle 19 si svolgerà la celebrazione eucaristica presso il Santuario a conclusione dei solenni festeggiamenti della Patrona, Regina della città, iniziati il 5 aprile con il momento della “Svelata”.

A MONTEROSSO LA RELIQUIA DEL SANGUE DEL BEATO WOJTYLA

In coincidenza con uno speciale anniversario, il 25esimo dall’istituzione del Santuario dell’Addolorata, la comunità dei fedeli di Monterosso Almo ha voluto celebrare l’evento con una presenza speciale. Da giovedì 11 a lunedì 15 aprile, infatti, il centro montano ibleo ospiterà la reliquia del sangue del Beato Giovanni Paolo II.

giovanni-paolo-ii

CHIARAMONTE GULFI, LA FESTA DELLA MADONNA DEL SANTUARIO

Salita 2013 piazza Duomo stracolma di fedeliDal santuario di Gulfi in piazza Duomo a Chiaramonte di corsa e portando sulle spalle la vara con la Madonna. Domenica mattina si è rinnovata l’antica tradizione che lega devotamente i chiara montani alla Madonna di Gulfi. Un percorso lungo quattro chilometri in salita affrontato velocemente e a tratti di corsa dai portatori della vara con la Regina e Patrona del paesino montano. Sin dalle prime ore del mattino di domenica, al santuario di Gulfi, è iniziato il pellegrinaggio dei devoti. Poi, dopo la Messa celebrata da padre Giuseppe Burrafato, il via alla processione lungo i tornanti della strada provinciale 7, che collega il santuario a piazza Duomo a Chiaramonte. Come da tradizione, il simulacro ha raggiunto piazza Duomo in un’ora. La “salita” è stata vissuta per la prima volta dai sacerdoti, il neo rettore del Santuario di Gulfi, don Burrafato, e il vice parroco della Chiesa Madre, don Riccardo Bocchieri, accompagnati dal vicario foraneo di Chiaramonte, don Nicola Iudica. In piazza Duomo, all’arrivo del simulacro, la folla presente ha fatto partire un lungo, sentito e scrosciante applauso. Quindi, i portatori, dopo il benvenuto alla Madonna da parte del parroco della chiesa madre, Salita 2013 tutti di corsa per la Madonnal’arciprete Giovanni Nobile, hanno effettuato con la vara una decina di ingressi ed uscite dalla navata centrale del tempio, sospinti dall’applauso dei fedeli. Subito dopo, il saluto alla Madonna fatto dal predicatore padre Giuseppe Damigella dell’Ordine domenicano e la Santa Messa presieduta dal parroco della chiesa madre. Lunedì sarà la “Giornata dei trappitari”: alle 9,30, la Messa sarà presieduta da don Giuseppe Raimondi; alle 11, a presiedere la funzione religiosa sarà don Marco Diaria con l’animazione di francescani e carmelitani; alle 19, la celebrazione eucaristica sarà presieduta dal Salita 2013 il santuario prima della processionepredicatore, padre Damigella, con l’esposizione del Santissimo Sacramento; alle 21, l’esecuzione dell’ultima parte del terzo atto dell’Azione sacra a Maria Santissima di Gulfi, meglio conosciuta come “La Greca”, composta dal maestro Corsini, nella sua versione per banda a cura del corpo bandistico “Cutello”, diretto dal maestro Paolo Scollo.

ASSEMBLEA DIOCESANA

chiesa sangiuseppe artigiano ragusa“Educhiamoci alla corresponsabilità”, è questo il tema dell’assemblea diocesana di Ragusa che si terrà giovedì 4 aprile alle 19,30 presso la chiesa di San Giuseppe Artigiano a Ragusa. E’ prevista la relazione del prof. Giuseppe Falanga, docente di Teologia dommatica alla Pontificia facoltà teologica dell’Italia meridionale e collaboratore del card. Sepe per le Comunicazioni sociali. Venerdì 5 aprile, invece, si terranno i gruppi di studio nelle singole parrocchie della diocesi. Dopo di che, giovedì 18 aprile alle 19,30 l’assemblea diocesana tornerà a riunirsi sempre nella chiesa di San Giuseppe Artigiano per ascoltare la sintesi del lavoro svolto nelle singole realtà parrocchiali e avviare un confronto sul cammino da compiere. Suggerimenti, riflessioni e proposte possono essere inviate alla segreteria dell’assemblea in via Roma 109 a Ragusa.

MARIA SANTISSIMA DI GULFI VENERDI’ IL RITO DELLA SVELATA

Le composizioni floreali al Santuario di Gulfi corso florealeTutta Chiaramonte Gulfi si stringe attorno alla “Patrona principale e Regina”. Da venerdì 5 aprile prenderanno il via i solenni festeggiamenti in onore della Beata Maria Vergine di Gulfi. Alle 13,30, infatti, nel santuario che ospita il venerato simulacro, si terrà il rito della “Svelata”, il caratteristico momento della preparazione che anticipa l’uscita della domenica in Albis, quella successiva alla Pasqua che cade quest’anno il 7 aprile. La statua della Madonna lascerà il Santuario per raggiungere la Chiesa madre, dove resterà per 9 giorni. Da più di 4 secoli il rito si ripete. Il centro montano accoglie, a seguito della tradizionale “salita”, la sua Patrona. L’appuntamento più atteso è quello di domenica 7 aprile quando, alle 10 in punto al Santuario di Gulfi, prenderà il via la tradizionale “Assumata”.

ARRIVA LA PASQUA

Il Cristo morto avvolto nel sudario tra i fedeliI riti della settimana santa volgono al termine. Uno dei momenti più suggestivi, la processione con i simulacri della Passione per le vie del centro storico del capoluogo, mentre a Ibla tanti fedeli accompagnano le statue del Cristo morto e dell’Addolorata. Le celebrazioni del Venerdì santo sono iniziate nel pomeriggio con il ricordo della passione e morte di Cristo: la lettura della Parola di Dio, la preghiera universale e la comunione, ma senza Messa. Il Sabato santo, invece, non c’è alcuna celebrazione. Come da antichissima tradizione: la Chiesa sosta dinanzi al sepolcro di Cristo. In serata, invece, la solenne Veglia pasquale. In Cattedrale il rito sarà presieduto dal vescovo, Paolo Urso, a partire dalle 23. Domenica altra Messa presieduta da monsignor Urso, sempre in Cattedrale. Come da tradizione, saranno presenti i sordomuti. La Messa inizierà alle 11,30.

A IBLA LA PROCESSIONE DEL VENERDI’ SANTO

Il simulacro dell'AddolorataSettimana santa a Ragusa Ibla. Per il Venerdì santo saranno portati in processione i simulacri del Cristo morto e dell’Addolorata. Alle 17, al Duomo e a S. Tommaso, le funzioni inerenti la Passione del Signore. A partire dalle 19,30, dalla chiesa Madre partirà la processione con i due simulacri, che accompagnati dalla banda musicale San Giorgio, procederanno lungo via Arezzo sino a raggiungere, attraversando via XI febbraio, piazza della Repubblica e la chiesa delle Anime sante del Purgatorio, quindi, via del Mercato e via Orfanotrofio, sino a piazza Odierna, facendo ritorno, attraverso corso XXV aprile e piazza Pola, in piazza Duomo.

Venerdì santo all’ospedale Civile di Ragusa

via crucisPresso il nosocomio di Ragusa superiore alle 10 di venerdì si terrà una Via Crucis nei reparti che sarà animata dai volontari dell’Avo; alle 17, celebrazione della Passione del Signore, con l’animazione curata dall’Associazione nazionale carabinieri; alle 18, la Via Crucis nella cappella; alle 19,30, la consulta dell’ufficio diocesano, con medici, operatori sanitari e rappresentanti delle associazioni di volontariato, parteciperà alla processione cittadina del Venerdì Santo col gruppo di fedeli che seguirà il simulacro “Gesù incontra sua Madre”. La vara col gruppo statuario partirà dalla chiesa di Maria Ausiliatrice (Salesiani) di corso Italia per raggiungere gli altri gruppi statuari in piazza San Giovanni e da lì partecipare alla processione per le vie di Ragusa superiore. Al termine, le vare saranno riportate dai fedeli nelle varie chiese che le ospitano.

Scroll To Top
Descargar musica