14-08-2022
Ti trovi qui: Home » Istruzione (pagina 18)

Archivio della categoria: Istruzione

CNA, INCONTRI PER PARRUCCHIERI

I tre incontri del progetto formativo promosso da Cna Ragusa con l’azienda Schwarzkopf e rivolto ai parrucchieri e alle estetiste dell’Unione Benessere e Sanità hanno riscosso un tale successo in termini di adesione da convincere gli organizzatori a promuovere un ulteriore appuntamento tecnico. La riunione si terrà lunedì 7 maggio a partire dalle 15 nella sede Cna di via Psaumida nel capoluogo ibleo. Stavolta l’attenzione sarà rivolta alle tendenze, soprattutto per quanto riguarda le acconciature, ed interverranno Michele Scardina e Sofia Ruta per illustrare da vicino i contenuti delle nuove linee legate al fashion italiano ed internazionale. Lunedì scorso, l’appuntamento tenuto da Michele Capizzi e Davide Pantano, di Yellow parrucchieri, esperti nella formazione e organizzazione del salone, ha fatto riscontrare un notevole consenso sul fronte della partecipazione. I due esperti, presentati dal presidente dell’Unione, Maria Carmela Modica Belviglio, e dalla responsabile organizzativa, Antonella Caldarera, si sono confrontati con gli operatori sulla consulenza emozionale, sulla gestione del rapporto titolare di impresa e cliente nonché sulle motivazioni degenerative che portano alla perdita di clienti. “Abbiamo deciso – afferma la presidente Modica Belviglio – di prolungare l’iter del progetto formativo dopo aver appurato che lo stesso è stato accolto con grande entusiasmo da tutti i partecipanti”. Per Caldarera è indispensabile continuare su questa stessa strada anche per il futuro “soprattutto per un settore – aggiunge – che merita la massima attenzione alla luce dei notevoli problemi che lo stesso, anche a causa di questioni cruciali come il lavoro abusivo, si trova a fronteggiare”.

Acate, due genitori deferiti per inosservanza dell’obbligo dell’istruzione scolastica

I Carabinieri della Stazione di Acate hanno deferito in stato di libertà per inosservanza dell’obbligo dell’istruzione scolastica una coppia di coniugi esercenti patria potestà nei confronti di una ragazza minorenne che, iscritta presso un istituto scolastico di Acate, sarebbe risultata assente dalle lezioni dall’inizio dell’anno scolastico.

LA GUARDIA DI FINANZA NELLE SCUOLE PER EVIDENZIARE I PERICOLI DELLA DROGA

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ragusa, nell’ambito del programma “Incontri sul tema delle droghe presso le scuole”, ha effettuato quattro incontri in istituti scolastici del capoluogo ibleo, che hanno coinvolto circa 700 ragazzi fra i 9 ed i 13 anni. Quest’anno, gli istituti interessati dal programma sono stati: la Scuola Media “Vann’Antò”, la Scuola Media “Gian Battista Odierna”, la Scuola Media “Salvatore Quasimodo” e l’Istituto Comprensivo Statale “Giovanni Pascoli”, (qui hanno partecipato anche due classi della scuola primaria). Ogni singolo incontro è consistito in una breve descrizione dei vari tipi di droga esistenti nonché degli effetti a breve, medio e lungo termine causati dal loro uso, ed è proseguito, poi, con la spiegazione delle modalità di addestramento delle Unità cinofile del Corpo (che devono frequentare un corso della durata di 6 mesi a Castiglione del Lago in provincia di Perugia). Ampio spazio è stato riservato alle numerose domande degli alunni e ad una vera e propria dimostrazione cinofila, con la ricerca di droga precedentemente occultata dai finanzieri. Quando il pastore tedesco Nico ha centrato tutte le volte l’obiettivo, ha ricevuto in premio il suo “manicotto” (che consiste in un telo arrotolato bianco che viene ricercato dal cane, in quanto associato all’odore dello stupefacente; appena il cane segnala la presenza di droga, il suo conduttore gli fa addentare, come premio, il manicotto), gli applausi dei ragazzi e tante affettuose carezze. Le Unità cinofile intervenute nelle scuole sono state: il cane A.D. Nico, condotto dall’App. sc. Rametta Gaetano e il cane A.D. Zavi, condotto dall’App. Ingarao Giuseppe, entrambi della Compagnia della GdF di Siracusa.

SENSI CONTEMPORANEI Primo premio agli studenti del Vico

Gli studenti dell’istituto magistrale statale Giambattista Vico di Ragusa hanno vinto il primo premio assoluto al concorso regionale cinematografico “Sensi contemporanei”. Il concorso si è svolto al Centro sperimentale di cinematografia di Palermo, alla presenza dei registri Aurelio Grimaldi e Ugo Gregoretti.

Cna, formazione per parrucchieri ed estetiste

Ultimo incontro, lunedì 30, dalle 15 alle 20, del progetto formativo promosso da Cna Ragusa con l’azienda Schwarzkopf e rivolto ai parrucchieri e alle estetiste dell’Unione Benessere e Sanità. Stavolta, ad intervenire saranno Michele Capizzi e Davide Pantano, di Yellow parrucchieri, esperti nella formazione e organizzazione del salone. I due si confronteranno con i partecipanti sui seguenti temi: consulenza emozionale, gestione del rapporto titolare di impresa e cliente; motivazioni degenerative che portano alla perdita di clienti. “Ancora un altro appuntamento – afferma il presidente dell’Unione Benessere e Sanità, Maria Carmela Modica Belviglio – che ci porta ad approfondire un’altra fase topica dell’organizzazione della nostra attività. Siamo entrati perfettamente nell’ordine di idee che per migliorare, in questo periodo di crisi, e soprattutto per non accusare cali traumatici è essenziale riuscire a puntare quasi tutto sulla qualità. Ed è il messaggio – ha detto ancora la Modica Belviglio – che stiamo cercando di fare passare con questi tre incontri che hanno visto per protagonisti i rappresentanti della Schwarzkopf professionale”. Non a caso, in parecchi sono stati i parrucchieri e gli estetisti che hanno partecipato al secondo incontro tenutosi lo scorso 16 aprile. Il sales manager Guglielmo Olivieri si è occupato di illustrare gli elementi legati alla gestione e conduzione dell’attività artigianale del salone di bellezza oltre alla verifica in funzione del nuovo regime della tracciabilità finanziaria e della lotta all’evasione fiscale. “Anche in questo caso – afferma il responsabile provinciale dell’Unione, Antonella Caldarera – ci siamo accorti di come l’interesse abbia raggiunto i massimi livelli, il che ci conforta rispetto alla scelta che abbiamo portato avanti”.

MANIFESTAZIONE FINALE LABORATORI SCUOLA CRISPI

Si terrà lunedì 30 alle 17 presso Villa Carlotta a Ragusa, la manifestazione finale dei laboratori “I monumenti dell’Arte e dell’Identità di Ragusa” e “La civiltà contadina e lo sviluppo urbanistico della nuova Ragusa – Gli scrittori e la storia siciliana del cinema”, dell’istituto comprensivo Francesco Crispi di Ragusa tramite Progr. Oper. Obiettivo Convergenza 2007-13, F.S.E., Regione Sicilia.

Miti e leggende di Sicilia raccontati ai bambini

Reduci dalla presentazione del racconto “Il Drago HIC??POP!!!” della milanese Sara Mariniello, la Baglieri Editrice si lancia in una nuova sfida editoriale: la proposta di una mini-collana per bambini composta da tre volumi illustrati di miti e leggende di Sicilia. La sfida, accettata e fatta propria dalla sciclitana Lidia Coria (già autrice de “L’albero e la bimba” e terza classificata al Premio Nazionale Autore di te stesso) vuole essere una chiara risposta al quesito: il linguaggio mitologico può ancora avere senso nel XXI secolo per i bambini? “Sì – risponde l’editrice – non dobbiamo lasciar passare il messaggio che nel mondo multimediale e globalizzato di oggi non abbia più valore trasmettere ai più piccoli le radici della nostra terra, perché li si priverebbe delle chiavi di lettura del loro presente e della terra in cui nascono e vivono”. Al Circolo Brancati di Scicli, il 28 aprile alle ore 18.00 si terrà il lancio ufficiale della collana con l’uscita del suo primo volume, che include i miti di Scilla e Cariddi e la leggenda di Colapesce. Sarà presente, oltre all’editrice e all’autrice, anche la direttrice della collana, Cristina Arena, insegnante a Catania. A moderare l’evento il giornalista Giuseppe Savà.

NESSUN CONTRIBUTO DALLA REGIONE AL CONSORZIO UNIVERSITARIO

“E’ sconcertante constatare come la deputazione iblea all’Ars si sia dimenticata dell’esistenza a Ragusa della Struttura didattica speciale di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Catania, mentre se ne sono ricordate benissimo le rappresentanze parlamentari di Enna, Agrigento e Trapani che hanno beneficiato di contributi regionali, seppure con tagli rispetto all’anno scorso, destinati alle realtà universitarie di quei territori, prima tra tutte l’Università Kore alla quale andranno ben due milioni di euro di denaro pubblico, nonostante si tratti di una università privata”. La denuncia arriva dall’Italia dei Valori di Ragusa che così continua all’indomani dell’approvazione della Finanziaria regionale: “E’ scandaloso che al Consorzio Universitario Ibleo, nel cui consiglio di amministrazione siede l’on.le Orazio Ragusa, non sia stato assegnato neppure 1 euro di contributo in presenza della pesante situazione finanziaria che affligge l’ente. Questo è il risultato dell’indifferenza e della disattenzione dei parlamentari regionali di qualsiasi appartenenza politica i quali, a dispetto dei loro proclami a favore di una realtà universitaria che neppure conoscono, hanno dato prova per l’ennesima volta – scrive l’Idv – della loro inadeguatezza ed incapacità. Chiediamo agli onorevoli deputati regionali – conclude Italia dei Valori – di spiegare ai cittadini perché la realtà universitaria di Ragusa è stata tagliata fuori dagli interventi regionali e ci dicano lor signori che peso pensano di avere nell’economia complessiva della politica regionale, dal momento che i fatti testimoniano la loro pressoché totale inutilità”

ITIS MAIORANA E LEGAMBIENTE INSIEME PER LA LEGALITA’

Attività laboratoriali, escursioni ed attività sul campo, incontri con esperti di legalità ambientale, gemellaggio con una scuola pugliese, sono queste le attività della seconda parte del progetto PON Le(g) Ali al Sud “Natura ed Ambiente” che vede in partenariato l’ITIS E. Maiorana di Ragusa e Legambiente Il Carrubo Ragusa. Infatti, dopo la prima fase, che ha visto la collaborazione di Libera, il testimone è passato alla storica associazione ambientalista iblea, con un programma fitto di impegni legati alla conoscenza, al monitoraggio ambientale ed alle connesse implicazioni di legalità, con particolare riguardo alle ecomafie. “Con questo progetto continua il percorso attivo di apertura del nostro istituto al territorio ed alle dinamiche sociali ed ambientali -afferma il Prof. Fabio Fatuzzo, tutor del percorso didattico -. La prima fase del progetto, attivata con Libera, ci ha dato notevoli soddisfazioni, siamo sicuri che anche questa seconda fase avrà riscontri positivi, stante l’impegno e l’esperienza di Legambiente nel campo educativo e ambientalista”. “Come tutti i progetti educativi legambientini” – dichiara il biologo Antonino Duchi, presidente del Circolo ragusano – “le attività non sono solamente di conoscenza delle problematiche del territorio, ma mirano a far sì che gli studenti diventino soggetti attivi del monitoraggio e del cambiamento”. Gli studenti partecipanti, appartenenti alle classi II, III e IV, degli indirizzi Chimica, Elettronica, Elettrotecnica e Meccanica, hanno infatti evidenziato l’esigenza di conoscere meglio la realtà ambientale del loro territorio, ma anche l’importanza di un loro coinvolgimento nella soluzione dei problemi ambientali.

Ragusa, convegno nazionale dell’Unione chinesiologi affiliata Cna Professioni

Sabato 21 e domenica 22 aprile, Ragusa Ibla ospiterà un importante evento: il convegno nazionale promosso dall’Unione chinesiologi (Unc) sul tema “Movimento & Benessere – Benessere & Movimento” che si terrà all’auditorium San Vincenzo Ferreri. Durante il convegno è previsto lo svolgimento dell’assemblea nazionale dei soci dell’Unc aderente a Cna Professioni. Nel corso del primo Consiglio, che si è tenuto a Roma il 15 dicembre 2011, Giorgio Berloffa, presidente dell’Associazione chinesiologi (Unc), è stato eletto presidente di Cna Professioni. L’Unc, costituita con atto pubblico nel 1962 e legalmente riconosciuta, è l’associazione professionale che raggruppa i laureati in Scienze motorie e i diplomati degli istituti superiori di Educazione fisica. Lo scopo che si prefigge è quello di promuovere, tutelare, vigilare e favorire le attività degli iscritti nella loro professionalità. “E proprio l’Associazione chinesiologi – afferma il presidente provinciale Cna Ragusa, Giuseppe Massari – ha deliberato di tenere la sua prima importante iniziativa nazionale nel capoluogo ibleo. Per l’occasione, saranno in città circa cento congressisti provenienti da tutta Italia, assieme alle rispettive famiglie. Saranno altresì presenti il presidente Berloffa ed il responsabile nazionale di Cna Professioni, Gabriele Rotini. Per la Cna di Ragusa – ha detto ancora il presidente Massari – si tratta di un altro momento di grande rilevanza a livello nazionale in cui avremo modo di mettere in evidenza le nostre peculiarità associative. Sarà anche la maniera migliore per fornire piena accoglienza a tutti i professionisti che aderiscono all’Unc provenienti da ogni parte d’Italia”.

Nessun contributo da Palermo per la Scuola Regionale dello Sport

Scompare dalla legge finanziaria regionale, appena approvata dall’Ars, il contributo di 500mila euro che avrebbe dovuto essere destinato alla Scuola regionale dello Sport del Coni a Ragusa. “Dopo aver sentito direttamente la direzione del Coni ragusano, esprimo la mia più profonda indignazione – ha dichiarato Girolamo Carpentieri, vicepresidente della Provincia con delega allo Sport – per quello che ritengo l’ennesimo scippo perpetrato dal governo Lombardo, nei confronti della provincia di Ragusa e dei suoi cittadini. La nostra Scuola regionale dello Sport è una delle due sole strutture del genere esistenti in Italia, una eccellenza che qualcuno ha sempre visto come fumo negli occhi. Non esito poi a definire – ha detto ancora Carpentieri – scandaloso, anche il fatto che, su un totale di 45milioni di euro destinati agli enti ed associazioni elencati nella famosa tabella “H”, alla provincia di Ragusa sono andati un’elemosina di poche migliaia di euro. Sono veramente deluso – ha detto ancora il vicepresidente della Provincia – per la disattenzione dei nostri parlamentari regionali, poiché la Scuola Regionale dello Sport è un patrimonio di tutta la collettività iblea e dovrebbe essere difesa al di sopra dei singoli interessi partitici”.

RAGUSA, GIORNATE DELL’ORIENTAMENTO

Si terranno a Ragusa, presso il Liceo Scientifico E. Fermi, per il XIII anno consecutivo, le Giornate dell’Orientamento. Nei giorni 12 e 13 aprile, gli studenti delle scuole medie superiori della provincia, i loro docenti ed i loro genitori avranno l’occasione di conoscere i programmi formativi, le strutture, i servizi offerti dai vari atenei, per una più consapevole scelta universitaria. Inizio alle 8,30.

RAGUSA, GIORNATE DELL’ORIENTAMENTO

Si terranno a Ragusa, presso il Liceo Scientifico E. Fermi, per il tredicesimo anno consecutivo, le Giornate dell’Orientamento. Gli studenti delle quarte e quinte classi delle scuole medie superiori potranno partecipare giorno 13 aprile alla visita agli stand delle 40 agenzie educative e lavorative coinvolte. Gli stand saranno aperti dalle 8,30 alle 13,30 per dare informazioni agli studenti.

Siracusa e Ragusa, il Cda dell’Ateneo ufficializza la nascita dell’Università a rete con Catania

Si apre una nuova fase della politica in materia di decentramento dell’Università di Catania. Nella seduta di venerdì scorso, 30 marzo, il nuovo Consiglio di amministrazione dell’Ateneo ha ufficialmente approvato quanto era stato anticipato nei giorni scorsi, nel corso di una riunione che si era tenuta nella sede della Provincia regionale di Siracusa, alla presenza dei rappresentanti degli enti territoriali e dei consorzi universitari delle province di Ragusa e Siracusa. Dal 2014, a Siracusa, e dal 2015, a Ragusa, da quando, cioè, scadranno i rispettivi accordi con transazione firmati dall’Università di Catania nel 2010 per il mantenimento delle sedi decentrate di Siracusa e di Ragusa, l’Ateneo sta già programmando l’istituzionalizzazione dell’offerta formativa in essere presso i due capoluoghi, con gli oneri delle due nuove strutture didattiche speciali di Architettura e di Lingue e letterature straniere interamente a carico dell’Ateneo. Nascerà così l’Università a rete di Catania, con corsi di studio opportunamente distribuiti tra la sede principale di Catania, e le sedi territoriali. Le convenzioni attualmente esistenti dovranno essere però onorate fino all’ultimo giorno, nelle forme pattuite, eventualmente anche con il sostegno del Ministero dell’Università, al quale è stata indirizzata una lettera sottoscritta da tutti i soggetti coinvolti (province regionali, comuni e, nel caso di Ragusa, anche il consorzio universitario). “Scriviamo la parola fine sull’affaire decentramento – ha affermato il rettore Antonino Recca -. Ricordo che nel 2006 l’Università di Catania aveva 10 sedi decentrate per un totale di 47 corsi di studio attivati in mezza Sicilia. Abbiamo pertanto condotto, con rigore e fermezza, una profonda opera di razionalizzazione, disattivando progressivamente tutti i corsi, sino a rimanere solo con Lingue a Ragusa e Architettura a Siracusa. Due realtà che consideriamo eccellenti, ormai stabili e radicate, in cui i nostri docenti riescono ad assicurare, con il loro impegno, un’offerta formativa di qualità assoluta, assai apprezzata dal territorio. Due realtà che avrebbero potuto benissimo divenire sedi di atenei pubblici a sé stanti: ma ciò, – dice il Rettore Recca -, dipende da specifiche decisioni del governo nazionale. Non può essere l’Università di Catania ad attivare nuovi atenei, specie in un momento di così grande difficoltà economica. Ricordo che negli ultimi sei anni i fondi statali per il nostro Ateneo hanno subito un taglio di circa 35 milioni di euro, e per il 2012 si prevede un decremento ulteriore pari a 3 milioni di euro. Con la decisione di assumere, alla scadenza delle convenzioni, tutti i costi delle sedi di Ragusa e Siracusa a totale carico della Università di Catania, lasciando agli enti locali il compito di investire sull’aspetto residenziale, sui servizi e sulle strutture per gli studenti e sul diritto allo studio, vogliamo chiudere definitivamente ogni polemica sulla questione. Per questo faccio appello – scrive il Rettore Recca – alla deputazione nazionale e regionale a essere unita per il miglioramento della situazione universitaria nei territori interessati, attivandosi anche perché si evitino – conclude il Rettore dell’Università di Catania, Antonino Recca – ulteriori esternazioni di stampo scandalistico, delle quali, in ogni caso, gli autori si assumeranno la responsabilità, in questo caso sì, civile e penale”.

RAGUSA, ORIENTAMENTO POST-DIPLOMA INIZIATIVA ALLO SCIENTIFICO

Tornano puntuali al Liceo Scientifico E. Fermi di Ragusa le Giornate per l’Orientamento post-diploma. Il 12 e 13 aprile i maturandi della provincia di Ragusa avranno l’opportunità di confrontarsi direttamente con docenti e studenti universitari provenienti da tutta Italia al fine di poter scegliere il proprio percorso universitario fra un ampio ventaglio di proposte. Giorno 12 aprile dalle 8,30 alle 13,30 si terrà un convegno-dibattito aperto agli studenti delle quinte classi del Liceo Scientifico con interventi del dr. Gian Piero Saladino e di ex studenti del Liceo che condivideranno le proprie esperienze di studio e lavoro. Giorno 13 aprile, invece, dalle 9 alle 14 i docenti rappresentanti delle facoltà universitarie illustreranno all’interno di appositi stand i propri corsi agli studenti interessati. All’iniziativa prenderanno parte oltre alle Università pubbliche e private, siciliane e nazionali, anche le Forze Armate, la Polizia, i Carabinieri, la Marina Militare e la Guardia di Finanza.

Corso di fumetto

Bauz in collaborazione con Fitzcarraldo Cineclub – Nemoprofeta presenta “Sogni e nuvole storie a strisce”. Si tratta di un corso di fumetto con Guglielmo Manenti, che verrà illustrato venerdì 30 marzo alle 18.30, al City Giardini Villa Margherita di Ragusa. L’ingresso è libero.

Università, solidarietà a Paolo Pavia

I docenti e gli studenti della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere di Ragusa hanno espresso la loro solidarietà allo studente Paolo Pavia, consigliere di Facoltà, per la “vergognosa e intimidiatoria lettera anonima che ha ricevuto nei giorni scorsi”. A Pavia era stata recapitata una missiva con la quale, con toni espliciti, veniva invitato a non occuparsi più delle questioni riguardanti l’Università.

FACOLTA’ DI LINGUE, ASSEMBLEA PUBBLICA COL RETTORE RECCA

Il Magnifico Rettore dell’Università di Catania, il professore Antonino Recca, sarà a Ragusa martedì 20 alle 10,30 per partecipare ad un’assemblea pubblica presso l’aula magna della Facoltà di Lingue di via Orfanotrofio a Ragusa Ibla. L’assemblea è stata indetta dagli studenti della facoltà per dar vita ad una riflessione sul tema “Problematiche attuali e prospettive future della Struttura didattica Speciale di Lingue e Letterature straniere a Ragusa”. All’evento sono stati invitati a partecipare anche il Comune e la Provincia di Ragusa, il presidente del Consorzio Universitario Ibleo e i presidenti dei consigli comunale e provinciale di Ragusa. Mercoledì 21 e giovedì 22 marzo, intanto, si terrà a Ibla un convegno che rientra nell’ambito della settimana su “Plurilinguismo e mondo del lavoro”, promossa dal Centro di documentazione e di ricerca per la didattica della lingua francese nell’università italiana. Per la sede di Ragusa dell’Università di Catania sono previste due giornate di lavoro su “Le lingue e i profili professionali: esperienze, difficoltà e orientamenti in Sicilia”, coordinate dalla professoressa Nadia Minerva e dal professore Fabrizio Impellizzeri. La prima giornata di lavori (mercoledì 21) inizierà alle 9 presso l’aula magna dell’ex convento di Santa Teresa a Ibla e prevede tre sessioni di studio e, a partire dalle 16, presso le aule della facoltà di Lingue, cinque atelier animati da vari professionisti dei settori della traduzione, dell’interpretariato, della mediazione e del turismo. Giovedì 22 marzo, sempre a partire dalle 9 presso l’ex convento di Santa Teresa, la seconda giornata di studi, organizzata in due sessioni.

EX MAGISTRALE, I DOCENTI CHIEDONO UNA NUOVA SEDE

A due giorni di distanza dall’assemblea che si è svolta al Liceo Socio Psico Pedagogico “G.B. Vico” di Ragusa, a cui ha preso parte anche l’assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, Riccardo Terranova, oltre agli studenti e ai loro genitori, al preside, al corpo docente e non docente dell’istituto, arriva una lettera da parte delle Rsu dell’istituto (l’ex Magistrale), Mariella Arena, Rita Nicastro, Maria Cascone, a nome del corpo docenti e indirizzata al presidente della Provincia, Franco Antoci, e allo stesso assessore Terranova. La lettera è una richiesta di nuovi locali per l’istituto Vico, che attualmente conta 38 classi per un totale di oltre 800 alunni, 97 insegnanti, 19 unità di personale Ata. Le classi sono così divise: 18 presso la sede centrale di via Pompei; 15 in via Prampolini; 5 nei locali di via Sofocle (ambedue sedi locate dalla Provincia regionale di Ragusa). Le Rsu del Vico lamentano il fatto che “la dislocazione in tre sedi provoca disagi all’attività didattica, perché gli alunni delle sedi succursali per poter usufruire dei diversi laboratori, delle palestre e dell’Auditorium sono soggetti quotidianamente a spostamenti, con oneri aggiuntivi per le spese di trasporto per la Provincia” – si legge nella lettera indirizzata dalle Rsu al presidente della Provincia. Le rappresentanti sindacali dei docenti chiedono che gli alunni, che seguono le lezioni nella sede di via Prampolini, abbiano una nuova sede per completare l’anno scolastico e che per il successivo anno scolastico “si provveda all’assegnazione di locali che possano accogliere tutte le 38 – 40 classi, tenendo conto dell’elevato pendolarismo e della presenza di studenti portatori di handicap”. “Se per il prossimo anno scolastico non fosse possibile in tempi brevi reperire una sede unica – concludono le Rsu dell’istituto Vico a nome del corpo docenti – chiediamo di avere una sola sede succursale e non due come attualmente”. L’assessore Terranova aveva già promesso a breve la pubblicazione di un bando per la ricerca di nuovi locali da affittare per destinarli a sede dell’istituto.

Scroll To Top
Descargar musica