26-11-2022
Ti trovi qui: Home » Sindacati (pagina 9)

Archivio della categoria: Sindacati

BANCA D’ITALIA, NO ALLA CHIUSURA DELLA FILIALE DI RAGUSA  

banchitalias“La volontà del vertice della Banca d’Italia di procedere alla chiusura della Filiale di Ragusa (congiuntamente ad altre 21 in tutta Italia) rappresenta un fattore di perdita secca per la collettività di un’area già penalizzata dalla propria collocazione geografica e dalla carenza di adeguate infrastrutture di comunicazione, giornalmente superate con fatica solo grazie all’intraprendenza ed alla laboriosità dei suoi cittadini”. Inizia così la nota delle rappresentanze sindacali della Filiale di Ragusa della Banca d’Italia, che rischia la chiusura. Per i rappresentanti sindacali: “La chiusura non è motivata da squilibri di bilancio dell’Istituto (non si procederebbe peraltro a nessun licenziamento del personale), bensì da fumose argomentazioni contabili e in analogia al comportamento di altre Banche Centrali, le quali, in contesti del tutto diversi e partendo da una ancor più estesa e capillare presenza territoriale, hanno provveduto ad una diminuzione del numero delle proprie Filiali”. Le rappresentanze sindacali indicano una serie di “benefici” che verrebbero a mancare qualora chiudesse la Filiale di Ragusa. “Il mantenimento della Filiale di Ragusa – spiegano – equivale a mantenere fluidità ed efficacia del Servizio di Tesoreria Statale a tutto vantaggio dei soggetti beneficiari degli ordini di pagamento emessi dalle Amministrazioni Statali locali”. Questo è solo un esempio dell’elenco di servizi che verrebbero a mancare a livello locale. Per questo – chiedono le rappresentanze sindacali – bisogna riuscire a scongiurare la chiusura della filiale.

Convegno sul Jobs Act  

la-cgil-in-blocco-con-bresciani-una-vergognosa-aggressione_f1b888d6-a089-11e3-92fc-cdd20fac6111_display“Il lavoro dopo Jobs Act”. Questo è il tema di un convegno promosso dalla Cgil per lunedì 23 marzo alle 16 alla Salava Avis di Ragusa. La riforma del mercato del lavoro sarà affrontata da diverse posizioni. Interverranno Salvatore Terranova, segretario provinciale della Cgil di Ragusa, il prof. Antonio Barone, docente universitario, Francesco maltese, responsabile del dipartimento del mercato del lavoro, Peppe Giavatto, responsabile dell’ufficio vertenze della Cgil di Ragusa, il dr. Giovanni Vindigni direttore dell’ufficio provinciale del lavoro di Ragusa. I lavori saranno presieduti dal segretario generale della Cgil di Ragusa, Giovanni Avola. Il convegno sarà concluso da Monica Genovese, segretaria Cgil Sicilia.

La festa del 1° maggio a Pozzallo. Un luogo simbolo di solidarietà e di unione tra i popoli

imagesLa festa del 1°Maggio assume quest’anno un valore simbolico di grande pregnanza politica e sindacale. La scelta di Cgil, Cisl, Uil nazionale di svolgere la festa del lavoro nella nostra provincia e a Pozzallo, sintetizza valori assoluti quali la tolleranza, la solidarietà e la comprensione tra simili che sono riferimenti ineludibili e di cui è intessuta l’azione storica del sindacato italiano. “I nostri segretari generali, Camusso, Furlan e Barbagallo, non potevano operare una scelta migliore. La scelta di Pozzallo, assurto ad ultima avanguardia della civiltà europea, è diventata ideale ponte di accoglienza con quanti, quasi quotidianamente, sfidano la morte e il proprio destino per cercare libertà, lavoro e pace. Proprio quella pace sociale e interiore che vide Giorgio La Pira, indimenticato figlio di questa realtà marittima e sindaco di Firenze, epigono idealista e concreto che seppe estrinsecare – ricordano i sindacati – i valori della solidarietà e della giustizia sociale vissuti come strumento per il progresso della democrazia e dell’unione dei popoli. Cgil, Cisl, Uil di Ragusa sono già pronti e orgogliosi di poter ospitare un appuntamento che entrerà nella storia del nostro territorio e lo vivremo con la stessa passione e l’eguale tenacia dei grandi uomini del sindacato, che hanno costruito, con il lavoro e con l’unità dei lavoratori che il 1° maggio rappresenta, le basi fondamentali che hanno garantito la democrazia e la libertà nel nostro Paese”.

RAGUSA, REVOCATO LO SCIOPERO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

1401390058-ircac-apre-alla-camera-di-commercio-ragusaGli uffici della Camera di Commercio di Ragusa, in seguito alla revoca da parte delle organizzazioni sindacali della giornata di sciopero prevista per questo  venerdì 20, resteranno regolarmente aperti e l’attività istituzionale e di sportello si svolgerà puntualmente.

SCIOPERO DEL PERSONALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAGUSA

Le-Camere-di-commercio-in-Sicilia-f5a0e8ba19e6ad981ae0bca067512b5e_0Gli uffici della Camera di Commercio di Ragusa resteranno chiusi per l’intera giornata di venerdì 20 marzo per la adesione totalitaria del personale dell’ente alla giornata di sciopero indetta dai sindacati del comparto dei dipendenti e della dirigenza della Regione Sicilia e degli enti vigilati dalla stessa Regione. Tale manifestazione di protesta si inserisce nel quadro della vertenza sindacale avviata dalle organizzazioni sindacali dei dipendenti regionali con riferimento ai provvedimenti legislativi in corso di esame all’Assemblea Regionale Siciliana, alla quale ha aderito anche il personale della Camera di Commercio di Ragusa,

La manifestazione nazionale Cgil-Cisl-Uil del primo maggio si terrà in provincia di Ragusa

8 marzo: Camusso, libertà donne misura democraziaLa manifestazione unitaria Cgil-Cisl-Uil del primo maggio si terrà in provincia di Ragusa. L’ha annunciato Susanna Camusso motivando la scelta con valutazioni di ordine organizzativo e perché “abbiamo valutato che era necessario salvaguardare l’dea che c’è della manifestazione, il tema dalla pace, dell’ immigrazione, il senso che il mediterraneo non possa diventare un cimitero”.

FUNZIONE PUBBLICA, LA SODDISFAZIONE DELLA CGIL  

la-cgil-in-blocco-con-bresciani-una-vergognosa-aggressione_f1b888d6-a089-11e3-92fc-cdd20fac6111_display“Ha partecipato al voto oltre l’ottanta per cento degli aventi diritto, un dato che fa riflettere in un Paese in cui invece vota una media del 50 per cento. Dalla nostra analisi, nel mondo del lavoro c’è più fiducia nel sindacato piuttosto che nella politica”. Lo afferma il segretario generale confederale della Cgil di Ragusa, Giovanni Avola. I dati sono stati presentati dal segretario provinciale della Fp-Cgil Aldo Mattisi. Negli Enti locali la Cgil ha ottenuto il 44.86 per cento seguita dalla Cisl con il 28.06 e Uil al 12.99; nel comparto della Sanità, il 30,10% (Cisl 24.94; Uil 20.69); nel settore del “ministeri” primeggia la Cisl con il 34.58 seguita dalla Cgil con il 33.64 e la Uil al 6.54 per cento. Per Inail e Inps globalmente il 27.74 alla Cgil, il 26.28 alla Cisl. Agenzie fiscali e territorio, 20.38 per la Cgil, 13.38 Cisl e 14.01 Uil. Nel settore della Scuola la Flc Cgil ottiene il 32.85 per cento seguita dallo Snals con il 21.61 e dalla Gilda con la percentuale del 18.57.

Rsu al Comune di Modica, intervento della Cgil  

cgil bandiera“Abbiamo avuto un risultato eccellente, confermando le sette Rsu sulle quindici della rappresentanza totale malgrado la platea elettorale fosse sensibilmente diminuita, e immettendo nuove espressioni all’interno della delegazione della Cgil che ha adesso un compito di alta responsabilità da svolgere. Abbiamo stilato un programma e su quello orienteremo la nostra linea in coerenza con gli impegni assunti con i dipendenti comunali alla vigilia del voto”. Questo è il commento del segretario aziendale della F.P. Cgil dei dipendenti comunali di Modica, Salvatore Terranova, dopo l’esito delle votazioni per le RSU di palazzo San Domenico. Duecento i consensi alla lista, centotrenta quelli per la Cisl FP (cinque Rsu) e ottantotto quelli della Uil FPL (tre Rsu). Hanno votato 427 dipendenti su 504 per una percentuale di poco superiore all’84%. Per la Cgil sono stati eletti nell’ordine: Salvatore Terranova (98 voti), Angelo Barone (43), Marco Sammito (34), Carmelo Cataudella (30), Gianluca Burderi (28), Maria Rosa Iacono (22) e Carmelo Avola (21).

 

RAGUSA E SIRACUSA, LA CISL CRESCE IN TUTTI I SETTORI DEL PUBBLICO IMPIEGO

cisl fp«Due dati su tutti: il largo consenso ottenuto dalla Cisl e l’altissima percentuale di votanti». Paolo Sanzaro, segretario generale della UST Cisl Ragusa Siracusa, sintetizza così l’esito del voto per il rinnovo delle rsu del pubblico impiego nelle due provincie. «Questa larga partecipazione, circa l’88 per cento, – continua Sanzaro – è il segnale forte che i lavoratori danno alla politica. Questo dato, in un contesto storico in cui provano a prevalere i tentativi di delegittimazione del sindacato oppure le consultazioni on line, è la dimostrazione che le forze sociali confederali restano un riferimento certo per i lavoratori”. “La Funzione Pubblica della Cisl è la prima federazione sul territorio nei ministeri, la Scuola si conferma con oltre il 25 per cento dei consensi – aggiunge il segretario generale – Primi in molti comuni, nei ministeri, in molte scuole Il nostro lavoro ha pagato confermando, in qualche caso aumentando, i seggi assegnati ». La FP Cisl ha superato abbondantemente la soglia del 30 per cento dei voti ricevuti, sia a Ragusa (dove è vicina al 31 per cento) che a Siracusa. Tra i risultati più importanti gli exploit nei comuni di Ispica, Comiso e Chiaramonte (tutti con aumento sostanziale dei seggi), nella Prefettura di Ragusa (3 seggi su 5), della sanità (con oltre il 25 per cento). La Funzione Pubblica la fa da padrona nei ministeri dove si conferma il primo sindacato (7 seggi su 21). «Tanti uomini e tante donne si sono riconosciuti nel nostro progetto – ha aggiunto il segretario generale della FP Cisl Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi – un progetto che punta a valorizzare le professionalità come motore del cambiamento organizzativo, a riqualificare la spesa degli enti per moltiplicare gli investimenti in qualità e produttività, ad investire nella formazione e nel turnover generazionale. Ora si sblocchi la contrattazione, questo sarà il riconoscimento migliore della dignità e del valore del lavoro pubblico». La Cisl Scuola superare il 25 per cento delle preferenze in provincia, con la maggioranza dei seggi in molte scuole del territorio. «Questo il riconoscimento del nostro lavoro – hanno dichiarato Antonio Palermo e Patrizia Epaminonda, segretario generale e aggiunto della Cisl Scuola territoriale – I lavoratori hanno espresso la loro voglia di partecipare e lo hanno sottolineato con il voto. È un grande momento di democrazia partecipativa che rappresenta un segnale per la politica e uno stimolo in più per il sindacato. La scuola resta un baluardo da difendere e la Cisl si sta spendendo portando avanti quel concetto di Buona scuola partecipata e condivisa. Sarà così anche in provincia di Ragusa ».

STABILIZZARE I FORESTALI: SECONDO LA CONFAEL SI PUO’  

forestali-2Sarà il Professor Vito Abate, direttore del Polo Universitario di Castelvetrano-Selinunte a spiegare quali sono le soluzioni tecnologiche che potrebbero consentire la stabilizzazione di 14mila forestali siciliani, di cui 1500 in provincia di Ragusa. In occasione del sesto convegno organizzato dalla Federazione sindacale Sifus-Confael di Ragusa, che vedrà la partecipazione dei deputati regionali all’Ars, due illustri professori, il professor Vito Abate ed il Dottor Melchiorre Leone, dirigente del centro studi Aeras, relazioneranno sulle possibili soluzioni tecnologiche e finanziarie che potrebbero aiutare la Regione Sicilia a stabilizzare i forestali dell’Isola. L’incontro è in programma venerdì 27 febbraio alle 17 nella sede di via Ercolano 62 a Ragusa.

Comitato provinciale Inps, eletto il presidente  

Giovanni FracanzinoGiovanni Fracanzino, segretario territoriale della Ust Cisl, è il nuovo presidente del Comitato Provinciale Inps di Ragusa. È stato eletto lunedì mattina e sul suo nome sono confluite le preferenze degli elettori rappresentanti delle varie associazioni. Giovanni Fracanzino, dopo avere retto la segreteria della Fai Cisl per diversi anni, nel marzo del 2013 è entrato a fare parte della segreteria territoriale della nuova Ust Ragusa Siracusa.

Sportello di ascolto alla Cgil  

cgilA partire dal 3 marzo, tutti i martedì, dalle 16 alle 18, sarà attivo a Ragusa lo sportello di ascolto attivo che opererà nei locali Cgil in Vico Cairoli in ambienti utili a garantire la privacy degli utenti. L’idea di creare lo Sportello di Ascolto Attivo nasce dalla volontà di offrire alle persone che lo desiderano o ne avvertono la necessità, la possibilità di usufruire di uno spazio empatico competente, dedicato ai temi del disagio psico-fisico e sociale. Lo sportello di ascolto attivo potrà contare su un’ equipe composta da Psicologi, Counsellor Educativi, Avvocati, Sociologi e volontari, che affronteranno vari tipi di disagio sociale, spesso poco visibili, ma estremamente drammatici. Gli incontri si devono concordare telefonicamente nei giorni di apertura al numero 0932/656231. Il servizio si occuperà di tutte quelle persone che vivono situazioni critiche dal punto di vista dell’inserimento nella società, del mantenimento di un adeguato equilibrio psico-fisico, dell’accessibilità e del godimento dei propri diritti, al fine di garantire loro la conservazione della propria dignità e progettualità.

RAGUSA GESTIONE RIFIUTI, SOLIDARIETA’ A ZANOTTO

downloadIl sindacato Usb esprime la piena solidarietà all’Amministrazione Comunale ed in particolare all’Assessore Zanotto, in merito ai fatti accaduti durante i lavori del Consiglio Comunale quando un  gruppo di lavoratori della ditta Busso, capitanati dal Segretario della FP Cgil Igiene Ambientale, ha interrotto i lavori protestando per un presunto ritardo nel pagamento degli stipendi del mese di Gennaio. “Nonostante le spiegazioni, esaustive, pronunciate dall’Assessore e le rassicurazioni sul pagamento del mandato all’Impresa, il Presidente del Consiglio Comunale, ha dovuto sospendere i lavori d’aula per frenare alcuni di questi facinorosi che avevano pensato di minacciare l’Assessore. Disapproviamo totalmente questi sistemi di protesta, che riteniamo strumentali, ancor più che i sindacati avevano avuto nella stessa mattinata rassicurazione da parte dell’Assessore che l’indomani sarebbero state pagate le retribuzioni e da parte dell’Azienda era stata già inviata una eguale comunicazione. Inoltre, come da Capitolato Speciale D’Appalto, l’Impresa è tenuta ad anticipare fino a 3 mensilità ed a realizzare il pagamento delle spettanze ai lavoratori entro il 15 di ogni mese, come da Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. E’ incomprensibile, quindi, la motivazione della protesta. E’ indecoroso ed indegno, lo spettacolo offerto alla cittadinanza da parte di un gruppo di lavoratori capitanati da una sigla sindacale che mostra alle telecamere l’immagine di una categoria di lavoratori che non ci rappresenta. Invitiamo le Segreterie Provinciali, Regionali, Nazionali, della FP-CGIL ad intervenire sul territorio e nello specifico comparto di Igiene Ambientale, al fine di ripristinare il giusto modo di rappresentare la categoria dei lavoratori sostenendo le loro giuste e legittime aspettative”.

Altra vittima sul luogo di lavoro, la Cgil: “Più investimenti sulla sicurezza”

download (4)Un’altra vittima sul luogo di lavoro. Un’altra tragica morte quella di Carmelo Portabene, sessantenne operaio di Comiso caduto mentre stava operando su un’impalcatura metallica a Treppiedi Nord a Modica. Impalcatura che per cause in via di accertamento è ceduta. Paolo Aquila, segretario generale della Fillea Cgil ha dichiarato: “Una tragedia che non doveva succedere. Quante volte, dopo una morte come questa, abbiamo detto e invocato”mai più morire sul lavoro, morire per il lavoro”. La verità è che non si fa mai abbastanza per prevenire e preservare dai pericoli sui luoghi di lavoro. Adesso ci si chiede: cosa non ha funzionato? La nostra denuncia si rivolge ai vari presidenti della Regione di oggi e di ieri che hanno sottratto ingenti risorse agli uffici ispettivi sulla sicurezza e sul lavoro. Il nostro pensiero va alla famiglia di Carmelo Portabene alla quale siamo vicini con la nostra amicizia e il nostro cordoglio. Vogliamo ricordarlo come lo abbiamo conosciuto e apprezzato: lavoratore disponibile, attento e cordiale. Alle imprese vogliamo continuare a dire che investire sulla sicurezza è un bene per preservare la vita dei lavoratori e lo stesso lavoro, valore che appartiene alle stesse imprese e a quanti ci vivono. Non vorremmo continuare a riflettere su queste tragedie. La sicurezza sul luogo di lavoro deve essere un valore condiviso, senza sconti o compromessi. Attendiamo gli sviluppi delle indagini e se individuate precise responsabilità la Fillea Cgil di Ragusa si costituirà parte civile”.

LA CISL SULL’ULTIMA TRAGEDIA SUL LAVORO

Edilizia-400x215La Cisl territoriale ha affidato ad una nota lo sgomento seguito alla morte di Carmelo Portabene, il 60enne operaio comisano, precipitato all’interno di un cantiere alla periferia di Modica. “Attendiamo l’esito degli accertamenti dell’autorità giudiziaria per comprendere meglio la dinamica di quanto accaduto in via Sandro Pertini. Purtroppo, questo ennesimo incidente, allunga il tristissimo e lungo elenco di vittime sul lavoro. Un prezzo altissimo pagato dai lavoratori edili. Vicinanza esprimiamo anche al collega di Portabene, il giovane collega coinvolto nell’incidente e, fortunatamente, senza grosse conseguenze fisiche.”

Area Vasta del Sud Est per rilanciare le infrastrutture e l’economia

la-cgil-in-blocco-con-bresciani-una-vergognosa-aggressione_f1b888d6-a089-11e3-92fc-cdd20fac6111_displayLe infrastrutture del Sud Est “Area Vasta” è il tema che sarà affrontato, questo giovedì 12, in un convegno organizzato  a Ragusa al Mediterraneo Palace, con inizio alle 9,30. L’appuntamento punta a definire i percorsi necessari per il completamento delle infrastrutture in quest’Area Vasta e individuare i finanziamenti per farne di nuove al fine di rilanciare l’economia dei territori che presentano molti denominatori comuni: industria, artigianato, cultura, turismo, agricoltura.Autostrade, superstrade, porti, aeroporti e ferrovie saranno al centro del dibattito. L’iniziativa è promossa dalla Cgil di Ragusa, Siracusa, Catania e dalla Camera del lavoro di Caltagirone e vedrà la presenza dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Giovanni Pizzo, dei sindaci di Catania, Enzo Bianco, di Siracusa, Giuseppe Garozzo e di Ragusa, Federico Piccitto e Dario Cartabellotta, commissario dell’ex provincia. Presenti i segretari generali Cgil delle tre provincie, Giovanni Avola di Ragusa, Giacomo Rota di Catania e Paolo Zappulla di Siracusa e Totò Brigadeci segretario della cdl di Caltagirone. Presenzieranno Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia, Franco Tarantino, segretario generale della Fillea Cgil Sicilia, Giuseppe Giannone presidente della Camcom di Ragusa e Tonino Taverniti Le conclusioni saranno tratte da Fabrizio Solari, della segreteria nazionale Cgil.

Carenza personale nel reparto di Medicina dell’Ospedale Civile di Ragusa

ospedale-civile-ragusaIl Nursind, sindacato delle professioni infermieristiche, denuncia la grave carenza di personale presso la Medicina del presidio Ospedaliero Civile ASP 7 Ragusa. Dopo la recente assunzione di 16 unità che sono state inviati in altre strutture invece che nel reparto di Medicina, il sindacato si stupisce “in quanto il reparto di Medicina è un reparto in crescente incremento occupazionale; basti pensare che dei 29 posti letto presenti in degenza che sono sempre occupati, si debbono aggiungere i numerosi appoggi che la struttura deve effettuare per far fronte alla richiesta di prestazione, nei reparti di chirurgia e di urologia”. Il Nursind si chiede “come mai l’Azienda invece di far fronte ad una necessità lampante di personale presto questa struttura, preferisca dirottare personale di supporto in altri presidi e non dare atto all’assunzione di nuovo personale Infermieristico”.

Il camper della legalità toccherà la provincia di Ragusa

camper-legalitàSi fermerà a Vittoria, Ragusa e Pozzallo. Presente il segretario generale Cgil Sicilia Michele Pagliaro.Il camper della legalità organizzato dalla Cgil nazionale farà tappa in provincia di Ragusa, mercoledì 28 gennaio p.v. e sarà un camper itinerante. Dalle 7 e sino alle 9.00 il camper sarà presente all’interno del mercato ortofrutticolo di Vittoria; dalle 11.00 alle 13.00 si sposterà nella sede del Liceo Scientifico “E. Fermi” di Ragusa, dove nell’aula magna sarà proiettato il documentario dal titolo “A testa alta”, un video sulla legalità del regista Alberto Castiglione, che sarà presente alla proiezione. Subito dopo parleranno Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia e il dr. Giovanni Scifo, già dirigente della polizia di Stato. Il camper si sposterà a Pozzallo dalle ore 16.00 alle 18.00 nel centro di prima accoglienza e quindi in Piazza Rimembranza dove si aprirà un dibattito sui temi dell’immigrazione al quale parteciperanno responsabili di associazioni del volontariato.

SCIOPERO POSTALI

download (2)Uno sciopero di tutte le prestazioni eccedenti l’orario d’obbligo del personale applicato negli uffici postali della regione Sicilia è xstato indetto dalla Cisl che da sabato 24 gennaio, al prossimo 20 febbraio, con la sola esclusione del 31 gennaio, si asterrà dal lavoro straordinario per manifestare il malessere di un settore che accusa una decadenza preoccupante. «La Cisl e i lavoratori – ha detto il segretario generale dei postali Cisl Eugenio Elefante – scioperano per impedire l’inesorabile decadenza dei servizi nella regione Sicilia. Tutto è messo in gioco dall’indifferenza e dall’immobilismo aziendale. A fronte della brillante teoria, della marea di slide che ci vengono propinate, delle riorganizzazioni applicate solo sulla carta, continuiamo ad operare senza gli strumenti essenziali anche per le minime necessità. Queste difficoltà vengono scaricate inevitabilmente sui lavoratori che restano gli unici front office con i cittadini utenti. I Servizi Postali sono ormai abbandonati alla deriva – ha concluso Elefante – e questo rischia di alimentare un inesorabile declino e, soprattutto, di non guardare alle esigenze della clientela.»

Lettera Aperta del sindacato I.S.A. – I DIVERSAMENTE ABILI FANNO PARTE DEL NOSTRO MONDO

Auguri Diversamenti Abili (2)

Di questo mondo sindacale, fanno parte anche i diversamente abili ed è a loro che va la nostra ammirazione e attenzione. Vogliamo ricordare a tutte le Amministrazioni Comunali, alle ASP, alla Regione Siciliana e agli organi competenti, di verificare e controllare tutte le strutture che hanno convenzioni per prestazioni e servizi di assistenza socio sanitaria e se queste vengono regolarmente tutte effettuate. Oggi notiamo una guerra sotterranea tra le associazioni, centri e case di accoglienza sul territorio siciliano e in particolar modo sui numeri degli assistiti. Ci chiediamo se vengono regolarmente riconosciuti tutti i diritti ai lavoratori, se sono controllati i mezzi che trasportano i portatori di handicap, se sono veramente a norma e idonei i locali utilizzati anche come mense, se sono in regola con la contabilità? Ne approfittiamo nel formulare gli auguri a tutte le famiglie dei sordi, dei non vedenti e dei muti e tutti quei portatori di qualsiasi handicap”.

Scroll To Top
Descargar musica