19-07-2018
Ti trovi qui: Home » Società (pagina 20)

Archivio della categoria: Società

FESTA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO

La carovana dell’antimafia iblea si è messa in moto anche quest’anno per l’organizzazione della “Festa della Memoria e dell’Impegno 2014”. La proposta partita da Libera-associazioni, nomi e numeri contro le mafie, è stata raccolta dalla Consulta Studentesca Provinciale, dalla Pastorale Giovanile della Diocesi di Ragusa e da alcune associazioni giovanili ragusane (Generazione Zero, Youpolis, Agesci) che si sono messe al lavoro, per il secondo anno consecutivo, con la guida dei Professori Tina Petrolito e Giancarlo Griggio. Protagonisti della giornata saranno non solo gli studenti e i giovani provenienti da tutta la Provincia, ma tutti i cittadini e le cittadine che, spinti dai valori della Legalità e dell’Antimafia, avranno il piacere di partecipare “sia passeggiando con noi – dichiarano gli organizzatori – sia mettendo fuori, sui balconi, dei lenzuoli bianchi”. L’iniziativa si svolgerà venerdì 21 Marzo e prevede un corteo (concentramento ore 9.30 al Piazzale degli autobus di Via Zama) che sfilerà per Via Carducci, Viale del Fante, Piazza Libertà, Via Pennavaria e Ponte Vecchio, raggiungendo, così, la sede del Palazzo di Giustizia della città “per testimoniare – sottolinea la Prof. Tina Petrolito – l’adesione della cittadinanza all’impegno dei giudici”. La Festa della Memoria e dell’Impegno si concluderà, dunque, in Piazza San Giovanni con un flash mob e la musica di band locali. “Un importante momento di festa, incontro e condivisione di ideali – ribadiscono gli organizzatori – da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni. La Mafia è una cosa umana e come tale è destinata a finire, ma solo se ci impegniamo a combatterla nelle piccole battaglie quotidiane”.
Giovanni Falcone

Sel, Marina di Ragusa: “Che fine ha fatto il cimitero sulla spiaggia?”

Da giorni Sinistra, ecologia e libertà insiste sull’opportunità di verificare se il terreno un tempo cimitero della vecchia Mazzarelli sia una proprietà del Comune di Ragusa. Scrive Sel: “Qualcuno in città comincia a chiedersi che fine abbia fatto il vecchio cimitero di Marina. Un tempo posizionato sulla spiaggia alla fine del Lungomare Andrea Doria. Quel pezzo di terra di 2.200 metri quadrati è ancora di proprietà del Comune di Ragusa? E se lo fosse, come qualcuno sostiene, quale sarebbe l’uso migliore che se ne do-. vrebbe fare? All’amministrazione chiediamo – scrive Sel – di verificare e censire le sue proprietà e, successivamente, di renderle pubbliche. Un’operazione di trasparenza che potrebbe portare al riuso di proprietà ormai abbandonate o sconosciute al Comune stesso”.
marina-di-ragusa

LA SENATRICE PADUA IN VISITA AL CAMPO ROM DI GIUGLIANO

La senatrice del Pd, Venera Padua, in qualità di componente della Commissione per la tutela dei diritti umani, ha visitato, in delegazione, assieme, tra gli altri, ad una pediatra della Federazione italiana medici pediatri, il campo Rom di Madonna del Pozzo a Giugliano, in provincia di Napoli. “Le condizioni in cui vivono da un anno circa 400 persone, di cui la metà bambini – afferma la Padua – sono molto al di sotto della soglia minima di dignità, abbandonate a loro stesse in un’area, all’interno della Terra dei Fuochi, circondata da discariche e fortemente contaminata”. Padua condivide le perplessità espresse dal senatore del Pd Luigi Manconi, presidente della commissione, con cui, oltre a evidenziare l’irresponsabilità della scelta di collocare un’area di sosta “attrezzata” per 75 famiglie in un luogo evidentemente pericoloso per la salute, ha potuto verificare direttamente lo stato di totale abbandono in cui versano centinaia di bambini che non frequentano la scuola né sono seguiti a livello sanitario. “Siamo di fronte a una situazione gravissima – dice ancora la senatrice Padua – una vergogna intollerabile per il nostro Paese”.
Venera  Padua new 2

CRESCE “PULIAMO RAGUSA” ANCHE GRAZIE A FACEBOOK

Quando le buone pratiche diventano “viral”, anche grazie ai social network. Quindici interventi di pulizia nell’arco di un mese. Un esperimento di civiltà, come chiaramente è indicato sulla pagina facebook che ha già raggiunto un migliaio di “like”. “PuliAmoRagusa” fa tappa in diverse zone della città. L’ultimo appuntamento, sabato, è stato nella zona del Marsala, dove sono stati raccolti dodici sacchi neri di spazzatura. Presenti una dozzina di volontari. Venerdì era toccato alla zona di viale Adelia Melilli, prolungamento di viale dei Platani. Dieci volontari, quindici sacchi raccolti. E il numero di chi decide di fare qualcosa cresce insieme all’entusiasmo e alla consapevolezza che la bellezza della città dev’essere salvaguardata da tutti. Domenica un nuovo appuntamento, dalle 15 alle 16, nella zona dell’ex Palapianetti. E poi mercoledì, stessa ora, nella zona del Barbecue. Una tappa importante sarà il 5 e 6 aprile. Alcune associazioni, tra cui Comitato “Cava Santa Domenica”, Kalura, Amunì, insieme ai volontari spontanei di “PuliAmoRagusa” saranno impegnate per ripulire, dalle 9 alle 18, la zona della vallata Santa Domenica, Largo San Paolo e Cava Gonfalone. E’ un’iniziativa aperta a tutti i cittadini, come spiega Federica Farnisi, promotrice dell’iniziativa “PuliAmo Ragusa”.
1559063_10203348349411565_1290160394_o

Iniziativa dei Forconi FERMIAMO LE ASTE

I “Forconi” con a capo Mariano Ferro ed i movimenti aderenti al comitato “fermiamo le aste” si sono raccolti numerosi nella giornata di sabato all’ingresso di Scicli per solidarizzare in segno di vicinanza alla signora Melissa, che sta per essere epropriata della sua casa perchè venduta all’asta per un importo “miserevole”. “A tutto ciò i forconi ed i movimenti aderenti al comitato dicono basta. Saremo ovunque questi fenomeni si manifestano – si legge in una notaper evidenziare che necessitano segnali inequivocabili da parte del legislatore al fini di porre rimedio a questa macelleria sociale. Ovviamente le aste danno uno spaccato della drammaticità che vive il comparto economico imprenditoriale del nostro territorio con ricadute sociali devastanti. Avvieremo tutto quanto possibile al fine di far risaltare la gravità di questa piaga sociale”.
movimento_forconi_bandiera_N

Corso di caseificazione in carcere

Con un’ottima partecipazione si è concluso il terzo progetto dedicato alla lavorazione del latte e dei suoi derivati dedicato ai soggetti limitati nella libertà presso la casa circondariale di Ragusa. Un progetto che si è rivelato essere un buon mezzo di crescita culturale e sociale. L’iniziativa è stata voluta dai Club Rotary dell’area iblea: Ragusa, Vittoria, Comiso, Modica, Pozzallo-Ispica, con capofila il club Ragusa Hybla Heraea.
I corsisti con il professore

ACCESSO ALLE SPIAGGE PER I DIVERSAMENTE ABILI

Miglioramento dell’accessibilità alle spiagge da parte dei soggetti diversamente abili: è stato questo l’argomento oggetto di un confronto svoltosi in sala Giunta, a Ragusa. Presenti l’Assessore comunale con delega alla pianificazione territoriale, Giuseppe Dimartino, rappresentanti del comitato “Ragusa contro le barriere”, il dirigente del Demanio Marittimo di Siracusa e Ragusa, Dott. Salvatore Petrilla ed il presidente regionale della Fiba (Federazione Italiana Imprese Balneari), Dott. Antonello Firullo. Nel corso della riunione è stato concordato che entro l’avvio dell’estate dovrebbero essere disponibili nuovi accessi alle spiagge iblee per i soggetti diversamente abili e sono state altresì definite le relative modalità costruttive delle strutture per la fruizione degli arenili. Affrontata anche la questione dei camminamenti per una più agevole fruizione delle spiagge libere a tutti gli utenti nel corso dell’intero anno. Il confronto ha dato modo alle parti di sviluppare l’argomento del diritto di passaggio per il raggiungimento della battigia da parte dei disabili per quanto riguarda gli stabilimenti balneari, nonché della necessità di una tempistica più rapida in merito al rilascio delle autorizzazioni per la realizzazione di nuovi accessi da parte del Demanio Marittimo.
scivola mare  disabili

Associazione Italiana Maestri Cattolici

Questo sabato alle ore 17 a Modica nel salone della Madonna delle Grazie il professore Bellingreri tratterà il tema “La cura genitoriale e la scuola”. Il professore riafferma la necessità che la famiglia si riappropri del suo insostituibile ruolo educativo imperniato sull’affettività, riconoscendo alla scuola la funzione di acculturazione specifica, senza sovrapposizioni né deleghe.
festa_famiglia

IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE NAPOLITANO PER LA MORTE DI GIOVANNI ROSSINO

Verrà pubblicata un’opera che racchiuderà gli scritti, gli articoli e l’attività parlamentare dell’onorevole Giovanni Rossino. Ad annunciarlo nel corso della cerimonia funebre presso l’ex Camera del Lavoro di Scicli è stato il presidente del Centro Studi Feliciano Rossitto, Giorgio Chessari, che ha tracciato un lungo e dettagliato ricordo dell’esponente del Partito Comunista Italiano scomparso questa settimana. Grazie alla collaborazione della moglie e della figlia che metteranno a disposizione la sterminata collezione personale dell’onorevole Rossino verrà pubblicato un volume che si annuncia già ricco di contenuti culturali. Un attestato di stima, tra i tanti che sono arrivati alla famiglia in questi giorni tristi, è arrivato direttamente dal Quirinale. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha conosciuto personalmente Giovanni Rossino durante la sua attività parlamentare dal 1976 al 1987, ha scritto alla famiglia. Questo il testo della missiva presidenziale: “Il Presidente della Repubblica ha appreso con animo commosso la notizia della scomparsa dell’On. Giovanni Rossino, politico ed intellettuale stimato e generoso che ha dedicato il suo impegno culturale e civile al servizio dello Stato e delle Istituzioni. Il Capo dello Stato – si legge nel telegramma del Quirinale – invia a Lei, gentile signora, a Sua Figlia e a tutti i familiari le più sentite condoglianze alle quali unisco le mie personali”. Firmato Donato Marra, segretario generale Presidenza Repubblica. Un cordoglio che testimonia e sottolinea il valore della vita e della condotta morale e politica di Giovanni Rossino.
giorgio-napolitano1

Festa grande a Donnalucata

Donnalucata, frazione marinara di Scicli nota come “il lungomare di Montalbano”, ospiterà questo fine settimana l’anticipo della Cavalcata di San Giuseppe, manifestazione iscritta al Registro delle Eredità Immateriali della Regione Siciliane. A partire da questo venerdì si aggiungerà “Gusto mare nero”, evento organizzato in collaborazione con gli abitanti del borgo marinaro e con alcuni pescatori. Gustando l’Impanata di Seppia, tipica di Donnalucata, i visitatori riscopriranno antichi sapori sapientemente custoditi nella memoria degli abitanti del borgo marinaro. Immancabile la Fiera Mercato, in Piazza Merano, luogo di incontro fra i visitatori, i residenti e i venditori, pronti ad assecondare i gusti di tutti coloro che amano intrattenersi fra i colori e i suoni delle bancarelle. Il raduno della Cavalcata di San Giuseppe avrà luogo sabato 15 alle ore 16, e lo spettacolo, da non perdere, costituito dai cavalli bardati avrà inizio alle 18 dello stesso giorno. La Fiera Mercato e Gusto mare nero proseguiranno per tutta la giornata di domenica, giornata dedicata alla festa solenne di San Giuseppe, Patrono di Donnalucata, organizzata dalla Parrocchia Santa Caterina da Siena.
donnalucata

Salvataggio di Sampieri: attestati di benemerenza a Garofalo, Roccasalva e Proietto

Sindaco premia Garofalo e RoccasalvaIn seguito al salvataggio di numerose persone, durante il drammatico sbarco di immigrati a Sampieri lo scorso 30 settembre, nel corso del quale hanno perso la vita tredici persone, il Sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, ha conferito un attestato di benemerenza ai signori Giuseppe Garofalo, Davide Roccasalva e Alberto Proietto, per aver offerto un fondamentale contributo nel salvataggio di numerose vite umane. Nell’attestato è riportata la seguente frase: “Per il significativo contributo umanitario fornito nel soccorso degli immigrati in località Sampieri”. Già lo scorso 11 ottobre, proprio per il medesimo soccorso in mare, il Sindaco aveva conferito un attestato di benemerenza al Maresciallo dei Carabinieri Carmelo Floriddia.

IL DESTINO E L’ONESTA’

fratellanzaSulla strada Ragusa-Catania, troppo spesso teatro di incidenti mortali, lunedì pomeriggio sono accaduti due piccoli miracoli. Il primo, un incidente scampato per un soffio. Il secondo, una borsa con soldi, documenti, chiavi, carte di credito e bancomat, persa sul ciglio della carreggiata e ritrovata da un cittadino marocchino che si è fatto in quattro per trovare il suo proprietario e restituirla. Da questa storia è nata una amicizia, fra due coniugi ragusani, Giancarlo Griggio, docente in pensione, e la moglie Pina, e un cittadino marocchino residente a Scicli, fautore del gesto di estrema onestà. Le vite di queste tre persone si sono incrociate sulla strada 514. “Lunedì pomeriggio io, mia moglie e mio figlio tornavamo da Catania – racconta Griggio – e giunti al chilometro 28, una macchina che andava in direzione opposta alla nostra, verso Catania, ha fatto un azzardato sorpasso di un camion. Per miracolo non ci siamo scontrati, grazie a una lunga frenata sono riuscito ad evitare lo scontro. Chi ha fatto il sorpasso non è nemmeno sceso dal veicolo per chiederci scusa”. La famiglia ragusana ha vissuto un grande spavento, consapevole di avere evitato un impatto che avrebbe avuto conseguenze gravissime. “Mia moglie era spaventatissima – ricorda il professore Griggio – e così, aprendo la portiera della macchina, per prendere un po’ d’aria, la sua borsa è caduta sul ciglio della strada”. Solo quando la famiglia Griggio è arrivata a Ragusa, Pina si è accorta di non avere più con sè la borsa. “Siamo tornati sul luogo dell’incidente, ma non c’era più nulla – conclude il professore – e così abbiamo presentato una denuncia ai Carabinieri”. La borsa era finita nelle mani del commerciante marocchino Abdelsalam Dennahi. “Vado molto piano in macchina e lunedì, mentre tornavo da Vizzini ho visto la borsa per terra, mi sono accostato e l’ho presa”, racconta. Dennahi ci ha messo un giorno per trovare il numero di telefono di casa Griggio. “Quando ci ha telefonato siamo rimasti sorpresi – racconta il professore – e ho voluto rendere pubblica questa storia per ricordare agli italiani che ci sono cittadini onesti, ovunque, e di qualunque nazionalità”. I Griggio volevano offrire una ricompensa a Dennahi, ma il marocchino, cortesemente, ha rifiutato.

Sel ricorda Giovanni Rossino

“Sinistra Ecologia Libertà inchina le proprie bandiere in memoria di Giovanni Rossino, storico dirigente del Partito comunista italiano, già sindaco di Scicli e parlamentare della Repubblica unanimemente riconosciuto per il massimo rigore intellettuale e morale. Rossino è stato per lunghi anni artefice di battaglie politiche a favore dei più deboli e meno fortunati. In tal senso vogliamo ricordare che, alla fine degli anni ’50, Rossino fu tra quei giovani che illustrarono a Pasolini, e a molti altri intellettuali italiani, le drammatiche condizioni in cui vivevano gli aggrottati di Scicli. E fu proprio a seguito di un grande movimento popolare, caratterizzato da battaglie politiche e dalla solidarietà del mondo della cultura, che gli aggrottati di Chiafura ottennero un alloggio”. Sel esprime alla consorte, alla figlia e a tutti i familiari le condoglianze di tutto il partito.
rossino

UNIONI FAMILIARI IN CRISI

Ritorna a Comiso, ospite del teatro Spazio Naselli, il master formativo “Genitori e figli – istruzioni per l’uso” che promuove la cultura della famiglia e favorisce la comunicazione tra i suoi componenti. Mercoledì pomeriggio, 12 marzo alle ore 17, sarà la volta della nota psicologa Silvia Vegetti Finzi che parlerà sul tema “Unioni familiari in crisi: quali emozioni vivono i figli”. Obbligatoria la prenotazione. Per info: 0932/731026.
festa_famiglia

MANTELLINE ANTI PIOGGIA E CAPPELLINI AGLI SCOLARI DI PEDIBUS RAGUSA

DSCF8447Il Progetto Pedibus Ragusa ha riscosso, dopo pochi mesi dal via, un grande successo vista l’adesione di diverse scuole elementari della città. Gli istituti “Mariele Ventre”, “Palazzello”, “Paolo Vetri” e “Cesare Battisti” hanno infatti dato vita complessivamente a nove linee del servizio di accompagnamento degli scolari che, guidati da tutor volontari, percorrono a piedi il tragitto casa-scuola-casa. Sabato mattina il Sindaco Federico Piccitto, Ernesto Turla del Comitato Pedibus Ragusa, Antonio Merli dell’associazione “Amunì” e diversi soci dello stesso sodalizio, hanno promosso alcuni incontri presso gli istituti “Mariele Ventre”, “Palazzello” e “Cesare Battisti”. Ai bambini che formato le nove linee di Pedibus Ragusa sono stati consegnati dei cappellini e, offerti dall’Amministrazione Comunale, mantelline anti pioggia. Antonio Merli dell’associazione Amunì ha colto l’occasione per invitare i bambini a partecipare domani, domenica 9 marzo, alle 10.30, in Piazza San Giovanni alla passeggiata della solidarietà promossa per raccogliere fondi a favore di Mariella Russo, una giovane ragusana affetta da una grave malattia per la cui cura si richiedono spese non indifferenti.

Movimento Sicilia Libera

sicilia liberaConvegno venerdì 14 marzo alle 19,30 al Bar City presso la Villa Margherita a Ragusa sul tema: audeterminazione dei popoli. Per Info: 347 1579077. La serata è organizzata dal Centro studi naturalistici Nazione Siciliana.

Iniziative 8 marzo a Vittoria con l’associazione “Donne a Sud”

locandina 8 marzoArchiviato con successo il progetto formativo “Un codice rosa contro la violenza alle donne” organizzato in sinergia con l’Asp di Ragusa, anche quest’anno in occasione della Giornata Internazionale dedicata alla donna l’associazione “Donne a Sud” organizza un momento di condivisione e di riflessione sui temi dei diritti dell’universo femminile. L’appuntamento è per sabato 8 marzo a partire dalle 17.30 al Chiostro delle Grazie di Vittoria con il cocktail letterario “Spunti di pensiero al femminile”. L’iniziativa, organizzata con la collaborazione della Libreria Bixio64, prevede interventi tra cui una relazione sul tema dell’educazione di genere a cura della prof.ssa Grazia Priulla, docente di sociologia dell’Università di Catania. Spazio poi al teatro, con l’attrice Tiziana Bellassai, alla musica con Naomi Bonì e Marianna Cutraro, e alle poesie di Carolina Marangio vincitrice della prima edizione del concorso “Memorial Fanny Bufalini Baroni” nella categoria “Giovane Promessa della Poesia”. Nel corso della serata l’artista Jenny Avola esporrà alcune delle sue opere e Amnesty International di Ragusa illustrerà l’iniziativa “Dillo con un fiore” partita su tutto il territorio nazionale dal 23 febbraio. In chiusura un aperitivo e il flash mob in Piazza del Popolo curato e organizzato dalla professoressa Arianna Piermattei.

Carnevale di Chiaramonte Vince il carro Sognando l’America

Nonostante il maltempo che ha flagellato Chiaramonte negli ultimi tre giorni, il Carnevale edizione 2014 è andato in archivio con un successo inaspettato. Il successo coinvolgente dei giovani che, impegnati nella realizzazione dei quattro carri allegorici, hanno animato l’intera comunità cittadina con un entusiasmo e un’attenzione che non si riscontrava da tempo. “Non vogliamo immaginare – dice il sindaco Vito Fornaro – cosa sarebbe potuto accadere se non avesse piovuto e se la situazione climatica fosse stata più favorevole. Ad ogni modo, però, va bene così proprio perché abbiamo avuto modo di vedere con quanta passione ben cinquecento ragazzi hanno vissuto in aggregazione questi momenti di preparazione al Carnevale. E anche martedì sera, durante la manifestazione conclusiva che abbiamo dirottato al palazzetto del villaggio Gulfi per evitare ulteriori problemi legati alle condizioni climatiche, hanno accettato di buon grado la decisione, dimostrando un grado di coesione che fa loro senz’altro onore per le doti spiccate di maturità che sono riusciti a mettere in campo”. Lo stesso sindaco, il vice Laura Turcis, con gli assessori Alessandro Cascone e Salvatore Vargetto, dopo l’esibizione dei gruppi mascherati sul parquet, hanno presenziato all’apertura delle buste che nella giornata di lunedì erano state predisposte dai giurati. Il carro vincitore è stato “Sognando l’America”, con 140 voti, a cui è andato il premio in denaro pari a 3.800 euro. Secondo posto per il carro “Figli dei fiori” con 131 voti e un premio in denaro di 3.200 euro. Terzo posto per “Che circo quest’Italia” che ha ottenuto 120 voti e a cui è stato attribuito il premio di 2.500 euro. Infine, ultima posizione per “Hollywood Ciac si sfila” con 108 voti e il premio di 2.200 euro. “Mi corre l’obbligo di ringraziare – continua il sindaco Fornaro – tutti coloro che hanno reso indimenticabile questa edizione del Carnevale, a cominciare da questi meravigliosi ragazzi che sono stati coordinati da Raffaele Catania. Poi, le forze dell’ordine, la polizia municipale e la Protezione civile con il gruppo Alfa, gli operai del Comune. Arrivederci all’edizione 2015 del Carnevale di Chiaramonte Gulfi”.
Sognando l'America

Un carnevale educativo nel segno dell’intercultura

È stata senza dubbio una festa molto particolare quella che ha coinvolto due classi della scuola Media “Vann’Antò” di Ragusa. Circa cinquanta alunni, infatti, hanno accolto l’invito rivolto loro dai responsabili del progetto “Vivere la Vita” per richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale. Un invito per condividere le feste di carnevale insieme ai 19 ospiti, tra donne e bambini, presenti nella struttura di via Carducci. Una festa fatta di giochi e di maschere, senza dubbio, ma anche di momenti di riflessione. Il progetto è gestito per conto del Comune di Ragusa, dalla cooperativa sociale “Il Dono”. Ogni protagonista della festa indossava una lettera dell’alfabeto italiano. Il gioco consisteva nel creare nomi e parole nel più breve tempo possibile. Un modo per potenziare anche le competenze in lingua italiana delle ospiti e dei piccoli bambini presenti in struttura. A svolgere il ruolo di educatori, questa volta, sono gli stessi alunni delle classi II B e III C. Un buffet di dolci preparati dagli stessi genitori degli studenti ha completato la festa.
carnevale 2014 stampa

DONATI GLI ORGANI DI MARIA GRAZIA VITALE

Maria Grazia non c’è più, la 46enne ragusana mamma e moglie esemplare di Angelo, Vigile del Fuoco, è deceduta domenica dopo essere entrata in coma irreversibile. I familiari, affranti dal dolore, hanno compiuto un gesto d’amore dando l’assenso all’espianto degli organi. Altri che soffrono potranno avere la possibilità di vivere e terranno vivo il ricordo di Maria Grazia. La giovane, sposata e mamma di 2 figli, Giovanni e Eliana, è stata colpita da un malore domenica scorsa e si trovava ricoverata nel reparto di Rianimazione del Garibaldi a Catania. I dottori del nosocomio catanese si sono attivati contattando il Centro Regionale trapianti per ricercare i potenziali riceventi. La sfortunata vicenda ha registrato un grande coinvolgimento di tutti i familiari e gli amici della giovane donna, ed infatti, durante le procedure di espianto multiplo, si teneva una veglia di preghiera. Gli amici del Moto club Vigili del fuoco Ragusa si stringono al marito Angelo ed ai familiari di Maria Grazia e in una nota scrivono: “I suoi organi donati faranno vivere chi aveva perso la speranza in un futuro migliore. Questo è il segno evidente della vittoria della vita sulla morte che, per quanto dolorosa sia, porta sempre con sè il segno dell’eternità”.
MARIA GRAZIA

Scroll To Top
Descargar musica