22-03-2019
Ti trovi qui: Home » Società (pagina 20)

Archivio della categoria: Società

UNIONI CIVILI A RAGUSA

“A circa due mesi dall’approvazione del Registro comunale delle unioni civiliUnioni civili chiediamo a che punto sono le norme di attuazione dello stesso. In quale ufficio comunale è collocata la sede del registro? Dove devono recarsi le coppie conviventi che abbiano intenzione di iscriversi? Dove è raccolto il materiale informativo? In quale ufficio è possibile trovare del personale preposto a dare consulenza in merito ai diritti civili dei conviventi e agli ambiti di applicazione del registro?”. Sono questi gli interrogativi che pone A Sinistra Ragusa, che invita la amministrazione comunale, la quale “ha accolto le istanze derivanti dalla petizione popolare in merito, a dar seguito, in tempi celeri e definiti, a quanto sopra richiesto”.

 

Salta l’incontro con Enzo Bianchi

A causa dell’improvvisa indisponibilità di padre Enzo Bianchi, enzo bianchil’organizzazione del master formativo “Genitori & Figli – istruzioni per l’uso” si vede costretta ad annullare l’incontro in programma mercoledì pomeriggio alle 17 al teatro Spazio Naselli di Comiso. L’assenza dell’importante ospite non permette infatti di creare un programma alternativo. L’incontro con Bianchi è posticipato: verrà riprogrammato a maggio.

 

PADRE ENZO BIANCHI MERCOLEDI’ A COMISO

enzo bianchiSi conclude con un ospite d’eccezione il secondo ciclo del master formativo promosso dall’associazione “Genitori e figli – istruzioni per l’uso”, organizzato a Comiso dalla omonima associazione siciliana. Sarà infatti padre Enzo Bianchi, priore della comunità monastica di Bose e noto opinionista, l’ultimo ospite del master formativo dedicato ai genitori e in programma mercoledì 9 alle ore 17 al teatro Spazio Naselli di Comiso. Bianchi parlerà sul tema “Il romanzo della vita familiare, passioni e ragioni del vivere insieme”. Fondatore della comunità di Bose, nata nel 1968, padre Bianchi ha creato nel 1983 la casa editrice Edizioni Qiqajon. Ha ricevuto una laurea honoris causa in “Storia della Chiesa” dall’Università di Torino. È opinionista e recensore per i quotidiani La Stampa, La Repubblica e Avvenire.

 

RAGUSANI NEL MONDO IN AUSTRALIA NUOVE OPPORTUNITA’

Interessanti primi sviluppi di una missione culturale in Australia, promossa dalla Rete Regionale dei Musei dell’Emigrazione, cui collabora anche l’Ass. Ragusani nel Mondo. Venerdi mattina una delegazione siciliana, della quale facevano parte il prof. Marcello Saija, Direttore della stessa Rete, il direttore dell’Associazione Ragusani nel mondo Sebastiano D’Angelo, l’Arch. Carlo Corallo, il pres. della famiglia Siciliana Giuseppe Cannata, l’Avv. Max Petterlin, avvocato di origine sicula e rappresentante dell’Associazione dei Siciliani d’Australia, è stata ricevuta al Comune di Melburne.10171748_10203281907946046_1616510719_nA fare gli onori di casa l’uomo d’affari Peter Gleason, oramai famoso a Ragusa per avere organizzato nello scorso mese di febbraio la festa del proprio compleanno, invitando decine di amici australiani di madre lingua, rimasti affascinati dalle suggestioni offerte dal barocco ibleo. In quella circostanza Peter aveva promesso all’Associazione, ed al sindaco di Ragusa nel corso di un ricevimento al Comune, che avrebbe fatto da pontiere insieme con i ragusani di Melbourne per creare un rapporto di proficua collaborazione con il comune di Melbourne. La delegazione ha consegnato alla signora Beverley Pinder-Mortimer, assessore agli Affari Culturali e alle arti della metropoli, una lettera ufficiale del Sindaco Piccitto. Il meeting ha costituito utile occasione per verificare, alla presenza di manager e funzionari del Comune di Melbourne, le possibilità di cooperazione fra le due città. Sono state messe a disposizione della comunità iblea varie opportunità, ed in particolare per i tanti giovani ragusani che lasciano le città iblee per cercare nuove opportunità di lavoro in Australia. Ma il Comune di Melbourne potrà favorire anche scambi culturali e eventi artistici, nell’ambito di una futura progettualità che passerà attraverso le varie associazioni di siciliani costituite nella metropoli australiana. Il fenomeno della nuova ondata migratoria di giovani iblei, a volte di interi nuclei familiari, sta assumendo il carattere di una vera nuova epopea, e sono centinaia oramai gli iblei che hanno deciso di voltare pagina, inseguendo in una terra lontana quella sicurezza di vita che il nostro territorio non è in grado di dare. Un fenomeno di proporzioni crescenti che non puo’ non preoccupare e che di certo rappresenta una amara sconfitta per l’Italia, e, nello specifico, per la nostra Provincia. Fervono a margine della missione culturale incontri e convegni, proiezioni di film ed anche occasioni di incontro sociale all’insegna della buona cucina ragusana. I Convegni e le proiezioni vedono impegnato il prof. Saija e il regista Luca Vullo presso svariate università, il Museo civico Italiano e il Club Eoliano, mentre domenica pomeriggio all’Ibleo Social Club ci sarà uno spettacolo di canti e poesie curato dallo stesso direttore della Rete Regionale dei Musei dell’Emigrazione. Il programma sarà replicato la prossima settimana a Sydney.

 

 

 

Incontro con don Di Noto ai Salesiani

Venerdì 4 aprile, alle 19,30,  al Teatro Don Bosco di Ragusa, si terrà Senza titoloun incontro con don Fortunato Di Noto, fondatore di Meter. Il tema sarà: “Facebook, youtube, twitter, i nuovi maestri? Amore, sesso, amicizia al tempo di internet”. L’iniziativa è promossa dall’Oratorio salesiano e dall’associazione Salesiani Cooperatori.

GIORNATA MONDIALE DELL’AUTISMO

Venerina PaduaLe persone autistiche sono ragazze e ragazzi, sono donne e uomini, che hanno gli stessi diritti di tutti gli altri: il diritto allo studio, il diritto al lavoro, il diritto alla salute, il diritto alla felicità, come ha ogni altro essere”. Lo ha detto, in un intervento in Aula, la senatrice del Pd Venera Padua, componente della commissione Sanità, in occasione della VII Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo. “Dobbiamo crescere tutti in questa consapevolezza – aggiunge la senatrice – accompagnare i genitori, sostenere le famiglie, educare la comunità, così come ci è stato ricordato ieri con l’accensione di una luce blu sui principali palazzi istituzionali in tutta Italia, proprio allo scopo di accendere una luce nelle nostre coscienze e nei nostri cuori”. L’autismo, com’è noto, è una sindrome comportamentale causata da un disordine dello sviluppo biologico determinato, con esordio nei primi anni di vita, che si configura come una disabilità permanente che accompagna il soggetto nel suo intero ciclo vitale. “Anche noi abbiamo responsabilità importanti – ha sottolineato all’Aula la senatrice Pd – e proprio per questo in commissione Sanità stiamo elaborando un disegno di legge che oggi arriverà, nel suo testo base, speriamo condiviso da tutti. Ecco perché rivolgo un appello a quest’assemblea – ha concluso la senatrice del Pd Venera Padua presentando un disegno di legge sull’autismo – perché si trovino, insieme, quelle risposte sociali e non solo mediche, che sono dovute a queste persone”.

“HAPPY” MADE IN RAGUSA

happy 9

C’è anche un pizzaiolo acrobatico e perfino un’intera squadra di nuoto sincronizzato. E poi tanta, tantassima gente comune fermata per caso, in strada, nelle piazze, a lavoro, pronta a mettersi in gioco e a ballare Happy dinnanzi l’obiettivo della giovane fotografa Leandra Russo, regista, con la collaborazione dell’aiuto regista Federico La Cognata, del video tutto ragusano dedicato all’ormai famosa canzone di Pharrell Williams che ha contagiato migliaia di persone in varie città del mondo. E anche il capoluogo ibleo non è stato da meno. Frutto della sintesi di ben 204 scene girate in una sola settimana, soprattutto nel centro storico di Ragusa superiore, tra piazza San Giovanni e via Roma, ma anche a Ibla, Marina di Ragusa e al Castello di Donnafugata, l’happy made in Ragusa arriva online su Youtube e sui canali social come Facebook e Twitter. Centinaia i giovani e meno giovani che hanno ballato al ritmo del brano del cantante statunitense, improvvisando a volte improbabili passi di danza o simpatiche scenette. Ma in gioco si sono messi anche alcuni giovani artisti iblei ed ancora associazioni e scuole di ballo. In scena anche una scuderia equestre. Il video si apre con alcune riprese realizzate nel labirinto del Castello di Donnafugata con i giovani attori cabarettisti Giosè e Nando Chessari, ma nelle varie sequenze è facile riconoscere pure i ballerini del centro danza Libellula, alcuni performers di hip hop, i “camminatori” dell’associazione Amunì, le atlete della squadra di nuoto della polisportiva Zenion. Tra gli special guest c’è l’attore Angelo Russo, noto a tutti perché interpreta l’agente Catarella nella fiction de “Il commissario Montalbano”e padre della regista. A supportare l’iniziativa spontanea anche altri giovani tra cui i componenti dell’associazione Youpolis.

Assemblea Unione ciechi Ragusa

L’appuntamento per la 60esima assemblea provinciale dell’Uic è per sabato 5 aprile, alle 10, presso la sede di via Fucà, a Ragusa.
uic logo

Gli studenti del Campailla donano cinque opere al “Maggiore

ospedale maggiore modicaNella mattinata di sabato sono state collocate, in cinque reparti dell’Ospedale Maggiore di Modica, le opere di CurArte, realizzate dagli alunni del Liceo Artistico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Galilei Campailla” di Modica. L’iniziativa è il frutto di un progetto che ha visto la sinergia dell’ente ospedaliero e del Liceo Artistico.

DIRITTI CIVILI E DEMOCRAZIA MA I DEMOCRATICI DOVE SONO?

unioni civiliSi è svolto venerdì a Vittoria, su iniziativa delle segreterie cittadine di Pd e Sel, un incontro pubblico su “Diritti Civili e Democrazia”. L’iniziativa, voluta fortemente dall’area Civati di Vittoria – oltre che da Sel – voleva essere una occasione di confronto aperto, anche dai toni forti, ma decisamente schietto e sincero su temi che vengono trattati con timidezza e forte imbarazzo: unioni civili, testamento biologico, ius soli, legge 194 e obiezione di coscienza, procreazione assistita. Nel dibattito sono stati coinvolti Antonella Monastra (Pd), Luigi Carollo (Sel) e Carlo Verri (Lgbt) che, nella loro Città (Palermo) e a livello nazionale, hanno dato e danno tutt’ora un grande contributo alla battaglia per il riconoscimento dei diritti civili. “E in effetti il dibattito c’è stato – spiega Nadia Fiorellini -, stuzzicato e sollecitato dai contributi dei nostri ospiti. Ma un appunto voglio fare al mio partito: i Democratici dov’erano? I democratici di Vittoria hanno parlato esclusivamente attraverso gli interventi del segretario cittadino (doveroso), del segretario provinciale e del sindaco. Purtroppo (ahimè) sappiamo già che le posizioni da loro espresse non sono quelle dell’intero partito, perché allora non si spiegherebbe come mai il regolamento della istituzione del registro delle unioni civili giace da quasi un anno nei cassetti del consiglio comunale, con la paura di portarlo in aula per non spaccare la maggioranza. Ma di cosa stiamo parlando? La verità è che venerdì sera i consiglieri comunali del mio partito hanno perso l’occasione di confrontarsi, davanti a tutti, su temi importanti. Il confronto – spiega la Fiorellini non avrebbe certo modificato le opinioni di ognuno, ma almeno ci saremmo parlati e confrontati con sincerità. Invece no, hanno preferito snobbare ed evitare discussioni”

 

Pedibus

2014-03-29 08.45.32Sabato mattina i bambini delle linee Pedibus della scuola Cesare Battisti di Ragusa hanno trovato ad attenderli a scuola l’assessore alla pubblica istruzione del Comune di Ragusa. L’amministrazione comunale ha dotato i partecipanti al pedibus di pratici poncho anti-pioggia. E’ stata anche l’occasione per presentare la cartellonistica delle 3 linee Pedibus. Attualmente sono 10 le linee Pedibus attive a Ragusa con circa 160 bambini accompagnati … e altrettanti veicoli ‘allontanati’ dai circondari scolastici.

Conferenza sulla cremazione

Le socrem di Ragusa e Modica hanno indetto per sabato 29 alle ore 17,30 presso il palazzo della cultura di corso Umberto una conferenza sul tema della cremazione. Introdurrà Giorgio Iabichella, presidente socrem provincia di Ragusa. Relazione di Augusto Bricola, coordinatore delle socrem siciliane.
cimitero ibla

INTERCULTURA

Ragusa ospiterà dal 23 fino al 30 marzo una delegazione di 7 adolescenti stranieri di diverse nazionalità, che si trovano quest’anno in Italia con un programma scolastico dell’Associazione onlus Intercultura. Questi studenti stanno trascorrendo il loro “anno italiano” in diverse città di altre regioni d’Italia e, grazie ai volontari di Ragusa dell’Associazione, possono conoscere la Sicilia e il territorio di Ragusa, attraverso un fitto programma didattico, turistico e di incontri ed essere ospitati da una famiglia del luogo. Venerdì gli studenti stranieri andranno al Liceo Linguistico di Ragusa per un laboratorio con le terze classi sul tema: “Gli studenti ospiti e ospitanti si raccontano” con conversazione in inglese.
intercultura

LA SCUOLA CONTRO IL RAZZISMO

Gli alunni del Circolo Didattico “Paolo Vetri” hanno scelto la giornata dell’arrivo della primavera e la celebrazione della “Giornata della Memoria e dell’impegno contro tutte le mafie” per promuovere presso il giardino dello stesso istituto scolastico un momento di festa e nel contempo di riflessione sul tema del razzismo. La “Scuola contro il razzismo” è stato infatti l’argomento che l’Istituto “Paolo Vetri” grazie ad un protocollo d’intesa con l’associazione “Integra Oriente” ha sviluppato nel corso di alcuni incontri in cui è stata portata avanti un’- attività interculturale. L’Amministrazione Comunale di Ragusa ha mostrato grande interesse al progetto ed è intervenuta presso la scuola. Ad accogliere il Sindaco Federico Piccitto, l’Assessore ai lavori pubblici Stefania Campo, l’Assessore ai servizi sociali Flavio Brafa è stata la dirigente Beatrice Lauretta unitamente ad alcune insegnanti. Il sindaco si è detto felice di potere condividere con i piccoli alunni questo momento in cui le parole accoglienza, speranza, giustizia, solidarietà, pace, legalità, rimarcate dai ragazzi con dei cartelli colorati posti in bella mostra sul prospetto della scuola, hanno dato il senso all’iniziativa che aiuta a formare le nuove generazioni proiettate sempre più verso una società multietnica.
DSCF8568

A Ragusa celebrata giornata contro tutte le mafie

Diverse centinaia di alunni delle scuole superiori della città hanno dato vita questo venerdì a Ragusa alla “Giornata della Memoria e dell’impegno contro tutte le mafie” organizzata, con il sostengo dell’Amministrazione Comunale, dall’associazione Libera, dalla consulta studentesca e da diverse associazioni giovanili. La manifestazione ha preso il via con un corteo formatosi in Via Zama che ha attraversato le principali vie della città ed è giunto in Piazza S. Giovanni, luogo in cui attraverso brevi interventi, slogan, canzoni e musica si è “gridato” un no alla mafia. Di fronte al palco in cui si è esibita una giovane band, un gruppo di studenti con un cartello: “Non tutti i siciliani sono mafiosi non tutti i mafiosi sono siciliani”. Con i ragazzi in piazza Federico Piccitto: “Serve combattere ogni forma di mafia che deve essere contrastata per il rispetto del principio di legalità alla base di ogni civile convivenza”.
DSCF8581

“HAPPY”: ANCHE A RAGUSA SI GIRA IL VIDEOCLIP DEDICATO ALLA FELICITA’

La “Happymania” prende piede anche a Ragusa. Questo sabato a partire dalle ore 16,30 in piazza San Giovanni e poi in via Roma, la giovane fotografa Leandra Russo girerà un videoclip con la base musicale di “Happy” di Pharrell Williams. Come già accaduto in tante altre città del mondo, anche a Ragusa si girerà dunque il videoclip dedicato alla felicità. Saranno giovani e meno giovani i protagonisti del video. Senza alcun limite di età, ma con tanta voglia di divertirsi e di mettersi in gioco, sarà chiesto di ballare brevemente alcuni spezzoni della musica del noto artista statunitense. “Ogni scena durerà circa 5 secondi dunque non deve esserci alcun timore nel presentarsi dinnanzi la videocamera – spiega Leandra Russo che curerà la regia del videoclip con la collaborazione di Federico La Cognata – Basta lasciarsi andare, buttarsi, ballare un po’ al ritmo di Happy. Più siamo, meglio è, dunque invitiamo tutti a venire, a coinvolgere anche amici e parenti per realizzare il maggior numero di scene da inserire poi in fase di post produzione”. Domenica mattina appuntamento a Ragusa Ibla e nel pomeriggio a Marina di Ragusa. L’iniziativa spontanea ha già avuto il sostegno di altri giovani tra cui i componenti dell’associazione “Youpolis”.
happy ragusa

LA CASA E’ DI MELISSA

Duecento militanti del popolo dei forconi con a capo Mariano Ferro assieme al comitato “fermate le aste” hanno impedito che Melissa, una donna di Scicli, venisse buttata fuori dalla sua casa, sfrattata con procedimento esecutivo per non essere riuscita a pagare tutto il mutuo (il debito residuo è di poche migliaia di euro) contratto anni prima. Melissa è separata, con figli, e svolge lavori occasionali. Scrivono i forconi: “Vogliamo impedire che Melissa diventi un rifiuto sociale, anche perchè la storia di Melissa è la storia di tanti altri che non riescono a trovare la strada di un pieno affrancamento e di un riscatto sociale. L’atteggiamento di chiusura da parte delle banche, la drammatica situazione in cui versa il comparto imprenditoriale e la conseguente emorraggia di posti di lavoro stanno determinando una miscela esplosiva – scrivono i Forconi – i cui effetti sono difficili da preventivare. In questo contesto dobbiamo denunciare la totale assenza della politica, delle associazioni di categoria e dei sindacati, tutti protesi – scrivono i Forconi – in uno sforzo di autoconservazione. Questo disastro era stato denunciato dai “forconi” già da tempo, oggi sensibilità diverse si sono unite a noi nella lotta, siamo compiaciuti di tutto questo convinti che solo un percorso condiviso potrà dare i risultati auspicati”.
forconi-a-scicli

FESTA DELLA MEMORIA E DELL’IMPEGNO

La carovana dell’antimafia iblea si è messa in moto anche quest’anno per l’organizzazione della “Festa della Memoria e dell’Impegno 2014”. La proposta partita da Libera-associazioni, nomi e numeri contro le mafie, è stata raccolta dalla Consulta Studentesca Provinciale, dalla Pastorale Giovanile della Diocesi di Ragusa e da alcune associazioni giovanili ragusane (Generazione Zero, Youpolis, Agesci) che si sono messe al lavoro, per il secondo anno consecutivo, con la guida dei Professori Tina Petrolito e Giancarlo Griggio. Protagonisti della giornata saranno non solo gli studenti e i giovani provenienti da tutta la Provincia, ma tutti i cittadini e le cittadine che, spinti dai valori della Legalità e dell’Antimafia, avranno il piacere di partecipare “sia passeggiando con noi – dichiarano gli organizzatori – sia mettendo fuori, sui balconi, dei lenzuoli bianchi”. L’iniziativa si svolgerà venerdì 21 Marzo e prevede un corteo (concentramento ore 9.30 al Piazzale degli autobus di Via Zama) che sfilerà per Via Carducci, Viale del Fante, Piazza Libertà, Via Pennavaria e Ponte Vecchio, raggiungendo, così, la sede del Palazzo di Giustizia della città “per testimoniare – sottolinea la Prof. Tina Petrolito – l’adesione della cittadinanza all’impegno dei giudici”. La Festa della Memoria e dell’Impegno si concluderà, dunque, in Piazza San Giovanni con un flash mob e la musica di band locali. “Un importante momento di festa, incontro e condivisione di ideali – ribadiscono gli organizzatori – da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni. La Mafia è una cosa umana e come tale è destinata a finire, ma solo se ci impegniamo a combatterla nelle piccole battaglie quotidiane”.
Giovanni Falcone

Sel, Marina di Ragusa: “Che fine ha fatto il cimitero sulla spiaggia?”

Da giorni Sinistra, ecologia e libertà insiste sull’opportunità di verificare se il terreno un tempo cimitero della vecchia Mazzarelli sia una proprietà del Comune di Ragusa. Scrive Sel: “Qualcuno in città comincia a chiedersi che fine abbia fatto il vecchio cimitero di Marina. Un tempo posizionato sulla spiaggia alla fine del Lungomare Andrea Doria. Quel pezzo di terra di 2.200 metri quadrati è ancora di proprietà del Comune di Ragusa? E se lo fosse, come qualcuno sostiene, quale sarebbe l’uso migliore che se ne do-. vrebbe fare? All’amministrazione chiediamo – scrive Sel – di verificare e censire le sue proprietà e, successivamente, di renderle pubbliche. Un’operazione di trasparenza che potrebbe portare al riuso di proprietà ormai abbandonate o sconosciute al Comune stesso”.
marina-di-ragusa

LA SENATRICE PADUA IN VISITA AL CAMPO ROM DI GIUGLIANO

La senatrice del Pd, Venera Padua, in qualità di componente della Commissione per la tutela dei diritti umani, ha visitato, in delegazione, assieme, tra gli altri, ad una pediatra della Federazione italiana medici pediatri, il campo Rom di Madonna del Pozzo a Giugliano, in provincia di Napoli. “Le condizioni in cui vivono da un anno circa 400 persone, di cui la metà bambini – afferma la Padua – sono molto al di sotto della soglia minima di dignità, abbandonate a loro stesse in un’area, all’interno della Terra dei Fuochi, circondata da discariche e fortemente contaminata”. Padua condivide le perplessità espresse dal senatore del Pd Luigi Manconi, presidente della commissione, con cui, oltre a evidenziare l’irresponsabilità della scelta di collocare un’area di sosta “attrezzata” per 75 famiglie in un luogo evidentemente pericoloso per la salute, ha potuto verificare direttamente lo stato di totale abbandono in cui versano centinaia di bambini che non frequentano la scuola né sono seguiti a livello sanitario. “Siamo di fronte a una situazione gravissima – dice ancora la senatrice Padua – una vergogna intollerabile per il nostro Paese”.
Venera  Padua new 2

Scroll To Top
Descargar musica