28-05-2017
Ti trovi qui: Home » Società (pagina 2)

Archivio della categoria: Società

OPHELIA DEI BASSOTTI DELLA KAFARA CONQUISTA IL TITOLO MONDIALE

????????????????????????????????????

Ophelia, per la categoria bassotto nero a pelo duro di sedici mesi, conquista il titolo di campione del mondo al World Winner Show 2016 che si è tenuto a Busto Arsizio. L’evento, tra i più prestigiosi al mondo, ha visto la partecipazione di 450 bassotti provenienti dalla Russia, dalla Spagna, dall’Italia e dalla Germania. Il bassotto, del canile Kafara di Modica e di cui è proprietario Giorgio Amore, è figlia d’arte. Il padre Joker nel 2014 aveva vinto lo stesso titolo a Helsinki in Finlandia.

RAGUSA, ERGON PER PREMIARE GLI STUDENTI PIÙ MERITEVOLI, FIGLI DEI DIPENDENTI DELLA CONSORTILE

ergon-3Si è tenuta ieri al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla la cerimonia di consegna delle borse di studio destinate agli studenti più meritevoli, figli dei circa 1000 dipendenti dell’azienda leader nella distribuzione alimentare in Sicilia. Sono stati 28 i giovani premiati con borse di studio per un valore complessivo di 34 mila euro. La società, che raggruppa i marchi della distribuzione alimentare Interspar, Eurospar, Despar, Ard e Altasfera, sulla base del merito ha individuato gli studenti che nell’anno scolastico 2015-2016 hanno riportato i voti migliori alle elementari, alle medie inferiori e superiori e all’università. Accompagnati dai propri genitori, dipendenti della Ergon, le giovani promesse hanno ricevuto nelle proprie mani una pergamena-ricordo e una busta contenente l’assegno relativo alla borsa di studio ottenuta. Un evento che si carica di un forte ed importante messaggio, rappresentato sul palco dalla dottoressa Concetta Lo Magno, direttrice dell’area marketing dell’Ergon. “Il messaggio che vogliamo lanciare è che se riesci a pensarlo, immaginarlo, allora puoi farlo – ha affermato la Lo Magno – E se lo facciamo insieme, è ancora meglio. Per questo motivo quest’anno abbiamo voluto farci accompagnare dalla famosa canzone dei Coldplay Up&Up e abbiamo tratto ispirazione dal pensiero dell’inventore dei Lego che appunto affermava: se puoi immaginare qualcosa allora puoi realizzarla”. Per la scuola primaria a ricevere la borsa di studio del valore di 500 euro sono stati Giuseppe Cappello, Leonardo Leggio, Aurora Burrafato, Marta Spada, Antonio Vitale, Alessandra Agosta, Rosario Nicosia, Davide Rotondo, Sara Palazzolo, Grazia Maria Vindigni; per la scuola media, con la borsa di studio del valore di 1.000 euro, sono stati premiati Simona Cannata, Giovanni Firullo, Maria Cristina Gennuso, Viviana Dipasquale, Francesca Scollo, Vincenzo Giurdanella, Rachel Giacomarro, Maria Alessia Tidona, Francesco Angelo Tidona, Sara Tumino; per le scuole superiori con la borsa di 2.000 euro Cristiana Rosa, Giada Occhipinti, Luca Salamone, Chiara Vinci, Andrea Bottaro, Cesare Tumino, Giada Pagano, infine borsa di studio di 5000 euro per la sezione laurea è andata a Fabiola Guastella.

Ragusa, quarto anno consecutivo del progetto Pedibus

1-12Il Pedibus di Ragusa, attivo negli anni passati in quattro scuole (Palazzello, Paolo Vetri, Mariele Ventre e Cesare Battisti), è il primo Pedibus attivato in Sicilia a titolo gratuito, con la collaborazione dei genitori che scelgono di far vivere questa esperienza di civiltà ai propri figli e di accompagnarli come tutor. Quest’anno le prime “carovane urbane” dei piccoli camminatori delle scuole iblee ad essere attivate saranno le linee viola ed arancione, rispettivamente nelle scuole Palazzello e Cesare Battisti: le vedremo a partire da lunedì 24 ottobre dirigersi verso i rispettivi istituti scolastici partendo dalla via Sciesa e dalla via Roma. Seguiranno a ruota la linea rossa (Palazzello) e, sempre a novembre, la gialla (Cesare Battisti) dove verranno fatte alcune “corse” di sperimentazione. I bambini ogni giorno vanno a scuola e ritornano a piedi, facendo così tanto esercizio fisico. Ci saranno almeno due adulti che li accompagneranno, si ridurrà il numero delle macchine nei pressi delle scuole durante gli orari di ingresso ed uscita dei bambini con notevole riduzione delle emissioni CO2 nei quartieri. Non si paga per far partecipare i propri figli al Pedibus, che funzionerà anche in caso di pioggia (basterà dotare i propri figli di abbigliamento ed accessori adeguati).

COMUNE DI RAGUSA –  REGOLAMENTAZIONE UNIONI CIVILI

74436639DS004_IsraelIl Settore Affari Generali ricorda che il 5 giugno 2016 è entrata in vigore la legge riguardante la “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze”. Le convivenze di fatto, possono riguardare tanto le coppie eterosessuali quanto coppie omosessuali. Sono conviventi di fatto due persone maggiorenni  non vincolate da rapporti di parentela, affinità o adozione, da matrimonio o da unione civile; unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale; coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso Comune. Sul sito istituzionale del Comune è possibile scaricare la modulistica necessaria ed avere le seguenti informazioni: come dichiarare una convivenza di fatto; effetti della dichiarazione della convivenza di fatto; potere di rappresentanza; diritti inerenti la casa; diritti all’assegnazione della casa popolare; impresa familiare; interdizione, inabilitazione e amministrazione di sostegno; risarcimento del danno; sottoscrizione di un Contratto di Convivenza; disciplina dei rapporti patrimoniali, cancellazione di una Convivenza di Fatto; il diritto agli alimenti. Per le coppie che si erano già iscritte al Registro delle Unioni Civili del Comune di Ragusa, occorre nuovamente manifestare la volontà, con apposita dichiarazione, in applicazione della nuova legge nazionale. L’unione civile si costituisce invece tra persone dello stesso sesso con una dichiarazione di fronte all’Ufficiale di Stato Civile, alla presenza di due testimoni e va iscritta nell’apposito registro di stato civile. Le parti dell’unione acquistano gli stessi diritti ed assumono gli stessi doveri: hanno l’obbligo reciproco dell’assistenza morale e materiale, alla coabitazione ed entrambe sono tenute a contribuire ai bisogni comuni, in base alle proprie possibilità. Sul sito del Comune per le convivenze di fatto viene fornita sia la modulistica per l’unione civile, regolarmente scaricabile, e le informazioni necessarie. Il cittadino straniero che vuole costituire in Italia un’unione civile deve presentare, al momento della richiesta, anche una dichiarazione dell’autorità competente del proprio Paese dalla quale risulti che, secondo l’ordinamento giuridico di appartenenza, nulla osta alla costituzione dell’unione civile.

Ragusa, Servizio civile nazionale alla Fondazione San Giovanni Battista

20160728153442481_0001

Sono centosettanta le domande pervenute dai giovani candidati sui tre progetti avviati dalla Fondazione San Giovanni Battista. I progetti sono “Passo Passo”, settore educativo rivolto ai minori, che si svolgerà su 14 sedi parrocchiali della Diocesi; “Marhaban” per assistenza ad immigrati e profughi su 4 sedi tra Ragusa e Comiso; “Tra culto e cultura”, attivo nell’ambito del patrimonio artistico e culturale e si svolgerà su 8 sedi in ambito diocesano. Le graduatorie verranno rese note a settembre, al termine di una selezione che tiene conto di tre criteri: titoli di studio, esperienze pregresse in ambito di volontariato e colloquio attitudinale e motivazionale. “La prima fase di selezione – afferma Tonino Solarino, presidente della Fondazione San Giovanni Battista – offre alcuni spunti di riflessione. Sui progetti relativi all’accoglienza ai migranti ed alla valorizzazione del patrimonio artistico si confermano domande di giovani con curriculum fortemente qualificati, competenze specifiche di rilievo ed esperienze pregresse significative”.

ELETTA A RAGUSA MISS MAMMA

IMG_0456Rossella Mazziotta si aggiudica la selezione regionale di miss mamma. Sul podio anche Patrizia Salerno, con la fascia romantica, Stefania Parisi, fascia sportiva, Manuela Nicita, miss chic, Angela Ganci miss sprint,  Katia Ruta, miss fashion, Arianna Sudano, con il premio eleganza, Cinzia Cappitta, riconoscimento con miss mamma solare e Gianna Cassarino, miss gold. La manifestazione ideata da TE.MA. organizzazione spettacoli, si è svolta nell’area esterna del centro sportivo Vitality di Ragusa con la supervisione di Oriana Chiarenza. Il concorso nazionale di bellezza e simpatia era riservato a tutte le mamme di età compresa tra i 25 e i 45 anni e, con fascia “Miss Mamma Italiana Gold”, per le mamme dai 46 ai 55 anni.

AUTISMO UN PROGETTO PER MODICA E SCICLI

autostopL’associazione  di volontariato  San Michele Arcangelo, partecipa al bando FIA con un progetto denominato AUT-O-STOP da trecento mila euro. Il progetto, finalizzato ad erogare servizi di assistenza a 360 gradi per quei nuclei familiari interessati da casi di disturbi dello spettro autistico, attraverso due sportelli informativi a Modica e Scicli ed un laboratorio psico-educativo. In concreto verranno messi a disposizione diversi servizi di assistenza e riabilitazione, unitamente ad attività mirate a reintegrare i soggetti autistici in un contesto di vita normale, pur rispettando quelle componenti tipiche del disturbo in questione che, per natura, richiedono attenzioni ben precise, piccole sfumature da non sottovalutare, ma che si presentano come un ostacolo a quello che è il concetto di ‘normalità dell’esistenza’. “Oggi il  problema si presenta su molteplici aspetti, dall’assistenza extrascolastica , alla formazione interna degli operatori nelle strutture educative, che sappiamo essere  piuttosto carente , non certo  trascurabile quello di non riuscire quasi mai a trovare ambienti adatti ai bambini autistici  – spiegano Simona Cannizzaro Psicologa  e  Vanessa Napolitano educatrice, e responsabili dell’equipe  – i ragazzini che hanno questo tipo di disturbo non amano spazi troppo colorati o rumorosi, hanno bisogno di tranquillità, spesso le scuole non sono attrezzate per loro . Ci siamo  impegnati  concretamente per creare ambienti completamente adatti a loro ed alle loro esigenze, così da farli sentire a proprio agio “. All’interno degli spazi del laboratorio AUT-O-STOP pensato per accogliere i (piccoli e grandi) beneficiari del progetto, saranno impiegati professionisti del settore con il compito di applicare quei metodi scientificamente riconosciuti , che accompagnino per mano i soggetti verso la cosiddetta vita normale. Le attività principali saranno arricchite da co-terapie  che abbracciano i vari rami della psicologia riabilitativa, dall’ arte terapia alla musico terapia fino alla pet terapy (terapia che si avvale dell’aiuto degli animali). Sono stati già firmati  protocolli d’intesa con diverse associazioni. Il 5 Settembre 2016 i servizi saranno operativi tutti i giorni a Modica in via Resistenza Partigiana vicolo Scelba 54  ed a Scicli in via Giulio Cesare 14.

Frigintini, 100 anni di nonna Giovanna

nonnina modicaE’ nata in piena Prima Guerra Mondiale a Frigintini e sempre nella frazione rurale di Modica ha festeggiato i 100 anni. Giovanna Migliore ha spento le 100 candeline circondata dall’affetto dei suoi tre figli, Concetta, Giovanni e Pippo, dei suoi sei nipoti e dei dieci pronipoti. Con il piccolo Leonardo, l’ultimo arrivato tra i pronipoti, la separano 99 anni. Tra gli invitati anche il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate: ” Auguro tanta felicità ancora alla signora Giovanna. Mi ha fatto molto piacere l’invito al compleanno. L’ho trovata molto bene, molto lucida, arzilla per l’età che ha. A Modica evidentemente si vive bene perché sono sempre di più i centenari che abbiamo celebrato negli ultimi anni. Ed inoltre mi hanno già invitato ad altri tre compleanni a tre cifre in programma per le prossime settimane”. Ancora molto lucida, perfettamente autonoma, la signora Giovanna è rimasta vedova 41 anni fa quando il destino le strappò prematuramente l’amato marito Giorgio. Di lui era stata compagna di vita e di lavoro, gestendo insieme un negozio di materiale edile e prima ancora una bottega di genere alimentari molto conosciuta a Frigintini.

L’impegno della Cgil di Ragusa contro tutte le mafie che distruggono il lavoro

borsellinoIn occasione del 24° anniversario della morte di Paolo Borsellino la Cgil di Ragusa aderisce alla manifestazione che si terrà, a Marina di Ragusa, martedì 19 luglio. In occasione dell’anniversario della strage di via D’Amelio la Cgil vuole ricordare quella stagione tragica analizzando la situazione sotto il profilo dell’attualità, “dove da un lato si è abbassato il livello di violenza armata delle cosche, dall’altro le mafie in questi ultimi anni si sono rafforzate sotto il profilo economico attraverso il controllo di diverse attività  di tipo “legali”. In questi ultimi anni sono emerse sempre di più, grazie all’azione di repressione, casi di aziende appartenenti a gruppi di criminalità organizzata in settori strategici dell’economia. Il nostro territorio è purtroppo inquinato a causa della presenza di gruppi mafiosi che hanno investito in attività economiche sopratutto nell’indotto del settore agricolo. Il Mercato Ortofrutticolo di Vittoria non è a riparo dai rischi di infiltrazione mafiosa in diversi segmenti della filiera. La commercializzazione, la logistica, il trasporto e gli  imballaggi rappresentano nodi cruciali su cui spesso si realizzano le infiltrazioni mafiose”.

RAGUSA NON DIMENTICA

 conferenza stampa (2)“Ragusa non dimentica – in cammino sui passi di Paolo Borsellino”, iniziativa culturale antimafia, si terrà a Marina di Ragusa il 19 luglio, patrocinata dal Comune di Ragusa e organizzata dal Coordinamento Cittadino dei Movimenti e delle associazioni giovanili. Partirà alle ore 22 da Piazza Duca degli Abruzzi  una fiaccolata che onorerà la memoria del giudice Paolo Borsellino e della sua scorta. Alle 22.30 è previsto l’arrivo in Piazza Malta, dove verrà proiettato il filmato “Noi siamo Sicilia”, realizzato dagli studenti del Liceo Scientifico “Enrico Fermi” di Ragusa e premiato dalla Fondazione Falcone come “migliore lavoro regionale”. Subito dopo la proiezione ci sarà l’occasione per discutere col giudice di Cassazione e consulente giuridico del Senato, Bruno Giordano, già intervenuto il 25 maggio scorso durante l’evento organizzato in memoria del giudice Giovanni Falcone.

LA RAGUSANA GIUSEPPA GULINO HA COMPIUTO 100 ANNI

foto 3 (1)Attorniata dai figli, da numerosi parenti e tantissimi amici, la signora Giuseppa Gulino ha festeggiato il suo 100° compleanno. Per l’occasione il sindaco Federico Piccitto ha reso visita alla “nonnina” ragusana per porgerle gli auguri e donarle  un mazzo di rose bianche.

Polo museale di Ragusa e turismo, la sezione cittadina dell’Ascom contesta la mancata nomina dell’archeologo Distefano a direttore

 

Salvo Ingallinera presidente Ascom Ragusa (5)“La nostra provincia continua ad essere defraudata. Non siamo appassionati alle teorie complottistiche. Ma i fatti, a più riprese, e in più settori, dimostrano che quando è possibile penalizzare il nostro territorio, nessuno si fa problemi. Anzi, avviene in maniera ormai quasi naturale. Noi, a tutto questo, non ci stiamo più. E grideremo con forza la nostra indignazione”. Lo dice il presidente della sezione Ascom di Ragusa, Salvo Ingallinera, a proposito della decisione di nominare come direttore del polo museale provinciale una professionista proveniente da Mistretta piuttosto che affidare questo incarico all’archeologo ragusano Giovanni Distefano, da tutti notoriamente riconosciuto come un valente studioso e operatore nel contesto della sua materia. “Abbiamo deciso di intervenire in maniera pesante – sottolinea Ingallinera – perché non possiamo fare a meno di pensare quanto possa aiutare il comparto del turismo un polo museale ben gestito e in grado di valorizzare le peculiarità del territorio. E tutto ciò certamente il dott. Distefano avrebbe potuto assicurarlo in quanto profondo conoscitore del territorio. E invece, come se nulla fosse, le legittime attese di un settore ma anche tutte quelle di una vasta area comprensoriale, sono state disattese. Come Ascom di Ragusa, dunque, denunciamo con forza l’accaduto, esprimiamo la nostra disapprovazione perché questo contribuisce a penalizzare i nostri operatori del comparto turistico. Chiediamo al presidente della Regione, di rivedere questa decisione. Una cosa è certa: e cioè che scelte inappellabili del genere la dicono lunga sui vari tentativi di boicottaggio di cui è stata e sarà costellato il futuro del nostro territorio”.


INSIEMEinCITTA’

giorgio flaccaventoVenerdì 8 luglio 2016 alle ore 18,00, nell’ambito dei festeggiamenti della Madonna del Carmine, con appuntamento all’ingresso dei Giardini Iblei, passeggiata con il Prof. Giorgio Flaccavento alla scoperta dei siti del Carmelo a Ragusa Ibla.

 

FESTA PEDIBUS A RAGUSA

43Sabato mattina tutor e bambini delle linee Pedibus attive quest’anno a Ragusa si sono dati appuntamento al capolinea della linea ‘arancione’, vale a dire all’angolo tra il corso Italia e via Roma. E da qui la coloratissima carovana dei camminatori ha attraversato il centro storico di Ragusa per dirigersi verso il cortile della scuola Cesare Battisti, dove è iniziata la festa con i saluti del Comitato Pedibus Ragusa, delle Autorità e degli ospiti. Dopo i saluti del Dirigente Scolastico dei plessi Cesare Battisti e Paolo Vetri, Beatrice Lauretta, è stata la volta di Daniela Piccitto, dirigente scolastico della scuola Palazzello e presidente del Comitato Pedibus Ragusa, e di Ernesto Turlà, tecnico del Pedibus; si sono quindi succeduti al microfono i rappresentanti di Questura, Lorenzo Cariola, Polizia Municipale, Umberto Ravallese, Comune, Gianluca Leggio e Prefettura, Salvatore Ciarcià. E’ stata poi la volta degli ospiti: i ‘fratelloni camminatori’ dell’a.s.d. Amuni”, capitanati dal presidente Antonio Merli, hanno portato un cardiofrequenzimetro e due orologi messi in palio per i vincitori di un gioco fatto insieme a tutti i bambini del Pedibus e organizzato grazie all’aiuto di un altro ospite, Joseph Firrito, giocatore di pallamano della società Handball Crazy Reusia. Subito dopo il gioco è stata la volta delle unità cinofile del gruppo volontari Protezione Civile del Comune di Ragusa: Enzo Cultrera con Nala e Cinzia Sallemi con Tea, hanno effettuato una prova di ricerca di un disperso. Tirando le somme del terzo anno di quest’importante progetto, è emerso che sono state evitate durante tutto l’anno scolastico emissioni per oltre 2000 kg di CO2 nei circondari/quartieri dei plessi scolastici. I bambini hanno percorso tantissimi km, socializzando tra di loro, facendo attività fisica e conoscendo le vie dei quartieri della nostra città, grazie anche ai genitori che hanno svolto per tutto l’anno il compito di tutor.

Istituto di Istruzione Superiore “G. Ferraris” di Ragusa

i premiati (1024x683)La Dirigenza e l’intera comunità scolastica esprimono i più vivi compiacimenti per i risultati ottenuti dagli studenti del Liceo Artistico “G. Ferraris” al concorso per la realizzazione di un’opera art work, sul tema “Stranieri a se stessi, tra la fatica ed il piacere di conoscersi”, bandito dalla Fondazione San Giovanni Battista di Ragusa, in occasione del Festival delle Relazioni. Tre studenti hanno vinto il primo premio ex-aequo. Si tratta di Alessandro Patanè con l’opera dal titolo “Conoscere gli altri per conoscere se stessi” e dei fratelli Mirco e Nicol La Rosa con l’opera “Il riflesso dentro l’occhio”. Il secondo premio è andato alla studentessa Kalemaj Kelmenta che ha realizzato l’opera “L’unicità di ognuno”. Gli studenti sono stati premiati sabato scorso in piazza San Giovanni a Ragusa a conclusione della Marcia della pace. Le opere saranno esposte a Palazzo Garofalo a partire dalla seconda metà di Giugno. In totale al concorso hanno partecipato 9 alunni del Liceo Artistico Ferraris, coordinati dai docenti Alessandra Marino e Vincenzo Cicardo.

Marcia per la pace a Ragusa

marcia4Oltre cinquemila persone nel segno della pace. Una pace di tanti colori, suoni, diverse razze e culture. La seconda edizione della Marcia per la pace e per le Relazioni, organizzata dall’Istituto comprensivo “Vann’Antò” in collaborazione con la Fondazione San Giovanni Battista, ha coinvolto in piazza San Giovanni a Ragusa numerose scuole del territorio e diversi enti impegnati nell’accoglienza e nell’integrazione sociale. “Ringrazio tutte le istituzioni presenti – ha spiegato Rosario Pitrolo, dirigente della “Vann’Antò” – e sono fiero del fatto che la nostra marcia abbia ottenuto l’alto patrocinio del Parlamento europeo ed abbia raccolto la stima e l’attenzione della presidenza della Camera. Laura Boldrini, attraverso una lettera, ci ha fatto pervenire tutto il suo appoggio”. “La Marcia – ricorda Tonino Solarino, presidente della Fondazione San Giovanni Battista – entra a pieno titolo nel calendario del Festival delle Relazioni che ha per filo conduttore l’essere stranieri a se stessi. Tra la fatica e il piacere di conoscersi deve essere presente l’anelito verso la pace e l’accoglienza”. “E’ bellissimo – avverte il vescovo di Ragusa, monsignor Carmelo Cuttitta –  vedere questa piazza piena di giovanissimi studenti e di tanti stranieri. Ragusa è una città che vuole costruire ponti e non muri. Auguro a tutti di trovare pace e ricordo che proprio questo termine è uno dei possibili nomi per Dio”. “Iniziative come queste – spiega il sindaco di Ragusa Federico Piccitto – ci aiutano a rendere ancora più bella la nostra città. È giusto partire dall’educazione nelle scuole per costruire un futuro migliore”. “La scuola – afferma Giovanna Criscione, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale – è sempre presente in percorsi di integrazione e di formazione”. Il percorso si è snodato tra la via Roma, piazza Libertà, viale Tenete Lena, via Leonardo da Vinci, Ponte Vecchio, via Mariannina Coffa per poi tornare in piazza San Giovanni. Durante la marcia alcuni “flash mob” hanno animato la passeggiata con musiche, danze e rappresentazioni sceniche. Tra le altre, la posa lungo l’inferriata del ponte Vecchio delle piccole sagome dei “pacifici”. Le scuole coinvolte sono state  “Berlinguer”, “Quasimodo”, “Palazzello”, “Verga”, “Bufalino”, “Cesare Battisti”, “Crispi”, “Paolo Vetri” “Santissimo Redentore Sacro Cuore” ed il liceo “Enrico Fermi”. Ad ognuna è stato chiesto di presentare un momento di spettacolo significativo del tema in questione. Il Sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) era rappresentato dalla dottoressa Maria Luisa Grisafi, tutor territoriale per la Sicilia e dai centri di accoglienza presenti nel territorio  gestiti dalla Fondazione San Giovanni Battista e dalla cooperativa Filotea. Molto apprezzati i banchetti dimostrativi delle attività svolte in tali progetti. Al termine della marcia, magistralmente accompagnata dal corpo bandistico “San Giorgio, città di Ragusa”, sono stati proclamati i vincitori del concorso rivolto alle scuole e al territorio “Stranieri a se stessi, tra la fatica e il piacere di conoscersi”. All’orchestra “Fermi” diretta dal maestro Peppe Arezzo è stato affidato il compito di chiudere la manifestazione.

A LUDOVICA MARIA FAZIO DELLA QUASIMODO RAGUSA IL PRIMO PREMIO DEL CONCORSO “CARO DIARIO, TI SCRIVO…”

1° classEra una “musa muta”, perché non le piaceva parlare di sé, ma le sue cose dicono tanto di lei. E’ con queste parole che i colleghi e gli amici di Antonella Licitra, insegnante dell’ Istituto Comprensivo ”Vann’Antò” di Ragusa e moglie dell’artista Sandro Bracchitta, prematuramente scomparsa qualche anno fa, hanno voluto ricordarla. L’occasione è stata “Caro Diario, ti scrivo…”, il concorso di scrittura creativa rivolto agli alunni delle terze medie delle scuole del capoluogo, giunto alla sesta edizione. Presso l’istituto in cui insegnava Antonella, si è svolta la cerimonia di premiazione. Una festa tutta al femminile, perché il primo, il secondo e il terzo posto, oltre alle due menzioni speciali, sono andate a studentesse. Prima classificata, che ha vinto un computer portatile, è stata Ludovica Maria Fazio della 3^ A dell’Istituto comprensivo Quasimodo. Seconda e terza classificate provengono dalla scuola Vann’Antò: Maria Chiara Schembari della 3^ B e Francesca Giglio della 3^ F. A loro sono andati i buoni libro offerti dalla Libreria Mondadori di Ragusa. La giuria ha assegnato anche due menzioni speciali per la freschezza dello stile e dei contenuti oltre che per l’originalità dell’impostazione a Giulia Minardi dell’Istituto Berlinguer e ad Alessia Distefano dell’Istituto Quasimodo. Quest’anno hanno partecipato al concorso 94 ragazzi delle III classi delle scuole medie di Ragusa. Tre gli indicatori che la giuria, presieduta dall’artista Sandro Bracchitta e composta da Vincenzo Antoci, Francesco Cavalieri, Lucinda Di Pietro, Pina Leone, Angelo Licitra, Carmela Muscarà, Salvatore Schembari e Sandro Tumino, ha preso in esame per la valutazione: ricchezza di contenuto, correttezza ed originalità. La serata è stata accompagnata dall’attrice e amica di Antonella, Cristina Gennaro che ha letto i testi dei vincitori e ha intrattenuto il pubblico recitando “Lettera d’amore” di Karl Valentin e alcune pagine tratte da “Il Giornalino di Gian Burrasca”, scritto e illustrato da Vamba nei primi anni del ‘900, esempio di scrittura dei ragazzi e di forma diaristica di eccellenza.

Roseto al Civile di Ragusa

IMG_9796

Riceviamo e pubblichiamo: “Il magnifico roseto che fa da cornice alla Madonna, posta da mani pietose nel piazzale dell’Ospedale Civile di Ragusa, è tutto fiorito in onore della Madre di Misericordia. È stata posta per i malati ivi ricoverati afflitti dalle sofferenze, i quali sperano ardentemente la guarigione. Il sito, curato amorevolmente da Salvatrice Tumino, merita rispetto e devozione”. Lettera firmata

ASP RAGUSA CONDANNATA A FORNIRE L’ASSISTENZA A PAOLO

AnffasRiceviamo e pubblichiamo: “Con Sentenza comunicata in data odierna il Tribunale di Ragusa, in persona della  dott.ssa Claudia M.A. Catalano, Giudice del Lavoro  ha accolto il ricorso depositato dall’Avv. Santagati nell’interesse di Paolo persona con disabilità affetta da spina bifida, ed ha condannato l’A.S.P. di Ragusa “a fornire a Paolo l’assistenza infermieristica  specialistica occorrente per effettuare il cateterismo intermittente durante l’orario scolastico – in corrispondenza della ricreazione  – e nei periodi di effettiva frequenza delle lezioni”,  decidendo nel merito con motivata coerenza una legittima richiesta che già in precedenza era stata riconosciuta dal C.T.U. dott. Cilia ma era stata negata da altri magistrati. L’Avv. Santagati e la famiglia di Paolo sono soddisfatti per la sensibilità e coerenza dimostrata dal Giudice del Lavoro, nella corretta applicazione delle norme di legge inerenti il caso in esame, e ringraziano il Cav. Diomede, Presidente della Fincopp, per l’assistenza specialistica e culturale fornita nella relativa materia, l’Anffas di Ragusa, l’Anffas Sicilia e l’Anffas Nazionale,  per la collaborazione ed il conforto prestato nella risoluzione di un’annosa vicenda”. Lettera Firmata

Scroll To Top
Descargar musica