18-01-2021
Ti trovi qui: Home » Cultura e Spettacolo (pagina 50)

Archivio della categoria: Cultura e Spettacolo

FESTA DELLA BEFANA A RAGUSA IBLA

foto 4 (1)Un pomeriggio di festa e di animazione. Si preannuncia così la “Festa della Befana a Ibla” che il 6 gennaio, a partire dalle ore 16, colorerà la bellissima piazza Pola, a Ragusa Ibla. Con gli animatori dell’associazione “U Calacipitu” sarà possibile riscoprire i giochi della tradizione siciliana, i giochi di un tempo, che saranno riproposti alle nuove generazioni per riappropriarsene pienamente. Un messaggio culturale, oltre che di incontro e socializzazione, per recuperare le proprie origini anche semplicemente giocando. Al divertimento ci penserà una simpatica Befana che accoglierà i più piccoli per tanti momenti allegri. L’iniziativa rientra nell’ambito della manifestazione “Natale a Ibla” promossa dal centro commerciale naturale Antica Ibla, in sinergia con il Comune di Ragusa. Nel giorno dell’Epifania anche a Ragusa Ibla arriveranno i Re Magi. Visite dunque ai numerosi presepi allestiti sia nelle chiese che nei palazzi privati, resi disponibili durante “Natale a Ibla”. Dalle 16 alle 20 sarà possibile visitare la collezione dei presepi del mondo nei pressi della scalinata della chiesa di Santa Maria, dalle 17 alle 22 tornerà invece ad animarsi la “via dei presepi” con le tante natività create dai collezionisti, dagli artigiani, da alcuni appassionati ma anche dai bambini delle scuole ragusane. Aperto inoltre il presepe di sabbia in corso XXV Aprile. Tornano in edizione speciale i mercatini natalizi a cura dell’associazione Ingegn’Arti davanti i Giardini Iblei. Resta infine attiva fino a domenica 11 gennaio la promozione “Destinazione Ibla” che prevede per i turisti lo sconto del 20% per i soggiorni di almeno tre notti nelle strutture/ ricettive che aderiscono alla manifestazione “Natale a Ibla”. La visita ai presepi proseguirà pure sabato 10 e domenica 11 gennaio. Nel fine settimana appena trascorso Ragusa Ibla ha visto la presenza di numerosi turisti e di tanti ragusani che hanno visitato i presepi, frequentato i concerti e piacevolmente passeggiato all’interno dell’isola pedonale sotto un’atmosfera assolutamente suggestiva ricreata dalle luminarie e dallo spettacolare albero a led al centro di piazza Duomo,sotto i cui rami in tanti si ritrovano per scattare foto o selfie.

È solo un gioco di anime  

attriceL’opera autobiografica dell’attrice Romina Caruana sarà presentata a Modica mercoledì 7 gennaio alle 18.30 a Palazzo Sant’Anna, sede dell’Ente Liceo Convitto, a Modica. L’opera è tratta da una storia vera, la storia della famiglia dell’autrice toccata dallo spettro dell’autismo. Il libro è stato pubblicato anche in inglese ‘The Dance of Souls’ e sta riscuotendo molto successo negli States, dove Romina Caruana ha deciso di vivere. La presentazione del libro avrà più voci: quella della prof.ssa Claudia Terranova, vice preside dell’Istituto “Verga” del dr. Giuseppe Morando, direttore del dipartimento di neuropsichiatria infantile dell’Asp n 7 di Ragusa e ovviamente l’autrice che si confronterà con questa tema assai delicato che investe migliaia di famiglie in Italia. L’attore Carlo Cartier leggerà alcuni passi del testo; i lavori saranno coordinati dal giornalista Marco Sammito.

KRAUTART 2.0, SABATO A RAGUSA S’INAUGURA LA PRIMA MOSTRA IN CUI L’ARTE PITTORICA TEDESCA INCONTRA QUELLA SICILIANA

Matthias MoravekArtisti di fama internazionale sabato a Ragusa per inaugurare “Krautart 2.0 – Arte pittorica tedesca”, la mostra che potrà essere visitata sino al 14 febbraio alla Creative art gallery di via Sant’Anna 105. E’ la prima sperimentazione del genere tentata in città e c’è molta curiosità tra gli operatori culturali per verificare quali saranno le ricadute di un percorso che si annuncia ricco di stimoli grazie anche alla collaborazione avviata con la Galerie Greulich di Francoforte sul Meno in Germania. Sono, infatti, quattro gli artisti tedeschi che esporranno le proprie opere: Sebastian Meschenmoser, Tjark Ihmels, Tessa Wolkersdorfer e Matthias Moravek. Quest’ultimo, che sarà presente all’inaugurazione di questo sabato 3 gennaio, alle 18,30, è uno degli artisti più quotati in Germania. Il fotografo Enzo Giummarra, uno dei componenti del movimento, ha promosso l’iniziativa in questione assieme ad Andreas Greulich, storico dell’arte e gallerista molto quotato in Germania, che ha subito accolto, con grande entusiasmo, l’idea di promuovere “Krautart 2.0” a Ragusa. L’organizzazione è inoltre supportata dall’italiana di adozione Elke Jacobasch, che cura tutti i contatti con la Germania, dai pittori Giancarlo Busacca e Daniela Sellini. Durante l’inaugurazione, la Tolomeo Vini metterà a disposizione le proprie produzioni per garantire una degustazione in grado di dare uno spaccato anche dal punto di vista enogastronomico delle potenzialità offerte dalla Sicilia. La mostra potrà essere visitata nei seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle 16 alle 21. La domenica e i festivi su appuntamento. Per informazioni:329.9193561.

UNA PIAZZA STRACOLMA PER I TINTURIA E L’ONORATA SOCIETA’

tinturia1Tre ore di musica, senza interruzioni, che hanno entusiasmato una piazza stracolma di gente. Un grande successo il concerto dei Tinturia e de L’Onorata società che si sono esibiti la notte del 31 a piazza San Giovanni nell’ambito del ricchissimo cartellone di Natale Barocco. Nonostante la grande nevicata, ad assistere all’evento organizzato dall’amministrazione comunale sono stati centinaia di ragusani ma anche di fans che sono giunti nel capoluogo ibleo da ogni parte della provincia e non solo, con una parte consistente degli spettatori che si è ritrovata a ballare anche sul sagrato della Cattedrale. E la neve, a quel punto, ha contribuito a rendere ancora più magica l’atmosfera che si è venuta a creare in piazza. “Intorno alle 18,30 – racconta l’assessore alla Cultura del Comune di Ragusa, Stefania Campo – è sorta anche la preoccupazione che la piazza fosse addirittura piccola, dato che moltissimi fans durante il soundcheck già affluivano per scattare le prime foto. Non c’è stata, inoltre, alcuna interruzione del concerto – sottolinea l’amministratore di palazzo dell’Aquila – così come è stato invece scritto erroneamente da qualche organo di stampa. Lo spettacolo è durato fino alle 2,30 così come previsto, con la piazza che era ancora stracolma”. Natale barocco, intanto, continua ancora fino al 6 gennaio. sabato alle ore 18,00, alla chiesa di San Vincenzo Ferreri si è in programma lo spettacolo per grandi e piccini dal titolo “C’era una volta un re…forse due”, per la regia di Davide Migliorisi. L’ingresso è a pagamento solo per gli adulti, mentre gli under 14 entrano gratis. Ricco il programma di domenica: si inizia alle 10,00 con i laboratori per bambini a palazzo Cosentini a cura di “U calacipitu”, quindi alle 18,00 si inaugura la mostra di fotografia di Pino Bertelli dal titolo “La donna di Ragusa”; a seguire è in programma il reading di poesia “Versi e contro versi” a cura di Sicilia punto poesia. Alle 19,30 al Duomo di San Giorgio a Ragusa Ibla si terrà il gran concerto di Natale per coro, organo a trombe, nell’ambito di Ibla Sacra. Lunedì 5 gennaio alle 18,00 nell’auditorium di San Vincenzo Ferreri è in programma un convegno sui moti del 6 gennaio 1945, ed a seguire un monologo teatrale “Una donna di Ragusa” di e con Loredana Cannata. Martedì 6 gennaio, dalle 16,00 alle 19,00 in piazza Pola si terrà invece la festa della Befana.

CANTUS NOVO

foto coro cantus novoTre concerti apriranno il nuovo anno dell’orchestra e coro polifonico “Cantus Novo : il 3 gennaio a Ragusa Ibla nella parrocchia Anime Sante del Purgatorio alle ore 19, il 4 a Chiaramonte Gulfi nella basilica S. Maria la Nova alle ore 19,30 e il 6 a Ragusa nella parrocchia Preziosissimo Sangue alle ore 19,30. La formazione corale e musicale nasce nel settembre 2013 e, in breve tempo, ha raccolto consensi di pubblico rendendosi protagonista in diversi appuntamenti culturali quali l’iniziativa “Passione di Cristo, passione dell’uomo”, promossa dalla diocesi di Ragusa e il “Concerto di Primavera” tenutosi lo scorso maggio a Comiso al Santuario dell’Immacolata. A dirigere è il maestro Giovanni Giaquinta, che vanta un’esperienza ventennale nel campo della musica da camera e della musica d’insieme, come i complessi bandistici (ha collaborato per più di 10 anni con il corpo bandistico della città di Vizzini) e i cori polifonici. Oltre a dirigere il coro e l’orchestra Cantus Novo, il maestro Giaquinta è impegnato in diverse formazioni musicali quali il Duo Entr’Acte, il Trio Rossini, il Trio Ibleo e il Trio Haydn ed insegna al Liceo musicale Verga di Modica. L’orchestra è composta da musicisti professionisti e da giovani studenti del Liceo musicale “Verga” di Modica e del conservatorio “Bellini” di Catania; il coro polifonico è formato da un folto gruppo di cantori che condividono insieme l’amore per la musica e il canto. Il programma musicale proposto in questa sessione di concerti prevede l’esecuzione di musiche di Giaquinta, Frisina, Caccini, Rutter, Cohen, Mascagni.

INTRIGHI AL CASTELLO  

donnafugata-castelloL’Assessorato alla Cultura del Comune di Ragusa fa sapere che la manifestazione “Intrighi al Castello ” realizzata presso il Castello di Donnafugata verrà proposta anche nei giorni 4 e 6 gennaio. Gli orari dello spettacolo saranno alle ore 17,30 e alle ore 19,00 per entrambe le giornate. Il biglietto di ingresso è di 6 euro. E’ necessaria la prenotazione che può essere fatta telefonando al n. 3331150795.

SI ACCETTANO MIRACOLI AL LUMIERE DI RAGUSA  

Cinématographe_Lumière1

In sala il giorno di Capodanno, due anni dopo il successo de “Il principe abusivo”, il nuovo film di Alessandro Siani dedicato a Napoli e ai suoi miracoli. Nel cast anche Fabio De Luigi e Serena Autieri. Fulvio (Alessandro Siani), tagliatore di teste senza scrupoli di una nota multinazionale, viene a sua volta licenziato. La sua reazione non esattamente composta gli costa un mese di servizi sociali da scontare nella casa famiglia di suo fratello Don Germano (Fabio De Luigi). Fulvio non ci mette molto a capire che per aiutare suo fratello e i bambini e il paese c’è bisogno di un vero e proprio “miracolo”e se ne inventa uno. Orari: 18:00; 20:15 e 22:30 (prima settimana di proiezioni).

I 70 anni del Non si parte

download (1)Per il 70° anniversario delle sommosse contro la guerra del dicembre 1944-gennaio 1945, passate alla storia come “moti del non si parte” si terrà a Ragusa un convegno di studio sotto il patrocinio dell’Università di Catania, con la collaborazione dell’Archivio degli Iblei e dell’Associazione Culturale Sicilia Punto L. L’appuntamento è il 5 gennaio all’auditorium S. Vincenzo Ferreri di Ragusa Ibla alle ore 15,15. Interverranno Laura Barone, Chiara Ottaviano, Uccio Barone, Rosario Mangiameli, Natale Musarra, Pippo Gurrieri. Nunzio Lauretta, Giancarlo Poidomani, Marcello Burderi. Sarà anche trasmesso il film di Giuseppe Firrincieli: Il “non si parte” tra memoria e presente. Di seguito alle 21,30 Una donna di Ragusa, Maria Occhipinti, spettacolo/lettura di Loredana Cannata. A coronamento della rievocazione del Non si parte, il 4 gennaio, alle ore 18, sempre presso l’Auditorium S. Vincenzo Ferreri, sarà inaugurata la mostra fotogragfica di Pino Bertelli: “Donne di Ragusa”; alle ore 19 seguirà il reading di poesie “Versi e Contro Versi”, a cura di Sicilia.punto.poesia

VITTORIA, CONCERTO DI CAPODANNO

images (1)Venerdì 2 gennaio 2015, alle ore 21, al Teatro Comunale, concerto di Capodanno con l’Italian Ensemble, sestetto di musicisti provenienti dal Teatro Bellini di Catania ed uniti dall’intento di promuovere la musica italiana nel mondo attraverso generi musicali diversi. Si tratta di Marcello Spina (violino), Salvatore Domina (violino), Luigi De Giorgi (viola), Vadim Pavlov (violoncello), Davide Galaverna (contrabbasso e fisarmonica) e Adriano Murania (violino, chitarra e mandolino) che eseguiranno musiche di Vivaldi, Bellini, Rossini, Puccini, Cottrau, Verdi, De Curtis e Monti.

Intrighi al Castello nel Natale Barocco 2014

serviepadroni“Un grande successo di pubblico – dichiara l’assessore alla cultura del Comune di Ragusa Stefania Campo – per l’evento prodotto dall’associazione culturale Servi e Padroni, che colora di luci, suoni e volti nuovi la visita al castello di Donnafugata ed è inserito nel ricco cartellone di Natale Barocco”. Scritto e diretto da Cristina Gennaro, lo spettacolo è messo in scena da Giovanni Arezzo, Cristina Gennaro, Fabio Guastella, Luca Iacono, Anita Indigeno, Germano Martorana, Salvo Paternò, musici Giulio Di Salvo e Francesco Gennaro, costumi di Anita Indigeno, mentre l’accoglienza dei visitatori è di Valeria Gennaro. Ad aprire le porte delle stanze della tenuta di campagna ottocentesca i protagonisti della storia del palazzo: la famiglia Arezzo. Con la loro storia, si intreccia la leggenda di Bianca di Navarra, donna davvero fuggita? La compagnia Servi e Padroni racconta in giro per le stanze storie e leggende di donne. “E’ un modo diverso per visitare il castello – spiega Stefania Campo – sia per i turisti sia per gli stessi ragusani. Per quanto riguarda le visite all’interno dell’antico maniero, tra l’altro, stiamo anche pensando di istituire una giornata mensile nella quale dare la possibilità di entrare gratuitamente, in modo da dare la possibilità proprio agli stessi ragusani di fruire delle bellezze del castello”. Molto apprezzato anche il concerto della Banda San Giorgio che si è tenuto alla scuola dello sport. La sala strapiena per un grande concerto di natale diretto da Antonio Palermo. Dopo una prima parte classica, la banda è passata ad una seconda più moderna, con la partecipazione di Giulia Casamichele che ha cantato due brani ed il coro Mariele Ventre che già si era esibito il giorno di Natale nel “Villaggio delle Comete” di piazza San Giovanni. Alla direzione si sono avvicendati quattro giovani: Antonio Licitra, Francesco Gennaro, Angelo Battaglia e Sebastiano Mercorillo. “Un patrimonio che da 125 anni fa parte della nostra storia – prosegue l’assessore Campo – e che ci siamo pregiati di avere come concerto di Natale nel cartellone di eventi. Ascoltare la banda fuori dalle consuete festività patronali ha messo ancora di più in risalto la bravura e l’impegno di tanti giovani che si approcciano alla musica così e spesso ne fanno una carriera artistica”. Intanto in questi giorni  il fotografo di frontiera Pino Bertelli sta girando per la città alla ricerca di volti femminili per la mostra del 5 gennaio alla San Vincenzo Ferreri, dedicata alla figura di Maria Occhipinti. Un “detournement” in stile situazionista debordiano, che indagherà sul tema della donna a Ragusa. Molti poeti e artisti si sono avvicinati a questo originalissimo modo di scoprire il territorio e saranno in programma letture di poesie inedite dedicate. Intanto cresce l’attesa per il concerto della notte di San Silvestro che vedrà sul palco di piazza San Giovanni I Tinturia e L’Onorata Società, oltre al dj set fino all’alba.

La mostra Naufragi di Camarina con l’Alto Patrocinio di Napolitano

GIOVANNI DISTEFANO ARCHOLOGOLa mostra Naufragi, che si inaugurerà il 29 dicembre alle ore 17.00 al Museo Regionale di Camarina, ha avuto concesso l’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica Italiana ed è stata già inserita fra le Eccellenze Italiane del 2015. La mostra camarinese ha ottenuto anche l’Alto Patrocinio del Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini. La cerimonia d’inaugurazione prevede l’intervento del Coro Polifonico Enarmonia che eseguirà gli inni nazionali e varie composizioni d’Autore (Verdi, Vangelis, Handel).  L’attore Gianni Battaglia reciterà Alceo; Jan Kidberg Jacobisen, Direttore della Ny Casberg Glyptoteca di Copenaghen, parlerà del sarcofago. Subito dopo il taglio del nastro sarà possibile visitare la Mostra, dove sono esposte anfore del IV secolo d.C. di Randello e Femmina Morta, e il sarcofago del III secoco d.C. proveniente da Copenaghen, con la scenadi un naufragio avvenuto nel porto di Ostia.

INAUGURATA A CHIARAMONTE GULFI “SPECCHIAti”, LA PERSONALE DI LUCIO MORANDO A CURA DI AMEDEO FUSCO E ROSARIO SPROVIERI

Sala L. Sciascia - Chiaramonte GulfiÈ stata inaugurata sabato 20 dicembre, nella sala “L. Sciascia” di Corso Umberto a Chiaramonte Gulfi la personale di Lucio Morando dal titolo “SPECCHIAti”, curata da Amedeo Fusco e Rosario Sprovieri. “La sede espositiva – ha chiarito Amedeo Fusco – è stata utilizzata in una veste inedita, come uno spazio aperto e senza sedute, proprio per offrire ai visitatori della mostra, oltre che un allestimento curato nei minimi dettagli, un ambiente rispettato e valorizzato nella sua già importante rilevanza culturale. Così la città di Chiaramonte Gulfi, proprio nella sua sala espositiva più importante, accoglie per la prima volta il suo artista Lucio Morando, rivelazione pittorica del 2014”.All’inaugurazione hanno preso parte anche gli artisti Giorgio Cappello, Sergio Cimbali, Annalisa Cavallo, Manuela Distefano, Arturo Barbante, Giacomo Sortino e Giuseppe Cassibba. È voluto essere presente anche il sindaco del comune montano, Vito Fornaro, che ha così espresso il suo entusiasmo per l’iniziativa: “Lucio Morando è un nostro concittadino che sta dimostrando grandi potenzialità e che ha esposto in diverse location in Italia e all’estero, addirittura al Quirinale. Questa mostra è dunque una grande opportunità di attrarre visitatori nel nostro centro, in occasione anche delle festività natalizie”.L’appuntamento è dunque nella sala “L. Sciascia” di Corso Umberto a Chiaramonte Gulfi fino al prossimo 6 gennaio, dalle 9:30 alle 13 e dalle 16:30 alle 19:30.

 Prorogato sino al 29 dicembre il bando per il concorso ‘Il presepe negli iblei’

images (2)Prorogato di una settimana il bando per il concorso ‘Il presepe negli iblei’, giunto alla 34 edizione, e riservato alle categorie privati, comunità scolastiche, comunità religiose e pubbliche. La partecipazione è esclusa per i presepi viventi. Tutti gli interessati potranno far pervenire apposita istanza alla Provincia Regionale di Ragusa, Libero Consorzio Comunale, viale del Fante, 10 97100 Ragusa entro e non oltre il 29 dicembre 2014. La domanda di partecipazione redatta in carta semplice o utilizzando l’apposito modello disponibile presso l’ URP dell’Ente e scaricabile dal sito internet www.provincia.ragusa.it, deve indicare, oltre ai dati identificativi completi del partecipante, anche la categoria per la quale si vuole concorrere. L’inoltro della domanda di partecipazione può avvenire anche a mezzo email: [email protected], o al seguente numero di fax 0932/248825.

Ragusa, Capodanno in piazza San Giovanni con Onorata Società e Tinturia

foto onorata società con lello analfinoCountdown partito per trascorrere la lunga notte di San Silvestro in piazza San Giovanni con il concerto dei Tinturia e dell’Onorata Società. Ancora una volta il sodalizio artistico che c’è tra le due formazioni, segnatamente tra il leader del gruppo Lello Analfino con gli otto della band ragusana, verrà rivissuto per salutare il nuovo anno. Ad iniziare saranno i ragazzi dell’Onorata alle 23:45 con l’esecuzione di un medley di cover di artisti internazionali, sonorità declinate nelle versioni della band ragusana, che avvicineranno il pubblico delle grandi occasioni a giungere a ridosso dei fatidici minuti che segneranno la svolta per ciascuno. E proprio allo scoccare della mezzanotte sarà un tripudio di auguri, di festeggiamenti e di felicità con i ragazzi dell’Onorata e con Analfino, le cui sorprese preferiscono mantenerle top secret. Di certo si sa che per la successiva ora, in piazza si ballerà a ritmo di reggae con l’esecuzione delle melodie contenute nel cd ‘Medicina Popolare’. Il capodanno in piazza sarà occasione per la band ragusana di riproporre l’ultimo singolo, la prima canzone d’amore che porta la firma del gruppo: ‘Costante universale’. Anche in questa occasione, l’Onorata Società ha deciso di dedicare al pubblico di piazza San Giovanni un’altra sorpresa. Nel corso del concerto sarà realizzato un video live di ‘Chiddu ca si rici’ che poi potrà essere rivisto sul canale di youtube. Poco dopo l’una di notte, l’Onorata cederà il palco ai Tinturia che continueranno ad animare il capodanno ragusano, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale, con la supervisione dell’assessore alla Cultura, Stefania Campo.

GLI ULTIMI CANTASTORIE

Novene di Natale 1L’Associazione “Gli Ultimi Cantastorie” invita alla 10° Edizione di Novene di Natale con “Gli Ultimi Cantastorie” e “U zampognaro” che si svolgrerà Domenica 28 dicembre alle ore 18,30 presso la Parrocchia S.Pier Giuliano Eymard (Via G.Grasso,10 – Ragusa) e Martedì 6 gennaio 2015 alle ore 20,15 presso la Parrocchia Maria SS. Nunziata. Ingresso libero.

INTRIGHI AL CASTELLO

natale-barocco-2014Nell’ambito del Natale Barocco, si terrà, presso il Castello di Donnafugata, la manifestazione “Intrighi al Castello” su proposta dell’Associazione Culturale “Servi e Padroni” nei giorni 26,27,28 dicembre e 2 gennaio 2015. L’ evento si articolerà come segue: – giorno 26 dicembre alle ore 10,00 e alle ore 12,00 (l’ingresso al Castello, unitamente alla performance teatrale dell’Associazione “Servi e Padroni”, è gratuito per l’intera giornata); – giorni 27- 28 dicembre alle ore 10,00 e alle ore 12,00 (l’ingresso al Castello unitamente alla performance teatrale è subordinato al pagamento di un biglietto di 6 euro) – giorno 02.01.2015 alle ore 17,00 e alle ore 19,00 (l’ingresso al Castello nelle ore antimeridiane, e cioè dalle ore 9,00 alle ore 13,00 , rimane invariato, mentre quello relativo alla manifestazione, e cioè alle ore 17,00 e alle ore 19,00 è legato al pagamento di un biglietto di 6 euro). E’ possibile prenotarsi chiamando il numero 3331150795.

SALA TEATRO ACCADEMIA DELLA BELLEZZA

images (1)La leggenda del Virginian liberamente tratto da “Novecento” di Alessandro Baricco. Sabato 27 (ore 21.00) e domenica 28 dicembre 2014 (ore 18.30), presso la Sala Teatro Accademia della Bellezza (Via Asia, 1 – Ragusa), la Compagnia teatrale iblea metterà in scena “Il Pianista”con Alessandro Sparacino cui è stata affidata anche la regia. I costumi sono curati da Natalina Lotta, mentre la direzione tecnica è affidata a Laura Frasca. La rappresentazione rientra nell’ambito della stagione di prosa 2014-2015 “Invito a Teatro”, un’iniziativa resa possibile grazie alla sinergica collaborazione con Teatro Utopia, Federazione Italiana Teatro Amatori, Regione Siciliana, Centro Studi “Feliciano Rossitto”, Accademia della Bellezza (Scuola di formazione professionale), Associazione Leader. Info e prenotazioni: 338.2427701 – 338.8368166 – 333.5979085 – 338.6906693.

UN ILLUSTRE MODICANO, EMANUELE CIACERI

Scopertura del ritratto di Emanuele Ciaceri (2) (1)La sala consiliare di Palazzo san Domenico a Modica si è arricchito oggi del diciottesimo ritratto di un modicano illustre, Emanuele Ciaceri, insigne storico dell’antichità, accademico dei Lincei. E’ stato il pronipote, Giuseppe Ciaceri, che si era impegnato con la Città a far eseguire un ritratto dell’illustre avo, realizzato da Serafina Valvo di Rosolini con del materiale capace, come ha dichiarato l’autrice, di durare seicento anni. La cerimonia di scoprimento del quadro è stata preceduta dall’esibizione degli alunni dell’istituto “Emanuele Ciaceri” che hanno eseguito “l’Inno alla Gioia” di Ludwig Van Beethoven. Ciaceri nacque a Modica nel 1869 da Giovanni (di antica e nobile famiglia) e Maria Concetta Romeo. Diplomatosi presso il Liceo classico “Tommaso Campailla”, nel 1889 vinse il concorso per frequentare la Scuola normale superiore di Pisa, dove conseguì nel 1893 la laurea in lettere, discutendo una tesi sotto la guida del suo maestro Ettore Pais. Iniziò presto ad insegnare presso i licei di Messina e Catania, distinguendosi per rigore e capacità. Incaricato di Storia antica presso l’Università di Messina (1911-1912), nel 1912 vinse la cattedra di Storia antica all’Università di Padova. Nel 1920 si trasferì a Napoli dove insegnò per il resto della sua carriera. Socio corrispondente dell’Accademia dei Lincei dal 1922, fu anche socio ordinario dell’Istituto veneto di scienze, lettere ed arti, dell’Accademia galileiana di scienze, lettere ed arti, dell’Accademia di archeologia, lettere e belle arti di Napoli e di altre istituzioni culturali nazionali. Nel 1934 l’Accademia d’Italia gli conferì il “premio Mussolini” per le discipline storiche. Tornato a Modica dopo lo sbarco degli alleati in Sicilia, vi morì il 30 dicembre 1944.

ALDO, GIOVANNI E GIACOMO AL LUMIERE

Trio-U10301573438476zBE-U10301573808758GpD-318x200@LaStampa-NAZIONALE-kxPE-U10301573808758GpD-568x320@LaStampa.itDal 18 al 26 dicembre  al cinema Lumière di Ragusa, il film più atteso di questo Natale: Il l ricco, il povero, il maggiordomo  – con Aldo Giovanni e Giacomo. Orari: 18, 20, 22.

Scroll To Top
Descargar musica