27-11-2021
Ti trovi qui: Home » Economia e Finanza (pagina 7)

Archivio della categoria: Economia e Finanza

Pagamento debiti Pubblica impresa L’intervento della senatrice Padua

La senatrice Padua e il presidente del Senato GrassoIl Senato ha approvato le modifiche al decreto legge 35, per sostenere l’operato del Governo e accelerare al massimo l’avvio della procedura di pagamento dei debiti delle Pubbliche amministrazioni. Su questo provvedimento, che, dopo il via libera definitivo della Camera, metterà in circolo 40 miliardi di euro, è intervenuta in aula la senatrice Venera Padua. “Abbiamo sottolineato – spiega la Padua – come sia stato scelto di procedere anche per le quote parte, in modo da garantire un minimo di liquidità a tutti i creditori. Un aspetto che, in presenza di grandi aziende con risorse molto rilevanti da riscuotere, rischia di escludere chi vanta crediti più modesti e successivi temporalmente, in molti casi aziende e professionisti locali. Il rischio è quello di penalizzare i territori, vanificando la ratio stessa della norma che mirava ad aumentare la liquidità”.

Seminario su rating e finanza agevolata

confindustria logoConfindustria Ragusa e Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Ragusa e Modica, con la collaborazione di Irfis, Banca Nuova, Crif Credit Rating Agency e Golden Group, organizzano per giovedì 6 giugno alle 9.30, presso la sede dell’Ordine in Via Nino Martoglio 5, a Ragusa, un seminario informativo sul tema: “Consolidare e crescere. Strumenti per le Imprese: Rating esterni e Finanza agevolata”.

IMU 2013 – INFORMAZIONI PER I CONTRIBUENTI

imuL’Ufficio Tributi del Comune di Ragusa informa che il versamento della prima rata Imu acconto per l’anno 2013 va effettuato sulla base delle aliquote e detrazioni stabilite per il 2012. Si ricorda inoltre che è stato sospeso il pagamento della prima rata per abitazione principale e relative pertinenze, con esclusione dei fabbricati classificati nelle categorie A/1, A/8 e A/9; unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari; terreni agricoli e fabbricati rurali.

Canone idrico, la protesta della Cna di Vittoria Organizzato un sit-in delle imprese per il 10 giugno

acqua_web_24022011-400x300La vicenda del canone idrico ha assunto contorni alquanto anomali. E’ quanto denunciano Sergio Criscino, responsabile Cna per il settore acconciatori, e Giorgio Stracquadanio, responsabile organizzativo della Cna territoriale di Vittoria. “Dopo aver raggiunto l’accordo con l’amministrazione facendo pagare alle imprese la metà del canone relativo all’anno 2012 – spiegano i due in un documento – la stessa amministrazione si era assunta l’onere e l’onore di avviare l’installazione dei contatori in tempi brevi (al massimo entro il 30 aprile 2013) partendo proprio dalle categorie che erano state più tartassate. Noi abbiamo creduto alla buona fede, all’impegno annunciato e alla serietà predicata degli amministratori – scrive la Cna di Vittoria – e come noi diverse imprese hanno dato credito alla loro parola. I fatti, però, pare tradiscano la buona fede della nostra organizzazione e la fiducia delle imprese. Non si capisce chi, come e quando dovrà installare questi benedetti contatori. L’assessore al Bilancio, Concetta Fiore – prosegue la nota – assicura che il suo impegno è stato massimo. Il settore lavori pubblici, invece, dice che le cose sono complicate. Vorremmo capire – scrive la Cna di Vittoria – dove sta la verità e soprattutto se si ha la capacità di mantenere la parola data. Trincerarsi dietro i “sì ma” ci sembra che sia solo l’anticamera del disimpegno. Per questo proclamiamo sin da ora lo stato di agitazione delle categorie interessate (in primis gli acconciatori) e annunciamo l’organizzazione di un sit-in che – dice la Cna di Vittoria che si terrà di fronte palazzo Iacono il prossimo 10 giugno”.

Conferenza del Lions

lionsclubVenerdì 31 alle 18,30 alla sala Sciascia di Chiaramonte conferenza organizzata dal Lions Monti Iblei su “Rilancio economico dei tre comuni montani degli iblei”. Interverranno i sindaci dei tre comuni.

AL VIA LA PRIMA EDIZIONE DI “EXPO – ISOLE IBLEE”

Leggio, Cilia, Corallo, Noto, La CognataTutto pronto per la prima edizione di “Expo – Isole Iblee”. Venerdì 31 maggio, taglio del nastro alle 10,30 per dare il via alla tre giorni, sino al 2 giugno, del parco commerciale. Una vetrina promozionale per le aziende. Ma anche una manifestazione con un taglio ecologico, storico, culturale e soprattutto sociale. Tre giorni ricchi di appuntamenti nella sede dell’Irsap (ex facoltà di Medicina) con locali ampi e spaziosi che ben si prestano ad una manifestazione del genere. Dopo l’inaugurazione, spazio al convegno sull’urbanistica dal titolo “Vallate Santa Domenica e Cava Gonfalone” con la relazione dell’architetto Marcello Dimartino. Si parlerà anche de “La progettazione bioclimatica” con gli interventi degli ingegneri Salvatore Palma e Giuseppe Mazza. Il convegno sarà chiuso dall’intervento dell’architetto Valentino Scaccabarozzi che illustrerà una proposta per una edilizia sostenibile ed accessibile. Dalle 16, ci sarà il “Gluten Free”, a cura dell’associazione “Amici della celiachia”. Alle 17, spazio al convegno “Opportunità per le imprese” in cui si parlerà anche di strumenti di finanza agevolata, con focus sui settori del turismo e ambiente. Venerdì alle 20, in primo piano l’intrattenimento musicale con “Radio Clima”. “Come è possibile notare – dice il presidente di “Isole Iblee”, Gianni Corallo – il piatto è molto ricco perché accanto a questi eventi ci saranno il salone d’epoca e il salone futuristico che sarà possibile visitare così come tutte le altre esposizioni. In tre giorni daremo l’opportunità di conoscere i prodotti di 100 aziende e di verificare la consistenza di 300 idee”. L’iniziativa è stata resa possibile grazie al supporto della Camera di Commercio, Bapr, Coldiretti, Legambiente, Cna, Confcommercio, Confindustria, Irsap e Cattedrale San Giovanni Battista.

Approvato il progetto della bretella di collegamento tra la Ragusa-Catania e l’aeroporto di Comiso

pista aeroportoLa conferenza di servizio che si è tenuta mercoledì a Palermo presso l’assessorato alle Infrastrutture e Mobilità ha approvato il progetto di collegamento viario a supporto dell’aeroporto di Comiso. “Un progetto che prevede una spesa di 16 milioni di euro – si legge in un comunicato stampa della Provincia regionale di Ragusa -, finanziato totalmente con i fondi ex Insicem. Un passaggio importante sul piano tecnico e burocratico – si legge ancora nel comunicato stampa della Provincia di Ragusa – che consente la predisposizione del progetto esecutivo e di procedere alla gara d’appalto per la realizzazione della bretella di collegamento tra la s.s. 514 Ragusa – Catania e la strada provinciale b, 7 Chiaramonte Gulfi – Comiso. Si tratta di un’opera strategica al servizio dell’aeroporto di Comiso proprio nel giorno in cui il nuovo scalo diventa operativo”. “E’ da mesi che lavoriamo a questo risultato – dice il Commissario straordinario della Provincia di Ragusa, Giovanni Scarso – perché una prima volta la conferenza di servizio nel mese di febbraio si era tenuta, ma per l’assenza di Snam ed Enac non si era potuto approvare il progetto. Ora col progetto definitivo in mano possiamo procedere a quello esecutivo nel giro di qualche settimana e mettere in appalto l’opera. La bretella di collegamento al servizio del nuovo aeroporto di Comiso consentirà di avere una rete viaria adeguata alle potenzialità dello scalo aereo”. “Voglio ringraziare, a nome dei cittadini della Sicilia orientale, l’assessore Bartolotta ed i vertici della Regione per aver accelerato i tempi tecnici che hanno portato al finanziamento della viabilità di supporto all’aeroporto di Comiso”. A dirlo è stato il deputato PdL all’Ars, Giorgio Assenza. “Per la realizzazione di un sistema viario moderno ed efficiente – spiega ancora l’on. Assenza -, indispensabile al funzionamento ottimale dell’aeroscalo, saranno dunque stanziati 16 milioni dalle casse della Provincia iblea e altri 30 milioni saranno a carico della Regione siciliana”. “Ringrazio l’assessore Bartolotta e il governo regionale per avermi fatto subito partecipe di questa importante notizia che riguarda l’aeroporto di Comiso – ha dichiarato l’on. Digiacomo del Partito Democratico -. Questa è la dimostrazione dell’impegno continuo e costante che stiamo profondendo per il bene di questa infrastruttura fondamentale per il futuro del nostro territorio. Su questa linea intendiamo proseguire consapevoli che i traguardi importanti si raggiungono con un impegno unitario e univoco”.

L’APERTURA DELL’AEROPORTO

Aeroporto-Comiso-470x276E’ fissata alle 8.30 di giovedì 30 maggio, la cerimonia di apertura dell’aeroscalo di Comiso, con il taglio del nastro e la benedizione della struttura da parte del vescovo Urso. Un momento importante al quale parteciperanno numerose autorità politiche, oltre che militari, civili e religiose. “Lo sforzo compiuto da tutte le parti in causa ha finalmente permesso di ottenere un risultato inseguito da tempo e che apre le porte ad un futuro di sviluppo per la provincia di Ragusa e la Sicilia sud-orientale”. E’ il commento dell’on. Pippo Digiacomo che invita a non abbassare la guardia. “Lo sforzo compiuto non termina qua – conclude – visto che occorre lavorare intensamente per garantire la sua massima funzionalità”. Anche l’on. Giorgio Assenza sottolinea l’importanza di questa giornata: “E’ una pietra angolare per lo sviluppo economico e commerciale di gran parte della nostra isola”.

Costituita a Vittoria l’associazione balneari Fiba

Carmelo Caci fibaè il nuovo presidente della Fiba di Vittoria, la federazione italiana imprese balneari. E’ stato eletto durante l’assemblea costituente che si è svolta presso la Confesercenti alla presenza di una nutrita presenza di gestori di stabilimenti balneari. L’incontro è servito a focalizzate le molteplici criticità che affliggono il comparto. Oltre a Caci fanno parte della giunta esecutiva della Fiba di Vittoria anche Pietro Ruggieri, Luciano Longobardo e Giuseppe Calabrese. “Il comparto balneare – dichiara il neo presidente Caci – ha bisogno di celeri risposte. Il provvedimento del governo regionale, relativo all’aumento del 600% del canone demaniale va senza dubbio rivisto e modificato. E’ impensabile portare avanti l’attività in queste condizioni. Per quanto riguarda la situazione locale, serve riqualificare le nostre spiagge”.

PRIMA EDIZIONE DI “EXPO – ISOLE IBLEE”

Leggio, Cilia, Corallo, Noto, La CognataPer chi vuole rivivere la Ragusa degli anni Quaranta e Cinquanta e per chi vuole immaginare e parlare di quella del domani la scelta è soltanto una. Partecipare alla prima edizione di “Expo – Isole Iblee” in programma dal 31 maggio al 2 giugno, all’insegna del claim “Dal passato germoglia il futuro”. Una manifestazione che rappresenta una novità nel panorama provinciale e che è stata promossa con un taglio specifico come hanno spiegato, in conferenza stampa, il presidente del parco commerciale “Isole Iblee”, Gianni Corallo, il vice Franco Cilia, assieme ai consiglieri di amministrazione Bartolo Noto, Daniele Leggio e Carmelo La Cognata. “E’ un cammino quello che abbiamo voluto intraprendere – ha detto il presidente Corallo – che ci farà immergere nelle atmosfere di decenni fa ma che, soprattutto, dovrà indicarci la strada per le sfide future che tutto il territorio è chiamato a sostenere”. Salone d’epoca e salone futuristico, convegni, un confronto tra i sei candidati a sindaco della città di Ragusa, spettacoli musicali e teatrali, rassegna di auto d’epoca, fattorie didattiche. L’inaugurazione è fissata per venerdì 31 maggio alle 10,30 all’interno dell’area Irsap di Ragusa (l’ex centro Asi) in cui si svolgerà la tre giorni.

Agevolazioni alle imprese Cna Ragusa chiede interventi efficaci

cna logoIl prossimo 30 giugno scadono le agevolazioni fiscali relative alla riqualificazione energetica degli edifici e alle ristrutturazioni edilizie, nelle misure, rispettivamente, del 55% e del 50%. E’ stato chiesto al Governo nazionale di intervenire per garantire la proroga di tali agevolazioni, nella misura attualmente esistente, almeno fino al 31 dicembre 2015. “Ma si tratterebbe solo di pannicelli caldi che non sarebbero utili a risolvere alla base i grossi problemi che investono da vicino i settori su cui bisogna puntare per il rilancio, a cominciare da quello dell’edilizia”. E’ quanto afferma il responsabile provinciale di Cna Costruzioni, Vittorio Schininà, secondo cui il comparto, così come l’intero sistema economico, ha bisogno anche di altro, di azioni che abbiano ricadute molto efficaci.

BANDO UE PROGETTI ECO INNOVAZIONE

bandiera EuropaLa Commissione Ue con 31,5 milioni di euro dà il via al bando europeo per il finanziamento di circa 45 progetti di eco-innovazione, che rientra nell’ambito del programma quadro 2008-2013 per la competitività e l’innovazione Cip (Competitiveness and Innovation Framework Programme) che ha in dotazione 200 milioni di euro. La Commissione Ue invita tutte le imprese europee, in particolar modo quelle di piccole e medie dimensioni, che hanno ideato e realizzato progetti nei settori del riciclaggio di materiali, acqua, edilizia, imprese verdi, alimentare e bevande a presentare la propria domanda entro il 5 settembre. “Un’opportunità, questa, molto importante, soprattutto per quelle imprese – scrive Legambiente Ragusa – che hanno incontrato grossi ostacoli nella commercializzazione, visto che il finanziamento Ue copre fino al 50% dei costi”.

Aeroporto, Sergio Magro: “Adesso nessuno si tiri indietro”

Sergio Magro presidente provinciale Confcommercio Ragusa“E’ arrivato il momento di fare sentire, forte e chiara, tutta l’attenzione del nostro territorio attorno all’aeroporto di Comiso. L’occasione è unica, non ripetibile, vitale per il sostegno e il rilancio economico dell’area iblea, e delle popolazioni di tutte le provincie limitrofe, un bacino di oltre 500mila abitanti, economie brillanti e coraggiose, storie di sacrifici generazionali, gente dalla testa dura che non molla e non si arrende, mai. Una manna dal cielo, oseremmo dire, se non fosse che dietro c’è stato il lavoro di uomini, tanti, sin dalla nascita della infrastruttura, che non hanno mai permesso che questa opera potesse annoverarsi tra le tante cattedrali nel deserto di cui è pregna la nostra Sicilia. Una scommessa con se stessi, con noi stessi, per vincere e sfatare consunti luoghi comuni”. Così il presidente Confcommercio Sergio Magro, dopo che l’apertura dello scalo Vincenzo Magliocco, è stata finalmente programmata per il 30 maggio. ” Non è semplice trovare le risorse che ci vorranno per fare arrivare una, cento compagnie low coast, di quelle che portano turisti e chiedono contributo al territorio, ma il prezzo vale, ne vale del nostro presente e del nostro futuro. Chi si tira indietro alzi la manina, così sarà chiaro capire con chi e in quanti possiamo scommetterci”.

Chiusura Ditta Ancione I sindacati chiedono incontro al Prefetto Vardè

sindacatiLa grave crisi che investe la storica ditta Ancione di Ragusa, che ha annunciato la chiusura dei battenti dopo decenni di protagonismo produttivo a Ragusa, è stata al centro di un incontro svoltosi a Ragusa tra i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil e i delegati sindacali di categoria e i lavoratori della ditta Ancione. Nel corso dell’incontro si è manifestata tutta la preoccupazione dei lavoratori e del Sindacato unitario circa la possibilità di chiusura dell’attività produttiva dell’azienda. Ad oggi i lavoratori debbono percepire ancora il saldo di gennaio 2013 e vivono lo stato di disagio della cassa integrazione a zero ore in scadenza il prossimo 25 maggio 2013. Le organizzazioni sindacali hanno chiesto un incontro urgente al Prefetto di Ragusa, Annunziato Vardè, al fine di individuare di concerto con l’azienda le possibili e necessarie soluzioni per salvaguardare la presenza dell’attività degli asfalti e bitumi in provincia di Ragusa e i livelli occupazionali ad oggi garantiti dall’impresa Ancione.

Fondo di solidarietà pro famiglie a rischio sfratto

Vittoria_Piazza_del_PopoploL’Amministrazione comunale di Vittoria intende attivare un fondo di solidarietà a sostegno delle famiglie a rischio di sfratto dalle loro abitazioni. Il ricavato dall’offerta libera per l’ingresso al concerto dell’orchestra “I maestri” sarà impiegato, grazie alla collaborazione con la Parrocchia Spirito Santo di padre Beniamino Sacco, per tale finalità.

AVOLA, NASCE L’IPERMERCATO INTERSPAR

interspar avolaCome preannunciato, è stato inaugurato giovedì mattina il nuovo ipermercato “Interspar” all’interno del centro commerciale “Il Giardino” di Avola. I servizi dello stesso saranno gestiti dalla Ergon, la società consortile che raggruppa i principali marchi della distribuzione alimentare (Iper Le Dune, Dimeglio, Alis, DiMarket, Ard Discount, Despar, AltaSfera). Sono stati riconfermati tutti i posti di lavoro: 53 unità sono tornate al lavoro e sono state integrate da altre 35 unità e da personale specializzato della Ergon. Questo il commento della dottoressa Concetta Lo Magno, direttore marketing di Ergon: “Con questa apertura ridiamo vitalità al territorio proponendo servizi al top, che guardano alla convenienza e alla garanzia per i nostri consumatori, partendo dalla qualità che da sempre contraddistingue la nostra mission. Siamo presenti ad Avola proponendo una superficie di vendita di oltre 3000 metri quadrati, con all’interno i reparti classici, dall’ortofrutta alla pescheria, dalla forneria all’elettronica, ai casalinghi. La novità – ha specificato la dr.ssa Lo Magno -, almeno per strutture di grande estensione come questa, è data dalla creazione di quelli che noi definiamo i mondi integrati, ovvero l’unione del food con il non food per rispondere concretamente e facilmente ai bisogni dei consumatori. Tanto per fare un esempio – ha spiegato la dr.ssa Lo Magno – accanto alla pasta troveremo lo scolapasta, le posate, i piatti. Insomma tutto correlato per una maggiore facilità di scelta. Inoltre anche all’interno di questo ipermercato saranno presenti i prodotti a marchio Gustibleo, ovvero quei prodotti della filiera di carni bovine e suine che sono certificati e che godono della tracciabilità a garanzia del consumatore”.

Giorgio Cappello eletto nella Giunta nazionale di Confindustria

Cappello giorgioLa sua proclamazione è arrivata nella tarda serata di mercoledì a Roma, dove era in corso l’Assemblea di Confindustria, di cui lo esponente di Confindustria Ragusa è stato significativo protagonista. Giorgio Cappello, già Presidente dei Giovani Industriali siciliani, da alcuni mesi era stato chiamato alla guida della Piccola Industria siciliana, incarico che gli era valso anche quello di vicepresidente di Confindustria Sicilia, guidata da Antonello Montante. Il nuovo riconoscimento consente a Cappello di entrare a far parte del “gotha” dell’imprenditoria italiana in un periodo difficile, nel quale si richiedono competenze particolari come quelle da lui maturate sul territorio, rappresentando i problemi e le aspettative dei piccoli imprenditori.

LA ZONA ARTIGIANALE DI RAGUSA ATTENDE IL NUOVO SINDACO

Giovanni-CosentiniLe istanze delle attività produttive e del sistema delle piccole e medie imprese di Ragusa oggetto del confronto tra i candidati a sindaco, promosso dalla Cna. Le problematiche relative alla zona artigianale iblea, lo sblocco delle graduatorie di assegnazione di 18 lotti, la questione della videosorveglianza e della manutenzione ordinaria, le tematiche affrontate nel corso dell’incontro. “E’ una realtà che ho visto crescere – sottolinea Cosentini parlando della zona artigianale – e che negli anni ho seguito con molto impegno. Quando ci siamo insediati nel 2006, io ricoprivo la carica di assessore allo Sviluppo economico e mi sono trovato di fronte un’area in totale stato di abbandono. Abbiamo promosso i primi interventi di allaccio all’impianto idrico, elettrico e fognario. Inoltre abbiamo avviato – ha spiegato Giovanni Cosentini – lavori di completamento alla viabilità e la pubblica illuminazione. Il bando riguardante l’assegnazione dei lotti è stato oggetto di una rimodulazione che negli anni ha generato lungaggini burocratiche. Adesso, comunque, grazie al lavoro degli uffici comunali coinvolti, la nuova amministrazione, subito dopo l’insediamento, potrà concludere l’iter. La scorsa Giunta aveva inoltre partecipato ad un bando europeo per realizzare l’impianto di videosorveglianza. Purtroppo ben 900.000 euro sono stati bloccati dalla Regione. Occorrerà riprendere questo discorso ed intervenire anche per l’ordinaria manutenzione considerando l’area artigianale alla stregua – ha detto Giovanni Cosentini – di una vera e propria area urbana”.

ALLA “EXPO – ISOLE IBLEE” IL SALONE D’EPOCA E IL SALONE FUTURISTICO

Gianni_CoralloIl passato e il futuro. Uniti dal presente. E’ una delle caratterizzazioni che sarà data alla prima edizione di “Expo – Isole Iblee” in programma dal 31 maggio al 2 giugno negli spazi del parco commerciale, prima fase della zona industriale. La creazione di uno stand espositivo che sarà denominato “Salone d’epoca” e di un’altra struttura che, invece, ospiterà il “Salone futuristico” rappresenteranno il modo migliore per dare concretezza al claim della kermesse, vale a dire “Dal passato germoglia il futuro”. Il salone d’epoca, in particolare, racchiuderà tutte le esperienze che, grazie alla collaborazione delle aziende partecipanti, è stato possibile effettuare negli anni ruggenti, quelli del boom economico, le esperienze che hanno proiettato anche il nostro territorio allo stato di benessere pre-crisi. Il salone futuristico, invece, risponderà con maggiore attenzione alle domande sul “cosa saremo” e “come faremo”, proponendo soluzioni tecnologiche e allo stesso tempo sostenibili con l’idea di una modernità che deve essere il più possibile attenta all’ambiente. “Sono due aspetti – afferma il presidente di “Isole Iblee”, Gianni Corallo – sui quali intendiamo puntare in maniera specifica e non è un caso che la nostra organizzazione abbia voluto accendere i riflettori sulle radici passate”.

APRE AD AVOLA IL NUOVO INTERSPAR SARA’ GESTITO AVVALENDOSI DEI SERVIZI DELL’ERGON RAGUSA

interspar avolaApre giovedì mattina, 23 maggio, alle ore 9, il nuovo ipermercato “Interspar” all’interno del centro commerciale “Il Giardino” di Avola. La nuova società che gestirà l’ipermercato di Avola si avvarrà dei servizi della Ergon Ragusa che vanta esperienza nel settore della distribuzione, potendo contare su numerosi punti vendita in Sicilia. “Lo staff del nuovo “Interspar” di Avola è costituito da professionisti neo assunti e da personale che operava nel precedente punto vendita presente al centro commerciale, selezionato dalle liste di mobilità – è spiegato in un comunicato stampa della Ergon -. A completare il management del nuovo ipermercato ci sono anche specialisti di consolidata esperienza messi a disposizione dalla Ergon. Priorità assoluta ai consumatori è il concept del punto vendita che punta tutte le sue attività – continua il comunicato stampa dell’Ergon – verso l’orientamento alla freschezza favorendo nel contempo una ampia scelta e una maggiore convenienza”.

Scroll To Top
Descargar musica