25-06-2019
Ti trovi qui: Home » Sport (pagina 30)

Archivio della categoria: Sport

Cs Kamarina 5 – United Capaci 5

IMG-20151003-WA0002Uno stoico CS Kamarina, nel campionato di serie C1 di calcio a 5, impone il pari alla corazzata United Capaci che, per come s’era messa la gara, pregustava una vittoria in trasferta. La squadra di mister Concetto Salone, invece, nonostante l’assenza di alcuni elementi di spicco (Incorvaia su tutti) e con Campo out per infortunio, ha offerto al pubblico presente al Pala Santa Rosalia una prestazione entusiasmante che l’ha portata a rimontare il passivo sugli ospiti, sfiorando nel finale di gara una vittoria che sarebbe stata clamorosa. Il Capaci al 5’ ha segnato la prima rete con un pallonetto di D’Orio, al 15’ ha raddoppiato con Torcivia. La squadra di Salone dopo centoventi secondi ha ridotto le distanze con una rete di Sammito. Sulle ali dell’entusiasmo, allo scadere del primo tempo, i camarinensi hanno pareggiato grazie a un tiro libero trasformato da Alessandrà. Nella ripresa, il Kamarina ha tentato il colpaccio, siglando al 1’ la rete del sorpasso con il giovane Guzzone, ma, gli ospiti in quattro minuti, hanno riportavano la gara sui binari già visti siglando tre reti di ottima fattura con D’Orio(33’), Comito(34’) e Torcivia(37’). Sul 3-5 gli uomini di Salone non si sono scoraggiati, così al 43’ hanno accorciato le distanze con Emmolo e al 59’ completato la rimonta con una rete del solito Vincenzo Alessandrà.

MUORE CESTISTA IBLEO DEGLI ANNI ‘60

giovanni d'iapicoÈ morto a Montebelluna in provincia di Treviso, lunedì mattina, stroncato da un infarto al cuore, Giovanni D’Iapico. Nato in Australia a Sydney il 27 febbraio del 1947 da genitori ragusani: il padre Raffaele D’Iapico comisano e la madre Concettina Turtulici di Ragusa. Giovanissimo iniziò la sua carriera sportiva dividendosi equamente, forse in rispettoso omaggio ai propri consanguinei parenti, tra queste due familiari città. Le uniche città in cui, per una strana coincidenza, in quegli anni, si affermava con successo, il gioco della pallacanestro e dove verranno disputati mitici campionati. D’Iapico militò nella Virtus Ragusa nei primi anni ’60, giocando assieme a Franco Cintolo, Piero Piccionello e, in seguito, con Sasà Cintolo. Poi giocò con la Diana Comiso, alla fine degli anni Sessanta. Disputò diversi campionati in Serie C e in Serie D, con Giuseppe Salafia, Giovanni Criscione, Livio Sallemi, Vincenzo Amato, Michele Altamore, Dori Scavone, Ernesto Distefano, Totò Spataro e tra i più giovani Alberto Re, Gino Palumbo, Giuseppe Cassibba, Alfio Occhipinti, Giovanni Ciarcià, Mariano Capuzzello. Con la squadra ipparina disputò nel 1972-1973 l’ultimo suo campionato in serie D.

L’allevamento dei cavalli sportivi siciliani in gara a Ragusa

wp_ss_20150930_0001 (1)La Società Ippica Ragusana organizza da giovedì 1 a sabato 3 ottobre, presso le strutture del campo comunale di equitazione, il 40° Premio Regionale Allevamento Siciliano, riservato ai cavalli italiani di origine selezionata nati nel 2012. Un puledro potrà partecipare a tutte le tre prove o a due o solamente ad una. Se partecipa alle tre prove concorrerà per il titolo di Campione Regionale, che quindi verrà individuato con una classifica combinata delle tre prove con coefficienti diversi in base alla prova. Le tre prove sono: obbedienza ed andature, morfo-attitudinale, salto in libertà. I soggetti primi classificati di ogni singola prova, o comunque una minima percentuale di quelli classificati, possono partecipare alla finale nazionale della prova che si terrà alla Fieracavalli di Verona dal 5 al 8 novembre prossimi. Inoltre la Società Ippica Ragusana, venerdì 2 ottobre alle 16.00, ospiterà anche per il 2015, l’evento dell’associazione Allevatori Siciliani Cavalli Sportivi dedicato ai puledri più piccoli.

ESPERIENZA STRAORDINARIA DELLA SCUOLA BASAKI DI RAGUSA AI MONDIALI DI JUDO AD AMSTERDAM

Miciluzzo, Baglieri e Occhipinti ai mondiali di AmsterdamAnche se alla fine non sono arrivate medaglie, questo è uno dei pochi casi in cui l’importante è affermare con orgoglio: “Noi c’eravamo”. Così la scuola Basaki di judo dopo i mondiali master di Amsterdam. Il gruppo di atleti era  formato dal maestro Salvo Baglieri, Salvo Miciluzzo, Danilo Occhipinti. “Non capita tutti i giorni – afferma il maestro Baglieri – partecipare a un campionato mondiale, confrontarsi con scuole e filosofie di judo internazionali praticate da atleti con formazione ed estrazione differenti dalle nostre. Eppure, nonostante tutto, sebbene non siano arrivate medaglie, siamo riusciti a fare comunque la nostra bella figura. Salvo Miciluzzo, ad esempio, ha reso la vita difficile a un atleta brasiliano che ha vinto tutti i combattimenti precedenti nel giro di poche battute mentre con il nostro atleta ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie”. Tra l’altro il maestro Salvo Baglieri ha ricoperto il ruolo di assistente tecnico in occasione del combattimento finale dell’ennese Salvatore Palillo che ha conquistato una medaglia d’oro.

RUGBY, COPPA BAROCCO

coppa baroccoSabato pomeriggio Padua, Syrako, Audax e Briganti di Librino scendono in campo per giocarsi la Coppa Barocco. Questa la storia di questo torneo: “L’idea ci è venuta” –  aveva all’epoca dichiarato l’allora presidente del sodalizio ibleo Ciccio Tumino-  “guardando al mondo anglosassone. Ogni anno, durante il torneo delle Sei Nazioni, Scozia e Inghilterra si contendono la Calcutta Cup, così come Galles, Inghilterra, Irlanda e Scozia giocano per la Triple Crown. Nel nostro piccolo abbiamo voluto emulare queste grandi nazionali mettendo in palio un trofeo che abbiamo voluto denominare Coppa Barocco perché il barocco è il nostro passaporto nel mondo”. Sabato i paduini  se la vedranno con squadre che poi torneranno ad incontrare in campionato e quindi, almeno sulla carta, del loro stesso livello.

Basket, Lorenzo Mandarà saluta la Vigor

Lorenzo MandaràLa sconfitta in casa del Cus Catania, all’esordio assoluto nel campionato di Serie C Silver, è coincisa con l’ultima apparizione in maglia Emmolo S.&C. srl Vigor di Lorenzo Mandarà. La guardia, classe ‘95, ha salutato i compagni al termine dell’allenamento di martedì e ora si appresta a cominciare la sua carriera universitaria lontano da casa. Per far fronte alla partenza di Mandarà, la Vigor Santa Croce ha ufficializzato due nuovi innesti nell’organico della prima squadra: si tratta del playmaker Davide Palazzolo (classe ’97) e dell’ala piccola Mattia Lena (classe ’96).  Arrivano entrambi dall’Olympia Comiso e saranno a disposizione di coach Giancarlo Di Stefano già dalla prossima gara di campionato, che si disputerà domenica al Pala Santa Rosalia, ore 18.30, contro la Polisportiva Aretusa.

SUCCESSO DELLA MANIFESTAZIONE DI RUGBY ” PLACCA L’OMOFOBIA”

rugby 1“Placca l’omofobia” va in meta. E’ stata una grande festa dello sport e della solidarietà quella che domenica  pomeriggio, e fino a tarda sera, ha caratterizzato la manifestazione promossa dal Rugby Audax Clan e dall’Agedo di Ragusa per lanciare un messaggio teso a difendere la diversità di genere. Le “partite sui generis per difendere la libertà di genere”, hanno visto al campo di rugby di Ragusa ben quattro squadre siciliane pronte a sfidarsi in gare amichevoli a sostegno del messaggio che si è voluto lanciare anche in questa seconda edizione. I giocatori delle squadre Cus Catania, Modica Rugby e Rugby Audax Clan di Ragusa sono scesi in campo colorati con i colori raimbow, quelli dell’arcobaleno, che identificano le persone Lgbti. Tantissimi gli spettatori che hanno raggiunto il campo di via Forlanini per assistere alle varie partite ma soprattutto per proseguire tutti insieme la serata tra banchetti informativi, stand enogastronomici e proiezioni video. Un modo per avvicinarsi al mondo Lgbti approfondendo le tematiche relative all’identità di genere. Durante l’evento è stato osservato un minuto di silenzio per ricordare Aleandro Rudilosso, il 16enne siracusano che si è suicidato dopo essere stato più volte oggetto di insulti omofobi. Una vicenda che ha rimarcato drammaticamente la necessità di continuare a parlare di omofobia e della libertà di genere soprattutto con le giovani generazioni, con l’intento di smuovere le coscienze.

Basket maschile: Cus Catania-Santa Croce 70-61

?

Alla Emmolo S.&C. srl Vigor non riesce l’impresa: la squadra di coach Di Stefano, all’esordio assoluto nel campionato di Serie C Silver, è stata sconfitta.  “Il terzo quarto ci ha condizionato – ha spiegato coach Di Stefano dopo la sconfitta -. Eravamo partiti con il piede giusto, nella prima metà di gara abbiamo giocato con equilibrio. Ma al rientro dagli spogliatoi è successo qualcosa: ci siamo innervositi con gli arbitri per qualche mancato fischio e in difesa sono saltati gli accoppiamenti. Loro in questo modo hanno trovato più facilmente la via del canestro. Nell’ultimo quarto, però, ho visto un’ottima reazione da parte dei ragazzi e mi sono complimentato con loro”. Il tabellino – Cus Catania: Arena 5, Santonocito 10, Selmi 5, Caltabiano 12, Bonaccorsi 6, Abramo 10, Cuccia ne, Fichera ne, Martello, Rivers, Lo Faro 13, Grasso 9. All.: Malagò. Emmolo S.&C. srl Vigor: Occhipinti 23 (5/11 da due, 2/4 da tre), Distefano 16 (4/9, 1/3), Rizzo 6 (3/9, 0/1), Emmolo 2 (1/2), Cascone 4 (2/7, 0/5), L.Mandarà 4 (0/1), Barone 2 (1/4, 0/2), Cavallo, Susino 4 (2/5), P. Di Stefano (0/2 da tre). Occhipinti R. ne. All.: G. Di Stefano.

Basket: Cus-Vigor

Coach Giancarlo Di StefanoComincia questo sabato alle 19 la stagione della Emmolo srl Vigor, che esordisce in Serie C Silver contro il Cus, a Catania. La gara si giocherà a porte chiuse (arbitri Attard e Di Mauro di Priolo). Sarà l’ultima partita in maglia Vigor della guardia Lorenzo Mandarà, che dalla settimana prossima si sposterà a Siena per intraprendere la nuova carriera universitaria: “Lorenzo è un giocatore che ci mancherà – spiega coach Giancarlo Di Stefano alla vigilia -. E’ stata una parte fondamentale di una macchina collaudata, gli auguriamo un futuro roseo. Ma ho detto ai ragazzi che non bisogna piangersi addosso, altrimenti c’è il rischio che le assenze diventino un alibi. La società ha sempre investito sul riciclo dei giovani, chi prenderà il posto di Mandarà e Giacomo Rizzo saprà dire la sua”.

RUGBY, IL PADUA TORNA IN CAMPO

German GrecoDomenica finalmente si torna a giocare. Il Padua infatti affronterà l’Amatori Messina, una delle squadre che in estate si è più rinforzata e che non fa mistero di puntare alla promozione in A. German Graco, il coach biancazzurro: “Quello con i messinesi è un incontro di preparazione, vincere o perdere non farà differenza. Il nostro obiettivo è quello di arrivare in forma all’inizio del campionato e la partita di domenica mi servirà per avere quanti più dati possibili sul nostro attuale livello di forma. Sarà un test probante perché saranno ottanta minuti molto impegnativi, giocati con una squadra veramente forte, ma non sarà nulla di più che una semplice verifica”. Proprio perché si tratterà di un test, Greco ha intenzione di far ruotare tutti i suoi giocatori. L’incontro si giocherà al campo di via della Costituzione di Ragusa e il fischio d’inizio sarà dato alle ore 12. L’ingresso, come sempre, sarà libero e gratuito.

Società Ippica Ragusana

Alessia DiquattroDa venerdì  a domenica  sul campo gara di Augusta per il circuito classico di salto ostacoli hanno gareggiato per la Società Ippica Ragusana quattro amazzoni: le sorelle Federica e Giorgia Fichera in sella ad Alex, Alessia Diquattro su Push & Pull del Baroncio e Luisa Malfitano su Caprise de Pravia effettuando ottimi percorsi. Prossimi appuntamenti sportivi per gli atleti della S.I.R. saranno il concorso di dressage “one day” di sabato 3 ottobre in programma alla S.I.R., e per il salto ostacoli,  presso il Circolo Ippico Il Tempio di Ispica, in occasione del Campionato Provinciale “Città di Ragusa” 2015. La Società Ippica Ragusana inoltre organizza dal 1 al 3 ottobre, presso le strutture del campo comunale di equitazione, il 40° Premio Regionale Allevamento Siciliano, riservato ai cavalli italiani di origine selezionata nati nel 2012, ed ospiterà, venerdì 2 ottobre alle 16.00, il 4° Campionato Siciliano Foals (puledri nati nel 2015) “Barone Stefano Sillitti” ed il 2° Premio A.S.C.S. dedicato ai puledri nati nel 2014.

“PLACCA L’OMOFOBIA”: SABATO 26 SETTEMBRE A RAGUSA UNA GRANDE FESTA DI RUGBY

placca omofobia 2015“Placcare” l’omofobia per lanciare un messaggio positivo che arriva dallo sport più “virile” che c’è sulla faccia della terra. Per il secondo anno consecutivo Ragusa diventa il fulcro di un’iniziativa che incrocia il mondo dello sport, e in particolare del rugby, con quello dei valori sociali e del rispetto della diversità. Ritorna infatti “Placca l’omofobia – partite di rugby sui generis per difendere la libertà di genere”, la manifestazione promossa dalla società sportiva Rugby Audax Clan e da Agedo Ragusa, l’associazione di riferimento dei genitori con figli omosessuali. L’appuntamento è per sabato prossimo 26 settembre a partire dalle ore 17, con ingresso libero, presso lo stadio nuovo di rugby in via Forlanini nel capoluogo ibleo. Con il patrocinio della Federazione Italiana Rugby, l’evento consentirà di lanciare messaggi contro l’omofobia che, anche a seguito di varie strumentalizzazioni politiche e a vecchi retaggi del passato, continua ad essere presente in parte della società italiana. Sport, musica e degustazioni gli ingredienti principali di una manifestazione che si apre sempre più alla città con il coinvolgimento di varie associazioni. Fitto il programma. Nel pomeriggio e fino alle 20 si svolgeranno le partite amichevoli con la partecipazione delle squadre del Cus Catania, Fiamma Cibali Catania, Modica Rugby e Rugby Audax Clan. Una grande festa di sport e solidarietà che coinvolgerà appassionati di rugby e non solo. Già dopo l’apertura e fino alle 22 saranno disponibili stand gastronomici, proiezioni video e banchetti informativi. “Placca l’omofobia”, attraverso questa seconda edizione, si pone come obiettivo la promozione ed il rispetto delle differenze laddove invece la diversità scatena immotivatamente reazioni intolleranti.

LA GAME SPORT AI CAMPIONATI REGIONALI DI CALCIO UNDER 15 – 17

DSC_1336La Game Sport Ragusa, nel decimo anno della sua fondazione, ottiene il prestigioso riconoscimento di partecipare, unica società della città di Ragusa, ai campionati regionali under 17 e under 15; un risultato importante per questa giovane società, ottenuto in campo grazie ai successi dello scorso anno e alle certificazioni di qualità ottenute nella scuola calcio. La società ragusana si confronterà con le migliori scuole calcio siciliane, 75 in tutto, in un campionato difficile e importante che assegna anche lo scudetto nazionale. La formazione under 17 sarà seguita da mister Giuseppe Alderisi, mentre gli under 15 saranno curati da Alessio Milazzo che, dopo diversi anni da capitano della formazione del Ragusa, ha deciso di dedicarsi totalmente ai giovani; preparatore Atletico il prof. Mirko Antoci che ritorna nella sua città dopo tanti anni passati al Catania dove ha seguito con grande successo le squadre Primavera e Allievi. La Game Sport in questi anni ha dato prova di grande capacità organizzativa e tecnica: oltre 300 i ragazzi che ogni anno frequentano i corsi indetti dalla società ragusana, e che si tengono presso gli impianti comunali del G.Biazzo e Colaianni ed al coperto presso i campetti sintetici del Vitality. Una garanzia per i genitori, che affidano i loro figli a personale esperto e qualificato: circa 15 gli istruttori e maestri presenti, tutti diplomati ISEF o tecnici FIGC. La scorsa estate la Game Sport è stata partner del Barcellona nell’organizzazione del FBC Escola Camp, con due atleti selezionati nel team Italia che si sono confrontati al camp nou con 1200 bambini provenienti da tutto il mondo.

CONCLUSO IL PRIMO MEMORIAL FRANCESCO PASSALACQUA

 

nadalinSi è concluso il primo memorial Francesco Passalacqua, torneo di basket femminile che ha visto al Palaminardi di Ragusa la partecipazione di Battipaglia, Orvieto, Palermo e della Virtus Eirene di coach Nino Molino che domenica prossima, 27 settembre, sarà impegnata nella sfida di Supercoppa in quel di Schio. Per Gorini e compagne, alla fine, due vittorie con Orvieto e Palermo e una sconfitta con Battipaglia. Questi i risultati delle tre partite disputate dalle Aquile biancoverdi: Ragusa-Orvieto 84-67; Ragusa-Palermo 44-80; Ragusa-Battipaglia 64-71. Al termine della manifestazione, la giuria composta dai quattro tecnici, Nino Molino, Massimo Riga, Massimo Romano e Piero Musumeci, ha eletto come Mvp la giocatrice di Battipaglia Inma Zanoguera, che ha ricevuto il premio speciale messo a disposizione dalla famiglia Passalacqua.

TORNEO REGIONALE AL CIRCOLO TENNIS ACATE

locandina 2015 (1)Dal 20 Settembre al 4 Ottobre ad Acate si svolgerà la sesta edizione del Torneo “Interprofidi” di Tennis, 61° Prova del Circuito Regionale Sicilia di IV Categoria maschile e femminile. Il torneo, penultima prova del Circuito Regionale Sicilia, si giocherà su una superficie veloce, tipologia asfalto, e avrà una durata di ben 14 giorni alla fine dei quali verranno disputate le finali Domenica 4 Ottobre. Lo svolgimento del torneo prevederà due tabelloni di cui il primo di qualificazione e uno finale in cui saranno inserite le teste di serie del torneo.

Basket: ufficiale il calendario della Vigor, il 26 settembre esordio a Catania

Rizzo e Cavallo (1)Continua la marcia d’avvicinamento della Vigor Santa Croce Camerina al campionato di Serie C Silver. Il comitato regionale della Fip ha diramato in questi giorni il calendario ufficiale della stagione 2015/16: la Vigor, come previsto, debutterà sul campo del Cus Catania sabato 26 settembre alle 19. Per l’esordio in casa bisognerà attendere, invece, il 4 ottobre, quando al Pala Santa Rosalia arriverà l’attrezzatissima Polisportiva Aretusa (ore 18.30). Il derby d’andata contro la Nova Virtus è in programma a Ragusa l’8 novembre. Nel corso della stagione si giocheranno tre turni infrasettimanali, compreso il match nel giorno dell’Epifania che la Vigor disputerà davanti ai propri tifosi. Anche quest’anno coach Giancarlo Di Stefano farà affidamento su un gruppo la cui età media sfiora appena i 20 anni.

Etna, una ‘speciale’ scalata

Andrea Giannì e Andrea DevicenziDieci ore sui pedali, una scalata memorabile, la stessa passione per la bici. Il paratleta Andrea Devicenzi e il presidente della Modica Triathlon Bike, Andrea Giannì, si erano dati appuntamento a settembre per un’importante impresa, scalare l’Etna in mountain bike. Dai faraglioni di Acitrezza, dal livello del mare, arriveranno ai piedi del cratere del vulcano Etna, in un primo momento su strada asfaltata per poi proseguire su pietra lavica, in un paesaggio lunare. La scalata, prevista per sabato 19 settembre, rappresenta un evento significativo per entrambi e ci sono voluti mesi di allenamento per riuscire a programmare quest’uscita. Non è nuovo a queste imprese, il paratleta Devicenzi. Non è stata infatti la mancanza di una gamba a impedirgli di intraprendere un’attività agonistica nel ciclismo Paralimpico e nel paratriathlon, con traguardi sempre più duri e difficili. In India, qualche anno fa, ha sfidato già se stesso percorrendo la strada carrozzabile più alta del mondo, con oltre 5.000 metri di altitudine.  L’appuntamento di sabato durerà tutta la giornata – si partirà da Modica già all’alba – e sarà supportato da una guida alpina di Etna Sud che consentirà ai bikers di arrivare fino al bordo del vulcano.

LA SCUOLA BASAKI DI RAGUSA DA LUNEDI’ AI MONDIALI MASTER DI JUDO AD AMSTERDAM

 Occhipinti, il maestro Baglieri e MiciluzzoEntusiasmo alle stelle in casa Basaki. La squadra agonistica della scuola di Ragusa partecipa per la prima volta a un campionato mondiale di judo. Sono gli appuntamenti riservati ai master che si terranno ad Amsterdam, in Olanda, dal 21 al 24 settembre. Nel corso di una conferenza stampa, il maestro Salvo Baglieri e gli atleti che parteciperanno, Salvo Miciluzzo e Danilo Occhipinti hanno illustrato la particolarità dell’evento. “Sono 1.300 i partecipanti a questi mondiali – ha spiegato il maestro Baglieri – in rappresentanza di 44 nazioni di tutto il mondo. Gli italiani che cercheranno di contendersi la conquista delle medaglie sono ben sessanta. E tra questi appena cinque siciliani di cui ben due della provincia di Ragusa. Direi che per la nostra scuola è motivo di vanto ed orgoglio essere riusciti a salire nelle graduatorie sino a raggiungere il traguardo mondiale. Sappiamo che la concorrenza sarà agguerrita, che si sono atleti molto preparati. Noi andremo con la consapevolezza di chi ha lavorato parecchio, nel corso di questi ultimi mesi, per arrivare alla competizione con la giusta dose di cattiveria agonistica”.  Il maestro Baglieri ha poi rivolto un pensiero speciale anche alla campionessa olimpionica Ylenia Scapin che, ormai da anni, collabora con la scuola Basaki di Ragusa. “E’ anche grazie a lei – dice Baglieri – se siamo riusciti ad affinare ulteriormente la nostra preparazione”.

Duathlon off road

IMG-20150913-WA0001Non solo corsa su strada ma anche corsa in natura e mountain bike. Ed è proprio in tal senso la partecipazione di alcuni atleti della Barocco Running Ragusa e dell’Atletica Padua Ragusa alla quarta edizione del Duathlon Off Road, gara combinata che si è svolta domenica 13 settembre, all’interno della splendida cornice naturale del Parco delle Madonie nella zona di Piano Battaglia. Gli atleti, circa 200, si sono misurati dapprima nella corsa trail sulla distanza di 10 km, con un dislivello di 1000 metri, e raggiungimento di quota 1900 metri, quindi in una prova cross country che prevedeva un anello di km 5 da percorrere tre volte per un totale di 15 km ed, infine, ancora trail sulla distanza di 5 km. Ed il successo per gli atleti ragusani non è mancato, basti pensare – per la classifica a squadre, su circa 70 team, – all’ottimo secondo posto della coppia formata dal podista Tonino Spatola della Barocco Running Ragusa e dal biker Mirko Farnisi. Terzo posto per la coppia composta da Carmelo Spata della Padua Ragusa e dal biker ragusano Maurizio Mezzasalma. Per la categoria donne secondo posto anche per Laura Cascone della Barocco Running insieme a Simona Denti della GS Fausto Coppi.

RUGBY AUDAX, ARRIVA MATT YOUMAN

IMG_7487Da questa settimana in casa RAC si parlerà inglese, l’utility back Matt Youman, australiano di nascita, si allenerà insieme ai neri ragusani. Il giocatore 25 anni, che rientra in un ampio progetto di collaborazione con altre realtà rugbystiche, si trova già a Ragusa, e verrà provato per l’intera settimana, durante la quale lo staff tecnico valuterà il suo probabile utilizzo per il prossimo campionato. Arriva con ottime credenziali da parte di John Haggart dei Canterbury Crusaders. “Si tratta di un giocatore con un curriculum molto interessante” afferma il tecnico Alessandro Di Pasquale  “con credenziali di prim’ordine, in grado di ricoprire tutti i ruoli di trequarti dotato di un buon calcio, che se dovesse fare al caso nostro potrebbe rivelarsi globalmente molto utile per il progetto RAC”. Il giocatore che verrebbe in Italia per perfezionare l’uso della lingua italiana, ha un curriculum molto importante non solo a livello di giocatore ma anche a livello di allenatore giovanile, essendo in possesso di una laurea in scienze motorie (specializzato in rugby) oltre che di vari corsi di formazione sulla didattica del rugby. Durante questa settimana il trequarti australiano terrà degli allenamenti riservati alle scuole ragusane, che si disputeranno in orario scolastico presso il campo Gianni Biazzo. Il pomeriggio sarà utilizzato in supporto ai tecnici per gli allenamenti dei settori giovanili e propaganda, infine la sera si allenerà con la squadra seniores. Una settimana full immersion, dopo la quale si deciderà se eventualmente tesserarlo.

 

Scroll To Top
Descargar musica