21-08-2019
Ti trovi qui: Home » Cronaca (pagina 2)

Archivio della categoria: Cronaca

Arrestato vittoriese con oltre 75 kg di droga

Grazie al “fiuto” dei poliziotti è stato ha effettuato un maxi sequestro di droga. Gli agenti, che avevano fermato sulla strada statale 514 proveniente da Catania un auto, hanno sentito un forte odore di marijuana e trovato nel baule 71 kg di marijuana e 5,5 di hashish. La droga venduta al dettaglio avrebbe fruttato ai criminali oltre mezzo milione di euro. In manette è finito Omar Lillo, vittoriese di 35 anni. Il corriere della droga è stato rinchiuso in carcere a disposizione della Procura della Repubblica di Ragusa.

ARRESTATI DUE CARABINIERI IN SERVIZIO A CHIARAMONTE GULFI

I Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Ragusa su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di due appartenenti all’Arma, G.G. e F.R., entrambi in servizio a Chiaramonte Gulfi, ai quali vengono contestati i reati di furto aggravato e falso in atto pubblico. I due militari durante l’orario di servizio, prevalentemente notturno, sottraevano cassette di ortaggi da terreni privati e attestavano falsamente il resoconto del servizio svolto. Per entrambi è scattata la sospensione dal servizio.

Ragusa, cattura banda di ladri specializzati in gioiellerie

La Polizia ha arrestato Pietro Daraia, pluripregiudicato di 42 anni, Salvatore Laurendino, pregiudicato di 60 anni, e Lucia Pancari, incensurata di 41 anni, per furti. I tre, tutti residenti a Ragusa, si recavano presso una gioielleria del centro storico di Ragusa e, mentre la donna provava alcuni oggetti in oro, uno dei complici distraeva il titolare chiedendo i prezzi e qualità, il terzo infilava nelle tasche i monili. Il gioielliere ha potuto constatare che durante le diverse visite fatte alla sua gioielleria, i tre malfattori erano riusciti ad impossessarsi di oltre 6.000 euro di oggetti in oro. Le immagini acquisite dagli investigatori  hanno permesso di risalire all’identità dei tre delinquenti. La Procura della Repubblica di Ragusa ha richiesto ed ottenuto la misura cautelare della custodia in carcere per Daraia e quella degli arresti domiciliari per gli altri due complici.

Bliz della Polizia al Comune di Vittoria, sequestrati numerosi documenti

La Polizia di Stato – Squadra Mobile e Commissariato di Vittoria – ha proceduto a sequestrare numerosi documenti presso il comune di Vittoria su disposizione della Procura della Repubblica di Ragusa. Gli investigatori hanno sequestrato i documenti inerenti l’assegnazione di 6 box presso il mercato ortofrutticolo di Vittoria. Sono 5 gli iscritti nel registro degli indagati che a vario titolo hanno fatto parte delle commissioni per l’assegnazione dei box, gara che per diversi motivi non è mai giunta al termine a danno del Comune che non ha incassato il canone di locazione e dei commercianti che avevano presentato la loro volontà di aggiudicarsi gli spazi pubblici.

Un incendio ha distrutto un negozio di biciclette a Ragusa – Ricoverato al Centro grandi ustioni di Catania il titolare del negozio

Proseguono le indagini dei Carabinieri sull’incendio di matrice dolosa che ha distrutto il negozio di biciclette “Bike store” di corso Vittorio Veneto a Ragusa. A dare l’allarme ai Carabinieri sono stati i Vigili del Fuoco di Ragusa intervenuti sul posto per domare le fiamme all’interno del locale. Il titolare dell’attività commerciale, un 50enne, recatosi subito sul posto intorno alle 5:00 pensando fosse in atto un furto, accortosi del fumo che fuoriusciva dal locale, ha aperto la porta d’ingresso venendo investito da una fiammata. Il malcapitato è stato trasportato presso l’ospedale di Ragusa per le prime ed urgenti cure e poi è stato trasferito presso il centro grandi ustionati di Catania per le ustioni riportate alle mani e agli arti inferiori. Ora le sue condizioni sono in fase di miglioramento, presenta ustioni per circa il 22%, ma non è in pericolo di vita. Intanto proseguono le indagini dei Carabinieri i quali, da un primo ed accurato sopralluogo all’interno del negozio a cura del personale specializzato nei rilievi, hanno rinvenuto 2 taniche in plastica contenente del liquido infiammabile. Il negozio, andato distrutto dall’incendio, è stato sottoposto a sequestro. In queste ore i Carabinieri stanno ascoltando diversi testimoni e stanno analizzando i sistemi di video sorveglianza delle immediate vicinanze del locale che potrebbero aver ripreso elementi utili ai fini delle indagini.

Arrestati a Ragusa due corrieri albanesi che trasportavano oltre un chilo di cocaina purissima

La Polizia ha arrestato due corrieri della droga, Eriseld Hoxhaj di 28 anni  e Mariglen Aliaj di 20 anni, entrambi domiciliati a Ragusa. Una pattuglia della Squadra Mobile li ha fermati mentre procedevano a bordo di un veicolo con targa albanese in direzione di Ragusa. Nell’auto dei due albanesi, nascosta in un vano appositamente ricavato nel filtro dell’aria, era presente un involucro contenente due pezzi di sostanza stupefacente del peso complessivo di oltre 1 chilo e cento grammi. La droga, del valore di circa 90.000 euro, è stata consegnata alla Polizia Scientifica per le analisi con narcotest che hanno dato esito positivo alla cocaina. I due malviventi sono stati rinchiusi nel carcere di Ragusa.

Fermati due vittoriesi per tentato omicidio: hanno fatto irruzione in casa di un vittoriese riducendo in fin di vita

La Polizia ha sottopone a fermo per tentato omicidio aggravato Hedi Belgacem, di 31 anni, e Fabio Quattrocchi, di 39 anni, entrambi pregiudicati vittoriesi. Dopo la mezzanotte di sabato i due fermati hanno fatto irruzione in casa di un vittoriese aggredendolo in presenza di moglie e figli piccoli. Il fratello della vittima, che ha provato a bloccare gli aggressori, è stato colpito con una bottiglia. Una volta in frantumi la bottiglia è stata utilizzata per trafiggere la vittima procurandogli lesioni ad organi vitali. Dopo l’aggressione i due si sono allontanati a bordo di un’auto. Uno dei due aggressori è stato però costretto a raggiungere l’ospedale perché perdeva molto sangue: mentre sferrava i colpi si era reciso alcuni vasi sanguigni degli arti superiori. Il Pubblico Ministero presso la Procura della Repubblica di Ragusa ha disposto che il fermato venisse piantonato presso l’ospedale di Vittoria mentre l’altro è stato accompagnato in carcere a Ragusa. Le due vittime dell’aggressione sono finite in ospedale. Le condizioni del ferito più grave sono apparse sin da subito disperate ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per la compromissione di organi vitali, ed è tuttora in prognosi riservata.

A Ragusa è stato arrestato un marocchino diciassettene che dal bullismo era passato a estorsioni, furti, rapine e violenza privata

Era diventato il terrore di ragazzini: il magrebino aveva iniziato con atti di bullismo e soprusi vari e proseguito minacciando per farsi consegnare somme di denaro, rubando cellulari e altro. In una occasione ha estorto quasi 1.500 euro a un adolescente che li aveva prelevati di nascosto dalla madre. Gli episodi, ricostruiti dalla Polizia, anche grazie alla collaborazione delle giovanissime vittime, sono stati consumati a Ragusa nei principali luoghi di ritrovo dei giovani da ottobre 2018 a febbraio 2019. Nei confronti del marocchino è stata applicata la misura cautelare del carcere minorile.

Tenta di dare a fuoco ad alcuni tunisini, arrestato pluripregiudicato vittoriese

La Polizia ha tratto in arresto un 41enne noto alla Polizia Giudiziaria per furto aggravato, rapina, detenzione ai fini dello spaccio di sostanza stupefacente, danneggiamento, favoreggiamento, lesioni dolose, minaccia aggravata, associazione per delinquere di stampo mafioso e già sorvegliato speciale della P.S. per la sua pericolosità sociale. L’uomo si era recato in un bar di via Roma a Vittoria e aveva preso a schiaffi e minacciato un tunisino con una pistola giocattolo. Dopo essere stato rilasciato, il vittoriese, nonostante le promesse fatte agli uomini della Polizia, si è ripresentato al bar e ha tirato fuori dalla giacca due bottiglie piene di benzina, cosparso il pavimento ed alcuni presenti, brandendo un accendino. La polizia questa volta lo ha preso e condotto in carcere.

Arrestati a Vittoria padre e figlio per coltivazione di marijuana e detenzione armi

La Polizia ha tratto in arresto Giovanni e Mirko Scalia di 55 e 19 anni. Quindici poliziotti, coadiuvati dal cane poliziotto Soan, hanno effettuato irruzione nella casa dei due, sequestrando una serra nella quale venivano coltivate decine di piante di marijuana, materiale per il confezionamento e la pesatura, marijuana già essiccata pronta per la vendita, semi pronti per essere impiantati, due armi modificate per aumentarne le potenzialità offensive.

Aggressione ad un volontario del traffico a Comiso

Il Sindaco di Comiso, Maria Rita Schemari, esprime la forte vicinanza a Massimo, aggredito e malmenato davanti all’ingresso della scuola primaria Senia, dove svolgeva le sue mansioni di ausiliario del traffico. “Ciò che è accaduto ieri – dichiara il sindaco – è un episodio assolutamente inqualificabile e privo di alcuna giustificazione. Massimo mi ha raccontato di aver fermato un automobilista, facendo rilevare che stava percorrendo la strada in senso contrario rispetto alla direzione di marcia obbligatoria. Costui, all’improvviso, sarebbe sceso dall’auto, sferrando calci e pugni”. Massimo si trova ora ricoverato nell’ospedale di Vittoria, nel reparto di Chirurgia generale. Il comandante della Polizia municipale, Anna Dibennardo, si è già attivata per avviare le procedure previste dall’assicurazione. Massimo ha già presentato denuncia alla Polizia e fornito gli elementi di sua conoscenza per giungere ad individuare il responsabile.

Incidente nel modicano, auto finisce in un burrone

Perde il controllo della proprio auto, va in testa coda, capota e finisce in una scarpata. E’ accaduto lo scorso pomeriggio in Via Passogatta, l’arteria che collega Modica Alta con la Via Modica Noto e quindi con la frazione di Frigintini. Il sinistro ha visto protagonista una Fiat Grande Punto condotta da un giovane modicano. La corsa incontrollata dell’utilitaria si è conclusa nel terreno sottostante la strada. Scattati i soccorsi, sul posto è intervenuta la polizia municipale per stabilire le cause dell’incidente, e l’ambulanza del 118 che ha trasportato il conducente al Pronto Soccorso. Il giovane se l’è cavata con qualche trauma e tanta paura.

Incidente sulla Modica-Mare con due feriti

Brutto incidente lo scorso pomeriggio sulla Via Sorda Sampieri. Coinvolti tre veicoli: una Ford Ka, condotta da una giovane donna modicana, che è stata tamponata da una Citroen Picasso, alla cui guida era uno straniero. La Ford, dopo l’impatto, ha carambolato prima contro un muro di delimitazione della strada e poi contro una Nissan che proveniva dal senso inverso (Mare-Modica). Il conducente della Nissan, accortosi di quanto stava accadendo, ha bloccato il proprio mezzo, ma l’impatto violento è avvenuto lo stesso. Sul posto due ambulanze del 118 e due pattuglie della polizia municipale di Modica. I feriti sono gli autisti dei veicoli che si sono tamponati. Le loro condizioni non destano particolari preoccupazioni anche se sono stati ricoverati all’Ospedale Maggiore.

Un ferito grave nell’incidente stradale sulla Comiso-Chiaramonte

La Polizia Provinciale ha rilevato un incidente stradale sulla strada provinciale n. 7. Lo scontro tra un’Autoape alla cui guida c’era un pensionato di 78 anni di Comiso e una Audi Q5 guidata da un comisano di 52 anni è stato violento e la peggio è toccata al pensionato, ricoverato con un’autoambulanza del 118 nell’Ospedale di Vittoria con prognosi riservata. Le sue condizioni sono gravi. Due pattuglie della Polizia Provinciale hanno effettuato i rilievi del sinistro e si è reso necessario l’intervento della ditta incaricata per la bonifica della sede stradale. Il traffico ha subito rallentamenti per un paio d’ore.

Incidente con 4 feriti sulla Comiso-Santa Croce

Un incidente stradale si è verificato sulla strada provinciale n. 20. A scontrarsi all’altezza della rotatoria del Centro ‘Seia’ sono state due autovetture, una Fiat Punto e una Bmw. Nell’impatto la peggio è toccata agli occupanti della Bmw. Sul posto cinque autoambulanze del 118 che hanno trasportato i feriti negli Ospedali di Vittoria e Comiso. Per alcune ore la strada è rimasta chiusa per consentire il soccorso dei feriti e i rileivi effettuati dalla Polizia Provinciale.

Due feriti in due incidenti stradali a Modica

Sono due i feriti in altrettanti incidenti stradali che si sono registrati a Modica e che hanno richiesto l’intervento della polizia locale. Il primo è avvenuto mercoledì pomeriggio in Corso Umberto,  nei pressi del Teatro Garibaldi ed ha visto coinvolti un’autovettura Volkswagen Golf e un ciclomotore KTM. Ferito il conducente dello scooter, il minorenne F.B.. In ospedale è stato giudicato guaribile in 10 giorni. Quindici i giorni di prognosi diagnosticati al Pronto Soccorso per la 57enne modicana D.C., la quale a bordo della propria Fiat 500, si è scontrata con una BMW, condotta da un 40enne siracusano. Lo scontro si è verificato in Contrada Quartarella.

Maxi sequestro in provincia di Ragusa, la droga sul mercato avrebbe fruttato 600.000 euro

La Polizia ha arrestato tre albanesi per detenzione di 50 kg di hashish e quasi 1 kg di cocaina. In una campagna di Vittoria gli uomini della Squadra Mobile di Ragusa e del Commissariato di Vittoria, insieme all’Unità Cinofila di Catania, hanno rivenuto la cocaina all’interno di un casolare nascosta nei posti più disparati. I cani, durante la perlustrazione anche degli spazi esterni, hanno fiutato la presenza di stupefacente all’interno di un veicolo. Nell’auto vi erano quasi 50 kg di droga suddivisa in panetti di hashish. Uno dei tre albanesi era destinatario di un mandato di cattura: l’uomo circolava con una carta d’identità greca falsa. I tre albanesi Pandeli Prifti di 40 anni, Luzim Ndreu di 42 anni e Kujtim Rapushi di 37 anni, tutti pregiudicati per reati in materia di droga o contro il patrimonio, sono stati rinchiusi nel carcere di Ragusa, in contrada Pendente.

Arrestato a Vittoria  incensurato in possesso di armi e droghe

La Polizia ha tratto in arresto un cinquantenne vittoriese incensurato, poiché a seguito di una perquisizione eseguita presso la sua abitazione ed il garage, nella periferia di Vittoria, sono state rinvenute due pistole, decine di munizioni da sparo, marijuana, cocaina, un bilancino di precisione ed una cartuccia per pistola. La Procura della Repubblica di Ragusa ha richiesto ed ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari la misura cautelare in carcere per l’uomo, del quale sono state fornite solo le iniziali, M.S..

Incidente mortale a Ispica, arrestato rosolinese per omicidio stradale plurimo

I Carabinieri al termine degli accertamenti conseguenti all’incidente stradale mortale verificatosi nella note tra sabato e domenica sulla Strada Statale 115 hanno tratto in arresto il rosolinese R.A. di 22 anni, che era alla guida del veicolo che ha impattato con l’altra auto, provocando la morte di tre persone, con un tasso alcoolemico di gran lunga superiore a quello previsto dalla legge. Il giovane al termine degli accertamenti è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’ autorità giudiziaria iblea, al momento nel nosocomio catanese dove si trova ricoverato a seguito dei traumi riportati.

Preso a Ragusa ladro solitario

La Polizia ha eseguito la cattura di Arxhens Zykollari, albanese, 20 anni appena compiuti.  Era l’autore di numerosi furti commessi da più di un mese a Ragusa ai danni di bar, palestre, ristoranti, negozi per l’agricoltura, abitazioni, rivendite di biciclette e tabacchi. L’esame di un’impronta lasciata dal ladro e delle immagini degli impianti di videosorveglianza hanno permesso la  ricostruzione di numerosi furti. Zykollari si recava di notte sul luogo a bordo di uno scooter e, utilizzando un piede di porco, faceva ingresso e depredava di ogni bene facilmente trasportabile il malcapitato. Quando gli oggetti erano di grosse dimensioni li trasportava a piedi per nasconderli vicino al luogo del delitto, per poi andare a riprenderli. Sono stati recuperati a casa di quattro ricettatori televisioni, 4 biciclette per un valore complessivo di quasi 30.000 euro, computer, tablet e gasolio. I quattro ricettatori, tutti di nazionalità albanese, hanno ammesso di aver comprato la refurtiva dal ladro.

Scroll To Top
Descargar musica