25-06-2019
Ti trovi qui: Home » Sport (pagina 3)

Archivio della categoria: Sport

EREA RAGUSA: TERZO POSTO ALLA COPPA PANETTONE

Polisportiva Erea spettacolare in questa edizione della Coppa Panettone di nuoto per le categorie esordienti A e B che si è svolta alla piscina comunale di Ragusa. L’Erea del presidente Alessandro Tuttolomondo ha sorpreso tutti conquistando un terzo posto di squadra al cospetto di 16 società partecipanti della Sicilia Orientale. In vasca sono scesi oltre 350 atleti che hanno riempito di contenuti ed importanza la manifestazione della federazione italiana nuoto. Grandi risultati di alcuni atleti che sono andati a conquistare le medaglie, ma ottimo lavoro di tutti i tesserati agonistici della Polisportiva Erea che sono andati a punti. Una grande performance per Leonardo Perlini nella categoria Esordienti B che nelle due giornate di gara è riuscito a conquistare la medaglia d’oro nei 100 e 200 dorso ed anche nei 200 metri misti. Sempre negli Esordienti B  secondo posto per Raffaele Parisi nei 50 farfalla e nei 200 misti. Medaglia d’argento per la staffetta 4×50 mista maschile (Perlini-Schembari-Sammito-Parisi) e terzo posto nella staffetta 4×50 mista maschile/femminile(Perlini-Schembari-Iacono-Pluchino). Negli esordienti A Gabriele Gulino ha conquistato la medaglia d’oro nei 200 dorso esordienti, l’argento nei 200 stile libero ed il bronzo nei 100 stile libero. Un bottino non indifferente a cui vanno aggiunti i punti conquistati da Carla Salvo Rossi, Francesca Pluchino, Laetitia Schembari, Marisol Iacono, Giovanni Licitra, Francesco La Rosa, Gabriele Perlini, Adriano Pagano, Emanuele Scribano, Ilaria Accetta, Bruna Alfano, Zoe Ruta, Nicoletta Criscione, Marina Carnemolla, Sammito Riccardo, Vittorio Schembari e Chiara Nobile.

5 FIORETTISTI RAGUSANI ALLA PRIMA PROVA NAZIONALE DI FIORETTO UNDER 14

Si è conclusa a Treviso la tre giorni dedicata alla Prima Prova Nazionale del Gran Prix “Kinder +Sport” maschile e femminile. Una vera e propria maratona di scherma quella vissuta dai 958 fiorettisti sulle pedane trevigiane che, nelle diverse categorie, hanno affrontato le rispettive competizioni. A Treviso presente l’Accademia Scherma Ragusa con 5 atleti nelle categorie Maschietti, Ragazzi ed Allievi. Nella prima e nella seconda giornata sono saliti in pedana, per la compagine iblea, Amedeo Ottaviano (Ragazzi) e Flavio Campo (Maschietti) entrambi alla loro prima esperienza nazionale. Ottaviano ha sofferto troppo l’emozione dell’esordio non andando oltre la prima diretta dopo il girone. Campo invece ha saputo gestire meglio l’emozione e con tre vittorie su sei nel girone e una diretta persa ma tirata bene si è piazzato a metà classifica. Nella terza e ultima giornata a rappresentare l’Accademia Scherma Ragusa sono stati Samuele Di Stefano, Nicolò Mormina e Carlo Terranova.  Mormina, dopo le due vittorie nel girone, si è fermato al tabellone dei 128 piazzandosi al 91 posto mentre Terranova complice anche una condizione pisco-fisica non ottimale è rimasto nella parte bassa della classifica. Si è messo in evidenza Samuele Di Stefano, 38′ su 129, che dapprima si è reso protagonista del proprio girone vincendo quattro assalti su cinque e poi, nelle tre dirette successive ha saputo ben figurare fermandosi però poco prima del tabellone dei 32. “Torniamo da Treviso con ancora maggiore esperienza e convinzione nei nostri mezzi” – dice il Maestro Roberto Molina -. Le prove nazionali, si sa, sono sempre delle esperienze forti, l’atmosfera che si respira è da competizione vera e i nostri giovani atleti hanno arricchito maggiormente la loro esperienza schermistica”. Il prossimo appuntamento agonistico per la categoria under 14 sarà a febbraio per la 2 Prova Regionale di Santa Venerina.

PALLANUOTO: EREA E SIRACUSA SI CONFRONTANO

Alla piscina comunale di Ragusa, l’under 14 e l’under 15 dell’Aquatic Club Siracusa, allenata da coach Aldo Baio, ha svolto un proficuo ed utile common training contro i pari età dell’Erea Ragusa allenati da Sergio Avellino. L’amichevole è stata molto interessante e ricca di spunti che, sicuramente, serviranno per continuare il processo di crescita e di miglioramento dei ragazzi in vista dell’imminente inizio dei Campionati regionali. E’ stato per la squadra ragusana il primo approccio agonistico della stagione. Adesso l’Erea Ragusa rivolge il pensiero alla Coppa Panettone per la categoria esordienti che si svolgerà a Ragusa il 15 e 16 dicembre e che vedrà le società della Sicilia orientale confrontarsi nella vasca di via Magna Grecia a partire da sabato 15 dicembre alle ore 16.00.

La Catania Corse nell’olimpo delle cronoscalate e degli slalom in Sicilia

Tredici, complessivamente, i titoli siciliani portati alle falde dell’Etna dagli alfieri in livrea rossazzurra, dieci nella Velocità in Salita, due tra gli Slalom ed uno nel ‘Sicily Challenge’ riservato alle Bicilindriche, le vetturette 126 e 500 di Casa Fiat. L’ennesimo riconoscimento ad una carriera straordinaria non poteva prescindere dal “veterano” comisano Gianni Cassibba, ancora una volta campione regionale Velocità in salita nella classe E2SC 3000 e autore di prestazioni sportive in netto crescendo, prima al volante della “ritrovata” Osella PA 20S Bmw, nel finale di stagione con la più possente Osella PA 30 motorizzata Mugen finalmente testata in maniera proficua da Cassibba senior, dopo una serie di problematiche che ne avevano ritardato non poco la messa a punto. In casa Cassibba, a Comiso, si festeggia comunque anche l’altro alloro siciliano conquistato con pieno merito dal più giovane Samuele Cassibba, nella classe E2SS 2000 (vetture Sport con telaio monoposto), peraltro protagonista di un’altra annata “top” anche nel Campionato italiano velocità montagna e nel Trofeo italiano velocità montagna Sud, con la fedele Tatuus F. Master Honda. Tra le altre vetture Sport schierate in salita dalla Catania Corse, in evidenza la Gloria C8P Suzuki condotta dal giovane vittoriese Agostino Bonforte, “figlio d’arte”, il quale ha colto vari primati nelle gare del Civm e del Tivm Sud 2018 a cui ha partecipato (oltre che in quelle valevoli per il Regionale della specialità) laureandosi il migliore in classe E2SS 1600. Ad imitarlo anche l’esperto catanese (originario di Belpasso) Matteo D’Urso, particolarmente incisivo quest’anno nelle sfide tra i birilli negli Slalom e soprattutto nelle diverse cronoscalate in cui si è schierato, ottenendo il titolo di campione siciliano nella classe E2SC 1600 (Biposto), con la sua Radical SR4 Suzuki “ex” Domenico Cubeda. Numerosi i riscontri anche tra le vetture Turismo, dove uno tra i piloti più determinati è apparso il lentinese Adriano Scammacca, neo campione regionale nella classe Racing Start Plus 2000 e sempre più a suo agio al volante della Renault Clio Rs Cup con la quale ha cercato di contrastare auto più moderne e prestazionali, peraltro riuscendovi in pieno. Bene anche l’altro catanese di Trecastagni “figlio d’arte” Angelo Roberto Faro, il quale, da parte sua, è riuscito a coronare il sogno di cingersi con l’alloro siciliano nella classe E1 Italia 1600 Turbo, portando in gara la fedele Fiat Uno Turbo i.e. Evo da circa 400 cv, con la quale si è confrontato anche nel Civm e nel Tivm Sud 2018. Un altro “driver” catanese apparso particolarmente veloce quest’anno è Salvo Monzone, abile a conquistare con la sua Citroen Saxo Vts il titolo siciliano nella Racing Start Plus 1600, classe tra le più “toste”, mentre il sortinese Massimiliano “Max” Di Pietro ha capitalizzato gli sforzi profusi per rendere ulteriormente competitiva in salita la Renault 5 Gt Turbo da egli stesso preparata, con la quale ha vinto quest’anno il campionato siciliano per la classe 2000 del gruppo Produzione Evo. Gli ultimi due titoli regionali nella Velocità in Salita portano la firma, tra le Autostoriche, del comisano Franco Corallo e dell’altro sortinese Giuseppe Barbagallo. Il primo, pilota esperto quanto eclettico, ha saputo raccogliere quanto seminato in precedenza, ottenendo applausi al volante della sua ammirata Alfa Romeo Giulia Gta e soprattutto l’alloro siciliano nella classe I/Silhouette 2000 incastonata nel 3° Raggruppamento. Anche Giuseppe Barbagallo, da par suo, ha mandato in archivio una stagione agonistica assai appagante, alla guida della sua Renault 5 Gt Turbo, ottenendo a sua volta il titolo siciliano nella classe J1 per il gruppo A2000, nel 4° Raggruppamento Autostoriche. Catania Corse sugli scudi anche tra gli Slalom, dove il veloce catanese Alfio Laudani ha portato a casa il sospirato alloro regionale nella classe S3 del gruppo Speciale, con la funambolica Fiat Panda preparata da Coppola Motori mentre il messinese Silvestro Fucile si è rivelato, al culmine di una stagione particolarmente intensa, il migliore nella classe S4, sempre per il gruppo Speciale, su Peugeot 205 Rallye. L’altro catanese Pippo Marino ha infine conquistato per la Catania Corse il tredicesimo titolo individuale di campione siciliano, questa volta nel trofeo “Sicily Challenge”, riservato alle Bicilindriche, con la piccola ma “pepata” Fiat 500, in una classe di appartenenza anch’essa particolarmente tosta ed agguerrita.

Quinto posto ai campionati Italiani Judo per il ragusano Matteo Agosta

549 atleti della classe Under 15 (Esordienti B) rappresentanti di 268 società, tra cui la “Judo Club Koizumi Scicli” del Maestro Maurizio Pelligra con Matteo Agosta cat. 38 kg ed Emanuela Bossettini cat. 63 kg, si sono affrontati a Ostia per il campionato italiano. Matteo Agosta ha concluso la sua avventura con un quinto posto che ha messo in risalto un bellissimo judo e soprattutto grandi potenzialità. Per la categoria femminile Emanuela Bossettini si è piazzata nona. “Un ottimo risultato per i due giovani atleti – sottolinea il Maestro Maurizio Pelligra – soprattutto per il quinto posto del giovane judoka Matteo Agosta che al suo primo campionato Italiano ha entusiasmato tutti gli incontri con una gara al disopra di ogni aspettative, considerato il suo peso, arrivando a sfiorare il podio”.

Al mezzofondista modicano Carmelo Cannizzaro il premio Atleta dell’anno

Carmelo Cannizzaro è il vincitore della cinquantunesima edizione del premio ‘Salvatore Padua’. Il giovanissimo atleta, appena 17enne, allievo del professor Salvo Pisana, ha sbaragliato la concorrenza in forza dei suoi lusinghieri risultati agonistici ottenuti nel corso di quest’anno: secondo posto ai campionati italiani allievi dei 2000 siepi, 6° posto ai campionati europei di Gyor in Ungheria sempre sui 2000 siepi, primo posto nel Meeting Brixian, primo posto nei campionati studenteschi a Palermo sui 1000 metri, secondo posto sugli 800 metri al Golden gala di atletica leggera di Roma.

Atleti iblei secondi classificati alla prima prova del campionato regionale di biliardo

Roberto Turlà e Salvatore Vispo dell’Asd La Biglia Modica sono arrivati ad un passo dal gradino più alto del podio cedendo solo in finale al team Rampolla – Tiranno. Turlà e Vispo sono riusciti ad esprimere un ottimo livello tecnico sia negli incontri di qualificazione sia nelle fasi ad eliminazione diretta arrivando in finale con una media generale superiore a 1.000 (120 punti in 119 riprese). Il secondo posto costituisce una conferma per Turlà e Vispo che negli ultimi tre anni hanno conquistato la medaglia di bronzo al campionato italiano team.

Avvenimenti sportivi per la festa di Maria Santissima Immacolata a Ragusa

Giovedì 6 dicembre a partire dalle ore 20 è stata programmata la nona edizione del trofeo (valida come quinta prova del Gran Prix delle parrocchie) di gara podistica in notturna per le vie del quartiere barocco di Ibla, memorial Giovanni Donzella, a cura del Csi di Ragusa. La partenza sarà data da piazza Chiaramonte, proprio di fronte alla chiesa di San Francesco all’Immacolata. La podistica vedrà prima fronteggiarsi gli esordienti maschili e femminili lungo un tracciato di seicento metri, subito dopo prenderà il via la seconda batteria, riservata a Ragazzi e Cadetti maschili e femminili per 1,6 km mentre la terza batteria sarà riservata agli Assoluti/Amatori e alle Donne oltre che ai camminatori per un percorso di cinque km. L’arrivo è fissato ai Giardini iblei. Sabato 8 dicembre alle 9:30 nel centro di accoglienza di piazza Chiaramonte si terrà la quarta edizione del trofeo Maria Santissima Immacolata di ping pong e calcio balilla.

Il vittoriese Panagia vince la coppa Italia U21 di Karate

Il campione ibleo dopo aver conquistato la medaglia di bronzo ai recenti campionati mondiali di Madrid conclude la stagione sbaragliando gli avversari e conquistando a Ostia la medaglia d’oro in coppa Italia U21 di Kata una nuova competizione per atleti giovani tra i 17 e i 21 anni. Giuseppe Panagia ha dominato uno per volta gli avversari: al primo incontro il laziale Antonio Masuzzo, nel secondo il veneto Enrico Pizziolo, nel terzo il laziale Andrea Sperati, nel quarto incontro il campano Carmine Villano, in semifinale l’atleta laziale delle fiamme oro Mirko Barreca e in finale, con un netto 3 a 0, ha battuto il lombardo Giulio Sembinelli. “Sono felice – ha commentato Panagia – è stato un anno fantastico, impegnativo, ho faticato tanto, ma sono stato ripagato da ottimi risultati sia da singolo sia con la squadra nazionale senior. Ho vinto il titolo di campione Europeo, con la squadra ho vinto il bronzo agli Europei e il bronzo ai mondiali e conquistato tanti altri podi. Adesso mi riposo una settimana da atleta e mi dedico allo studio, frequento il secondo anno di Università presso la Cattolica di Roma – corso di Economia e management per la sanità e voglio essere in regola con gli esami, poi inizierò la preparazione per difendere il titolo di campione Europeo a febbraio a Copenaghen in Danimarca”.

NUOTO, EREA RAGUSA IN EVIDENZA AD ACIREALE

Torna con la saccoccia piena la Polisportiva Club Erea dalla spedizione di Acireale dove ha partecipato alla quarta edizione del trofeo Altair Club, memorial Andrea Pantellaro. Francesco Caruso, nella  categoria Juniores, ha conquistato un argento nei 200 metri misti e nel dorso, mentre Gabriele Gulino ha centrato un argento nei 100 metri dorso e una medaglia d’oro nei 200 metri dorso. L’allenatore Massimo Canonico per la Polisportiva Erea ha portato con se i seguenti atleti: Ilaria Accetta, Chiara Nobile, Marina Carnemolla, Nicoletta Criscione, Zoe Ruta, Bruna Alfano, Chiara Giampiccolo e Vittoria Spoto, che sono andati tutti a punteggio.  Soddisfatto il presidente della Polisportiva Erea, Alessandro Tuttolomondo: “I ragazzi sono stati fantastici anche perché si allenano con impegno tutta la settimana. I risultati si cominciano a vedere. La stagione è appena all’inizio. Adesso ci sono le gare di Caltanissetta. Ma abbiamo parecchie aspettative dalle gara che facciamo in casa e cioè la Coppa Panettone del 15 e 16 dicembre che è in programma alla piscina comunale di Ragusa”.

SORRENTINO TORNA AD INDOSSARE LA MAGLIA DELLA VIRTUS RAGUSA

Dopo una piccola parentesi di stop Alessandro Sorrentino ritorna a vestire i colori bianco azzurri della Virtus Ragusa. Ieri il primo allenamento al Pala Padua con i compagni di squadra che lo hanno accolto con grande affetto in attesa di vederlo nuovamente in campo. “Siamo contenti del ritorno di Alessandro nel roster virtussino – commenta il presidente della società Alessandro Vicari – e anche la squadra glielo ha dimostrato dopo l’allenamento di ieri sera con una piccola festicciola in suo onore. Sorrentino è una colonna di questa società e riaverlo tra le nostre file ci rende orgogliosi. Lo abbiamo sempre apprezzato per le sue doti cestistiche ma anche per quelle umane, un giocatore poliedrico che darà, ancora una volta, valore aggiunto alla squadra”. “Sono ritornato in famiglia – le prime parole di Sorrentino dopo l’allenamento – e l’aver rimesso addosso questa maglia mi regala sempre nuove emozioni. I compagni hanno accolto il mio ritorno con entusiasmo e questo per me sarà uno stimolo per fare sempre bene al servizio della squadra. La mia decisione di calcare nuovamente il parquet dei palazzetti di basket è stata meditata lungamente con la mia famiglia che mi supporta in questa nuova avventura. Mi inserisco in un momento magico per la Virtus Ragusa e spero di poter dare concretamente il mio apporto per raggiungere obiettivi che questa squadra merita”.

UN ORO E TRE BRONZI PER LA SCUOLA BASAKI DI RAGUSA A CATANIA

Una nutrita pattuglia della scuola Basaki di Ragusa ha partecipato, domenica scorsa, alla quindicesima edizione del torneo “Judo alle pendici dell’Etna”. La competizione era valida come terza tappa del Criterium giovanissimi. Questi gli atleti che hanno rappresentato la scuola del maestro Salvo Baglieri: per la combinata gioco-sport dei bambini Alejandro Diquattro e Giada Antoci, per la categoria fanciulli Alessio Brugaletta 26 kg, per la categoria ragazzi Nicolò Martines 45 kg ed Enrico Carfì 40 kg, per la categoria Esordienti A Giorgio Cappello 50 kg e Fabiano Diquattro 36 kg. I miniatleti sono quelli che hanno raccolto le maggiori soddisfazioni. Infatti, è arrivato un oro per il piccolo Alessio Brugaletta, 2 bronzi per Martines e Carfì e un bronzo per Giorgio Cappello. Da sottolineare anche il quinto posto per Fabiano Diquattro.

La stagione calcistica riparte con la serie A il prossimo 18 agosto

Prontamente archiviato il Mondiale di Russia 2018, il mese di agosto è stato caratterizzato da un interessante calcio mercato e dalle classiche amichevoli di lusso. Tutto questo mentre veniva pubblicato il calendario della stagione di serie A 2018-2019 che ci riportava a una dimensione di calcio giocato per noi appassionati molto più congeniale. Così, una volta superato lo scoglio rappresentato da Ferragosto, torna prontamente il campionato di serie A, con la prima giornata che verrà disputata tra sabato 18 e lunedì 20 agosto. Discorso differente quello che invece riguarda il calendario di serie B, che è già slittato due volte per via di penalizzazioni, esclusioni, ripescaggi e ricordi. Ad oggi non conosciamo ancora la data di inizio del campionato cadetto, che potrebbe subire dei ritardi rispetto alla data precedentemente annunciata per il 25 agosto prossimo. Si riparte quindi dalla serie A e più o meno da dove eravamo rimasti dopo lo scorso 20 maggio. La Juventus di Allegri aveva conquistato il settimo scudetto consecutivo, il Napoli di Sarri aveva ottenuto il record di punti nella sua storia, arrivando comunque secondo dietro i bianconeri. Nella classifica finale il risultato forse meno pronosticabile era stato il quarto posto dell’Inter di Luciano Spalletti, che era riuscita strappando una vittoria coi denti alla Lazio di Simone Inzaghi, a centrare l’obiettivo stagionale, cioè la qualificazione in Champions League.

Durante l’estate abbiamo assistito al valzer del Milan che in un primo momento risultava fuori dall’Europa League, per poi tornare prontamente in auge e rimarcare quel bisogno di Europa fondamentale per le milanesi. Il campionato di serie A riparte quindi da 4-5 squadre maggiormente attrezzate per darsi battaglia e conquistare il tricolore. La Juventus si è rinforzata nei punti giusti, non solo con l’acquisto di Cristiano Ronaldo e lo stesso può dirsi per Roma e Inter specialmente. Il Napoli rilancia il suo nuovo corso con un nuovo tecnico come Carlo Ancelotti. A rendere particolarmente interessante l’avvio di stagione ci ha pensato poi il calendario che già dalle prime battute promette spettacolo, specialmente per squadre come Napoli, Lazio e Milan. Si parte infatti proprio con Lazio-Napoli, seconda gara dell’anticipo di serie A, dopo che Chievo-Juventus avrà formalmente dato il calcio d’inizio alla stagione. Domenica 19 agosto toccherà invece a Torino-Roma, Sampdoria-Fiorentina e Milan-Genoa completare il quadro delle gare più importanti della prima di campionato. Sarebbe stato difficile prevedere un inizio più spettacolare di questo, specialmente se andiamo a vedere cosa riserva la seconda di campionato, con Juventus-Lazio e Napoli-Milan, di scena sabato 25 agosto. Siamo convinti che per queste due gare i bookmakers d’Europa sapranno scatenarsi, visto che già alla seconda giornata potremo assistere a incontri di un certo livello.  Con LeoVegas Sport appuntamenti fissi con top calcio e scommesse live comodamente giocabili da casa, con quote migliorate per gli eventi sportivi più importanti del momento. Terzo turno particolarmente brillante ancora per Milan e Napoli, che affronteranno rispettivamente la Roma in casa e la Sampdoria a Genova. Ciò nonostante sarà probabilmente la settima di campionato a regalare le emozioni più forti di questo avvio di stagione con il derby di Roma e con la sfida tra Juventus e Napoli, di scena durante il weekend del 29 e 30 settembre.

I Team di Ragusa e Catania si confermano Campioni di Tuning

IMG_7538E’ stato un fine settimana caratterizzato da notevoli performance quello che ha visto protagonisti i Team siciliani nella finale nazionale di One Tuning Show svoltasi a Sutri, in provincia di Viterbo. Il Team Sp25 di Ragusa, guidato dal suo fondatore, Peppe Candiano, è stato riconfermato, per il terzo anno consecutivo, campione nazionale nelle seguenti categorie: No Limits con Peppe Candiano su prototipo di un Renault 5 Gt; Hard con Fabrizio Prinzivalli su Honda Civic; Soft con Mirko Iudice su Fiat Bravo; secondo assoluto Emanuele Modica, nella categoria Entry, su Alfa Giulietta. Il team Stc di Catania, guidato da uno dei fondatori, Antony Ippolito, ha ottenuto lusinghieri risultati nelle categorie Extreme con Tano Ventura campione nazionale su Fiat Punto, Hard con Carmelo Scarso, secondo assoluto, su Peugeot 206. “Sono molto soddisfatto – ha dichiarato Peppe Candiano – per il lavoro finora fatto e sono convinto che l’entusiasmo non manca per raggiungere in futuro nuovi e più ambiziosi traguardi”. “Il Tuning – ha inoltre detto – è una passione che ogni giorno registra l’interesse da parte di nuovi seguaci. E’ proprio per questo che siamo confortati a lavorare con più’ impegno per consolidare la nostra competitività in vista delle prossime gare”.

Palermo, primo in classifica e per monte ingaggi

palermo calcioIl Palermo sta onorando in maniera egregia una Serie B che, in questo momento, si sta dimostrando un campionato equilibrato e competitivo. Non è un caso, infatti, che ben nove squadre si contendano i play off ed altrettante i play out. E così, mentre in cima alla classifica il Palermo si contende il primo posto con un sorprendente Frosinone, Ternana, Ascoli e Pro Vercelli occupano le ultime tre posizioni della classifica.

Non risulta dunque casuale che lo stesso Palermo, capolista secondo i pronostici delle scommesse calcistiche, sia la squadra con il monte ingaggi più alto di tutte le ventidue squadre della Serie B. Il totale degli emolumenti, tra parte fissa e premi, è quasi di quindici milioni di Euro annuali, il che evidenzia un distacco rilevante dalla seconda squadra nella classifica degli ingaggi, ovvero il Pescara. Gli abruzzesi raggiungono i dodici milioni di euro, ovvero due milioni e mezzo in meno rispetto ai rosanero. Non sempre però, nel calcio, le differenze economiche corrispondono a quelle valoriali nelle partite secche. Ad esempio lo Spezia, ultima avversaria del Palermo in campionato in grado di bloccare la corsa lo squadrone siciliano, ha un monte ingaggi di circa cinque milioni e mezzo. Un terzo di quello rosanero. Lo stesso Frosinone, capolista a pari punti, ha un monte ingaggi totale di otto milioni di Euro, dunque la metà di quello palermitano.

Ma analizziamo in dettaglio la rosa del Palermo Calcio, composta da 28 giocatori con l’età media di 25,3 anni. Insieme al monte ingaggi occorre delineare il valore di mercato dei giocatori componenti le rose calcistiche. Anche in questa classifica il Palermo occupa il primo posto, con un valore totale di 29,23 milioni, con 5 milioni in più rispetto al Frosinone, secondo in classifica con 24,50 milioni. Non è un caso, d’altronde, che Nestorovsky sia il calciatore di maggior valore della rosa del Palermo (cinque milioni secondo le stime del sito specializzato Transfermarkt.it) e sia anche il capocannoniere della squadra con un bottino totale di 10 gol. In seconda posizione troviamo Andrea Rispoli e Igor Coronado, entrambi dal valore di due milioni di Euro e punti fermi dell’undici iniziale della compagine allenata da Mister Tedino.

Nonostante il cospicuo bottino del capocannoniere Nestorovsky, il Palermo si caratterizza per l’alto numero di giocatori andati a segno durante l’attuale campionato di Serie B. Trajkovski, Rispoli e Chochev hanno messo a segno tre gol ciascuno mentre Gnahorè e Coronado seguono a quota due. Un potenziale offensivo globale e di tutto rispetto quello dei rosanero, che hanno puntato all’immediato ritorno in Serie A da inizio stagione.

Se dunque negli scontri diretti il monte ingaggi ed il valore totale della rosa può non incidere sul risultato, tale differenza valoriale sarà fondamentale nell’arco della stagione. Per il momento la Serie B si conferma una campionato competitivo, con numerose squadre che si contendono i principali obiettivi stagionali. Vedremo a fine stagione se il Palermo Calcio tornerà nella massima serie italiana, a conferma della bontà dei propri investimenti economici.

CALCIO, L’ASD CITTA’ DI RAGUSA AFFIANCA FAILLA E LINGUANTI ALL’ALLENATORE RACITI

Giovanni Grazioso

Dopo la formalizzazione, venerdì scorso, dell’iscrizione all’Asd Città di Ragusa al campionato di Promozione, accogliendo le richieste del tecnico Filippo Raciti, il direttore sportivo Franco Pluchino si è adoperato per completare il mosaico riguardante lo staff tecnico. In particolare, a Raciti, come allenatore in seconda, sarà affiancato Diego Failla. Quest’ultimo ha potuto contare su una serie di esperienze formative in Svizzera, come allenatore delle giovanili del Locarno, oltre che su un prolungato stage con il Benfica, nel massimo campionato portoghese. Il preparatore atletico, invece, sarà Federico Linguanti, laureato in Scienze motorie, già giocatore del Ragusa. Per quanto riguarda l’organico, il diesse Pluchino, ha concluso due operazioni. La prima riguarda il portiere Armando Di Martino, ex Licata, che era già stato anche nel Gela e nel Modica e che viene considerato tra le figure più in gamba per quanto riguarda i giovani emergenti siciliani che operano tra i pali. Inoltre indosserà la maglia del Città di Ragusa anche Giovanni Grazioso, classe ’95, esterno destro d’attacco, già in forza al Siracusa, alla Leonzio e, durante la scorsa stagione, al Città di Catania e al Biancavilla.

LA PASSALACQUA RAGUSA QUARTA ALLE FINALI NAZIONALI DI BORMIO

under14 (2)

Per soli tre punti, 50 a 53, la formazione Under 14 della Passalacqua perde la finale per il terzo e quarto posto con la Virtus Trieste e si classifica dunque quarta alle finali nazionali di Bormio. Si è trattato in ogni caso di un grande risultato per le giovani aquilotte allenate dal trio Curella, Vicari e Baglieri, che tornano a casa con la consapevolezza di avere disputato un torneo al meglio delle proprie possibilità e di potere essere annoverate tra le primissime formazioni italiane della categoria. “Forse con un pizzico di fortuna in più e un pizzico di stanchezza in meno – commentano i tre allenatori – staremmo qui a parlare del terzo posto, ma si è trattato comunque di un grande risultato che ci ha visti giocare alla pari con le massime realtà giovanili del basket femminile italiano. Siamo davvero molto soddisfatti soprattutto per l’esperienza che hanno potuto fare queste ragazze che è stata davvero delle più importanti, oltre che per il risultato che è stato storico”. Questo il tabellino dell’incontro: Bucchieri 21, Gurrieri 12, Olodo 8, Trovato 7, Mallo 2, Ianelli, Mazza, Occhipinti, Antoci, Menghistu, Lauria, Roccasalvo.

Basket, Dearica Hamby è una giocatrice della Passalacqua Ragusa

hamby

La lunga statunitense (191 cm per 86 Kg) completa, insieme ad Astou Ndour e Jessica Kuster, il trio di straniere che dovranno rappresentare, insieme al nucleo delle italiane, il valore aggiunto della formazione di coach Gianni Recupido che il prossimo anno sarà impegnata in campionato e in Eurocup.

PASSALACQUA RAGUSA, L’UNDER 14 IN SEMIFINALE NAZIONALE

under14

Le cestiste ragusane, con la guida tecnica di Salvatore Curella, Alessandro Vicari e Yvan Baglieri, hanno battuto  per 38 a 45 la Zanè Vicenza e sin sono qualificate alle semifinali nazionali di Bormio. In semifinale l’avversario di turno sarà la Geas Basket Milano, che ha battuto Brindisi. Questo il tabellino dell’incontro: Olodo 17, Mallo 10, Gurrieri 8, Bucchieri 7, Trovato 2, Mazza 1, Occhipinti, Ianelli, Menghistu, Lauria, Roccasalvo, Antoci.

BASKET FEMMINILE, JESSICA KUSTER A RAGUSA

kuster

Jessica Kuster è la prima delle due americane che vestiranno la maglia della Passalacqua Ragusa nella prossima stagione e comporrà, con Astou Ndour e un’altra lunga statunitense, il trio delle straniere che, insieme al nucleo di italiane, dovrà costituire il punto di forza del roster di coach Gianni Recupido. Kuster è nata a San Antonio (Texas) il 20 agosto del 1992. Ala piccola statunitense di 188 cm, ha frequentato il college di Rice diventando l’All time leading scorer (2.081 punti), l’All time leading rebounder (1.376 rimbalzi) e l’All time leading in double-doubles (67 doppie doppie) del college. Atleta molto prestante fisicamente, è dotata di ottime skills sia a livello offensivo che difensivo. E’ una delle sole 145 giocatrici nella storia dell’NCAA Div.I ad aver stabilito il record di oltre 2.000 punti segnati e 1.000 rimbalzi catturati, destando l’interesse di club WNBA come San Antonio Stars e Tulsa Shock. Ha iniziato la sua carriera europea esordendo nella stagione 2014-15 in Romania, palcoscenico che le ha dato la dato la possibilità di mettersi in mostra nelle file dell’Alba Iulia, dove ha chiuso con l’eccellente media di 17.7 punti, 9.1 rimbalzi, 2.7 assist e 1.6 rubate a partita in 32.9 minuti giocati. Nella stagione 2015-16 Kuster è quindi approdata in Repubblica Ceca, a Nymburk, confermandosi ottima realizzatrice e rimbalzista, chiudendo l’anno con 12.9 punti, 6.6 rimbalzi e 2.0 assist di media in 26.6 minuti giocati in campionato e riuscendo a far ancora meglio in EuroCup Women, al suo esordio nella competizione, dove ha messo a referto 13.5 punti, 7.6 rimbalzi e 2.5 assist in 32.3 minuti di utilizzo, tirando sempre con il 47% dal campo ed oltre il 30% dal perimetro. Nella stagione appena trascorsa, l’ala piccola statunitense è stata impegnata ancora una volta in EuroCup, stavolta in Ungheria, dove è stata voluta fortemente dal PEAC-Pecs. Qui Kuster ha giocato 27 partite in campionato, facendo segnare sulle statistiche ben 16.9 punti di media, 7.4 rimbalzi e 2 assist a partita ed un redditizio 13.1 punti, 5.8 rimbalzi ed 1.8 assist in Europa. E’ risultata alla fine seconda per punti segnati nel campionato ungherese e tra le prime quindici atlete di EuroCup per punti segnati, rimbalzi catturati e tiri liberi messi a segno. “Quando ho detto alla mia famiglia che avevo intenzione di giocare in Sicilia – ha dichiarato l’ala statunitense – ho visto il più grande entusiasmo da parte loro da quando gioco in Europa. Sono molto contenta perché so che questa è una grande squadra e so che le straniere che sono arrivate in passato sono state di primo livello. Sono molto entusiasta di venire a giocare a Ragusa. Ho anche sentito dire che la tifoseria di Ragusa è molto calda e numerosa: non vedo l’ora di incontrarli e conoscerli”.

Scroll To Top
Descargar musica