23-08-2019

Migranti: Save the Children, procedere subito con lo sbarco dei minori

“Occorre dare immediata risposta alla richiesta della Procura dei Minori di Catania relativa allo sbarco dei minori a bordo della Sea Watch 3, in ottemperanza a quanto previsto dalla Convenzione Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Questi ragazzi hanno già subito abbastanza violenze e soprusi durante il loro viaggio per arrivare in Italia e sono particolarmente vulnerabili a causa delle sofferenze patite”, ha dichiarato Raffaela Milano, Direttrice dei Programmi Italia-Europa di Save the Children, l’Organizzazione che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro. Save the Children, quindi, rinnova l’appello affinché sia consentito lo sbarco immediato delle persone ormai da 8 giorni a bordo della Sea Watch 3, primi tra tutti i minori.“Ogni minuto in più passato sulla nave, con il timore per quello che sarà il loro futuro, rischia di lasciare tracce indelebili in questi ragazzi, che porteranno con loro per tutto il resto della vita. Nel trentennale dell’adesione dell’Italia alla Convenzione Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza ci troviamo costretti a ribadire il principio fondamentale che i bambini e i ragazzi vengono prima di tutto e le vite e la dignità umana non possono mai essere il prezzo da pagare sullo scacchiere della politica internazionale. I nostri operatori sono pronti ad intervenire per dare loro tutto il supporto di cui hanno bisogno”, conclude Raffaela Milano.

PRIMA GLI “ITAGLIANI”?, NO PRIMA L’ITALIANO!

In molti beceri commenti su facebook ai post che invitano alla solidarietà ci sono due problemi: uno di forma e uno di sostanza. Per aggiustare la forma si invita a ripassare grammatica e vocabolario, per la sostanza si consiglia di ascoltare Fabrizio De Andrè.

Uomini cui pietà non convien sempre
male accettando il destino comune,
andate, nelle sere di novembre,
a spiar delle stelle al fioco lume,
la morte e il vento, in mezzo ai camposanti,
muover le tombe e metterle vicine
come fossero tessere giganti
di un domino che non avrà mai fine.

Uomini, poiché all’ultimo minuto
non vi assalga il rimorso ormai tardivo
per non aver pietà giammai avuto
e non diventi rantolo il respiro:
sappiate che la morte vi sorveglia
gioir nei prati o fra i muri di calce,
come crescere il gran guarda il villano
finché non sia maturo per la falce.

FATELI SBARCARE, APPELLI DA RAGUSA E DA SIRACUSA

Riceviamo e pubblichiamo: “Da sei giorni sulla nave Sea Watch 3, vi sono 47 persone, tra cui otto minorenni. Sono 47 esseri umani portati in salvo dal Mar Mediterraneo dove nei giorni scorsi hanno perso la vita centinaia di bambini, donne e uomini, e che ora sono ostaggio dell’ennesima disputa politica tra Stati: nessun Paese ha infatti risposto alla richiesta di un porto sicuro fatta dalla Sea Watch, in spregio di quanto previsto dalle norme internazionali e delle più elementari considerazioni di carattere umanitario. L’Italia e l’Europa  rispettino la legge  e facciano sbarcare  immediatamente queste persone in un porto sicuro, senza essere lasciate ulteriormente senza una destinazione. Secondo il diritto internazionale del mare, infatti, gli Stati hanno l’obbligo inderogabile di garantire l’approdo di persone in difficoltà in un luogo sicuro nel più breve tempo possibile. La salvezza e la tutela delle vite umane devono avere la precedenza assoluta: queste persone, soprattutto le più vulnerabili come donne e bambini, non devono subire ulteriori sofferenze e deve essere loro garantita l’assistenza umanitaria di cui hanno diritto e le cure di cui hanno bisogno. Non c’è nessuna invasione e non ci sono confini da tutelare. Siamo di fronte a poche centinaia di persone , per lo più donne e minori tenute in ostaggio per fini elettorali in spregio ai più elementari principi di solidarietà e umanità. Il governo italiano assegni immediatamente a Sea Watch 3 un porto sicuro  dove riparare dal maltempo  e poter sbarcare le persone a bordo. I porti italiani sono aperti, come dichiarato ieri dal l’ammiraglio Pettorino, comandante ispettore generale della guardia costiera e delle  capitanerie di porto. Lo può dichiarare chiuso, in base all’art. 43 del codice della navigazione,  per gravi motivi di ordine pubblico solo il ministro dei trasporti. Ma non c’è mai stata una simile dichiarazione da parte di Toninelli e il ministro Salvini non ha questo potere”.  Firmato Italia in comune – sezione di Ragusa

OFFERTE LAVORO

L’URP-INFORMAGIOVANI della Provincia Regionale di Ragusa mette a disposizione degli interessati alcuni bandi di concorso con relative istanze di partecipazione. Concorso a 167 posti di cui 85 riservati agli interni presso l’A.O. Mater Domini di Catanzaro; requisiti: Laurea triennale di Infermiere prof. – Licenza media con qualifica di O.S.S; scadenza: 18.02.2019; fonte: www.materdominiaou.it. Concorso a complessivi 22 posti presso l’Asp di Crotone; Requisiti: Laurea Ingegneria informatica- Licenza media più qualifica di operatore tecnico; scadenza: 18.02.2019; fonte: www.asp.crotone.it. Concorso a 10 posti presso l’Asl di Foggia; requisiti: Laurea triennale di Tecnico di Radiologia medica; scadenze 17.02.2019; fonte: www.sanita.puglia.it. Concorso a 4 posti riservato alle categorie protette presso l’Asur della Regione Marche; requisiti: Diploma di Maturità; scadenza  14.02.2019; fonte: www.asur.marche.it. Concorso a 3 posti, 1 riservato ai volontari FFAA, 1 agli interni  alla Provincia di Ravenna; requisiti: Laurea Ingegneria-Architettura; scadenza  15.02.2019; fnte: www.provincia.ra.it. Concorso a 2 posti presso il Comune di Belluno; requisiti: Diploma di Maturità – Licenza media con qualifica di collaboratore amministrativo; scadenza  11.02.2019; fonte: www.comune.belluno.it. Per ulteriori informazioni rivolgersi all’URP-INFORMAGIOVANI presso il Palazzo della Provincia a Ragusa, numero verde 800 012899 – 0932/675280.

VIA NICOLA CALIPARI A RAGUSA, CANESTRO ROTTO E SPORCIZIA OVUNQUE

“La precedente amministrazione comunale aveva attuato, in via Nicola Calipari, nei pressi di viale delle Americhe, un intervento di recupero di uno spazio pubblico destinato alla pratica di attività sportive dei giovani residenti nell’ampio quartiere in questione. Ora, però, è necessario pianificare una piccola azione di riqualificazione per evitare che la bontà originaria dell’intervento sia compromessa”. E’ quanto mette in rilievo la capogruppo del Movimento Cinque Stelle al Consiglio comunale di Ragusa, Zaara Federico, rivolgendosi al sindaco.“Intanto – afferma Federico dopo avere raccolto le segnalazioni dei residenti e dei fruitori del sito – sarebbe opportuno installare dei cestini di rifiuti di piccoli dimensioni per favorire la raccolta differenziata. Poi, è necessaria una pulizia straordinaria del sito”.

Lavori autostrada Rosolini-Modica, vertice in Prefettura a Ragusa

Accogliendo la richiesta di Cna Ragusa e Cna Siracusa, il prefetto di Ragusa, Filippina Cocuzza, ha convocato un incontro sul futuro dell’autostrada Siracusa-Gela nel tratto che va da Rosolini a Modica. Al confronto in Prefettura erano presenti, oltre ai rappresentanti di Cna,  l’assessore regionale delle infrastrutture e della mobilità Marco Falcone, la  società Cosedil individuata per la continuità dei lavori con il consigliere delegato, il direttore di cantiere e il legale, una delegazione del comitato dei fornitori, l’ing. Salvatore Minaldi, direttore del Consorzio autostrade siciliano. E’ stato chiesto che possa essere pagato alle imprese sub appaltatori nel più breve tempo possibile  il pregresso, limitando il più possibile le perdite, aumentando la quota percentuale spettante ad esse dalle trattative per chiudere il concordato onde  evitare il collasso delle imprese, per avviare, come detto, i lavori anche  per scongiurare il fatto che il territorio interessato dal passaggio del tracciato autostradale continui a essere devastato.

Giornata della Memoria, a Vittoria La signora dello zoo di Varsavia

Sarà un contributo alla Giornata della Memoria la proiezione di lunedì 28 gennaio della rassegna “Orizzonti”, promossa dall’ufficio Cultura della Diocesi di Ragusa. Alla multisala Golden di Vittoria, con inizio alle 20, sarà proposto il film “La signora della zoo di Varsavia” della regista Nikola Jean Caro. La proiezione sarà preceduta da un’introduzione e seguita da dibattito. Ad accompagnare la proiezione, sarà l’esposizione di un premiato progetto relativo ad un parco della memoria in Ucraina, a cura di un gruppo di architetti della provincia iblea.

Cgil Ragusa al congresso che ha eletto Landini

Si chiude il congresso della CGIL nazionale con l’elezione a segretario generale di Maurizio Landini. La delegazione ragusana con il segretario generale Peppe Scifo, la segreteria dei pensionati Roberta Malavasi e Franco Cascone segretario provinciale della Fillea, come delegati hanno partecipato ai lavori del congresso nazionale. “Con Landini – commenta Peppe Scifo – si rinnova lo  spirito di lotta nella CGIL per rimettere al centro il lavoro, per riaffermare dignità e diritti di chi lavora in condizione di diffuso disagio, precarietà e perenne incertezza. Importante il documento politico finale dove si afferma la necessità e l’impegno per una contraddizione inclusiva che mette al centro il tema della solidarietà tra tutti i lavoratori in un ottica di rinnovata confederalita. Temi che interessano molto da vicino la nostra realtà territoriale attraversata da un processo di arretramento soprattutto in alcuni settori come l’industria. Qui occorre aprire la vertenza a difesa di tutte e tutti, lavoratori del diretto e dell’ indotto. Bisogna invertire la tendenza attuale che vuole mettere i lavoratori in competizione, a volte contro. Questo congresso ha dimostrato ancora una volta la grandezza della CGIL per tutti i temi affrontati oltre il lavoro, la battaglia per i diritti civili, per l’ uguaglianza per arrestare il declino della nostra democrazia.”

 Il sindaco di Ragusa incontra Peter Adesanya

Il Sindaco Peppe Cassì ha voluto ringraziare il giovane nigeriano di  36 anni, Peter Adesanya,  che il mese scorso  restituì alla sua proprietaria  una borsa contenente una somma considerevole di denaro, trovata  per caso ad una fermata dell’autobus. Peter  si recò  più volte  presso l’abitazione della signora  non avendola trovata  in casa, senza chiedere niente, solo la gioia di averle  regalato una piacevole sorpresa.  Il primo cittadino ha voluto incontrarlo a Palazzo dell’Aquila  per rendere  omaggio  ad un atto di civiltà che non ha colore, non ha appartenenze e che dimostra quanto siano fragili i pregiudizi e la diffidenza.  Peter, che nel suo paese faceva l’informatico,  vive a Ragusa  da diverso tempo  ed  è in cerca di occupazione.  Recentemente, insieme ad altre due persone,  aveva assistito amorevolmente un’ anziana donna  nell’ultima parte della sua vita, riferendo che  i parenti della donna hanno espresso l’intenzione di donare la casa  ai tre  assistenti per  fondarvi un’associazione culturale.

Cinema Lumiere Ragusa

Dal 25 al 29 gennaio in visione “Se la strada potesse parlare” di Barry Jenkins alle ore 18:30 e 21:30 (Lunedì chiuso). Vincitore del Golden Globe per la miglior attrice non protagonista, “Se la strada potesse parlare” è il nuovo film del regista premio Oscar di “Moonlight” Barry Jenkins. Mercoledì 30 al Lumière sarà proiettato alle 18:30 e alle 21:30 Degas – Passione e perfezione, il docufilm diretto da David Bickerstaff che inaugura la stagione 2019 della Grande Arte al Cinema e trasporta in un mondo abitato da ballerine sinuose, interni di caffè, corse di cavalli, ritratti di famiglia, eleganti nudi femminili.

Arrestato a Vittoria  incensurato in possesso di armi e droghe

La Polizia ha tratto in arresto un cinquantenne vittoriese incensurato, poiché a seguito di una perquisizione eseguita presso la sua abitazione ed il garage, nella periferia di Vittoria, sono state rinvenute due pistole, decine di munizioni da sparo, marijuana, cocaina, un bilancino di precisione ed una cartuccia per pistola. La Procura della Repubblica di Ragusa ha richiesto ed ottenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari la misura cautelare in carcere per l’uomo, del quale sono state fornite solo le iniziali, M.S..

Incidente mortale a Ispica, arrestato rosolinese per omicidio stradale plurimo

I Carabinieri al termine degli accertamenti conseguenti all’incidente stradale mortale verificatosi nella note tra sabato e domenica sulla Strada Statale 115 hanno tratto in arresto il rosolinese R.A. di 22 anni, che era alla guida del veicolo che ha impattato con l’altra auto, provocando la morte di tre persone, con un tasso alcoolemico di gran lunga superiore a quello previsto dalla legge. Il giovane al termine degli accertamenti è stato sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’ autorità giudiziaria iblea, al momento nel nosocomio catanese dove si trova ricoverato a seguito dei traumi riportati.

FIACCOLATA PER REGENI A RAGUSA

Il 25 gennaio saranno passati tre anni dalla scomparsa di Giulio Regeni. Amnesty organizza, come l’anno scorso, una fiaccolata per ricordare a tutti che non ci si fermerà finché non ci saranno verità e giustizia per Giulio. Il gruppo Amnesty di Ragusa si troverà in piazza Poste dalle 19 e accenderà le fiaccole alle 19:41, l’orario in cui è scomparso Giulio. Un’iniziativa  aperta a scuole, associazioni, università e singoli per ribadire la nostra richiesta di verità e giustizia, un impegno che continuerà fino a quando non ci sarà una verità che coincida con quella storica, che ne accerti le responsabilità.

Migranti: Save the Children, scongiuriamo una nuova tragedia in mare

“Dopo l’assurda morte in mare di 117 persone, tra cui due bambini e una donna incinta, in queste ore stiamo rischiando che un’altra tragedia si consumi a largo delle coste libiche. Un barcone con a bordo 100 persone sta affrontando una situazione meteorologica avversa ed è molto probabile che ci siano bambini tra di loro” – ha dichiarato Raffaela Milano, Direttrice Programmi Italia-Europa di Save the Children, l’Organizzazione che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro. “La tragedia che si è consumata negli ultimi giorni non può che mettere tutti noi, – continua Save the Children – l’Italia e l’Europa intera di fronte alle proprie responsabilità. Non possiamo semplicemente fingere che la cosa non ci riguardi, lasciando che il Mediterraneo diventi un cimitero di vittime invisibili. È indispensabile che la comunità internazionale si impegni per realizzare vie di accesso sicure dalle aree di crisi o di transito, per evitare che decine di migliaia di persone continuino ad essere costrette a ricorrere ai trafficanti, mettendo in serio pericolo la propria vita, per attraversare il Mar Mediterraneo, ed è immediatamente necessario soccorrere le persone a rischio in mare, a prescindere da qualsiasi altra considerazione”.

CONTINUA LA MARCIA DELLA CAPOLISTA VIRTUS RAGUSA: BATTUTA IN TRASFERTA LA TRICENTER AMATORI MESSINA 70 a 86

Come un treno in corsa la Virtus Ragusa non si ferma nemmeno al Pala Tracuzzi travolgendo la Tricenter Amatori Messina e mantiene il posto da capolista nella classifica del campionato di serie C Silver. Esordio strabiliante per Andrea Sorrentino, top scorer della partita con 18 punti seguito dal fratello e capitano Alessandro Sorrentino che ha totalizzato 16 punti a referto. “È stata una partita non facile – ha commentato a caldo coach Di Gregorio – per le caratteristiche dei giocatori del Messina. Loro sono una squadra giovane e giocano bene l’uno contro uno e sinceramente all’inizio ci siamo fatti un po’ sorprendere. Abbiamo aggiustato la nostra difesa e poi la partita si è incanalata nei binari giusti”. Il tabellino del Messina: Mondello, Pace 5, Di Dio 20, Santoro, Casablanca, Valitri 4, Unechensky 10, Cordaro 16, Maggio 15, Ronano. Il tabellino del Ragusa: Nardi 14, Carnazza 9, Canzonieri 6, Salafia 8, Dinatale 6, Sorrentino Alessandro 16, Sorrentino Andrea 18, Chessari 9, Ferlito, Causapruno, Vacirca ne.

PASSALACQUA RAGUSA 80 – SCHIO 74

Ragusa si aggiudica il big mach della seria A di pallacanestro femminile battendo in casa Schio con il punteggio di 80 a 74. La miglior realizzatrice per le biancoverdi è stata Jillian Christina Harmon. L’ala pivot statunitense ha realizzato 23 punti e conquistato  11 rimbalzi. Da sottolineare la prestazione di Sabrina Cinili che ha messo dentro il canestro ben 17 punti con un 5 su 5 da tre. 17 punti per Jessica Lynne Kuster e 16 per Dearica Marie Hamby. Ha fatto il suo debutto in casa, il nuovo acquisto, l’australiana di origini calabresi, Nicole Romeo che ha realizzato 5 punti. Nello score finita anche Chiara Consolini, con due punti. La vittoria con Schio porta il Ragusa a 20 punti, meno due dai veneti, e sempre – 6 dal Venezia vittorioso a Torino. Anche le quarte in classifica hanno vinto, Napoli e Broni, e sono a 18 punti. Saranno proprio le pavesi, domenica prossima a far visita alla Passalacqua al Palaminardi.

Cisl Ragusa Siracusa, non dobbiamo dimenticare il rispetto della persona e il diritto d’asilo

“Sicurezza e accoglienza sono temi da gestire come priorità da conciliare. Da sempre, per noi, come sindacato, sono due principi a cui non si può derogare”. A dirlo è il segretario generale dell’Ust Cisl Ragusa Siracusa, Paolo Sanzaro, che interviene nel dibattito sul Dl sicurezza sviluppatosi, in questi ultimi giorni, soprattutto nell’area iblea. “Auspichiamo che possa esserci un dialogo sempre più costruttivo – aggiunge il segretario Sanzaro – tra governo centrale e amministrazioni locali. Stiamo parlando, tra l’altro, di un fenomeno che fa riferimento a un territorio dove più alta è la presenza degli immigrati e dove, storicamente, è stato sempre centrale il tema dell’accoglienza”. “In ogni caso – aggiunge il vertice del sindacato – devono essere argomenti che non possono diventare terreno di scontro politico. Se ci sono sindaci che hanno sollevato delle eccezioni è opportuno che le stesse possano essere verificate. Ma mai e poi mai possono essere messi in dubbio i principi umanitari dell’accoglienza e dell’integrazione sanciti anche dalla nostra Costituzione. L’ultimo episodio del migrante quattordicenne proveniente dal Mali trovato con una pagella cucita in tasca ci dice parecchio su qual è la reale intenzione di chi fugge da drammi e disperazioni. Una storia che ha commosso tutti. Ecco perché come Cisl, a più livelli, ci stiamo spendendo per far sì che possa essere avviato un dialogo il più possibile proficuo da cui possano scaturire modifiche al testo del decreto. E’ fin troppo evidente che su queste tematiche non possono farsi prevalere ideologie politiche che dividono. Piuttosto, occorre remare tutti verso la stessa direzione”.

Preso a Ragusa ladro solitario

La Polizia ha eseguito la cattura di Arxhens Zykollari, albanese, 20 anni appena compiuti.  Era l’autore di numerosi furti commessi da più di un mese a Ragusa ai danni di bar, palestre, ristoranti, negozi per l’agricoltura, abitazioni, rivendite di biciclette e tabacchi. L’esame di un’impronta lasciata dal ladro e delle immagini degli impianti di videosorveglianza hanno permesso la  ricostruzione di numerosi furti. Zykollari si recava di notte sul luogo a bordo di uno scooter e, utilizzando un piede di porco, faceva ingresso e depredava di ogni bene facilmente trasportabile il malcapitato. Quando gli oggetti erano di grosse dimensioni li trasportava a piedi per nasconderli vicino al luogo del delitto, per poi andare a riprenderli. Sono stati recuperati a casa di quattro ricettatori televisioni, 4 biciclette per un valore complessivo di quasi 30.000 euro, computer, tablet e gasolio. I quattro ricettatori, tutti di nazionalità albanese, hanno ammesso di aver comprato la refurtiva dal ladro.

Eletta la nuova segreteria confederale della Cgil di Ragusa

L’assemblea generale della Cgil di Ragusa ha proceduto all’elezione della nuova segreteria che affiancherà nell’attività il segretario generale, Giuseppe Scifo. Sono stati eletti: Salvatore Tavolino (già segretario generale della Filcams Cgil Ragusa), Aldo Mattisi (già segretario generale della Fp Cgil Ragusa) e Graziella Perticone proveniente dalla Flc Cgil. Entro la pausa estiva farà il suo ingresso in segreteria un’altra donna, come da impegno assunto dal segretario generale. I lavori dell’assemblea sono stati conclusi da Mimma Argurio, segretaria regionale Cgil Sicilia che tracciato, illustrandole, le motivazioni della manifestazione unitaria di Cgil, Cisl, Uil a Roma il 9 febbraio. L’assemblea generale ha potuto anche seguire l’articolata relazione del segretario generale, Giuseppe Scifo, che ha ripreso rilanciandoli i temi che hanno caratterizzato l’intenso dibattito registratosi all’ultimo congresso provinciale: gap infrastrutturale, crisi dell’industria, turismo, commercio e distribuzione, politiche sociali e welfare, sanità.

Quarta puntata Bedi tiempi

Il programma di musiche e poesie in dialetto è condotto dall’attore Mario Tumino, con la partecipazione del narratore Ciccio Schembari e dei musicisti Pippo Cerruto e Angelo Tidona andrà in onda su Tele Nova, canale 14 visibile nelle province di Ragusa, Catania, Siracusa e Caltanissetta, domenica 20 gennaio alle ore 13, lunedì 21 alle ore 20,30 e martedì 22 alle ore 8.

Scroll To Top
Descargar musica