03-10-2022
Ti trovi qui: Home » attualità (pagina 18)

Archivio della categoria: attualità

TORNA ALLA RIBALTA IL CESTO BAROCCO

download (1)Verso la costituzione della Comunità della Dieta mediterranea Unesco. E’ una nuova ‘mission’ del Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, Dario Cartabellotta, che intende dare corso alla costituzione della Comunità iblea per diffondere un nuovo modello di valorizzazione della Dieta Mediterranea. e così rispunta il cesto Barocco un marchio elaborato nel 2003 dalla provincia regionale per valorizzare i nostri prodotti. “Lo sviluppo di un territorio – dice Cartabellotta – passa attraverso una puntuale strategia di promozione e valorizzazione delle sue risorse architettoniche, artistiche, ambientali ed enogastronomiche. Oggi l’obiettivo è di indirizzare in un comune progetto di valorizzazione sia la Dieta mediterranea che il barocco del Val di Noto nonché il marchio ‘cestobarocco’ andando verso la costituzione della ‘Comunità della Dieta mediterranea’ utile a diffondere il modello in una visione di evoluzione esperienziale territoriale, comportamentale e di regole. Una Comunità in cui la biodiversità, il mediterraneo, il territorio ibleo col suo barocco e il suo altipiano, nonché la convivialità e l’intraprendenza nota della provincia di Ragusa potranno combinare ed organizzare un ‘brand’ per la celebrazione della Dieta mediterranea. Tradizione, innovazione, concretizzazione, operatività, rassicurazione, praticità concorreranno a definire una nuova immagine del patrimonio alimentare, un elemento di socializzazione, che integra e pone in relazione culture e generazioni e che trova nell’esperienza e nel trasferimento della conoscenza ai più giovani la sua occasione di ascesa e di riconoscimento”. Ritenendo che Ragusa abbia i presupposti per organizzarsi in ‘Comunità della Dieta Mediterranea’ secondo la Carta dei Valori fissata, il Commissario Straordinario ha indetto per lunedì 13 marzo 2017 alle ore 16 presso la Sala Convegni del Palazzo della Provincia una riunione con gli enti pubblici, i rappresentanti delle associazioni dei ristoratori, dei cuochi, dei consorzi di tutela e di ricerca dei prodotti tipici iblei per definire le modalità tecnico-amministrative finalizzate alla costituzione della Comunità della Dieta mediterranea.

 

 

RAGUSA, LA CONSIGLIERA MARINO: “NON CAPISCO COSA CI SIA DA FESTEGGIARE OGGI, 8 MARZO, QUANDO UNA DONNA VIENE AMMAZZATA DA UN UOMO OGNI TRE GIORNI”

femminicidio“Non voglio fare la guastafeste. Ma vorrei capire cosa c’è oggi da festeggiare quando una donna viene ammazzata da un uomo ogni tre giorni? Quando c’è ancora chi nega la specificità del femminicidio, dell’uccisione di donne da parte dei loro partner o ex partner? Che cosa c’è da festeggiare quando, ancora oggi, nel 2017, ci troviamo a dibattere su temi come la “condizione della donna” o la “questione femminile”? Ecco spiegatemelo perché si fa festa nel corso di una giornata che si ha la sensazione sia diventata una sorta di contentino culturale”. A dirlo la consigliera comunale di Insieme, Elisa Marino. “Sia chiaro – prosegue – non mi permetto di giudicare chi celebra questo giorno anche con importanti iniziative legate alla riflessione. Ma, sinceramente, lo ribadisco, non comprendo cosa ci sia da festeggiare. Mi sembra, piuttosto, la festa dell’ipocrisia in un’Italia sempre più maschilista. Colgo, piuttosto, l’occasione per sollecitare l’Amministrazione comunale a coltivare delle specifiche politiche legate alle Pari opportunità, rubrica che sembra essere scomparsa tra le pieghe delle deleghe assessoriali quando, invece, sarebbe opportuno cimentarsi ancora di più e meglio nella ricerca di tutte quelle dinamiche che si rendono necessarie per affrontare questo argomento con la giusta prospettiva e coinvolgere nella sensibilizzazione sulla tematica una fascia sempre più ampia di cittadini. E, di certo, non solo l’8 marzo”.

 

 

A VITTORIA PER LA LEGALITA’

imagesLa federazione di Ragusa di Sinistra Italiana ha inviato una lettera al Sindaco di Vittoria per comunicare la propria adesione alla manifestazione indetta dall’ Amministrazione Comunale per questo giovedì 9. Si legge nella missiva: “A parere di Sinistra Italiana gli avvenimenti che nelle ultime settimane hanno oltraggiato la città, e le sue forze sane e democratiche, rappresentano un pericoloso salto di qualità delle strategie criminali. Alle infiltrazioni malavitose e mafiose nella filiera agroalimentare, presenti ormai nei principali ortomercati d’Italia e nelle strutture di servizio ad esse collegate, occorre rispondere con un  eccezionale impegno istituzionale e civile. Pur nelle differenze di opinioni, che caratterizzano le varie forze sociali e politiche, riteniamo opportuno l’appello dell’Amministrazione Comunale per una giornata di protesta unitaria. Auspichiamo che la giornata del 9 marzo possa rappresentare  la ripresa di un movimento per la legalità, per la difesa dei diritti inalienabili del mondo del lavoro e per la libertà d’impresa nel rispetto delle leggi  dello Stato. Pertanto Sinistra Italiana sarà presente con una propria delegazione “.

 

FUNERALE CON LA DIGOS

l_c009add635Riceviamo dal Gruppo Anarchico e dal Comitato di base No Muos di Ragusa la seguente nota che pubblichiamo integralmente. “Lunedì 6 marzo è venuto improvvisamente a mancare Claudio Maraia, militante anarchico di vecchia data e attivista NO MUOS. Martedì 7 si sono svolti i funerali laici di Claudio, con un corteo funebre che lo ha accompagnato dalla propria abitazione fino alla Rotonda Maria Occhipinti, dove si è tenuta una breve commemorazione (visto che al cimitero cittadino non esiste una sala adeguata a commiati di questo tipo). Ebbene in mattinata siamo stati contattati telefonicamente dalla Digos in quanto c’era un certo stato d’allerta per questo “corteo” che avevamo annunciato. Ma la Digos non si è limitata alla telefonata, bensì ha presenziato con due agenti il funerale, fotografando i presenti. Quanto è avvenuto è inaudito e vergognoso; abbiamo accompagnato il nostro compagno con le nostre bandiere, assieme ai familiari, ai colleghi di lavoro dell’AST e ai conoscenti, omaggiandolo nella maniera per noi più adeguata, ma questo è diventato addirittura un problema di ordine pubblico che ha allertato la Questura di Ragusa. Un funerale laico ad un militante libertario e antimilitarista, che verrà cremato giovedì pomeriggio nel crematorio di Messina: quanto possa essere pericoloso tutto ciò è evidente a tutti!”.

Servizio civile: protocollo di intesa tra Fondazione San Giovanni Battista e Fondo Ambiente italiano

protocollo fai (1)Accordo tra la Fondazione San Giovanni Battista e la sezione di Ragusa del Fondo ambiente italiano. Una relazione che porterà buoni frutti, a cominciare dal recupero delle tre meridiane solari che si trovano nel chiostro del Convento dei Cappuccini presso i Giardini Iblei. Strumenti che il FAI, nella persona del suo capo delegazione, Saro Distefano, si è già impegnato a restaurare. “La Fondazione – spiega il presidente Tonino Solarino – gestisce beni ecclesiali di pregio come Torre Canicarao a Comiso e la Chiesa di Santa Agata con l’Antico Convento dei Cappuccini a Ragusa Ibla. Abbiamo un progetto di Servizio Civile nel settore della promozione del patrimonio artistico-culturale intitolato “Tra culto e cultura”. I nostri 18 volontari sono impegnati nelle chiese che operano all’interno del territorio di Ragusa occupandosi della fruizione turistica, religiosa e culturale. Ci è sembrato naturale mettere in connessione queste risorse con una realtà importante quale il FAI. Vogliamo offrire la disponibilità dei beni da noi gestiti per favorire la fruizione e la conoscenza nel territorio, con particolare attenzione alla promozione delle visite nelle sedi di attuazione del progetto di servizio civile e ad un potenziamento dell’apertura delle chiese”. “Il Fondo per l’Ambiente Italiano, nella sua delegazione di Ragusa – spiega Saro Distefano – si impegna a promuovere attività ed iniziative nel campo dell’educazione al Patrimonio culturale e a favorire e collaborare ad un potenziamento dell’apertura delle chiese  del territorio di Ragusa. Intendiamo avviare percorsi di formazione, aggiornamento per i volontari di servizio civile impegnati nel progetto “Tra culto e cultura” e offrire a tutti loro delle esperienze di “lavoro sul campo” cosicché possano utilizzare in situazioni reali le conoscenze e capacità acquisite in occasione delle manifestazioni organizzate dal FAI”. Tra gli altri obiettivi del protocollo c’è anche l’idea di sviluppare un’iniziativa congiunta al fine di bandire un concorso sulla Natività e Sacra Famiglia finalizzato alla diffusione della cultura della conservazione e della tutela dei Beni culturali, storici, artistici e naturali e progettare percorsi turistici per i richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale ospiti dei centri di accoglienza gestiti dalla Fondazione nel territorio di Ragusa.

8 MARZO: AL CENTRO POLIFUNZIONALE DI RAGUSA UN CONVEGNO SU “LE RAGAZZE DEL ’46 – UN RACCONTO AL FEMMINILE”  

 

downloadPromossa dall’Associazione mogli medici italiani, dal Centro italiano femminile, dal convegno di cultura Maria Cristina di Savoia, dalla Fidapa, dall’Inner wheel Ragusa centro e dal Soroptimist international, si terrà domani, mercoledì 8 marzo, un convegno su “Le ragazze del ’46 – Un racconto al femminile”. L’appuntamento, a partire dalle 16,30, è in programma presso il centro polifunzionale di viale Napoleone Colajanni 69/a a Ragusa. Da settant’anni le donne lottano per una democrazia compiuta e paritaria. Questo il tema che sarà trattato durante i lavori che saranno introdotti e coordinati da Giovanna Di Paola, presidente del convegno di Cultura Maria Cristina di Savoia. Interverrà il prefetto di Ragusa, Maria Carmela Librizzi. A relazionare sulle ragazze del ’46 sarà la storica Marcella Burderi. Alle 17,30, sullo stesso tema, è prevista una proiezione. Saranno fatte vedere le immagini di alcune “ragazze del ‘46” di Ragusa che, appena maggiorenni, furono chiamate ad esprimersi al referendum istituzionale di quell’anno per scegliere tra monarchia e repubblica. A seguire, intorno alle 18,15, ci saranno gli interventi programmati di Dora Muccio Cascone, presidente del Centro italiano femminile, e di Gabriella Savà, presidente della Fidapa. Interveranno anche la presidente di Ammi Ragusa, Agata Giaquinta Iacono, dell’Inner wheel, Lucia Di Paola Guzzardi, e del Soroptmist, Rita Scrofani.

 

PETROLIO, L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI RAGUSA ESPRIME ASSOLUTO DISSENSO  AL PROGETTO DI SVILUPPO  DEL CAMPO VEGA B  

 

ragusa-vega-petrolio-siciliaEsprimere  assoluto dissenso e contrarietà al rilascio da parte degli organi competenti della Valutazione di Impatto Ambientale con esito positivo del progetto di sviluppo del Campo Vega B Canale di Sicilia  per la perforazione di 8 pozzi addizionali da parte di Edison Group a tutela del  proprio territorio nonché per i rischi ed i danni  che l’effettuazione di tale attività potrebbe determinare all’ecosistema del sito e del territorio di Ragusa. Ciò è quanto previsto nel dispositivo della delibera approvata dalla Giunta Municipale perchè la richiesta di ulteriori perforazioni . “è fortemente impattante per l’ambiente oggetto di intervento e non sono assolutamente da escludere inevitabili e devastanti danni alla flora,  fauna, al suolo e sottosuolo nonché agli abitanti del territorio del comune di Ragusa alle risorse ed agli ecosistemi del sito oggetto dell’intervento”. La Giunta Municipale inoltre ha deciso di trasmettere copia del provvedimento, dichiarato immediatamente esecutivo, al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, al Ministero dello Sviluppo Economico,   al Presidente della Regione Siciliana e a tutte le istituzioni e organismi tecnici, politici, amministrativi interessati.

TORNA LA CASA DELLE FARFALLE

1272560236_farfalla3Il fascino e l’eleganza di una location unica per eventi indimenticabili. La “Casa delle Farfalle” ospiterà le “Notti delle Farfalle”, cinque serate all’insegna della sofisticata e magica atmosfera che questo straordinario ambiente riesce a creare, l’unica “Casa delle Farfalle” in Italia ad essere allestita in un contesto urbano, peraltro di raro splendore come è l’ex Convento del Carmine a Modica. Eventi eccezionali in cui la bellezza delle centinaia di farfalle tropicali e la particolarità della vegetazione presente, faranno da scrigno prezioso all’eccellenza enogastronomica locale e a raffinati concerti di musica jazz, classica e blues che accompagneranno le serate. Sarà possibile degustare i migliori prodotti del settore degli alimenti, dei vini e dei liquori ammirando le tantissime e variegate specie di farfalle e di insetti che la struttura ospita. Cinque date, a partire da venerdì 17 marzo, dedicate quindi alle realtà locali celebrate in un contesto tra i più unici al mondo, come è la Casa delle Farfalle in questa nuova terza edizione che si inaugurerà questo sabato 4 marzo alle 10,30. Gli eventi serali, che si terranno il 17 e 31 marzo, il 21 aprile, il 12 maggio e il 2 giugno, si svolgeranno all’interno dell’elegante giardino di inverno dallo scenario pittoresco, con una cascata d’acqua, piccoli stagni e ponticelli, cuore pulsante dell’intera struttura che quest’anno ha un’estensione di ben 300 mq. Spazi triplicati rispetto alle scorse edizioni per permettere al pubblico una maggiore e migliore fruizione dell’ambiente, ma soprattutto per ospitare ancora più specie di farfalle e piante, alcune davvero rare e pregiate. Orari di apertura della casa: lunedì: 9:00 – 13:00; dal martedì al venerdì: 9:00 – 13:00 / 15:00 – 19:00; sabato, domenica e festivi: 9.00 -20.00.

Fondi ex Insicem. Nuova governance della Soaco chiede utilizzo finanziamento per incentivazione rotte

download (1)I nuovi vertici di Soaco hanno partecipato alla riunione del collegio di controllo dei Fondi ex Insicem presieduto dal Commissario Straordinario Dario Cartabellotta. Il presidente Salvatore Bocchetti e l’amministratore delegato Giorgio Cappello hanno messo a verbale che la volontà della nuova governance della Soaco per quanto concerne l’utilizzo la somma di 1,6 milioni di euro è quella di puntare all’incentivazione delle rotte, stoppando così l’ultima comunicazione dell’uscente amministratore delegato Enzo Taverniti che aveva chiesto al collegio di controllo di rimodulare il finanziamento per destinarlo al potenziamento strutturale dell’aerostazione con la realizzazione di nuovi gate. L’ufficio stampa dell’ex provincia aggiunge: “I nuovi vertici di Soaco quindi sono tornati indietro rispetto alla passata governance convinti di poter accrescere i flussi turistici per la provincia di Ragusa con la realizzazione di nuove rotte e di avere nuove interlocuzioni con le compagnie aeree. Un cambio di marcia condiviso dal collegio di controllo a condizione che si realizzi prima della stagione estiva. Il management di Soaco si è impegnato ad elaborare una proposta di fattibilità per dare corso al finanziamento deliberato due anni fa”.

 

 

RAGUSA, BANDO PER IL CONFERIMENTO INCARICO DI DIRETTORE SERVIZIO IGIENE URBANA

Gestione automezzi servizi igiene urbanaSul sito istituzionale dell’Ente è stato pubblicato il bando di gara con il sistema della procedura aperta  relativo al conferimento dell’incarico di Direttore per l’esecuzione del contratto del servizio di igiene urbana, descritto all’art. 2 del Capitolato d’oneri per l’espletamento delle prestazioni indicate  all’art. 1 dello stesso capitolato. Requisiti richiesti per la partecipazione al bando di gara sono: diploma di laurea in architettura, ingegneria, geologia, scienze agricole e forestali o lauree equipollenti, sia del vecchio ordinamento che specialistica del nuovo ordinamento.  Richiesta l’iscrizione nel relativo Albo/Ordine professionale e/o Collegio professionale oltre ad avere comprovata esperienza  professionale per il servizio  per il quale viene conferito tale incarico. L’importo indicato a base di gara è di € 280.000,00 oltre IVA per una durata del contratto fissata in mesi 84. Il testo completo del bando di gara è consultabile sul sito del Comune nell’apposito link dedicato ai “Bandi di gara”.

BAMBINI ERASMUS IN VISITA A RAGUSA

6150Erasmuslogo.svgIl sindaco Federico Piccitto, l’assessore alla pubblica istruzione Gianluca Leggio ed il presidente del Consiglio Comunale Antonio Tringali riceveranno lunedì 6 marzo prossimo, alle ore 9,30, nell’aula consiliare trentadue alunni ( 16 italiani, 8 spagnoli e 8 lituani)  che partecipano, nell’ambito dell’attività di partenariato  per lo scambio di buone pratiche  dell’educazione previste dall’ Erasmus. al progetto “Colorful Songs”. La richiesta di incontro con gli amministratori è stata richiesta dal dirigente reggente del Circolo didattico “Palazzello” prof. Francesco Muisarra e dalla referente dell’attività  progettuale insegnante Maria Priolo. La scuola ragusana ha infatti aderito al predetto progetto di partenariato condiviso con altri istituti europei in cui sono coinvolte le scuola dell’infanzia e della scuola primaria. Il progetto “Color Song”, che  nasce come partenariato tra le scuole di Spagna( Gran canaria), Lituania, Grecia ( Creta) e Sicilia, permette ai bambini di sviluppare i “100 linguaggi” da loro posseduti secondo il “Reggio Emilia Approach” di Loris Malaguzzi. L’importante connessione tra l’arte, la letteratura e la musica contribuisce infatti alla sviluppo  dei bambini, promuove la loro crescita e fornisce gli strumenti che permettono di trasformare  il loro modo di comunicare in diversi modi grazie all”uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Questa partnership permette alle scuole di aiutare gli studenti a riconoscere il valore della diversità dei popoli del mondo e di sviluppare una migliore comprensione di altri Paesi, culture e modi di vivere e pensare.

NUOVE ATTREZZATURE LUDICHE NELLE VILLE COMUNALI DI SAN GIACOMO E VIA ARCHIMEDE

 

imagesCon una spesa complessiva di circa 40 mila euro saranno installati nella villetta comunale di San Giacomo  un gioco a molla, un’altalena, una torretta con scivolo, un bilico a due posti e 90 mq. di pavimentazione anti trauma.  Nella villa comunale di via Archimede saranno invece collocate   due strutture in legno accessibili ai bambini diversamente abili, denominate “Percorso per un sorriso” e  “Giostra  girasole”.  “La realizzazione della bambinopoli   presso la villetta comunale di San Giacomo – specifica l’assessore con delega alla Partecipazione dei cittadini e Promozione della democrazia diretta, Gianluca Leggio – è frutto di una specifica richiesta dei residenti nell’ambito dei confronti avuti sul  bilancio partecipato,  strumento di partecipazione diretta dei cittadini  nelle scelte amministrative, che come esecutivo abbiamo subito accolto e messo in atto”.

 

 

Digiacomo sul nuovo ospedale di Ragusa: “Non permetteremo che si speculi sui cittadini. Il Giovanni Paolo II sarà inaugurato solo con i pazienti al suo interno”

downloadIl presidente della Commissione Sanità all’Ars, Giuseppe Digiacomo, accompagnerà questo sabato il sottosegretario alla Salute del Governo Gentiloni, Davide Faraone,  che farà tappa a Ragusa. Faraone, in particolare, visiterà sia il vecchio ospedale civile del capoluogo che il nuovo plesso di Contrada Cisternazzi, ancora oggi un cantiere aperto, la cui inaugurazione è prevista per il prossimo 30 giugno. “I lavori al Giovanni Paolo II sono giunti ad un importante giro di boa e di questo siamo soddisfatti – ha dichiarato l’on. Digiacomo-, ma è bene precisare che non consentiremo a nessuno di speculare sulla pelle dei cittadini. Non sarà dato modo a chi vuole approfittare della campagna elettorale per le regionali di farsi pubblicità con un fantomatico quanto inutile taglio del nastro da effettuare con i lavori ancora in corso. Se inaugurazione deve esserci, ci sarà quando il presidio sarà realmente e totalmente operativo: con i pazienti all’interno”. Che dire? Un pugno di amici quelli del Pd! La visita di Faraone sarà comunque l’occasione giusta per rivedere il cubano Nello Dipasquale rientrato dopo oltre un mese di vacanza alle Antille. Il deputato ragusano si è comunque immediatamente orientato nonostante si fosse perso i travagli della scissione, il nuovo partito di Crocetta, la figuraccia nazionale del governo isolano sul caso dei due fratelli disabili… Ha capito tutto al volo: da una parte quelli di sinistra, dall’altra… quelli più simili a lui.

PIANO REGOLATORE RAGUSA, SVEGLIAMOCI DAL TORPORE

cemento-zeroIl Comune di Ragusa ha avviato una fase di concertazione per la revisione del Piano Regolatore Generale, nella quale i cittadini dovrebbero avere la possibilità di formulare proposte per la stesura delle direttive Generali da approvare in Consiglio Comunale. Nei primi tre incontri in effetti la partecipazione è stata limitatissima forse per il vuoto assoluto che da anni riempie l’assessorato all’urbanistica retto da Salvatore Corallo che, avendo sempre vantato una sorta di repulsione e di disinteresse verso la delicatissima delega, doveva da tempo dimettersi invece di affrontare praticamente a fine mandato la rielaborazione del piano regolatore. Col tempo si capirà meglio quanto Corallo abbia a cuore gli interessi della collettività riguardo il civico sistema di convivenza urbana, per ora il quadro è incerto, scontato, insipido, sotto traccia. Meno male che l’associazione culturale Insieme in città prova a svegliare i ragusani. Questo il comunicato a firma di Roberto Piccitto: “Come sapete bene tutte le persone che aderiscono all’associazione InsiemeinCittà sono portatrici di un interesse collettivo condiviso che è la rinascita del Centro Storico di Ragusa Superiore. Quindi, come avevamo preannunciato all’assemblea del 25 febbraio, ci riuniremo venerdì 10 marzo alle ore 18,00,presso la sala del Nucleo di Protezione Civile in Viale Napoleone Colaianni n.69, per discutere insieme ed elaborare le proposte che la nostra associazione intende avanzare. L’incontro è aperto a quanti, condividendo il nostro impegno, intendano dare un apporto di idee, anche se non associati”.

UNO STRAORDINARIO IMPEGNO ISTITUZIONALE E CIVILE PER BATTERE LE INFILTRAZIONI CRIMINALI NEL SETTORE AGROALIMENTARE

 

imagesRiceviamo e pubblichiamo la riflessione di Sinistra Italiana sui fatti di Vittoria ed Acate: “Ciò che è accaduto lunedì contro la struttura della Caritas a Marina di Acate non può e non deve essere sottovalutato. L’episodio indubbiamente si inserisce in una  sequenza temporale che suscita pesanti interrogativi. Dopo l’attentato al mercato di Vittoria, le iniziative parlamentari del Senatore Campanella,  la speciale  trasmissione radiofonica della Rai, i numerosi servizi delle principali emittenti nazionali e locali e la conferenza unitaria sulle infiltrazioni mafiose in agricoltura, l’irruzione contro la Caritas rappresenta un nuovo atto intimidatorio. E’ bene sottolineare che in quella struttura viene garantito, ai lavoratori agricoli e alle loro famiglie, un essenziale sportello di ascolto e  assistenza medica e infermieristica e la distribuzione di indumenti  e alimenti per i più bisognosi.  Inoltre nella stessa sede opera uno sportello  di consulenza legale e sindacale a cura della CGIL. Insomma nell’arco di pochi giorni si è voluto colpire la ditta di autotrasporti Caair  come un esempio di impresa sana che non si piega ai ricatti criminali, e la Caritas come presidio di  impegno sociale  per la solidarietà e la legalità. In entrambi gli episodi emergono i sintomi di una strategia criminale che non tollera attività economiche o sociali che sfuggono al controllo malavitoso. Occorre sconfiggere questa nuova fase  che tende al controllo totale di quelle aree sottoposte allo sfruttamento selvaggio della mano d’opera, alle attività di riciclaggio dei capitali di illecita provenienza e al ricatto contro le imprese sane . L’asfissiante presenza criminale, in alcuni segmenti della filiera agricola e dei servizi ad essa collegati,  nuovamente denunciata negli ultimi giorni, va affrontata con nuovi ed efficaci strumenti! All’impegno delle Forze dell’Ordine, e delle diverse organizzazioni sindacali e della  società civile, deve fare eco una iniziativa specifica del Governo.  E’ necessario costituire speciali gruppi di lavoro ( con l’impiego di funzionari dei vari corpi investigativi ad alto livello di professionalità) per disarticolare le interconnessioni, illegali e mafiose, che si annidano nei rapporti tra il mercato di Vittoria e i principali ortomercati del Centro e Nord Italia”.

 

  La Polizia controlla due aziende per la commercializzazione di prodotti ortofrutticoli. 3 denunciati

a (2)La Polizia di Vittoria ha sottoposto a controllo due aziende del settore ortofrutticolo del territorio di Vittoria. In una azienda sono stati trovati 3 trattori rubati, 3 frese e 2 auto (una provento di furto e una su cui erano state montate le parti dell’altra auto, quindi commettendo il reato di riciclaggio). All’interno dell’azienda un’officina meccanica abusiva: un uomo è stato sanzionato, anche per reati ambientali. Riscontrate irregolarità nella posizione lavorativa di 5 dei 7 dipendenti. Ancora irregolarità per la tracciabilità dei prodotti ortofrutticoli detenuti e commercializzati  che hanno portato alla contestazione amministrativa. Nell’altra azienda sottoposta a controllo, il personale della direzione territoriale del lavoro di Ragusa ha rilevato presunte irregolarità nella posizione lavorativa di alcuni dipendenti ed anche in questo caso sono in corso approfondite valutazioni della documentazione acquisita.

RAGUSA, AL CENTRO POLIFUNZIONALE DI VIALE COLAJANNI UN CONVEGNO SUL TEMA: “LE RAGAZZE DEL ’46 – UN RACCONTO AL FEMMINILE”

BANZAILIQSOLD1_20160425094633963-400x200“Le Ragazze del ’46 –  Un racconto al femminile”: sarà questo il tema del convegno promosso dal Centro Italiano Femminile,  Ammi, Convegni di Cultura Maria Cristina di Savoia,  Fidapa, Inner Wheel, Soroptimist che si terrà  giorno 8 marzo, alle ore 16,30, presso il Centro Polifunzionale  di viale Colajanni 69/A. Il programma dell’evento culturale prevede l’apertura dei lavori da parte di Giovanna Di Paola, presidente dell’associazione Convegni Culturali Marina Cristina di Savoia, il saluto ai partecipanti al convegno da parte del Prefetto di Ragusa, Maria Carmela Librizzi,  l’intervento della storica Marcella Burderi. Nel corso dei lavori verrà proiettato  il filmato “Le ragazze del ’46 – un racconto al femmninile” Previsti anche gli interventi programmati di Dora Muccio Cascone, presidente del Centro Italiano femminile e di Gabriella Savà, presidente della Fidapa.

Ex Provincia di Ragusa, Cartabellotta confermato commissario straordinario

download (1)Dario Cartabellotta, dirigente generale del Dipartimento Regionale della Pesca mediterranea della Regione Siciliana è stato confermato Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale di Ragusa sino al 31 dicembre 2017. Cartabellotta regge l’ex Provincia di Ragusa dal 4 dicembre 2014 e questa ennesima proroga gli consente di avviare una programmazione più a lungo termine dell’Ente. “Sono arrivato per ‘traghettare’ la Provincia di Ragusa verso il Libero Consorzio Comunale – dice Dario Cartabellotta – ma l’ultima proroga di dieci mesi dell’incarico mi impone di dare una nuova mission all’Ente che non deve limitarsi a gestire solo l’ordinaria amministrazione ma a pensare a nuove strategie di valorizzazione e promozione del territorio nonché ad accelerare i processi di spesa favorendo investimenti per le infrastrutture con i fondi a valere ex Insicem e ottimizzando le scelte per attrarre nuovi finanziamenti europei. Un altro impegno sarà quello di rilanciare problematiche rimaste sul tappeto come il Parco degli Iblei e il rilancio della promozione del ‘cesto barocco’ coniugato con la carta dei valori della ‘Dieta Mediterranea Unesco’ con la creazione di una ‘rete della Comunità iblea’.

 

 

 SERVIZI SOCIALI COMUNE DI RAGUSA, PUBBLICATO IL NUOVO BANDO “HOME CARE PREMIUM 2017”

HOME-CARE-PREMIUM-PUBBLICATO-IL-BANDO-e1480329223106-464x336Il Settore servizi sociali rende noto che in il 28 febbraio scorso è stato pubblicato sul sito ufficiale di Inps il nuovo bando “Home Care Premium 2017”. Relativamente a tale nuovo bando, il Comune di Ragusa, già convenzionato con Inps per le precedenti edizioni del 2012 e  2014,  attiverà a partire da lunedì 6 marzo, tutti i lunedì e  mercoledì dello stesso mese, dalle ore 16 alle ore 17, lo “sportello delle non autosufficienze che opera presso il “Centro studi sulla famiglia” di via  Napoleone Colaianni 69/a 3^ piano, un servizio di ascolto/consulenza/indirizzo a favore delle famiglie interessate al progetto. Detto bando riguarda le prestazioni varie di assistenza domiciliare rivolte a dipendenti iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali,  pensionati utenti della gestione dipendenti pubblici,  loro parenti o affini di primo grado anche non conviventi e soggetti legati da unione civile e conviventi. Potranno inoltre beneficiare degli interventi assistenziali anche i giovani minori orfani di dipendenti già iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e di utenti e pensionati della gestione dipendenti pubblici. Sono equiparati a figli i giovani minori regolarmente affidati e il disabile maggiorenne regolarmente affidato al titolare del diritto. I beneficiari devono essere individuati tra i soggetti maggiori o minori di età che siano disabili (il bando individua una disabilità media, grave e gravissima). La domanda di iscrizione dovrà essere presentata  esclusivamente per via telematica  pena l’ improcedibilità della stessa  accedendo alla home page del sito istituzionale  www.inps.it  La graduatoria degli ammessi sarà redatta in ordine crescente dei valori ISEE  con titolo di precedenza ai beneficiari classificati in ordine di gravità della disabilità. Saranno ammessi 30000 utenti a livello nazionale.

ICTUS IN GRAVIDANZA: SALVI MADRE E BAMBINO

1488380411-0-ictus-gravidanza-salvi-mamma-bimboUna donna di 43 anni, alla 30 settimana di gravidanza, è giunta venerdì 24 febbraio in condizioni critiche al pronto soccorso di Modica per emiparesi. Scrive l’Asp: “Accertata la diagnosi di ischemia cerebrale acuta, è stata trattata secondo la nuova organizzazione aziendale della “Rete dello Stroke” e quindi inviata immediatamente alla Stroke Unit di Neurologia dell’Ospedale “R. Guzzardi” di Vittoria. Qui è stata sottoposta a un trattamento delicato, la trombolisi intravenosa per poter “sciogliere il coagulo di sangue” e quindi ripristinare il normale flusso sanguigno cerebrale, allo scopo di evitare conseguenze gravi per la madre e il figlio. La procedura, gestita dal Dr. Enzo Sanzaro, è durata un’ora ed è andata a buon fine. Il percorso è stato coordinato dal Dr. Antonello Giordano, della UOC Neurologia. L’eccezionalità dell’intervento, assai raramente effettuato in Italia, consiste nel fatto che la terapia, pur codificata, sia stata applicata in presenza della gravidanza. Una accurata valutazione del bilancio rischi/benefici ha permesso di raggiungere i risultati sperati, non solo salvando la vita della giovane donna, ma anche restituendole le funzioni motorie perse e preservando la vita al nascituro. La signora oggi sta bene ed è stata riaffidata alle cure dei Ginecologi per il monitoraggio della gravidanza”.

Scroll To Top
Descargar musica