25-09-2022
Ti trovi qui: Home » attualità (pagina 19)

Archivio della categoria: attualità

Preso di mira il presidio fisso della Caritas a Marina di Acate, la solidarietà dell’On. Giuseppe Digiacomo

 

downloadIl deputato regionale Giuseppe Digiacomo esprime la sua più viva vicinanza e solidarietà agli operatori ed ai volontari della Caritas di Ragusa il cui presidio fisso con sede a Marina di Acate è stato preso di mira lunedì notte da ignoti. La sede, tra l’altro, ospita anche la Cgil che lì fornisce supporto legale e sindacale. Dal magazzino non è stato rubato nulla, né abiti né alimenti. Per questo non è escluso che l’episodio possa essere legato alla partecipazione della stessa Caritas diocesana e della Cgil alla diretta di “Radio Anch’io” che lo scorso 22 febbraio aveva trasmesso da Vittoria e che aveva articolato la puntata sulle agromafie e sul caporalato. A quella trasmissione aveva partecipato, telefonicamente, anche lo stesso Digiacomo il quale aveva voluto puntare l’attenzione sulle nuove metodologie scelte dalla criminalità organizzata per imporsi: non più la richiesta di pizzo, ma l’atto intimidatorio per piegare l’imprenditore, divenuto ormai un vero e proprio concorrente dato che la criminalità si   è fatta impresa. “Al direttore della Caritas Diocesana, Domenico Leggio, a tutti i volontari ed alla Cgil- dichiara Digiacomo- dico grazie per quello che fanno giornalmente per aiutare i nuovi poveri che vivono nella nostra provincia.  La loro è un’opera costante e silenziosa e per questo ancora più preziosa. A tutti loro ribadisco la mia solidarietà e garantisco la mia vicinanza”.

Vandalismo alla Caritas di Acate, interrogazione al Ministro degli Interni.

minardo 41 (1)“Ho scritto e rivolto un’interrogazione al Ministro degli Interni, Marco Minniti perché questo gravissimo atto contro la sede Caritas di Marina di Acate, dopo la trasmissione di Radio1 sul tema delle agromafie e dello sfruttamento  e le continue minacce al giornalista modicano, Paolo Borrometi, non passino sotto traccia e ne siano perseguiti e puniti gli autori”. Così il deputato Nino Minardo che aggiunge:”Intimidazioni e minacce non devono trovare ancora albergo qui da noi e nessuno immagini di fermare l’incedere di forze sane di cui questo territorio è ricco.. Al ministro Minniti, chiedo di ‘attenzionare’ questi gravissimi episodi e mi faccio latore con lui della richiesta delle forze istituzionali, economiche e sociali della Città di Vittoria, per aumentare le dotazioni organiche delle Forze dell’ordine in modo da garantire e proteggere la sua economia e chi, ogni giorno, denuncia il malaffare che si insinua, provoca danni e prova ad annientarci il futuro”.

CALABRESE LANCIA UN APPELLO ALLE VARIE ANIME DEL PARTITO DEMOCRATICO ALLA VIGILIA DEL CONGRESSO

images“In questi anni di attività politica all’interno della federazione del Pd di Ragusa, abbiamo spesso avuto scontri di posizione con chi ha retto la segreteria del partito. Scontri, è opportuno precisarlo, legati a visioni diverse del progetto politico da portare avanti all’interno del Pd. Mai, però, ci sono state questioni personali”. A dirlo Giuseppe Calabrese nella qualità di portavoce dei circoli Pippo Tumino e Rinascita Dem del Pd di Ragusa. “Oggi – continua Calabrese – alla vigilia del congresso, in rappresentanza mia e dell’area che mi ha sostenuto durante l’ultima fase congressuale, mi sento di lanciare un messaggio di apertura totale e di confronto con gli amici e i compagni del Pd provinciale, con l’unico obiettivo di fare gli interessi del partito e del territorio. Ed è per questo che ho formalizzato un appello pubblico per fare in modo che possa essere ripristinato un clima più sereno. Mi rivolgo, inoltre, al segretario di federazione affinché si possa cominciare a operare tutti insieme per un congresso che da qui a breve vedrà il nostro partito e i suoi gruppi dirigenti confrontarsi sulle varie tesi congressuali. E tutto ciò a sostegno dei candidati nazionali, regionali e provinciali. Auspico che tale totale apertura sia recepita positivamente e che ci si possa confrontare al più presto negli organismi preposti per organizzare nel modo migliore i lavori congressuali, svincolandosi così da posizioni preconcette che, in passato, hanno spesso causato paralisi politiche che di certo non ci hanno aiutato”.

Incendio Tir al mercato di Vittoria, la deputata del M5S Ferreri interroga la Regione: “E’ allarme sicurezza, troppe infiltrazioni della criminalità organizzata”

di-maio_ferreri“Crocetta e quel che resta del suo governo ci dicano quali iniziative intendano adottare per contrastare il dilagare delle infiltrazioni mafiose all’interno del settore agroalimentare siciliano”. E’ questa la richiesta principale contenuta in una interpellanza appena depositata all’Ars dalla deputata iblea del M5S Vanessa Ferreri. “La città di Vittoria sta subendo un forte attacco da parte della criminalità organizzata nel settore della commercializzazione e del trasporto dei prodotti agroalimentari, questo è evidente” – spiega la parlamentare. “In due mesi – aggiunge – ci sono stati due vili attentati incendiari a danno di aziende di autotrasporti, con l’ultima che stava quasi per costare la vita all’autista di uno dei Tir”. “Che il settore della commercializzazione agricola e dei trasporti dei prodotti sia preda delle infiltrazioni della criminalità organizzata, stante il voluminoso giro d’affari, è noto già da tempo”, afferma la deputata 5Stelle. E’ infatti soltanto di qualche giorno fa la scoperta della Guardia di Finanza di Catania di un giro di estorsioni, con presunte infiltrazioni non solo mafiose, ma anche camorristiche, radicato al mercato ortofrutticolo di contrada Fanello a Vittoria. “Occorre tutelare la città di Vittoria, il Mercato ortofrutticolo e tutti gli operatori del settore, – continua la deputata di Acate – e per far questo è necessario che il presidente della Regione e l’assessore all’Agricoltura sbattano i pugni sui tavoli romani per pretendere un numero adeguato di Forze dell’Ordine e regole e controlli dell’intera filiera agroalimentare. La presenza a Vittoria della commissione regionale Antimafia è stata una dimostrazione dell’attenzione con cui il Parlamento siciliano guarda alla città. Lo dimostrano anche i numerosi atti parlamentari presentati dai deputati sulla crisi dell’agricoltura, sulla virosi, sulle calamità naturali che hanno colpito questo territorio. Atti che questo governo ha sempre fatto finta di non vedere”. Durante l’incontro con la Commissione Antimafia Regionale, il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle di Vittoria ha consegnato al presidente della commissione Antimafia Musumeci un documento in cui vengono chiaramente enucleate le principali anomalie e vulnerabilità che caratterizzano il settore della produzione e della commercializzazione agroalimentare nella città di Vittoria. “Vulnerabilità che vengono spesse taciute: dalla contraffazione degli ortaggi, a causa dell’introduzione di prodotti esterni provenienti da altre aree del mediterraneo, ma etichettate e commercializzate come produzioni siciliane; all’usura, che causa l’indebitamento delle piccole e medie imprese agricole e che ha come conseguenza l’impressionante numero di procedure esecutive e di vendite all’asta di beni immobili attualmente riscontrabile nel territorio della città di Vittoria. Ma viene denunciata anche la confusione dei ruoli all’interno del Mercato ortofrutticolo e il sistema della mercuriale e della formazione del prezzo del prodotto. Un documento scottante, di cui la commissione Antimafia non può non tener conto”, conclude la Ferreri.

 

Nasce “CoopUp Ragusa – Il cantiere dell’impresa sociale”

locandina-coopup-384x220Si terrà questo venerdì 3 marzo, alle ore 16, presso la sede del consorzio “La Città Solidale” (via Falcone, 78 a Ragusa) il workshop/presentazione di “CoopUp Ragusa – Il cantiere dell’impresa sociale”. All’incontro saranno presenti: Gaetano Mancini, presidente regionale ConfCooperative Sicilia; Matteo Bettoli, responsabile nazionale CoopUp; Aurelio Guccione, presidente Mestieri Sicilia; Gianni Gulino, presidente consiglio territoriale ConfCooperative Ragusa.  CoopUp è il progetto di ConfCooperative che, a Ragusa, nasce in collaborazione con il Consorzio Mestieri, l’Agenzia per il Lavoro e il Centro Risorse per lo Sviluppo Sostenibile, con lo scopo di promuovere le startup innovative, giovanili e femminili, sostenendo l’avvio di nuove imprese cooperative e sociali, facilitando i contatti tra le idee imprenditoriali e le cooperative già attive. Per questo, CoopUp Ragusa, in occasione della sua apertura lancia un avviso per aderire al “Cantiere dell’Impresa Sociale” un’iniziativa unica e dinamica rivolta a gruppi di giovani che hanno un’idea imprenditoriale e che vogliono svilupparla insieme ai consulenti e agli esperti di CoopUp e insieme ad altri giovani, per vederla realizzare. Aderire a CoopUp Ragusa e al Cantiere dell’Impresa Sociale non costa nulla e dà tante opportunità di formazione e di conoscenza; possono aderire tutti, non c’è un numero chiuso né una scadenza assoluta. Gli aspiranti imprenditori cooperativi possono presentare la domanda di adesione al Cantiere e l’idea imprenditoriale che vogliono sviluppare, presentando i moduli che è possibile reperire – insieme a tutte le informazioni necessarie – dal sito di Mestieri Sicilia (www.mestierisicilia.it) e dal portale di CoopUp Ragusa, www.coopupragusa.it.

INPS RAGUSA, RINNOVATO L’INCARICO DI DIRETTORE AL DOTTORE SAVERIO GIUNTA

giuntasaveriovertIl direttore generale dell’INPS, d.ssa Gabriella Di Michele ha rinnovato l’incarico di direttore provinciale a Ragusa per il periodo di 3 anni, con decorrenza 1° marzo 2017 fino al 29 febbraio 2020, al dr. Saverio Giunta. Oltre alla responsabilità di dirigere l’attività dell’Inps in provincia di Ragusa al dott. Giunta è stato conferita, sulla base dell’attività svolta e dei risultati ottenuti, dal direttore regionale dr. Sergio Saltalamacchia, con la stessa decorrenza 1° marzo 2017, la funzione dirigenziale (ad interim) a livello regionale dell’area manageriale delle ‘pensioni’ che contempla la gestione delle pensioni private e pubbliche (ex Inpdap).

 

RAGUSA, NUOVE DONAZIONI ALLA CITTA’ DAGLI AMMINISTRATORI CINQUE STELLE

logo_movimentoDonazioni, da parte del sindaco, degli assessori e del presidente del Consiglio Comunale, grazie alle somme accantonate derivanti dalla decurtazione del 30% delle indennità di carica.  Denaro che di volta in volta viene utilizzato per l’acquisto di beni e servizi utili da mettere a disposizione della città. Stavolta saranno acquistati un sistema di video sorveglianza composto da 4 telecamere ad alta definizione da installare presso il Giardino Ibleo, attrezzature che saranno collegate al sistema di sorveglianza comunale, e un video proiettore con relativo schermo da destinare alla Biblioteca civica “G. Verga”.Anche i consiglieri cinquestelle con la loro decurtazione sempre del 30% delle indennità doneranno tre attrezzature ludiche  da installare  nella Piazza Padre Tidona.

 

Ragusa, poliziotti in piazza davanti alla Questura il 3 marzo

 

download“Da sempre denunciamo problemi di organici, di mezzi e di strutture, anche nella nostra città. Dopo 20 anni abbiamo l’occasione storica, grazie anche alle risorse che abbiamo ottenuto con la nostra battaglia sindacale, di ottenere un riordino interno delle carriere necessario per far funzionare meglio le forze dell’ordine e dare più sicurezza ai cittadini; invece nei giorni scorsi è stato emanato un decreto assolutamente irricevibile che ci penalizza ancora di più. Per questo venerdì saremo davanti alla Questura per un presidio e un volantinaggio. Un’iniziativa che si svolge contemporaneamente in tutta Italia perché pensiamo che ci siano ancora chance di modificare il provvedimento in Parlamento”. Lo afferma Vito Licitra, segretario provinciale del sindacato di polizia SILP CGIL.
“In genere il sindacato pretende nuove risorse – spiega Licitra -, invece stavolta chiediamo che i soldi già stanziati siano spesi meglio. Un agente deve avere la possibilità di progredire in carriera, non rimanere bloccato a vita, come avviene adesso, perché non si fanno più concorsi interni. I titoli, i meriti e le professionalità di chi fa il poliziotto da una vita devono essere valorizzati, non depauperati. L’intero sistema Polizia di Stato deve funzionare in maniera più efficiente e per farlo il personale in divisa va fatto crescere professionalmente e culturalmente, non costretto a ‘morire’ nel suo ruolo e nella sua qualifica attuali”. “Con una Polizia sempre più anziana – conclude il sindacalista – con una età media di 47 anni e con 18.000 poliziotti in meno in tutta Italia, in un contesto di esigenze crescenti in materia di sicurezza, un riordino interno delle carriere malfatto rischia di compromettere ancor più la nostra mission. Che è quella di garantire la sicurezza dei cittadini”.

Assemblea Regionale Siciliana: No a emendamento 5stelle che incrementava fondo disabili. M5S:“La Casta non ha voluto tagliarsi i privilegi per finanziarlo”

downloadStoppato in commissione Bilancio all’Ars un emendamento del M5S che incrementava di 10 milioni di euro il fondo per i disabili istituito dal governo Crocetta. La norma recuperava le somme necessarie dal taglio delle indennità, vitalizi e pensioni di reversibilità di deputati, ex deputati e loro familiari. L’emendamento – dice Giancarlo Cancelleri – è stato dichiarato inammissibile con la scusa che a decidere sui vitalizi è l’ufficio di presidenza. La verità è che qui dentro certi privilegi sono durissimi a morire, diciamo pure che oltre che immorali sono veramente immortali. E questo nonostante alcuni di questi, come gli eterni e pesantissimi vitalizi, sono veramente indigeribili dalla gente, gran parte della quale, probabilmente, non arriverà mai ad avere una misera pensione”. Nel dettaglio l’emendamento dichiarato inammissibile prevedeva il taglio degli emolumenti dei deputati da 11.100 euro a 7.000 euro e il taglio del 30 per cento dei vitalizi e delle pensioni di reversibilità. In aula il deputato Francesco Cappello ha bacchettato il “governo vigliacco che scarica le proprie responsabilità sull’assemblea e la cui inefficienza è attestata da un misero disegno di legge di quattro articoli e con un esercizio provvisorio che lascia ancora la Sicilia in mezzo al guado”. Da Cappello è arrivata pure una nuova stilettata contro il tentativo di procedere illegittimamente alle nomine nel pianeta sanità anche nel semestre bianco. La prima regola – afferma Cappello – è il rispetto delle regole, che Gucciardi ha mostrato di volere calpestare impunemente”.

CARNEVALE DI SOLIDARIETA’ CON I CLOWN DOTTORI AL POLO ONCOLOGICO DI RAGUSA

L'incursione clownesca al polo oncologico di RagusaL’ufficio diocesano per la Pastorale della salute ha partecipato in prima linea, questo martedì “grasso” al Carnevale di solidarietà con i clown dottori dell’associazione “Ci ridiamo su” tenutosi al day hospital del polo oncologico all’ospedale Maria Paternò Arezzo di Ragusa. Anche il direttore dell’ufficio, don Giorgio Occhipinti, e il cappellano ospedaliero, don Salvatore Giaquinta, si sono truccati da pagliacci per portare allegria e speranza ai pazienti di un reparto dove parecchia è la sofferenza. “L’accoglienza – sottolinea don Occhipinti – è stata straordinaria sia da parte dei malati sia da parte del personale sanitario. Sono momenti che assumono un significato spirituale molto profondo al di là della facciata esteriore legata all’allegria. Cerchiamo di aiutare, in questo modo, chi sta attraversando un momento difficile e ha bisogno di sentire accanto delle persone che trasmettono sensazioni e messaggi positivi”. Fabio Ferrito dell’associazione “Ci ridiamo su” ha messo in luce come, nell’ambito del progetto Saturnino, che sta coinvolgendo la comunità del reparto e la sala d’aspetto, sono numerose le occasioni, almeno due volte alla settimana, il martedì e il giovedì, di confronto e di intrattenimento con quanti si trovano costretti a frequentare il reparto in questione. “Lavoriamo come collante – sottolinea Ferrito – e questa iniziativa ci sta arricchendo di numerose storie. Operiamo a livello relazionale per adattare il percorso di umanizzazione a questo reparto così difficile. Durante momenti come il Carnevale, ci teniamo molto a portare dentro un livello di gioia più elevato al fine di potere sdrammatizzare la pratica sanitaria. Inoltre, abbiamo dato anche una simbologia ai coriandoli: è come se buttassimo via ogni pensiero negativo per agire sulla parte sana della persona. Ringraziamo, dunque, tutti coloro che ci stanno sostenendo a portare avanti questa sfida molto complessa”.

 

 

Sicilia. Digiacomo e Gucciardi: ok commissione Ars a ulteriori 36 milioni per Fondo disabilità

fratelli-disabili-iene-regione-siciliaLa commissione Sanità dell’Ars  ha approvato un emendamento al disegno di legge “proroga dell’esercizio provvisorio e istituzione del Fondo regionale per la disabilità” che prevede lo stanziamento di ulteriori 36 milioni di euro per il Fondo da destinare alle disabilità gravi, e la pubblicazione di un decreto per la definizione e le modalità di erogazione ai soggetti disabili che ne hanno diritto. La norma deve adesso essere approvata dall’Aula. “Stiamo dando risposte concrete ad un tema che è emerso in tutta la sua drammatica urgenza – dicono il presidente della commissione Pippo Digiacomo e l’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi – è il momento di lasciare da parte le polemiche e mettere in campo misure vere per andare incontro alle esigenze dei disabili. Bisogna però superare in fretta la fase dell’emergenza e mettere a regime il sistema assistenziale verso i soggetti che ne hanno diritto”.

MODICA, ATTO VANDALICO A SAN GIUSEPPE U TIMPUNI

S.Giuseppe U Timpuni 3Ennesimo attacco vandalico ai danni del Parco Naturale S.Giuseppe U Timpuni. Il copione è sempre lo stesso: lampioni rotti, colonnine divelte, scritte sui muri… Per fortuna le immagini di videosorveglianza hanno ripreso tutto e, come già successo in passato (ad esempio a Modica Alta quando fu presa di mira Piazza S.Giovanni), sicuramente saranno individuati i responsabili. Scrive il sindaco Abbate:” Intanto, nostro malgrado, ci vediamo costretti a prendere provvedimenti nell’immediato, visto che questo è il quarto attacco che la struttura subisce. Il parco non sarà più aperto h24 ma verrà chiuso a determinati orari e in determinati giorni. Il mio desiderio, la mia utopia probabilmente, è quello che a pagare le spese per l’installazione delle recinzioni e per la riparazione dei danni causati siano gli stessi autori di questa stupidata che, vi assicuro, non rimarranno impuniti”.

 

 

 

 

IL QUESTORE GAMMINO IN VISITA ALL’ISTITUTO PROFESSIONALE ENOGASTROMICO DI RAGUSA

studenti enogastronomicoIl Questore di Ragusa Dott. Giuseppe Gammino ha incontrato gli studenti dell’istituto professionale indirizzo Enogastronomico “Galileo Ferraris” di Ragusa. Nel corso della cerimonia, che si è svolta nell’auditorium del plesso di Via Tommaseo, il Questore ha ringraziato gli studenti delle classi di cucina e di sala per il contributo e il servizio offerto per la realizzazione del buffet in occasione della tradizionale festa della Polizia di Stato. Il ringraziamento è stato suggellato dalla consegna di un attestato di merito che lo stesso Questore ha voluto consegnare ai rappresentanti degli studenti. L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto Eventi e Manifestazioni del Piano Triennale dell’Offerta Formativa dell’istituto “Ferraris”, che ha visto nel tempo consolidarsi i rapporti tra l’istituzione scolastica e gli Enti pubblici della città come la Questura e la Prefettura. Il dott. Giuseppe Gammino e la dirigente dell’Istituto, prof.ssa Giovanna Piccitto, hanno rimarcato nei loro interventi l’importanza della sinergia tra gli enti dello stato, per un proficuo lavoro a sostegno della crescita formativa degli studenti. La dirigenza dell’istituto “Galileo Ferraris” di Ragusa ha espresso il compiacimento per l’esperienza professionalizzante fatta dagli studenti supportati dal lavoro educativo dei docenti e dei tecnici dei laboratori coinvolti.

RAGUSA, APPROVATI I LAVORI PER LA STRADA DI ACCESSO ALL’IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO ACQUA SAN LEONARDO

 imagesE’ stato a approvato il lavoro di somma urgenza dell’importo complessivo di € 60.000, per la rimozione della frana ed il ripristino della funzionalità della strada di accesso dell’impianto di sollevamento acqua di San Leonardo. Tale intervento si è reso necessario a seguito  dal cedimento del muro di contenimento che fiancheggia la strada, risultata anch’essa danneggiata, in occasione degli eventi meteorologici straordinari  avvenuti nelle giornate del 21 e 22 gennaio scorsi. L’opera pubblica rientra nell’ambito del piano predisposto dall’Amministrazione comunale al fine di eliminare i danni che i recenti eventi calamitosi hanno provocato nel territorio comunale. Il progetto da attuare, servirà a riparare il muro di contenimento della strada di accesso all’impianto di sollevamento acqua ed a ripristinare la sede stradale adiacente al torrente San Leonardo, attualmente  percorribile soltanto a piedi.

 “L’ORA DI LIBRI”: SECONDO APPUNTAMENTO DEDICATO ALL’8 MARZO GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

 

libri-1030x615L’appuntamento programmato per il 2 marzo p.v. alle ore 18,30, presso la libreria “Flaccavento” di Ragusa,  “L’ora dei Libri” sarà dedicato, proprio perché prossimo alla Giornata Internazionale della Donna, 8 marzo, alla lettura di frammenti dedicati alle donne. Il prof. Francesco Licitra, insegnante di lettere in pensione, ha scelto e condiviso con il Gruppo, tre brani che parlano di donne protagoniste di  contesti diversi. Un momento diverso per restituire a questa giornata il suo significato originale, visto che da diversi anni l’«8 marzo» ha assunto, purtroppo, un carattere sempre più commerciale. La Giornata Internazionale della Donna è stata istituita con lo scopo di ricordare sia le lotte intraprese per raggiungere conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze di cui sono ancora oggetto in molte parti del mondo. L’incontro  continuerà  con il confronto dei presenti,  sul libro sorteggiato  “Il soffio della valanga” di Santo Piazzese – Sellerio Editore. La  condivisione del libro, l’analisi della  struttura, lo stile narrativo, il  linguaggio, la trama e i personaggi, ogni opinione sarà  benvenuta creando un  confronto capace di  animare il dialogo tra i  partecipanti  consentendo di arricchire la  lettura del romanzo di nuove emozioni. La lettura condivisa,  che non  esclude, certamente,  quella intima e personale, crea  un modo diverso di conoscere il mondo della scrittura e dell’editoria.

 

L’IMPIANTO DI POTABILIZZAZIONE DI CAMEMI. PEPPE CALABRESE: “GLI INUTILI VANTI DEL SINDACO DI RAGUSA E DELL’ASSESSORE CORALLO”

Il potabilizzatore a Camemi“Chissà se prima della fine del mandato, Piccitto potrà dire di avere inaugurato almeno un’opera ideata, progettata e finanziata da questa Giunta. La faccia tosta del sindaco Piccitto e dell’assessore Corallo non ha limiti. Infatti, ogni due mesi, circa, vanno sulla stampa per vantarsi di un’opera di cui loro non sanno nulla. Tutto ciò testimonia la spregiudicatezza di una amministrazione che non sa né progettare né finanziare”. Così Peppe Calabrese, portavoce del comitato Intercontrade, con riferimento alle contrade che si trovano a monte di Marina di Ragusa e a proposito dell’impianto di potabilizzazione di contrada Camemi e della relativa condotta idrica. “Vorrei soltanto ricordare – continua Calabrese – che il progetto e il finanziamento sono realizzazioni delle precedenti Amministrazioni comunali e che loro, invece, hanno accumulato quattro anni di ritardo. Aggiungo che l’opera appaltata avrebbe dovuto essere ultimata a ottobre 2016 mentre siamo praticamente a marzo 2017 e sentiamo il primo cittadino e l’assessore Corallo vantarsi del fatto che l’opera si trova in una fase avanzata di realizzazione. I residenti delle contrade hanno lottato, in tutti questi anni, per vedersi riconosciuto un loro sacrosanto diritto e continueranno a farlo. Ci chiediamo, tra l’altro: che novità ci sono per quanto riguarda la costruzione della rete idrica così da consentire l’erogazione dell’acqua anche a Camemi, rete idrica finanziata su nostra richiesta lo scorso anno? Sono in fase di previsione le somme nel prossimo bilancio per la realizzazione della rete idrica negli altri villaggi?”

La benedizione di Papa Francesco alla Fondazione San Giovanni Battista

 

02047_21022017Un incoraggiamento e una benedizione di Papa Francesco al lavoro fatto dalla Diocesi di Ragusa con la Fondazione San Giovanni Battista. Il Pontefice, nel corso del suo intervento al “Forum internazionale Migrazione e Pace”, ha ancora una volta sottolineato il diritto di tutti di potere restare nella propria terra e quella di poter lasciare la propria terra. “Accogliere, proteggere, promuovere e integrare – spiega Tonino Solarino, presidente della Fondazione San Giovanni Battista – sono i verbi da collocare al centro della politica e di tutti coloro che a vario titolo siamo impegnati nella solidarietà. Se lasciamo morire nel Mediterraneo 5000 persone l’anno, se si parla di eliminazione di massa, se si alzano muri, per un misero dividendo elettorale significa che l’Occidente sta smarrendo i principi che hanno fondato la democrazia e hanno permesso un lungo periodo di pace. Questo Pontefice ha sempre testimoniato grande attenzione verso il tema delle migrazioni. Non è un caso che abbia voluto istituire il Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, all’interno del quale una sezione si occupa specificamente di quanto concerne i migranti, i rifugiati e le vittime della tratta. Nel nostro quasi ventennale impegno a favore dei richiedenti e titolari protezione internazionale è bello sperimentare obbedienza all’esortazione del papa e trovare nel nostro vescovo Carmelo quotidiano incoraggiamento”.  Una benedizione che ha suscitato grande gioia in tutti gli operatori della fondazione San Giovanni Battista.

Attentato incendiario a Vittoria del 18 febbraio, il sen. Mauro presenta un’interrogazione al Ministro dell’Interno.

downloadDopo i fatti criminosi verificatisi il 18 febbraio scorso nelle vicinanze del Mercato ortofrutticolo di Vittoria dove quattro tir sono stati dati alle fiamme presumibilmente per un atto intimidatorio nei confronti di un operatore del settore agricolo, il sen. Giovanni Mauro, commissario di Forza Italia per la provincia di Ragusa, ha presentato un’interrogazione al Ministro dell’Interno. Al ministro Minniti il senatore azzurro ha chiesto di sapere “se non ritenga di dover aumentare la dotazione organica delle Forze di Polizia impiegate nel contrasto alla criminalità organizzata; se non ritenga di dover intervenire urgentemente con l’attivazione di un Tavolo tecnico nazionale alla presenza del Ministero dell’Interno, della Regione siciliana al fine di organizzare meglio sul territorio la presenza dello Stato a presidio della legalità che possa restituire a tutta la popolazione la serenità e a tutti gli operatori del mercato ortofrutticolo la certezza di una tutela anche fisica del proprio operato”. “La città di Vittoria – dichiara Mauro – dove l’organico di Polizia è inferiore del 40% rispetto al previsto, non è nuova a episodi gravi come quello di sabato scorso. Appena un mese fa se ne è verificato uno analogo con l’incendio doloso di altri automezzi appartenenti a una ditta diversa. Ma la città, i vittoriesi, hanno sempre reagito ai tentativi di ingerenze e all’azione da parte dei gruppi criminali, pure con la vicinanza dello Stato e dell’Amministrazione Comunale. E’ importante, però, che lo Stato, dalle sue articolazioni più alte, intervenga duramente per dare ai cittadini la sicurezza che meritano e per contrastare la criminalità in ogni modo”

RAGUSA, NUOVA CONDOTTA IDRICA E IMPIANTO DI POTABILIZZAZIONE IN CONTRADA CAMEMI    

20170223_123752Sono in avanzato stato di  esecuzione i lavori di realizzazione di un impianto di potabilizzazione, alimentato dalle acque provenienti dalla Diga di Santa Rosalia,  e la realizzazione di una condotta in ghisa che collega il potabilizzatore di Contrada Camemi con il serbatoio idrico di Contrada Gaddimeli, alle porte di Marina di Ragusa. Il sindaco Federico Piccitto, accompagnato dall’ ing. Giuseppe Piccitto, responsabile del Servizio Idrico comunale,  si è recato presso il cantiere per verificare lo stato dei lavori. Sono già state realizzate le vasche di accumulo e l’intera condotta, per la quale sono in corso le operazioni di collaudo per verificarne la tenuta. Attualmente è in fase di realizzazione la tettoia attigua alle vasche, dove sarà posto l’impianto di potabilizzazione. L’area circostante, già recintata e munita di accesso carrabile con cancello scorrevole in acciaio, è stata livellata e attrezzata di spazi, pronti per essere pavimentati,  destinati alla movimentazione dei mezzi. Lungo il percorso della  condotta, che convoglierà l’acqua trattata fino al serbatoio di Contrada Gaddimeli, sono stati predisposti gli allacci idrici  per le abitazioni dei villaggi  posti a valle di Contrada  Camemi e  quelli limitrofi.  “Un’opera pubblica importante attesa da anni, ormai in fase di ultimazione, su cui l’amministrazione comunale ha profuso il massimo impegno.  La  fascia costiera del nostro territorio e le contrade  a monte di Marina di Ragusa saranno servite dal nuovo impianto, risolvendo definitivamente le esigenze di approvvigionamento idrico di realtà insediative stratificate e sempre più rilevanti per incidenza abitativa, specie nei mesi estivi” – ha dichiarato Piccitto.

 

TAVOLO DI CONCERTAZIONE PER IL CENTRO STORICO DI RAGUSA SUPERIORE

PIAZZA-SAN-GIOVANNI-RGIl sindaco Federico Piccitt, ha  nominato i rappresentanti delegati a fare parte del Tavolo di concertazione per il centro storico di Ragusa superiore, a seguito delle designazioni formali  comunicate dalle associazioni  che fanno parte dell’organismo, istituito lo scorso 21 dicembre. Il Tavolo di concertazione, finalizzato ad avviare un confronto sulle problematiche e tematiche che attengono al centro storico di Ragusa superiore, è composto, oltre che dal sindaco, dall’assessore ai Centri Storici, dall’assessore ai Lavori Pubblici e dall’assessore allo Sviluppo Economico, da una rappresentanza dell’Ascom, dell’associazione “Insieme in città”, del Comitato Residenti e della Fondazione Architetti. I componenti, indicati  dalle associazioni e nominati dal sindaco, sono: arch. Gaetano Manganello, arch. Anna Fidelio e arch. Giuseppina Guastella  (per Fondazione Architetti), Salvatore Ingallinera e Giovanni Cassarino (per Ascom), dott. Giuseppe Guccione (per Comitato dei Residenti) ed il prof. Giorgio Flaccavento (per Associazione “Insieme in città”).  Al tavolo tecnico  potrà partecipare un solo rappresentante  per associazione, tra quelli designati.

Scroll To Top
Descargar musica