26-11-2022
Ti trovi qui: Home » attualità (pagina 17)

Archivio della categoria: attualità

SecurityDay Forza Italia

20170312_165055Nel fine settimana in tutta Italia si sono svolti i banchetti organizzati da Forza Italia dal titolo “SecurityDay”, volti a sensibilizzare i cittadini su un tema importante e non più rinviabile quale quello della sicurezza nelle nostre città. Anche a Ragusa, la dott.ssa Valentina Spadaro, dirigente regionale di Forza Italia Giovani e coordinatrice provinciale dei Club Forza Silvio di Ragusa, ha organizzato un banchetto di adesione al “SecurityDay” molto partecipato dove i cittadini hanno chiesto informazioni sui  nuovi accordi internazionali con la Libia e gli altri Paesi del Mediterraneo per bloccare le partenze degli immigrati, e sulla presenza di  poliziotti e carabinieri di quartiere per aumentare la sicurezza nei quartieri. Altro argomento affrontato, l’istituzione di un albo delle moschee e degli imam autorizzati a predicare in Italia, e la revoca della cittadina ai fiancheggiatori del terrorismo islamista.

 

REDDITO DI INCLUSIONE, LA SENATRICE PADUA “SVOLTA STORICA E STRUTTURALE NELLA LOTTA CONTRO LA POVERTA’”

131421028-369f26c2-abc4-495a-978d-176e57587ae7“Una svolta storica nelle misure del contrasto alla povertà. Un provvedimento che introduce una misura di tipo universale partendo dal bisogno economico, e non dall’appartenenza a singole categorie deboli. Ovviamente non è risolutiva del problema nella sua complessità, ma è un primo intervento per dare sollievo a chi soffre. Prima di questa legge non avevamo una misura strutturale di contrasto alla povertà. Adesso, invece, c’è”. E’ il commento della senatrice del Partito Democratico Venera Padua dopo l’approvazione del piano contro la povertà da parte del governo Gentiloni, piano che introduce il reddito di inclusione. “Il governo – spiega la senatrice Padua – si è impegnato ad emanare in tempi celeri i decreti attuativi, al fine di rendere pienamente operativa la norma nel giro di qualche mese. Oltre all’importante strumento di contrasto alla povertà, il ddl prevede il riordino delle prestazioni di natura assistenziale finalizzate al contrasto alla povertà, ad eccezione di quelle rivolte agli anziani oltre l’età di lavoro, delle misure a sostegno della genitorialità e quelle per disabili e invalidi. Per il 2017 sono stati stanziati 170 milioni l’anno per 3 anni per i servizi territoriali e 40 milioni per il rafforzamento dei Centri per l’impiego con 600 operatori dedicati proprio alle situazioni di povertà. Nella certezza che ancora c’è molto da fare per rilanciare il nostro welfare messo a dura prova sempre da nuove sfide, saluto con grande gioia questo importante passo nella elaborazione di soluzioni di sistema a problemi vecchi e nuovi che attanagliano il nostro tessuto economico e sociale”.

 

 

VITTORIA, CENTO ANNI PER IL SIGNOR CARBONE

IMG-20170313-WA0003Il vicesindaco Andrea La Rosa ha partecipato alla festa di compleanno di Raffaele Carbone, cittadino vittoriese, che ha festeggiato i suoi cento anni. L’esponente della Giunta Moscato ha portato il saluto del sindaco, degli altri amministratori e dell’intera città al signor Carbone, che nell’importante occasione è stato circondato dall’affetto della sua numerosa famiglia (72 persone tra figli, nipoti e pronipoti).

 

LABORATORIO DEI SOGNI

1428938644312.jpg--che_cosa_sappiamo_sui_sogni_Il Centro Studi “Feliciano Rossitto” organizza a Ragusa un laboratorio rivolto a favorire lo sviluppo delle attitudini artistiche insieme alla capacità di esprimere creativamente le emozioni. Il gruppo del laboratorio lavorerà attorno alla scoperta dell’inconscio e dei sogni, per trasformarli concretamente in diverse forme d’arte, come disegno, poesia, o rappresentazione scenica, diventando così per tutti uno spazio alternativo per il tempo libero e per non rimanere intrappolati dall’illusorio mondo virtuale, che crea dipendenza e nutre false idee su immaginari elementi di forza dell’Io. Il corso servirà per divertirsi insieme coniugando gli aspetti più profondi della psiche con i bisogni di cultura, creatività ed affermazione di sé; per scoprire qualcosa in più di se stessi, quella parte sommersa che attende solo di essere portata alla luce in tutta la sua complessità e bellezza. Si potrà imparare a cogliere l’inafferrabile evanescenza del mondo onirico e trasportarlo, dandogli forma, colore e voce, attraverso un surreale viaggio della mente del gruppo nell’affascinante mondo dell’arte. Ogni singolo laboratorio, che avrà la durata di tre mesi, sarà costituito da un massimo di 12 persone e si svolgerà una volta alla settimana, in orario pomeridiano per due ore, presso la sede del Centro studi di Ragusa. I costi saranno limitati alla iscrizione e ad un modesto contributo mensile per l’utilizzo dei locali. Coordinatrice del progetto è la dott.ssa Maria Antonietta Casì, psicoterapeuta. Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni rivolgersi al Centro Studi o chiamare lo 0932.246583.

PARCO DEGLI IBLEI: PERCHE’ NEGARE CHE ESISTONO DELIBERAZIONI E PERIMETRAZIONE?

download-1-3I due ex Consiglieri Provinciali Angela Barone e Giovanni Iacono, intervengono sulla questione Parco degli Iblei. “Abbiamo letto, con stupore, che sul Parco degli Iblei ricomincia l’iter dagli Enti Locali ma, vogliamo ricordare, che gli Enti Locali hanno già fatto la loro parte conclusasi nel novembre del 2010 e quella perimetrazione che era la risultante delle perimetrazioni territoriali di ogni Comune, insieme alla misure di salvaguardia del Parco furono approvate, dopo lunghi e travagliati confronti, fra i tanti avversari del Parco e i ‘pochissimi’ come i sottoscritti a sostegno, e trasmesse dalla Provincia regionale di Ragusa al Ministero dell’Ambiente per tramite del previsto esame dalla Regione Siciliana Assessorato Territorio ed Ambiente. Nel 2015, su iniziativa di Partecipiamo, il Consiglio Comunale di Ragusa approvò una nuova delimitazione del parco che passò, per il territorio di Ragusa da 1.373 ettari a 3.984 ettari includendo tutte le cave naturalistiche che la precedente amministrazione, scelleratamente, aveva escluso. Il parco esiste già ed è delimitato non bisogna ‘ricominiciare’ nessun iter semmai è da chiedere agli Amministratori locali perchè in tutti questi anni non hanno fatto nulla in termini di interlocuzione con Regione e Ministero per avviare, in concreto, l’Ente Parco e il parco stesso. L’ennesima occasione mancata per una classe politica miope e irresponsabile che non ha saputo trarre giovamento dall’istituzione del Parco Nazionale, per lo sviluppo dell’Agricoltura di qualità, per gli enormi riflessi turistici, per la valorizzazione del patrimonio di biodiversità, per la promozione della parte, naturalisticamente, più pregiata che oggi è parte integrante del Parco. Ben vengano quindi tutte le iniziative per rendere operativa l’Istituzione del Parco e la contestuale nascita dell’Ente Parco ma non si faccia confusione, ad arte, per perdere ancora anni inutilmente”.

SI ai due referendum proposti dalla CGIL. Affollata assemblea a Ragusa

unnamed“Ci siamo resi sempre di più conto che in Italia è saltata l’intermediazione e il Governo non solo ha messo i paletti alla contrattazione ma ha tirato avanti senza tenere conto delle nostre richieste che non hanno trovato terreno di confronto. E’ questa la ragione per la quale la Cgil ha deciso di usare gli strumenti che la nostra Costituzione ci mette a disposizione come quello del referendum. Si è aperta nella Cgil una decisa battaglia per la difesa dei diritti universali per i quali sono state raccolte un milione e trecento mila firme e quel disegno di legge di iniziativa popolare sarà presto discusso in parlamento”. Vincenzo Colla, segretario nazionale della Cgil ha illustrato, con queste parole, all’affollata assemblea provinciale della Cgil di Ragusa, riunitasi ieri a Ragusa nella sala Auditorium del centro Studi “Feliciano Rossitto”, ha aperto la campagna elettorale sui Referendum contro i voucher e  la piena responsabilità solidale negli appalti. Il più grande sindacato italiano ha deciso, per la prima volta, di ricorrere ai referendum di cui ancora non è stata fissata la data di svolgimento. L’appuntamento si è sviluppato attorno ad una regia ben precisa con filmati e testimonianze di lavoratori, precari, studenti, operatori sociali, pensionati a sostegno dei due SI ai quesiti referendari proposti dalla Cgil. Il tema di base è sempre quello del lavoro che non c’è o se c’è è decisamente compresso nel suo diritto fondamentale, ovvero quello legato alla certezza di poterlo mantenere e su questo costruire un futuro, una famiglia e dare una prospettiva ai propri figli. La Cgil è fortemente impegnata nella mobilitazione che deve condurre al successo dei due referendum. L’8 aprile a Roma si terrà una grande manifestazione nazionale. Serve limitare al minimo l’applicazione dei voucher e ridare dignità al lavoro in un Paese sempre più povero con 17 milioni di italiani sostanzialmente senza reddito alcuno e di questi il 41 per cento della popolazione vive nel Mezzogiorno. Ma in Italia è il sistema che è saltato. Vincenzo Colla non ha dubbi. Il modello economico di produzione è l’origine della crisi. Si registra un avvitamento senza sblocchi che sta creando un’enorme platea di diseguaglianze per cui la ricchezza è concentrata nelle mani di poche persone. Il risultato che il lavoratore è sempre più povero e con questo va in sofferenza la stessa democrazia. Il fatto grave, sottolinea Colla, è che la politica non riesce a fermare questa crisi. Il lavoro ormai non è più disciplinato da regole pubbliche ma commerciali perdendo così la sua umanità, la sua dignità e con essa la speranza di una certezza del domani. Anche per questa ragione la Cgil ha deciso questa battaglia referendaria. “C’è un doppio e forte filo rosso che lega il NO al referendum costituzionale del 4 dicembre ai due quesiti referendari, commenta Peppe Scifo, segretario generale della Cgil di Ragusa, perché alla base c’è la pessima condizione del lavoro e l’aumento della povertà. Tant’è che le ragioni del NO sono prevalse in quelle aree dove c’è e insiste ancora una notevole disoccupazione e i redditi delle famiglie sono al minino della sopravvivenza. Abbiamo valutato per primi il fallimento del Jobs Act e le stime ci danno ragione. I voucher utilizzati a milioni sono diventati lo strumento per spacciare come accessori od occasionali attività che accessorie e occasionali non sono. Tant’è che nella sostanza i voucher hanno peggiorato la condizione dei lavoratori creando precariato, favorendo il pagamento in nero ed evitando i controlli. Per la Cgil il lavoro occasionale va normato con uno strumento di natura contrattuale che assicuri pienezza contributiva, previdenziale e assicurativa. Necessario altresì abrogare le norme che limitano la responsabilità solidale negli appalti che significa impedire che ci siano differenze di trattamento tra chi lavora nell’azienda committente e chi in un’azienda appaltatrice o un un’azienda in sub-appalto, riaffermando il principio che chi opera nel sistema degli appalti deve vedersi garantiti gli stessi diritti e le stesse tutele”.

GRILLINI STANCHI, MAGGIORANZA SEMPRE INSUFFICIENTE AL COMUNE DI RAGUSA

Sondaggi-Movimento-5-Stelle“Siamo indignati per quello che sta accadendo. Siamo alla fine della fiera. E forse anche oltre. Inconcepibile che non si presentino neppure in dodici per la riconvocazione il giorno dopo che il Consiglio comunale era già stato sciolto per mancanza del numero legale. E, anche oggi pomeriggio, non è stato possibile confrontarsi, esitare i punti che erano stati predisposti. Insomma, un vero e proprio disastro”. Lo dice il capogruppo del Pd al Consiglio comunale, Mario D’Asta, a proposito della inconcludenza della maggioranza pentastellata. “Siamo alla frutta – continua D’Asta – la maggioranza non ha più alcun interesse a gestire l’ordinarietà e la straordinarietà delle vicende cittadine. A poco più di un anno dalle elezioni, sembra che il millantato fervore dei grillini, quello stesso con cui avevano incantato i cittadini ragusani, sia venuto completamente meno. E tutto questo si ripercuote in negativo sulle esigenze di una città che vuole andare al passo con i tempi e che si trova sempre frenata. Una situazione a dir poco problematica. E insopportabile”.

Il sindaco di Scicli incontra i rappresentanti della comunità islamica di Scicli

islamiciUn proficuo e amichevole incontro quello avvenuto tra l’amministrazione comunale di Scicli e i rappresentanti della comunità islamica avvenuto ieri sera a Palazzo di città. Il Sindaco Giannone e il Vicesindaco Riccotti hanno ascoltato le richieste della comunità e hanno manifestato l’intenzione dell’amministrazione di lavorare verso forme di accoglienza ed integrazione che siano quanto più orientate a costruire modelli di società aperti, costruiti su reti di relazioni e scambi reciproci. I rappresentanti della comunità islamica hanno manifestato grande disponibilità a collaborare con l’amministrazione comunale nel realizzare processi di integrazione orientati ai valori della convivenza e del rispetto, mostrando grande apprezzamento per le politiche sociali finora attuate dalla giunta Giannone. L’incontro, svoltosi in un clima molto bello e positivo, si è concluso con la consegna al Sindaco di doni, tra cui una copia del Corano, da parte dei rappresentanti della comunità islamica.

 

 

 

Ragusa, cittadinanza onoraria all’archeologa Paola Pelagatti.  Il 14 marzo la cerimonia

 

Paola-PelagattiAlla presenza delle autorità cittadine, si svolgerà martedì 14 marzo, alle ore 11, presso la chiesa S. Vincenzo Ferreri a Ragusa Ibla, la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria alla prof.ssa  archeologa Paola Pelagatti.  Il sindaco Federico Piccitto consegnerà la pergamena all’illustre ricercatrice, che ha dedicato buona parte della propria vita professionale allo studio, conservazione, fruizione e tutela del notevole patrimonio archeologico della Sicilia sud-orientale. La professoressa Pelagatti, come si legge nel dispositivo dell’atto, “ha dedicato buona parte della propria vita professionale allo studio” volto anche alla conservazione, fruizione e “tutela del notevole patrimonio archeologico della Sicilia sud-orientale”. “La prof.ssa Pelagatti rappresenta una eccellenza assoluta nel campo dell’archeologia”, sottolinea il primo cittadino. “I suoi studi e pubblicazioni che hanno coinvolto il nostro territorio rappresentano la diretta testimonianza di una personalità dalle non comuni doti intellettuali, professionali ed umane. Il conferimento della cittadinanza onoraria alla ricercatrice è il segno tangibile della riconoscenza e dell’affetto  di tutta la comunità ragusana”. La prof.ssa Paola Pelagatti (nata il 24 novembre 1927 a Bologna), dall’aprile del 1961, fa parte dell’Amministrazione delle Antichità e Belle Arti, presso la Sovrintendenza alle Antichità della Sicilia Orientale (Siracusa). Nel 1964 viene nominata Ispettore archeologo presso la stessa Sovrintendenza. Si occupa di ricerche a Siracusa, Naxos, Camarina e in altri siti della giurisdizione. Nel 1972 compie ricerche museografiche all’Ermitage e a Mosca per conto del Ministero della Pubblica Istruzione. Nel febbraio del 1973 assume la reggenza della Sovrintendenza di Siracusa. Alla fine dello stesso anno è nominata Sovrintendente alle Antichità del Piemonte (Torino), incarico che ricopre fino a giugno del 1975 quando chiede e ottiene di ritornare alla Sovrintendenza di Siracusa, che dirigerà fino al 1979. A fine dello stesso anno, dopo la scissione dell’Amministrazione dei Beni Culturali dell’isola, chiede di rimanere nei ruoli dello Stato e viene nominata Sovrintendente  archeologo dell’Etruria Meridionale. A seguito di concorso,  diventa nel 1989 professore ordinario di “Archeologia- metodologia della ricerca archeologica”, prestando  la sua  attività presso l’Università della Calabria (Cosenza)  e l’anno dopo presso l’Università della Tuscia (Viterbo), dove insegnerà fino al 1998. Innumerevoli le pubblicazioni scientifiche ed i riconoscimenti accademici come quello di socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei.

 

 

 

 

ASSEMBLEA PROVINCIALE AVIS RAGUSA

images-21Domenica 12  marzo 2017, presso Il Poggio del Sole Resort, in C.da Magazzinazzi di Ragusa, con inizio alle 9,00 si terrà la 39^ Assemblea Provinciale degli Associati Avis di Ragusa. All’ordine del giorno l’esposizione e la conseguente approvazione della relazione del Consiglio Direttivo, tenuta dal Presidente dott. Salvatore Poidomani; del bilancio consuntivo del 2016  e del preventivo finanziario 2017; la relazione del Direttore Sanitario  dott. Salvatore Calabrese ed altre previsioni statutarie, nonchè il rinnovo delle cariche sociali. Saranno presenti 143 delegati  in rappresentanza dei soci e delle 13 Avis della Provincia di Ragusa.  L’Avis iblea, ancora una volta,  si conferma una grossa, positiva realtà  e sono proprio i numeri e le iniziative  ad evidenziarlo.  Infatti le unità di sangue donate dai 24.537 soci hanno raggiunto la quota  di 37.130 registrando così un ennesimo avanzamento nella performance. Molte  ed interessanti  sono state le iniziative  sviluppate nel  corso del 2016, soprattutto nella scuola e nella formazione come strategico e indispensabile supporto, sia per la promozione, sia per la necessaria qualificazione ad operare nelle strutture di raccolta delle unità di sangue. Un grande sforzo teso a  proiettare l’associazione verso un  ulteriore rafforzamento promozionale e strutturale grazie anche alla comunicazione e alla rimodulazione della rete della raccolta che oggi si articola con una Unità di raccolta (Ragusa) e 12 Articolazioni Operative (strutture di tutte le altre Avis). L’Assemblea dovrà valutare gli aspetti che riguardano il  percorso di consolidamento delle innovazioni introdotte nel sistema trasfusionale nazionale e regionale con il recepimento di stringenti normative europee di carattere tecnico-sanitario (autorizzazioni, accreditamenti e centralizzazione della raccolta) e considerare i cambiamenti che potrebbero venire dalla riforma del Terzo settore.

AL CINEMA PER CAPIRE LA REALTA’ DEI SENZA TETTO

download (1)La Caritas di Ragusa e l’Associazione “I Tetti Colorati” organizzano un evento che si terrà lunedì 13 marzo alle ore 19 presso il Cineteatro Lumiere, dove verrà proiettato il film di Richard Gere “Gli invisibili“.  L’appuntamento si inserisce nella campagna #HomelessZero promossa dalla Federazione Italiana degli Organismi per le persone senza dimora,  all’interno della settimana di sensibilizzazione lanciata a livello nazionale dal 13 al 19 marzo, che prevede iniziative e proiezioni in oltre 20 città italiane. L’obiettivo è quello di far luce su un argomento troppo spesso dimenticato, quello della grave emarginazione e della povertà multidimensionale, condizioni in cui vivono migliaia di persone senza dimora in Italia, alle quali vengono costantemente negati i diritti fondamentali relativi alla casa, alla salute, al reddito, al lavoro, alle relazioni, all’identità, all’autonomia, all’autodeterminazione. La proiezione è gratuita ma è necessario prenotarsi scrivendo agli indirizzi: [email protected] – [email protected]

INTEGRAZIONE DISABILI

downloadIl Piano di Zona del Distretto socio-sanitario 44 approvato dalla Regione Siciliana prevede la realizzazione del servizio Centro socio ricreativo per disabili nei comuni del Distretto  stesso mediante l’utilizzo del Fondo Nazionale Politiche Sociali. Il Centro si occuperà  di accogliere i soggetti disabili favorendone l’integrazione attraverso attività socio-educative, di fare sperimentare situazioni di normalità ed integrazione attraverso il supporto di operatori competenti, di stimolare le capacità fisiche e cognitive  dei soggetti inseriti, di assicurare l’organizzazione di attività ludico, ricreative e di supportare le famiglie coinvolgendole, laddove possibile, nell’opera socio educativa. Il servizio verrà svolto presso due centri, uno per i comuni della zona montana, presso il Comune di Monterosso Almo e potrà accogliere 18 disabili  ed un  secondo nel comune di Santa Croce Camerina che accoglierà n 10 disabili. E’ stato approvato il capitolato speciale per procedere all’appalto con il sistema della procedura aperta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. L’appalto avrà la durata di 24 mesi ed è stata prevista  una spesa di €180,135,68 oltre IVA.

Si intitola il porto di Donnalucata

dde9df7b-a081-4feb-9b06-31d4efc09419_dsc9785MediumSi terrà domenica 12 marzo alle 10 la cerimonia di intitolazione del porto di Donnalucata e della via adiacente alla memoria del nocchiero Francesco Nigito, medaglia d’argento al valor militare. L’iniziativa è dell’amministrazione comunale di Scicli con l’associazione Anmi, l’associazione marinai d’Italia, sezione di Scicli. Sarà presente l’Ammiraglio Marittimo per la Sicilia Nicola De Felice. Il programma prevede alle 10 il raduno presso il lungomare, in viale della Repubblica, dei gruppi dell’assocazione Marinai d’Italia. Alle 10,30 il corteo muoverà per la deposizione della corona d’alloro al monumento ai caduti, accompagnato dal corpo bandistico Busacca Borrometi. Alle 11,30 l’arrivo del corteo sul luogo dello schieramento e assunzione della posizione. Alle 12 l’inizio della cerimonia con la scopertura e la benedizione delle targhe. Interverranno le autorità. Saranno presenti nella veste di madrine della cerimonia le nipoti di Francesco Nigito, Carmela e Maria Concetta Miceli.

Il parco del castello di Donnafugata chiuso al pubblico per lavori di manutenzione  straordinaria

 

Castello-Donnafugata-670x363Da giorno 10 marzo, e per circa dieci giorni, il parco del Castello di Donnafugata  rimarrà chiuso al pubblico per lavori di manutenzione straordinaria. Le avverse condizioni atmosferiche dei giorni scorsi caratterizzate da forte vento hanno  reso necessario predisporre  alcuni  interventi   per  mettere in sicurezza  arbusti  ed essenze arboree presenti nel parco, a tutela della incolumità pubblica. Per il periodo di chiusura del parco al pubblico,  il costo del biglietto unico per visitare  il Castello di Donnafugata  con l’annesso parco  sarà  ridotto da 8 a 6 euro.

 

CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO, UN AIUTO DALLA CAMERA DI COMMERCIO DI RAGUSA

debiti_cancellare-i-debiti1La Giunta della Camera di Commercio di Ragusa ha deliberato di costituire l’Organismo di composizione della crisi da sovra indebitamento, come previsto da una legge del 2012. La disposizione di legge consente ai soggetti che in caso di sovraindebitamento, dovuto a momentanee difficoltà finanziarie e a crisi di liquidità e che non possono fruire delle procedure concorsuali e fallimentari, di ricorrere all’organismo di sovraindebitamento. L’organismo accompagna il debitore in una procedura che gli dà la possibilità di proporre ai creditori un accordo di ristrutturazione del debito e di soddisfare i propri creditori, mediante un piano che prevede scadenze e modalità di pagamento del debito complessivo.  I consumatori e i piccoli imprenditori, di fronte ad una situazione di sovraindebitamento possono ricorrere all’organismo che, appena costituito, metterà a disposizione il personale adeguato che aiuterà a costruire una proposta di accordo con i creditori o un piano di ristrutturazione dei debiti.  “In un momento di crisi economica che colpisce sempre più piccole imprese e famiglie, commenta il Presidente Giannone, mettiamo a disposizione uno strumento che possa aiutare e fare superare momenti difficili e che spesso sembrano insuperabili. La Camera, in questo senso, amplia la propria attività con la disponibilità di un servizio, che in questo campo si aggiunge a quello, già consolidato, della mediazione, il quale negli ultimi tre anni ha visto un costante incremento, passando da cinquanta procedimenti gestiti nel 2014 a centoventisei nel 2016. In una fase nella quale le Camere sono al centro dell’attenzione del dibattito politico ed economico e che subiscono, per legge, una riduzione del cinquanta per cento delle loro entrate, è intendimento della Presidenza e della Giunta rilanciare nel territorio il ruolo che spetta ad un ente che vuole essere sempre più vicino alle imprese e ai consumatori.”

STRUTTURA SPOKE PER GLI OSPEDALI RIUNITI DI MODICA-SCICLI LA SENATRICE PADUA: “NON POSSIAMO ANCORA SCRIVERE LA PAROLA “FINE” SULLA QUESTIONE MA SIAMO AD UN BUON PUNTO”

 

00029151“Credo che in questi giorni sia opportuno vigilare con la massima attenzione sugli accordi preliminari relativi all’individuazione nell’area degli ospedali riuniti di Modica-Scicli, in modo che essi trovino attuazione tramite l’istituzione di una struttura spoke, anche per poter dare le risposte più opportune alle esigenze sanitarie della nostra comunità e a quelle legate all’emergenza degli sbarchi di immigrati sul territorio ibleo”. A dirlo la senatrice del Pd, Venera Padua, la quale chiarisce: “Questa vigilanza è quanto mai opportuna in questa fase in cui si sta definendo la conclusione dell’iter istitutivo della struttura nell’ambito della riorganizzazione della rete ospedaliera regionale: in questo modo, con l’ausilio del Governo nazionale e in particolare della ministra Lorenzin e del sottosegretario Faraone, oltre alla sinergia creatasi con l’assessore regionale Gucciardi, potremmo ottemperare a tutte le istanze e a tutte le necessità giunte a gran voce dal territorio. Non possiamo ancora scrivere la parola “fine” sul tema ma, sicuramente, siamo ad un buon punto”.

 

 

A Vittoria la marcia contro il crimine. Moscato: “La città ha risposto in maniera splendida. Più che una marcia è stata una festa della legalità”

Marcia-Vittoria-800x500_cSi è svolta la Marcia per la Legalità organizzata dall’amministrazione comunale. Numerose le adesioni e massiccia la partecipazione al corteo, che è partito da Piazza Italia e – con in testa gli studenti di diverse scuole di ogni ordine e grado della città – ha sfilato lungo la Via Cavour per poi giungere in Piazza del Popolo, dove hanno avuto luogo gli interventi del sindaco, Giovanni Moscato, del presidente del Consiglio comunale, Andrea Nicosia, e dei rappresentanti di alcune delle associazioni che hanno aderito all’iniziativa. Alla marcia hanno preso parte, tra gli altri, i rappresentanti istituzionali (sindaci, assessori, presidenti del Consiglio comunale) dei Comuni di Ragusa, Comiso, Ispica, Santa Croce Camerina, Chiaramonte Gulfi, Giarratana, Scicli, Pozzallo, Modica, Acate e Monterosso Almo; il vicario foraneo di Vittoria, Padre Mario Cascone; Giuseppe Biundo, titolare della ditta di autotrasporti che ha subito l’attentato incendiario nel quale è rimasto ferito l’autista Pietro Simone; esponenti delle  associazioni Andare oltre, Antea, Spazio aperto, Unitre, Unesco, Agesci, Wwf, Assomed, Ascom, Caritas, Confagricoltura, Altragricoltura, Coldiretti, Associazione Commissionari, Cna, Confesercenti, Sos Impresa, Fai, Fidapa, Unicef, Italia Nostra, Filo di Seta, Cittadinanza attiva; dei club service Soroptimist, Rotary, Kiwanis, Lions, Inner Wheel;  della Consulta femminile; del Comitato No aste; del Movimento Riscatto; dell’Associazione Famiglie numerose; degli Scout;  delle associazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Auser; del Centro Studi Pio La Torre; dei partiti e movimenti politici Pd, Sinistra Italiana, Fdi, Se la ami la cambi, Riavvia Vittoria, Sviluppo ibleo, Forza Italia Giovani, Sorgi Vittoria; Spazio Ascolto Giovani; del Laboratorio di sfilati e ricami. Numerosi gli striscioni portati in corteo e in piazza dagli studenti e dal mondo dell’associazionismo, che hanno scelto di gridare pubblicamente il loro “No” alla mafia e all’illegalità. “Oggi la città ha risposto come meglio non avrebbe potuto – ha dichiarato il sindaco – al nostro appello  a reagire al duro attacco criminale che ha colpito il territorio. Più che una marcia della legalità è stata una festa della legalità, con i giovani in prima linea e con tanti cittadini che hanno scelto di alzare la testa e di far vedere a chi non lo avesse ancora capito che Vittoria è questo: una città che respinge gli attacchi della criminalità, che reagisce in maniera  orgogliosa e decisa al tentativo di mettere sotto scacco l’economia e l’intera comunità. La città ha anche gridato la voglia di non essere però criminalizzata in maniera indiscriminata, perché la parte sana è preponderante in tutti i settori sociali ed economici. Le giovani generazioni hanno preso pienamente coscienza dei recenti fatti accaduti in città e hanno scelto di stare dalla parte della legalità sensibilizzando l’intera cittadinanza. Adesso non è il momento né di chinare il capo dinanzi alle protervie criminali né di girarsi dall’altra parte: è il momento dell’unione delle forze sane per liberare Vittoria. Ognuno deve fare la propria parte perché la mafia si combatte giorno dopo giorno anche nelle piccole scelte quotidiane. Ora lo Stato deve stare ancora più vicino alla città, che non può essere lasciata da sola in questo percorso di legalità”.

Alessandro Di Battista a Ragusa, sabato 11 marzo alle ore 18 in piazza San Giovanni

Alessandro Di Battista del M5S, con la delegazione di parlamentari delle minoranze che protesta contro la tagliola al Ddl costituzionale sulle riforme, raggiunge il Quirinale. Si tratta di un centinaio di senatori e deputati di M5S, Sel, Lega e Gruppo Misto, Roma, 24 luglio 2014. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

A Ragusa uno dei leader del Movimento 5 Stelle: Alessandro Di Battista farà tappa nel capoluogo ibleo, nel pomeriggio di sabato 11 marzo, per proseguire un viaggio che lo sta vedendo protagonista in molte piazze d’Italia per portare la voce del Movimento. Scrive il consigliere comunale Massimo Agosta: “Grande partecipazione e grande attenzione è stata rivolta agli altri appuntamenti che hanno abbracciato i temi più scottanti dell’attuale momento politico. Il tour di Alessandro Di Battista è dedicato principalmente alle questioni economiche che coinvolgono, per ora, l’Italia, con particolare riferimento a quelle che coinvolgono le banche e gli istituti finanziari in generale. Una particolare attenzione per i temi economici che coinvolgono, direttamente i cittadini, dai risparmiatori che vedono a rischio anche piccole rendite oggi essenziali per il mantenimento delle famiglie, al cittadino medio sempre più vessato da tagli e imposizioni fiscali dettate dalle necessità di favorire le banche e il loro salvataggio. Temi che stanno a cuore a quelli del Movimento 5 Stelle perché da una ridefinizione delle politiche finanziarie dello Stato, per ora impegnate a sostenere le banche e le grandi imprese, possano scaturire quelle strategie in grado di rendere pienamente attuabile il reddito di cittadinanza, obiettivo dei 5 Stelle per ristabilire effettivi criteri di uguaglianza fra i cittadini. Ma la presenza di Alessandro Di Battista a Ragusa non prevede solo interventi contro il dilagare dei crimini finanziari delle banche, contro le politiche economiche degli ultimi governi, contro la Bancocrazia in genere, sarà l’occasione per parlare di politica perché c’è voglia di fare politica, di ritornare a essere coinvolti dalla politica. L’obiettivo dei 5 Stelle, come ha ribadito Di Battista in altre piazze, non è quello di cercare consenso ma, piuttosto, di informare i cittadini perché si ritiene essenziale e necessaria una corretta informazione su quello che accade. I tagli spropositati vengono definiti ‘aggiustamenti strutturali’, i finanziamenti ai partiti sono chiamati ‘rimborsi elettorali’ che, però, non vengono mai rendicontati. C’è una sovrabbondanza di termini inglesi per abbellire misure drastiche a danno della collettività – jobs act,  bail in –  e non si contano gli intrecci tra poteri finanziari, grandi imprese, proprietari di giornali e banche in difficoltà. Su questi argomenti Alessandro Di Battista incentra i suoi incontri con le città, per informare, per far aprire gli occhi sulla falsa sinistra radical chic che si oppone, in Parlamento, alle possibili modifiche su vitalizi e altre macroscopiche distorsioni della vecchia politica. All’incontro di sabato pomeriggio, in piazza San Giovanni, è prevista la presenza del leader siciliano del Movimento 5 Stelle, Giancarlo Cancelleri e di altri esponenti pentastellati, prevedibile che saranno affrontati anche i temi emergenti della politica regionale”.

 

 

CROLLA LA FINESTRA AZZURRA, UN SIMBOLO DI MALTA

165112726-8144ceaa-5e87-4f99-ad16-815aa9ece954Una violenta tempesta ha fatto crollare il meraviglioso arco sul mare nell’isola di Gozo. Una finestra azzurra che chissà da quanti secoli era una delle immagini simbolo di Malta meta di turisti che prendevano il bagno nel laghetto protetto di acqua salata da cui, attraverso un corridoio tra le rocce, si arriva in mare aperto. Uno scoglio che faceva sognare, che proiettava nel Mediterraneo, che dava il senso della forza e della nobiltà dell’isola. L’annuncio di questo evento naturale e violento che ci ha rubato una visione emozionante e assai cara a noi dirimpettai dell’isola dei Cavalieri è stata data su Twitter dal  primo ministro Jospeh Muscat: “Sono appena stato informato che la nostra splendida Tieq tad-Dwejra è collassata”.

ASSOCIAZIONE MOGLI MEDICI ITALIANI, IL CONGRESSO INTERREGIONALE SI TERRA’ NEL WEEKEND A RAGUSA

 

La presidente Agata Giaquinta IaconoImportante appuntamento a Ragusa questo fine settimana per la sezione locale dell’Associazione Mogli Medici Italiani. Saranno presenti le rappresentanti delle 29 sezioni del meridione d’Italia per partecipare al congresso interregionale del Sud in programma venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 marzo. Nata nel 1970, l’Ammi promuove iniziative nel campo dell’educazione e della prevenzione sanitaria attraverso convegni e manifestazioni culturali in sinergia con gli ordini dei medici, con il sistema sanitario nazionale e con gli enti previdenziali di categoria. L’Ammi finanzia la ricerca scientifica con donazioni attraverso il concorso nazionale di ricerca in un progetto di medicina e farmacologia di genere. Sarà l’occasione per un confronto sulle iniziative delle singole sezioni ma anche per mettere in luce il territorio ibleo. “Abbiamo cercato di organizzare un congresso – sottolinea la presidente dell’Ammi di Ragusa, Agata Giaquinta Iacono – che ci permetterà di mettere anche in rilievo le peculiarità del territorio di questa parte di Sicilia affrontando un tema che coniuga salute e benessere attraverso la dieta. Le nostre eccellenze alimentari, i nostri prodotti dop sono la base per una corretta alimentazione. Mangiare sano aiuta a prevenire e a trattare molte malattie croniche come l’obesità e il sovrappeso, l’ipertensione arteriosa, le malattie metaboliche, dell’apparato cardiocircolatorio e alcune forme di tumore. Una sana alimentazione abbinata ad un corretto stile di vita fortifica il sistema immunitario contribuendo a proteggere l’organismo”. Si comincia venerdì alle 16,30 con l’inaugurazione del convegno interregionale, all’hotel Mediterraneo Palace, avente per tema “Dieta mediterranea: la ricetta della salute”. Dopo i saluti di benvenuto della presidente sezionale Agata Giaquinta Iacono e della presidente nazionale Elvira Oliviero Lippi, sono previsti gli interventi del sindaco Federico Piccitto, dell’on. Giuseppe Digiacomo, presidente della VI commissione all’Ars Servizi sociali e sanitari della Regione Sicilia, e del presidente dell’Ordine dei medici di Ragusa, Salvatore D’Amanti. Relazioneranno il medico chirurgo Giusy Manuele e l’agronomo Giuseppe Cicero, esperto in certificazioni agroalimentari. Sabato, alle 9,30, al via l’Interregionale di Ragusa con gli interventi dei presidenti, delle fiduciarie e delle socie delle sezioni presenti. Alle 12 le votazioni sul tema nazionale e sulla sede del prossimo Interregionale del Sud.

Scroll To Top
Descargar musica