26-11-2020
Ti trovi qui: Home » Cultura e Spettacolo (pagina 31)

Archivio della categoria: Cultura e Spettacolo

A Ibla una mostra di Olga Minardo

il mondo a modo mioDal 9 all’11 Ottobre presso il “Barocco Hotel” di Ragusa Ibla si terrà la mostra di Olga Minardo nota per i magnifici dipinti che ritraggono figure femminili. Nata nel 1956 a Roma da Giuseppe, Siciliano, e da Vera Macht, Prussiana, entrambi pittori , Olga Minardo oggi è una delle artiste più poliedriche nel panorama europeo.  Tra le sue tante opere vale la pena ricordare il più grande murale italiano realizzato tra il 1987 e il 1988 a San Saverino Marche sulla statale Settempedana, un’opera mastodontica di 300 mq raffigurante 60 personaggi del mondo dell’arte, dello sport, della danza, dello spettacolo e della scienza. Dopo varie mostre in giro per il mondo Olga torna a Ragusa con una esposizione di tre giorni durante la manifestazione Ibla baskers, esposizione che si terrà dal 9 all’11 Ottobre. La mostra sarà composta da 18 opere, disegni, pastelli dipinti su tela e su tavola e alcune opere inedite dedicate a Josephin Baker.

Omaggio a Salvatore Fiume, alla Galleria La Calandra di Ispica una mostra a cento anni dalla nascita


1256735633bIn occasione del centenario della nascita del maestro Salvatore Fiume (Comiso 1915 – Milano 1997), uno dei massimi artisti italiani del Novecento, la Galleria d’arte La Calandra nei propri spazi espositivi di Via Francesco Crispi 21, sabato 24 ottobre alle ore 19.00 inaugurerà una mostra antologica intitolata “Salvatore Fiume nel centenario della nascita 1915-1997” dedicata al pittore, scultore, architetto, scenografo e scrittore siciliano. Il percorso espositivo comprende oltre venti opere tra incisioni, broccati e sculture di Fiume. Le sue opere si trovano in alcuni dei più importanti musei del mondo quali i Musei Vaticani, l’Ermitage di S.Pietroburgo, il MoMA di New York, il Museo Puškin di Mosca e la Galleria d’Arte Moderna di Milano. La mostra resterà aperta fino al 22 novembre e osserverà i seguenti orari: lunedì dalle ore 17.00 alle 20.30; da martedì a sabato dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.30.

PADRI E FIGLIE DI MUCCINO AL CINEMA LUMIERE DI RAGUSA

49948_pplDal 9 al 13 Ottobre al Lumiere di Ragusa l’ultimo film americano del di Gabriele Muccino “Padri e figlie” con Russell Crowe.  Il film racconta la storia di  Jake (Russell Crowe), un romanziere di successo (vincitore di un Pulitzer) rimasto vedovo in seguito a un grave incidente. Si trova a dover crescere da solo l’amatissima figlia Katie, a fare i conti con i sintomi di un serio disturbo mentale e con la sua altalenante  spirazione. 27 anni dopo, Katie è una splendida ragazza che vive a New York: da anni lontana dal padre, combatte i demoni della sua infanzia tormentata e la sua incapacità di abbandonarsi ad una storia d’amore. Lunedì 12 la sala sarà aperta in occasione della festa del cinema “Cinemadays” che dal 12 al 15 Ottobre consentirà agli spettatori di assistere a tutti gli spettacoli programmati dalle sale aderenti all’iniziativa al costo di soli 3 euro. Da mercoledì 14 al Lumière approda l’attesissimo film “Suburra” di Giovanni Sollima con Elio Germano, Pierfrancesco Favino e Claudio Amendola. “Padri e Figlie” sarà proiettato alle 18:30 e alle 21:30

OLTRE 50 ARTISTI PER LA NUOVA EDIZIONE DI IBLA BUSKERS

ibla buskers conferenza stampa 4Dall’inedita location di Cava Velardo, proprio sopra Largo San Paolo, con il “Cabaret d’apertura” e la presentazione di tutti gli artisti partecipanti prenderà il via giovedì 8 alle ore 21,30 la ventunesima edizione di “Ibla Buskers”, la festa degli artisti di strada. E’ in questa suggestiva location che il festival darà un nuovo input alla carovana ludica con ben 17 compagnie differenti e una cinquantina di artisti in totale. La manifestazione organizzata dall’associazione  Edrisi con il suo presidente Francesco Pinna si avvarrà della collaborazione di un  nutrito gruppo di volontari. Anche quest’anno grandi novità per la festa dei buskers a cominciare dalle location che toccheranno anche il quartiere arabo e quello ebraico, e poi il focus tradizionale in piazza Pola dedicato alle discipline aeree, alla presenza di tre artisti d’eccezione come Samanta Fois alle cinghie aeree in un mix di evoluzioni acrobatiche e comicità, Gloria Barbanti al trapezio fisso e Ally Wolly alla corda liscia. Tra gli artisti  la compagnia “Rumba de Bodas”, un ensemble di musicisti decisamente fuori dalle righe, che darà vita ad uno spettacolo a suon di reggae, swing e ritmi latini capace di coinvolgere il pubblico. Fra le esibizioni da non perdere c’è sicuramente quella della compagnia spagnola Canapè Circus, con numeri di trapezio doppio, corda liscia e ruota cyr ed ancora lo spettacolo “SafariCrazy” in cui tecnica e risate daranno modo alla compagnia “Les Dessous de Barbara” di dare voce al problema del maltrattamento degli animali, l’ambivalenza della caccia sportiva e la deriva monetaria globale. E poi ancora spettacolo con la giocoleria di Mike Rollins, l’orchestrina della “Pietro Calvagna Trio”, il ritmo brasiliano dei “Forro’ Mirror”, l’uniciclo di Francesca Mari e tanti altri spettacoli itineranti e di ampia attrattiva. Programma leggibile sul sito  www.iblabuskers.it

Presentazione volume di poesie

Elisabetta Puglisi GissaraIl Centro Servizi Culturali di Ragusa organizza la presentazione del libro di poesie di Elisabetta Puglisi Gissara “La tua vita è la mia”, che si terrà  in via Diaz,56 – Ragusa giovedì 8 ottobre alle ore 18,30

La troupe di Geo & Geo a Vittoria per una puntata sulla mostata d’uva

IMG_9930Il sindaco, Giuseppe Nicosia, ha accolto martedì mattina in Municipio la troupe della trasmissione Rai “Geo&Geo”, che  si trova a Vittoria perle riprese di una puntata dedicata alla mostata d’uva. La redazione della trasmissione condotta da Sveva Sagramola ha scelto di raccontare questo prodotto tipico della tradizione gastronomica locale partendo dalla raccolta delle uve alla loro lavorazione in cantina, sino alla preparazione del mosto e dei tanti dolci che si possono preparare con il vino cotto. La troupe, che è stata accompagnata dal presidente del Consorzio di tutela del Cerasuolo, Massimo Maggio, ha voluto anche raccontare per immagini il territorio di Vittoria, soffermandosi sul centro storico con i suoi tesori Liberty e i suoi monumenti neoclassici, e sulle campagne.

CINEMA LUMIERE

l-attesa-trailer-trama-recensione-filmDal 2 al 7 Ottobre (lunedì 5 chiuso), visto il grandissimo successo di pubblico registrato,  al cinema Lumière per la terza settimana sarà programmato  il film “L’attesa” che racconta le vicende di Anna e Jeanne, isolate in una villa dell’entroterra siciliano, che aspettano l’arrivo di Giuseppe, figlio della prima, fidanzato della seconda. Nell’arsura della splendida ma aspra campagna siciliana, mentre i giorni passano, le due donne lentamente imparano a conoscersi. La loro attesa si trasforma in un misterioso atto di amore e di volontà. Il film è stato girato in gran parte nel Ragusano, a Ragusa Ibla , a Villa Fegotto (Chiaramonte Gulfi) e alla Diga Santa Rosalia. Ma anche a tra i Carruggi di Caltagirone, nel Bosco di Santo Pietro e sui Crateri Silvestri, alle pendici dell’Etna. Il regista Piero Messina è nato a Caltagirone e diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, ha lavorato come assistente alla regia nei film di Paolo Sorrentino, This must be the place e La grande bellezza. Il film L’Attesa è stato recentemente presentato al recente Festival internazionale del cinema di Venezia ottenendo due premi minori e ottenendo un notevole successo di critica. Il film ha come protagonisti Juliette Binoche e Giorgio Colangeli; orario proiezioni 18:30 e 21:30.

LA TORREGROSSA IL14 PRESENTA A SCICLI IL SUO ULTIMO ROMANZO

Torregrossa. Il figlio maschioRiprendono la “Conversazioni a Scicli” del Brancati, e con una delle scrittrici più brave e amate: Giuseppina Torregrossa, che Mercoledì 14 Ottobre alle 18.30 in anteprima nazionale converserà con Giuseppe Pitrolo presso palazzo Busacca (via Nazionale, Scicli) sul suo nuovo romanzo: “Il figlio maschio” (Rizzoli).Giuseppina Torregrossa è nata a Palermo, si è laureata in medicina a Roma, specializzandosi in ginecologia ed ostetricia. Nel tempo libero scrive storie di vita vissuta: ha esordito nel 2007 con L’assaggiatrice, cui è seguita Adele (2008), ottenendo il successo nel 2009 con Il conto delle minne (Mondadori). Sono seguiti i romanzi Manna e miele, ferro e fuoco (Mondadori, 2011), Panza e prisenza (Mondadori, 2012), La miscela segreta di casa Olivares (Mondadori, 2014), A Santiago con Celeste (Nottetempo, 2014). “Il figlio maschio” – in uscita a Ottobre – è una saga familiare che abbraccia un secolo di donne, libri e profumi della Sicilia.

STAGIONE CONCERTISTICA MELODICA:  I CONCERTI AL TEATRO IDEAL DA OTTOBRE

top3-590x260Cambia la location ma resta la qualità dei concerti e soprattutto degli artisti internazionali che arriveranno a Ragusa per esibirsi nell’ambito della 21esima edizione della stagione concertistica internazionale “Melodica”.  In totale sono 17 i concerti in programma all’interno di Melodica che torna ad allietare il pubblico ragusano con un’attenzione particolare ai giovani e agli studenti ai quali è riservato un biglietto con prezzi ridotti. Cambio di location per i vari concerti che si svolgeranno tutti al Teatro Ideal, non più all’auditorium della Camera di Commercio come avveniva in passato.  Numerosi i generi e gli strumenti che saranno protagonisti di Melodica, dalla lirica al tango, dalle canzoni spagnole e brasiliane alla musica classica che si suona nei teatri di Vienna fino alle interpretazioni dell’american song. Tra le novità anche il “Natale in coro” che permetterà di regalare le magiche atmosfere musicali natalizie. E’ ancora aperta la campagna abbonamenti che prevede un pacchetto con tutti i 17 concerti ad appena 50 euro in prevendita (60 euro se al botteghino). Il biglietto intero per singolo concerto costa 10 euro mentre il ridotto per gli studenti costa appena 5 euro. La prevendita dei biglietti e degli abbonamenti avviene presso la Libreria Ubik in via Plebiscito, 5 a Ragusa. Maggiori informazioni al numero telefonico 3334326158 o sul sito webwww.melodicaweb.it.

RAGUSA, INAUGURATO IL CENTRO CULTURALE POLIVALENTE

IMG-20151001-WA0001E’ stato inaugurato il Centro Culturale Polivalente, costituito nell’ambito del progetto comunitario I Art, alla presenza dell’assessore alla Cultura, Stefania Campo, del referente per il progetto I Art, Francesco Mannino, e del responsabile di segreteria del Centro Servizi Culturali, Giacomo Schembari. Il Centro Culturale Polivalente, che sarà gestito dal Comune di Ragusa, è allocato in una stanza del Centro di Servizi Culturali comunale di via Diaz. L’area destinata al Centro è stata attrezzata di strumentazione per proiezioni audiovisive, pannelli per mostre e arredi. “Abbiamo arricchito gli spazi dedicati alla cultura nella nostra città con una nuova sala multimediale – sottolinea l’assessore Campo – che potrà anche custodire un archivio atto a conservare la memoria immateriale del nostro territorio tramite il reperimento di video, documenti, testimonianze, pubblicazioni”.

VENTUNESIMA EDIZIONE DI IBLA BUSKERS

ibla buskers quartiere antico 2Con i buskers dall’8 all’11 ottobre alla riscoperta dei quartieri antichi di Sud-Ovest di Ragusa Ibla, da quello arabo al ghetto ebraico. Una nuova scintilla creativa, legata alla riscoperta di quartieri dimenticati, animerà l’edizione 2015 di “Ibla Buskers”. Dall’8 al 11 ottobre prossimi la festa interesserà oltre alle tradizionali location del quartiere barocco, anche altre zone periferiche ricche di storia e di pari bellezza nonostante siano semi abbandonate da tempo. Teatri di pietra di cui la città dovrà riappropriarsi. La XXI edizione di “Ibla Buskers” si allargherà infatti ai quartieri del Sud-Ovest, il quartiere “San Paolo”, un vero e proprio teatro di pietra che evocherà quella magia nascosta che solo un palcoscenico naturale può regalare. Per avere un’idea dei luoghi che gli artisti andranno ad animare, e con essi anche i turisti e i cittadini andranno a scoprire, basta fare alcuni nomi, dall’antico quartiere ebraico “Cartellone” al “Raffo”, sito in cui gli arabi durante la loro dominazione decisero di abitare, o ancora “Cava Velardo”, antica cava di pietra alla “Mocarda” in cui il dedalo di caratteristiche viuzze è in stretto rapporto con la fiumara. Luoghi sconosciuti, a volte agli stessi autoctoni, se non nella memoria dei nostri nonni. Saranno i suoni delle trombe e delle grancasse, le performances dei mangiafuoco e le intriganti proposte circensi della sempre più numerosa carovana internazionale degli artisti di strada a trascinare anche in questi piccoli cammei nascosti le migliaia di spettatori, tra cui molti giovani, ma anche famiglie e turisti, in una riscoperta dei luoghi.

Bestiario Ibleo

locandina bestiario ibleoVenerdì 9 ottobre alle ore 17,30 a Palazzo Grimaldi (Corso Umberto I, 106 a Modica ) si presenterà il libro Bestiario Ibleo. Miti credenze popolari e verità scientifiche sugli animali del sud-est della Sicilia, di Giovanni Amato e Alessandro D’Amato (Le Fate edizioni, 2015). Ne discuteranno con gli autori Marcella Burderi, ricercatrice, e Giuseppe Barone, presidente della Fondazione Grimaldi e direttore del Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Catania. Il libro, impreziosito dalle illustrazioni di Manuela Menta e dalla prefazione del cantautore Carlo Muratori, nasce dall’incontro anomalo tra il biologo Giovanni Amato (Monterosso Almo, 1980), profondo conoscitore degli aspetti naturalistici del territorio ibleo, e l’antropologo Alessandro D’Amato (Chiaramonte Gulfi, 1977), esperto di demoetnoantropologia e cultura popolare. Nel Bestiario ibleo i due autori hanno inteso analizzare il rapporto uomo-animale con particolare riferimento al territorio sud orientale dell’isola. Come in una sorta di bestiario – i testi medievali contenenti descrizioni di animali reali e immaginari, accompagnate da spiegazioni allegoriche e favole morali – vi sono analizzate quattordici specie diffuse nel territorio ibleo: il magico mondo animale attraverso i sentieri del mito e della letteratura favolistica, le storie popolari, i cunti, le dicerie e i proverbi che hanno costituito il corpus etico pre-giuridico dei nostri comportamenti.

Musica ridens

copLa Casa Editrice Zecchini ha pubblicato, in questi giorni, un libro dal titolo “Musica Ridens” a firma di Francesco Scrofani Cancellieri che affronta un argomento, l’umorismo in musica, sinora mai trattato in maniera così sistematica e approfondita. Oltre 200 i compositori citati, e 650 le composizioni analizzate in 500 anni di composizioni. È possibile realizzare dell’umorismo attraverso i suoni? Può un brano musicale suscitare una risata e in che modo può riuscirci? Quali sono le tecniche compositive che consentono di rendere divertente un pezzo? L’humour musicale si è manifestato con la stessa intensità in tutte le epoche storiche? Esistono forme musicali appositamente sorte per esprimere la comicità? Sia il professionista che il semplice appassionato potranno trovare esaurienti risposte a questi quesiti all’interno di un’opera che affronta un aspetto spesso trascurato per dimostrare, anche, quanto errata sia la reputazione di eccessiva seriosità che aleggia sulla musica classica. Francesco Scrofani Cancellieri, diplomatosi in pianoforte presso il Conservatorio Bellini di Palermo si è successivamente perfezionato con il Maestro Bruno Canino.Svolge un’intensa attività concertistica esibendosi in recital di pianoforte solo, da solista con l’orchestra, in formazioni da camera e in complessi jazzistici. Ha al suo attivo numerose incisioni per etichette discografiche italiane e straniere.

Videomapping

pxTre ragusani e un ennese, sotto il nome di Pixel Shapes, portano la loro arte in giro per l’Italia. Andrea Criscione, Andrea Campo, Giovanni Mezzasalma e Simone Scarpello, dopo aver partecipato con successo al Kernel Festival, a settembre in Messina, kermesse internazionale di “audiovisual 3D mapping”, ovvero videoproiezioni tridimensionali che a ritmo di musica animano una qualsiasi superficie, sbarcano a Desio (Monza), per il Kernel Theater/015. E’ stata la facciata neoclassica di Villa Tittoni Traversi ad essere animata. Sulle note del Barbiere di Siviglia in chiave rock e jazz, i quattro giovani hanno proiettato video in tempo reale, danno vita ad un evento multimediale coinvolgente e spettacolare. I ragazzi scrivono: “Sono stati 4 giorni all’insegna della sperimentazione tra musica elettronica e sound design, audiovisual mapping, architettura effimera, arte digitale e interattiva. Speriamo che la nostra arte possa conquistare degli spazi anche nel territorio ragusano che sempre più si dimostra aperto a sperimentazioni artistiche”. 

FESTIWALL A RAGUSA

_MG_9645FestiWall volge al termine:i cinque artisti Pixel Pancho, Moneyless, Millo, Daniel Eime e Natalia Rak hanno firmato i loro lavori e deposto i pennelli, lasciando alla città di Ragusa il suo primo, bellissimo, museo a cielo aperto. «L’iniziativa – ha dichiarato Stefania Campo, assessore alla cultura del Comune di Ragusa, – è stata sposata e sostenuta dall’intera Giunta Comunale, i cui membri hanno infatti manifestato il proprio apprezzamento andando a vedere le opere nel corso della loro realizzazione

DA OTTOBRE A RAGUSA LA STAGIONE CONCERTISTICA MELODICA: I CONCERTI AL TEATRO IDEAL

IMG_4497Sono 17 i concerti in programma all’interno di Melodica. Cambio di location per i vari concerti che si svolgeranno tutti al Teatro Ideal, non più all’auditorium della Camera di Commercio come avveniva in passato. Una scelta voluta dall’assessore alla cultura del Comune di Ragusa nell’ambito del lancio del teatro polifunzionale così come previsto nell’ambito dei programmi voluti dall’Amministrazione comunale. “Il Teatro Ideal è uno dei luoghi che abbiamo immaginato per la cultura in città – ha spiegato l’assessore Stefania Campo – E’ una struttura polivalente che ben si presta per essere anche sala per la musica. Da quest’anno saranno ospitati i concerti di Melodica che sono sempre di grande qualità e che riescono a coinvolgere un pubblico variegato oltre a sensibilizzare i giovani abituandoli all’ascolto dei grandi classici. Ancora una volta il Comune sostiene l’iniziativa che da oltre vent’anni è un punto di riferimento in città”. Ad illustrare nel dettaglio il programma di Melodica, che si aprirà il 31 ottobre con una speciale “Notte Flamenca”, è stata la direttrice artistica Laura Nocchiero che, reduce da una serie di concerti in varie parti del mondo, ha rimarcato la valenza culturale della stagione che riesce a portare a Ragusa autori ed interpreti di chiara fama e di grandissima bravura. Numerosi i generi e gli strumenti che saranno protagonisti di Melodica, dalla lirica al tango, dalle canzoni spagnole e brasiliane alla musica classica che si suona nei teatri di Vienna fino alle interpretazioni dell’american song. Tra le novità anche il “Natale in coro” che permetterà di regalare le magiche atmosfere musicali natalizie. E’ ancora aperta la campagna abbonamenti che prevede un pacchetto con tutti i 17 concerti ad appena 50 euro in prevendita (60 euro se al botteghino). Il biglietto intero per singolo concerto costa 10 euro mentre il ridotto per gli studenti costa appena 5 euro. La prevendita dei biglietti e degli abbonamenti avviene presso la Libreria Ubik in via Plebiscito, 5 a Ragusa. Maggiori informazioni al numero telefonico 3334326158 o sul sito web www.melodicaweb.it.

“Ghostrain”, il nuovo album di Stefano Meli

Stefano MeliÈ un disco che evoca strade, confini, incontri probabili “Ghostrain”, il nuovo album di Stefano Meli. Ad appena un anno da “Psychedelic Indiana Blues” Stefano Meli torna a percorrere in “Ghostrain” i sentieri polverosi e disertori della musica di frontiera con un disco inquieto, lontanamente psichedelico, acustico e strumentale. Dieci tracce affidate alla cura delle sue chitarre, protagoniste degli unici dialoghi presenti in questi brani, e agli echi di batteria di Sebastiano Cataudo, i brani si consegnano senza indugi alle risonanze letterarie di John Steinbeck, Brendan Behan ed Erskine Caldwell. Nessuna parola (parlata, se non altro) e pochi strumenti: registrati in presa diretta senza il passaggio da computer al “Little Lost Cat Studio”, minuscolo studio disperso nelle campagne di San Giacomo a Ragusa, e affidati successivamente al mix&mastering di Carlo Natoli e ai muri di pietra antica del “Phantasma Studio” di Ragusa. Pubblicato dalla Seltz Recordz, costola della storica Viceversa Records, e distribuito da Audioglobe, “Ghostrain” sarà disponibile in anteprima streaming venerdì 25 settembre sul sito Mescalina.it e il giorno successivo in vendita in tutti gli store fisici e digitali.

RAGUSA, CENTRO CULTURALE POLIVALENTE

I-ArtLunedì 28 settembre presso il Centro Servizi Culturali di Ragusa, individuato dal progetto I Art, come Centro Culturale Polivalente in via A. Diaz 56, prenderà il via la rassegna cinematografica del progetto «I Art», denominata «Sicily est fest», curata dall’associazione «Entr’acte», ad ingresso gratuito e realizzata in collaborazione con il Comune di Ragusa. Questo il programma: Lunedì 28 ore 17,00 “I Vespri Siciliani” – Cortometraggio animato di Antonino Pirrotta e Alessandra Ragusa, alle 17,30 “La terra madre” di Nello La Marca;
alle 19:00, “I Landscape” di Luca Ruzza. Martedì 29 ore 17:00 “Era Ducrot” di Sergio Ruffino & Martina Amato; ore 18:00 “L’albero di Giuda” di Vito Cardaci, alle 19:00  “Phil Stern. Sicilia 1943, la guerra e l’anima” – docufilm  di Ezio Costanzo e Filippo Arlotta. Mercoledì 30 alle  17,00  “Storie di uomini e santi”, realizzato da Manuela Greco, Responsabile I ART Ragusa per le tradizioni popolari, alle 19:00, “Amato Bros”, di Giuseppe Di Bernardo. Il 30 settembre, alle ore 17:00, si terrà anche la inaugurazione del Centro Culturale Polivalente di Ragusa, alla presenza del Sindaco di Ragusa, Federico Piccitto, dell’Assessore alla Cultura Stefania Campo, del Responsabile del Centro Servizi Culturali, Giacomo Schembari e del Responsabile CCP di Ragusa, Francesco Mannino.

MOSTRA DI FILIPPO DI SAMBUY A SIRACUSA

Dal 26 Settembre al 18 Ottobre alla Galleria Notart in Piazza san Giuseppe 31 al quartiere Ortigia, a Siracusa, una prestigiosa mostra, curata da Aldo Taranto. dell’artista Filippo di Sambuy:  “Castel Maniace,, il progetto ideale”. “Qualche anno fa – scrive Filippo di Sambuy nel catalogo della mostra – visitando il castello federiciano di Siracusa, rimasi colpito, in un’architettura di tale meraviglia, dall’assenza di una pavimentazione, sostituita da una gettata di cemento grigio. Decisi d’impulso dunque di dedicare tutte le mie energie ad immaginare e creare dei disegni per un pavimento in connessione ideale con l’opera architettonica voluta da Federico II di Svevia.  Pensai a scaglie di marmi di diversi colori (questo il materiale immaginato per la pavimentazione) che creassero una serie di immagini ispirate all’incontro tra la cultura araba e quella europea, di cui l’architettura del Castello Federiciano del XIII secolo è simbolo oltre che modello costruttivo unico. Quell’incontro tra due diversità diede allora una spinta determinante alla rinascita della cultura europea del XIII secolo, riproponendosi oggi con sorprendente attualità””. Tale processo di trasformazione temporale è la costante dei suoi interventi artistici: nella città razionalista di Sabaudia nel 1999; nel Castello di Stupinigi a Torino nel 2001; nel progetto di Castel del Monte del 2005 – luoghi in cui ha realizzato (Sabaudia; Stupinigi) o progettato (Castel del Monte) installazioni di grandi dimensioni ispirate a quelle straordinarie architetture. La mostra in galleria comprende disegni, dipinti e ceramiche in un insieme che ci sospinge alla ‘visione’ del pavimento dell’imponente sala di Castel Maniace, ultimo luogo d’occidente che conclude il lembo estremo di Ortigia verso l’Oriente Ideale.

L’ARCHEOLOGO DISTEFANO PORTA CARTAGINE ALL’ISTITUTO ARCHEOLOGICO GERMANICO

 

cartagineGiovedì 24 alle ore 10.30 l’archeologo ragusano Giovanni Distefano, Diettore del Museo Regionale di Kamarina, terrà una conferenza su Cartagine e l’imperatore Adriano a Roma nella prestigiosa sede del villino Amelung (via Andrea Cesalpino 1b, Roma) presso la sede dell’Istituto Archeologico Germanico. L’archeologo Distefano, che dirige una missione italiana a Cartagine, primo studioso europeo a riprendere gli scavi in nord-Africa dopo la primavera araba, parlerà di “Acqua pubblica a Cartagine e propaganda politica di Adriano, le cisterne de La Malga e l’acquedotto di Zaghouan”. L’invito a Distefano è giunto direttanente dalla Germania, dal Prof. Ortwin Dally e Margarete Van Ess. Molto attesi i risultati delle indagini che presenterà Distefano.

Scroll To Top
Descargar musica