25-06-2018

“Nel rotolo del libro di me è scritto” Primo incontro dell’itinerario culturale

Venerdì 25 novembre dalle 19.30 alle 21.00 presso la sala Avis di Ragusa primo appuntamento dell’itinerario culturale ed esistenziale: “Nel rotolo del libro di me è scritto”. In tale itinerario esperti in scienze umane incontreranno personaggi biblici per riflettere sulla nostra umanità in cammino, mettendo in dialogo la psicoterapia contemporanea e i contributi sapienziali della tradizione ebraico-cristiana. Nel contesto dell’attuale emergenza educativa si vuole evidenziare la necessità di costruire percorsi capaci di dare un’anima alle nostre città e di rimettere al centro della riflessione e dell’educazione i grandi temi della vita: la consapevolezza di sé, la capacità di incontrare l’altro, la felicità, il limite, il dolore, la coppia, l’amore, la politica. Si vuole offrire uno spazio di confronto e di lettura delle sacre scritture contestualizzata ai desideri e ai drammi della umanità e dall’altra trovare spiragli di luce proveniente dalla “drammatica” dei personaggi biblici. Gli incontri vogliono rivolgersi in modo laico sia a credenti che a non credenti uniti dal desiderio di essere “persone pensanti in ricerca”. Il primo appuntamento avrà come tema “Giobbe, il coraggio di affrontare il male e di contestare Dio”. Dopo l’introduzione della prof.ssa Rosaria Perricone, il prof. Nello Dell’Agli, affronterà il tema.


Successo e tutto esaurito per Evelyn Famà in “Morir di fama”

Un vero e proprio “one girl show” per prendere in giro il particolarissimo e al tempo stesso fagocitante mondo dello spettacolo, tra attricette da quattro soldi, comparsate in tv e partecipazioni ai reality. Lungo questa traccia, doppio successo sabato sera e domenica pomeriggio per lo spettacolo “Morir di fama”, interpretato dall’attrice catanese Evelyn Famà al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla nell’ambito della stagione “Teatro d’attore”. Con la regia di Carlo Ferreri, che è anche consulente artistico della stagione teatrale, e le scene e i costumi di Simone Raimondo, tutto esaurito in entrambe le date. Una commedia brillante giocata sul continuo cambiamento delle proprie idee e sugli obiettivi da raggiungere rispetto ai quali nemmeno San Genesio, protettore degli artisti, riesce a dare un’inequivocabile risposta.

Basket Domenico Savio

Cinque vittorie in cinque gare. Non si arresta la corsa dell’Informatica – Domenico Savio nel campionato di basket di serie D maschile. Il quintetto allenato da Antonio Brugaletta ha piegato una tenace Basket Giarre. Alla fine i ragusani hanno portato a casa il risultato battendo gli etnei per 65 – 77. Un più dodici punti che arriva al termine di una gara combattuta, giocata con grande intensità da entrambe le formazioni.

Scontro sulla Comiso – Santa Croce, tra i feriti anche un bambino

E’ di cinque feriti, tra cui un bambino, il bilancio di un incidente stradale avvenuto nella serata di domenica lungo la Comiso – Santa Croce, all’incrocio per Vittoria. Si sono scontrate una Fiat Punto ed una Peugeot. La prima era condotta da una donna che procedeva in direzione Santa Croce. La Peugeot, invece, si immetteva da un accesso laterale. Nell’urto sono rimasti feriti la donna che conduceva la Punto ed il figlio, subito trasportati in ospedale. Trasferiti al Guzzardi due dei tre occupanti della Peugeot, mentre il terzo è stato ricoverato a Ragusa. Sul posto la Polstrada ed i Vigili del fuoco.

Crisi e deficit infrastrutturale Le riflessioni del segretario Cisl Romeo

L’aumento delle ore di utilizzo della Cassa integrazione da parte delle aziende, la drastica riduzione della produzione industriale, la mancanza di chiare prospettive per il futuro. Sono indici di una crisi strutturale. Anche in provincia di Ragusa dove questo quadro desolante è aggravato dalla mancanza atavica di infrastrutture moderne e funzionali. E’ il senso della riflessione avanzata dal segretario dell’Ust Cisl Ragusa, Enzo Romeo, secondo cui, in questa fase, ora più che mai, occorre percorrere la strada delle riforme. “Riforme – dice il segretario provinciale della Cisl – per non dimenticare la riduzione dei costi della politica, le liberalizzazioni e tutti quegli altri aspetti che possono assicurare un radicale mutamento dello status quo, lo stesso che ci ha portati all’inevitabile declino oltre ad un concreto rischio default”.


Convegno sull’amianto

Di amianto ci si ammala. Si muore. Asbestosi, mesotelioma pleurico-peritonale, cancro polmonare. Queste le malattie principali. Le piccolissime particelle di cui è costituito, una volta inalate, vanno a concentrarsi nei bronchi, negli alveoli polmonari, nella pleura, provocando danni irreversibili. Che hanno stroncato la vita di migliaia di lavoratori del mare e delle fabbriche. Sacrificati sull’altare della produzione e del profitto infame. Questo il tema del convegno dal titolo “Amianto tutela e risarcimento del danno-aspetti medici e legali”, organizzato dall’associazione Helios Med. E’ intervenuto l’avvocato Pier Paolo Petruzzelli, referente per l’Italia dello studio legale americano Cohen, che ha illustrato le procedure da seguire per ottenere il risarcimento dei danni subiti a causa dell’amianto. Sono seguite le testimonianze di parenti di lavoratori morti a causa dell’esposizione all’amianto.

BENTORNATO MARX!

Diego Fusaro presenterà il suo libro “Bentornato Marx!” al centro Feliciano Rossitto di Ragusa, martedì 22 alle 17,30. Con lui ci saranno Salvatore Dipasquale, Giuseppe Tumino e Federico Guastella.


Cunti e Canti con Ciccio Schembari

Giovedì 24 novembre al Centro servizi culturali di Ragusa, alle 17.00, Cunti e Canti con Ciccio Schembari, Fiammetta Poidomani e Fabrizio Aristia.

Eletto nuovo direttivo nel Terziario innovativo Confindustria

La sezione Terziario innovativo di Confindustria Ragusa ha rinnovato le cariche, affidando il mandato di presidente a Maurizio Lo Presti, della Telecom di Ragusa, ed eleggendo vice, Giovanni Campo, della Progetto Software di Ragusa. In programma un incontro con le imprese associate, il 29 novembre, per la presentazione delle Convenzioni nazionali con i “Grandi Fornitori”.

Calcio, Eccellenza MESSINA – RAGUSA 0-0

Lo scontro al vertice del campionato di Eccellenza finisce a reti inviolate, sebbene sul campo gli azzurri allenati da mister Pino Rigoli avrebbero meritato la vittoria. Il portiere Pandolfo è rimasto inoperoso per quasi tutta la partita, mentre l’estremo difensore peloritano si è dovuto superare in più di un’occasione per respingere gli attacchi dei ragusani. Sul taccuino da annotare anche un palo colto da Parente a metà del secondo tempo e un gol annullato a Bonaffini per fuorigioco. Tra i migliori in campo, Nicola Arena. Domenica prossima il Ragusa del presidente Rimmaudo ospiterà in casa il Misterbianco; un altro esame da superare per raggiungere l’obiettivo della stagione: la serie D.


Calcio, Promozione SANTA CROCE – VIRTUS ISPICA 1-2

Niente da fare per la squadra del presidente Agnello: il Santa Croce rimedia la terza sconfitta di fila in casa. Bene la Virtus Ispica che, dopo essere passata in vantaggio con La Vaccara e dopo aver raddoppiato con Ucciardo, ha pensato a gestire l’incontro. La fiammata del Santa Croce porta la firma di Sferrazza, ma i padroni di casa non sono riusciti ad agguantare il pareggio.


Calcio, Prima Categoria CANICATTINI – NEW TEAM 1-1

Trasferta fruttuosa per i ragazzi del presidente Giovanni Vitale, che a Canicattini hanno rimediato un buon pareggio nei minuti di recupero. I padroni di casa erano passati in vantaggio all’84’ con Cultrera e quando pensavano di aver chiuso l’incontro hanno subito il pareggio dei ragusani con Rovetto al 92′.


Calcio, Prima Categoria MARINA DI RG – HELLENIKA 3-0

Una doppietta di Agosta e una rete di Gurrieri sono serviti al Marina di Ragusa per superare l’Hellenika. Il team dell’allenatore-giocatore Gianni Gurrieri ha avuto gioco facile con gli ospiti, approfittando dell’ottima giornata di Devis Agosta che già dopo due giri di lancette aveva sbloccato il risultato.

Calcio, Prima Categoria ACATE – FLORIDIA 0-0

Risultati ad occhiali per il team di Peppe Emmolo che ancora una volta perde l’occasione di mettere in cassaforte tre punti fra le mua amiche. Contro il Floridia, ultimo in classifica, i ragazzi di Emmolo erano andati in rete con Bongiorno e Carnemolla, ma entrambe le realizzazioni sono state annullate dal direttore di gara.

Calcio, Eccellenza VITTORIA – ATL.CATANIA 1-1

Un pareggio che lascia insoddisfatti i padroni di casa biancorossi, quello maturato a Vittoria fra la squadra ipparina e l’Atletico Catania. A passare in vantaggio erano stati i padroni di casa con Santonocito, ma gli ospiti hanno raggiunto il pareggio allo scadere con Mirabella. Dopo la partita arriva l’annuncio delle dimissioni del presidente Barravecchia e del suo vice Di Paola. Lunedì le redini della società di calcio vittoriese sono state consegnate nelle mani del sindaco di Vittoria e della sua amministrazione comunale. Si attende, adesso, un chiarimento sul futuro della società.


Nuovo successo per la Passalacqua Spedizioni

A Battipaglia contro la Carpedil Ipervigile Salerno, le cestiste iblee hanno conquistato una sofferta vittoria (48-53). Nel quintetto base di coach Savini c’erano Valeria Carnemolla, Mara Buzzanca, Lia Valerio, Silvia Sarni e Clarisse Machanguana. Domenica prossima alle 18, si gioca al Palaminardi contro la Termocarispe La Spezia, anche loro in vetta alla classifica.


Calcio, Eccellenza REAL AVOLA – COMISO 2-1

Sconfitta esterna per il Comiso di Borgese che ha dovuto cedere al Real Avola. Sul terreno acquitrinoso dei siracusani il Comiso non si è mai dato per vinto, neppure quando è stato sotto di due reti, mostrando così il proprio carattere e realizzando il gol a tempo praticamente scaduto con l’ottimo Boemia.

Soverato – Nova Virtus 71 – 73

La Nova Virtus rompe il ghiaccio, centrando in trasferta e su un campo ostico per tutti, la prima vittoria dell’annata. A conferma che i ragazzini iblei (tutti classe ’94, Canzonieri classe ’95 ed il 20.enne Matteo Di Stefano) possono confrontarsi alla pari con tutte le rivali (a parte la corazzata Trapani) e confidare ancora nella salvezza, visti gli ampi margini di crescita. Domenica al PalaPadua sarà di scena la vice capolista Acireale. Nova Virtus: Cassì 18, Distefano M. 11, Iurato 16, Pellegrino, Girgenti, Emmolo 3, Giarrusso 11, Salafia 3, Cascone ne, Canzonieri 9. All. Recupido.

Giornata dell’artigianato e della piccola e media impresa

“Dobbiamo essere meno tolleranti con la politica. E ancora di più con i politicismi. I cittadini e le imprese devono rialzare la testa. Da Nord a Sud”. Parole che hanno sferzato il pubblico presente all’auditorium della Scuola dello sport quelle dette dal presidente nazionale di Cna, Ivan Malavasi, che ha partecipato ai lavori della nona Giornata dell’artigianato e della piccola e media impresa, tenutasi a Ragusa. Un momento di confronto e di riflessione per il mondo economico dell’area iblea con la presenza di autorevoli esponenti dell’ambito associativo. Come il caso di Malavasi il quale ha tenuto ha sottolineare che “il Governo del prof. Monti rappresenta una svolta significativa nelle opportunità che abbiamo di fronte. Anche se si tratta di opportunità da ultima spiaggia. Il presidente Napolitano – ha aggiunto – ha fatto un capolavoro politico consegnando al prof. Monti la possibilità di approntare decreti in modo rapido e con un’ampia maggioranza parlamentare. Se fossi Monti, farei un mega decreto inserendo tutte le riforme che nessuno, finora, ha avuto il coraggio di fare. Sono ottimista da questo punto di vista. Il Paese ha bisogno di ritrovare credibilità intanto all’esterno ma anche tra i cittadini”. Malavasi si è poi soffermato sui giovani lanciando una proposta. “I nostri giovani – ha detto – rappresentano il futuro. Se dovessi scegliere una strada tra le numerose difficoltà legate ai bisogni del prossimo anno, direi a tutte le Amministrazioni pubbliche: se avete due lire investite queste somme nel credito per i giovani che aprono attività imprenditoriali. Quella diventerà merce rara. Che ha bisogno di essere valorizzata”. Ad aprire i lavori il presidente provinciale Cna Ragusa, Giuseppe Massari, il quale ha tracciato un quadro delle principali criticità che riguardano da vicino il territorio ibleo. “Quanto potremo ancora resistere non lo sappiamo – ha detto Massari – tre anni di crisi sono stati molto pesanti, l’ultimo periodo è risultato il più difficile. Sarà difficile superarlo. Grande apprensione, poi, sta creando tra le imprese il metodo di riscossione messo in atto dalla Serit. Nonostante tutto, siamo fiduciosi. La provincia di Ragusa si è sempre rialzata grazie alla grande vivacità del suo territorio, alla laboriosità della sua gente, ad un tessuto fondamentalmente sano”. La comunicazione del segretario provinciale Giovanni Brancati è stata indirizzata a lanciare un messaggio agli imprenditori “affinché modifichino ancora di più il proprio atteggiamento, non limitandosi a chiedere, giustamente, l’impegno della Pubblica amministrazione, ma anche costruendo un nuovo modo di fare impresa. Innovazione, unione, capitalizzazione, internazionalizzazione sono le poche parole che, come Cna, non ci stanchiamo mai di usare”. Subito dopo si è proceduto con la cerimonia riguardante la seconda edizione del premio “Pippo Tumino”. Il presidente Ivan Malavasi ha consegnato il premio a Davide Camarrone, autore del libro “I maestri di Gibellina”, che la commissione aggiudicatrice del riconoscimento ha ritenuto un testo valido che racconta la perizia di veri e propri cultori dell’artigianato che hanno fatto rivivere un’area devastata dal terremoto. Menzione speciale, poi, per una tesi di laurea pubblicata da Concetta Roccasalva che ha ricostruito la storia della Cna di Ragusa dal 1971 a oggi. Il presidente provinciale Cna Ragusa, Giuseppe Massari, le ha consegnato una pergamena e un premio in denaro dell’ammontare di cinquecento euro. Gabriele Palumbo, con la tesi “La gestione integrata e sostenibile dell’area costiera ragusana. Il progetto Maspi” si è aggiudicato il premio tesi di laurea voluto dalla fondazione Cesare e Doris Zipelli. Il presidente della fondazione, Carmelo Arezzo, ha consegnato la pergamena e un premio in denaro dell’ammontare di mille euro. Ma l’attribuzione più significativa è stata fatta per la seconda edizione del premio “Tesi di laurea” voluto dal Centro studi artigianato e piccola e media impresa. Ad aggiudicarselo, con la tesi avente per tema “I distretti produttivi in provincia di Ragusa”, la neo dottoressa Maria Giovanna Fornaro. A consegnare la pergamena e un premio in denaro dell’ammontare di 1.500 euro il prefetto di Ragusa Giovanna Stefania Cagliostro. La serata, inoltre, è servita per rimediare alla mancata consegna, lo scorso anno, di una statuetta del premio “Atlante”, istituito dalla Cna. Per la sezione “mestieri scomparsi”, il riconoscimento, consegnato dal sindaco di Modica, Antonello Buscema, è stato attribuito a Guglielmo Prossimo che costruisce, in maniera del tutto artigianale, contenitori di latta con fogge tipiche del territorio ibleo, le cosiddette “quartare”. Al termine della cerimonia, allietata dalla presenza di due giovani jazzisti di talento, Giovanni e Matteo Cutello, è stato dato appuntamento al prossimo anno per l’edizione del decennale, che sarà celebrato con il Premio Atlante.

II° Happening del terzo settore, bilancio dell’evento

“Il terzo settore come componente essenziale per lo sviluppo sostenibile di un territorio”. E’ il messaggio forte venuto fuori dalla seconda edizione dell’happening ibleo della solidarietà i cui lavori si sono tenuti giovedì e venerdì scorso a Modica. Una serie di appuntamenti hanno caratterizzato un evento locale inquadrato in un contesto più ampio a livello siciliano. Tanto è vero che le risultanze emerse contribuiranno alla raccolta di elementi in fase di predisposizione in vista del 12esimo happening regionale della solidarietà che, promosso dal consorzio Sol.Co. di Catania, si terrà a Siracusa dall’1 al 3 dicembre. “I risultati ottenuti a Modica – afferma Borrelli – si possono definire entusiasmanti proprio perché ci eravamo posti l’obiettivo, dopo l’esperienza dello scorso anno a Ragusa, di “contaminare” un’altra parte del territorio provinciale. E devo dire che la partecipazione è stata intensa proprio per l’attenzione che i nostri momenti d’incontro sono riusciti a catturare. Devo ringraziare il Comune di Modica che ci ha sostenuto ma anche tutti i partner che, in un modo o nell’altro, hanno voluto supportare questo momento di confronto sui temi dello sviluppo e dell’economia non dimenticando il ruolo centrale che il terzo settore, oggi più che mai, è in grado di rivendicare. Abbiamo fatto emergere una serie di riflessioni di ampio respiro che potranno essere utili per contestualizzare nella realtà iblea alcuni progetti di sicura valenza, acquisendo le peculiarità di modelli positivi già attuati in varie zone del Paese e che possono attecchire anche dalle nostre parti”. La due giorni, promossa dal consorzio Sol.coop. ibleo, è stata salutata con favore dai numerosi esperti che hanno animato le varie sezioni dell’happening. Tra queste anche il cosiddetto Spazio Neutro, servizio attivo a Ragusa da tre anni che è stato mutuato da Milano dove, quindici anni fa, ad averlo attivato era stato il Centro bambino maltrattato. Lo “Spazio Neutro” è il luogo fisico in cui, tramite l’assistenza dei Servizi sociali, avvengono gli incontri tra il genitore non collocatario e il figlio. “Ci può essere un affido condiviso – spiega Lucia Frasca, vicepresidente di Sol.Coop. ibleo – che, però, può comunque essere caratterizzato da una serie di conflitti tra il padre e la madre. Quindi, il bambino può rimanere, come in alcuni casi, con la madre affidataria e non vede lo stesso il padre. In attesa che i processi legali si completino, il bambino ha l’opportunità di incontrare il genitore in questo luogo per l’appunto neutro. Abbiamo cercato di adattare il modello milanese alla nostra realtà territoriale che è strutturalmente e culturalmente diversa. Ci siamo confrontati, durante l’happening, sulle modalità di gestione per la migliore resa del servizio stesso. E’ una grande conquista soprattutto a tutela dei più piccoli”.

Scroll To Top
Descargar musica