23-08-2019

Finali scudetto di basket femminile, Ragusa perde a Schio gara uno per 69 a 64

La Passalacqua esce sconfitta a Schio nella prima gara dei Play Off. Le biancoverdì hanno avuto un vantaggio di 11 punti, ma nell’ultimo quarto sono state più determinate le padrone di casa che alla fine si sono imposta per 5 lunghezze.  “Peccato perché avevamo fatto bene – commenta coach Gianni Recupido – siamo andati un po’ in tilt in attacco nella seconda parte, bravi loro perché hanno difeso bene ed hanno speculato su alcune nostre pecche, ma noi abbiamo smesso di passarci la palla, siamo caduti in questo errore, che non dobbiamo fare”. Per il Ragusa sono andate a segno Sabrina Cinili con 14 punti, Jessica Kuster 14, Jillian Harmon 13, Dearica Hamby 8, Nicole Romeo 7 punti, Angela Gianolla 4 Chiara Consolini 2, Alessandra Formica 2. Le iblee avranno la possibilità di riscattarsi domani in gara due, sempre a Schio, in attesa di poter ricevere i campioni d’Italia il 7 maggio al Palaminardi.

Tragedia a Ragusa, un poliziotto spara alla moglie e poi si uccide

La coppia era sposata da otto anni e aveva due bambine, una delle quali avrebbe scoperto i cadaveri dei genitori e dato l’allarme. L’uomo, Simone Cosentino, di 42 anni, ha sparato durante la notte alla moglie, Alice Bredice di 33 anni, cogliendola nel sonno e poi si è tolto la vita.  Personale della Questura di Ragusa è intervenuto presso l’abitazione  dell’Assistente Capo della Polizia di Stato, rinvenendo la pistola d’ordinanza con la quale l’uomo ha compiuto l’insano gesto.  E’ stata attivata la procedura prevista da Dipartimento della Pubblica Sicurezza, al fine di fornire ogni utile supporto psicologico ai familiari delle vittime.

Guerra di Liberazione, un film su Pompeo Colajanni al Cinema Lumiere di Ragusa

“Pompeo Colajanni, Comandante Barbato – un partigiano dalla Sicilia”: questo è il titolo di un film di Enzo Rizzo che per iniziativa della CGIL di Ragusa, dell’A.N.P.I. provinciale, sarà proiettato lunedì 29 aprile alle ore 18.00 al Cinema Lumiere a Ragusa, Via Archimede 214. L’evento, che racconta la storia di un siciliano protagonista della resistenza antifascista, è promosso nell’ambito del 74^ anniversario della lotta di Liberazione dal fascismo e vi parteciperanno  il regista Enzo Rizzo, il presidente provinciale dell’ANPI, Gianni Battaglia e il segretario generale della CGIL di Ragusa, Peppe Scifo. Il film nasce da un’idea di Giorgio Colajanni e Guido Politi, che vede come protagonista la vita di Pompeo Colajanni, nome di battaglia “Comandante Barbato”, figura di primo piano dell’Antifascismo, della Resistenza e della politica siciliana e nazionale.

Primo maggio a Santa Croce Camerina tra canti, animazione e musica

Quest’anno la CGIL di Ragusa, con il patrocinio del Comune, ha promosso la Festa del Lavoro con due iniziative che si terranno alle ore 17 in Piazza Vittorio Emanuele, con giochi, sport e animazione e alle 20.30 con due eventi musicali. Il programma prevede, infatti, l’esibizione di Enza Strazzulla (Duo Coppola) e la band Antonio Modica & Mode.

Scudetto basket femminile, Ragusa va in finale

La Passalacqua Ragusa espugna Venezia, vincendo per 76-82 e conquista la finale scudetto che si giocherà al meglio di cinque partite contro Schio. L’inizio di Ragusa è devastante, la squadra ospite mette subito le cose in chiaro con uno 0-10 guidato da Hamby e Harmon: primo quarto perfetto per le iblee che mettono punti a piacimento, segnandone 33 in 10′, e chiudendo sul +20. Nel secondo periodo Kuster e Hamby firmano il +27 della formazione biancoverde. Nel terzo periodo la Reyer tenta di rimontare ma alla fine perde di 8 punti. Match winner ancora Dearica Hamby con 25 punti, Jessica Kuster 15, Jillian Harmon 12, Sabrina Cinili 10, Nicole Romeo 8, Chiara Consolini 5, Angela Gianolla 4,  Alessandra Formica 3. Le finali si giocheranno il primo e il tre maggio a Schio e poi a Ragusa il 7 maggio. Gara 4 prevista a Ragusa per il 9 maggio, mentre una eventuale bella si giocherebbe a Schio il 12 maggio.

E’ stato arrestato a Comiso un insospettabile per detenzione di una ingente quantità di video e foto pedopornografiche

La Polizia – squadra mobile di Ragusa e commissariato di Comiso – ha arrestato un ragioniere in pensione di 64 anni, di cui sono state fornite le iniziali, D. G., per detenzione di un’ingente quantità di files contenenti raccapriccianti immagini di bambini e video pedopornografici. Durante le indagini condotte per un altro reato gli investigatori hanno sequestrato all’uomo un hard disk che teneva in auto. Gli agenti, invece di trovarvi le immagini dell’impianto di videosorveglianza, scoprivano quasi 1.000 files pedopornografici tra video e foto  e numerose chat con bambine molto piccole. L’uomo è stato tratto in arresto e il Giudice per le Indagini Preliminari ha convalidato l’attività investigativa della Polizia di Stato. Gli inquirenti hanno effettuato anche una perquisizione domiciliare e sequestro un computer, telefoni ed altri supporti informatici che dovranno essere ancora ispezionati.

Ragusa batte Venezia 66 a 57 pareggiando in conti, sabato gara 5 per accedere alla finale play off scudetto di basket femminile

La Passalacqua ribalta il 2-0 iniziale con Venezia aggiudicandosi entrambi i match casalinghi: sarà la bella, in programma sabato alle ore 18,00 a Venezia, a stabilire chi affronterà in finale Schio. Dearica Hamby è stata la migliore realizzatrice con 26 punti, seguita da Chiara Consolini che ne ha messo a segno 12, Nicole Romeo 10, Jillian Harmon 9, Agnese Soli 4, Jessica Kuster 3 punti, Alessandra Formica 2.

25 aprile: CGIL, ANPI e Libera organizzano una festa popolare al Parco San Bartolo di Vittoria

In occasione del 74^ anniversario della Liberazione dal fascismo, la CGIL di Ragusa, A.N.P.I. di Ragusa e Libera organizzano una festa popolare al Parco Serra San Bartolo. Sul significato e sui valori del 25 Aprile esporranno le loro riflessioni Peppe Scifo, segretario Generale della CGIL di Ragusa, Marilena Di Caro, presidente A.N.P.I. di Vittoria e Vittorio Avveduto Coordinatore di Libera Ragusa. La festa continuerà poi con il pranzo sociale e il programma prevede i giochi di strada a cura dell’Albero del Riccio. A Ragusa alle ore 10 in Piazza Antonio Gramsci (di fronte alla Stele all’Unità d’Italia), si formerà il corteo con le autorità, associazioni combattentistiche e la cittadinanza. A Modica presso il recentemente restaurato Monumento ai Caduti, ci sarà una sobria cerimonia a partire dalle 9:30 per rendere omaggio al profondo significato che questa giornata racchiude per tutti gli italiani. A Pedalino, alle ore 9.00, verrà deposta una corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti. A Comiso, alle ore 10.00, avrà luogo il raduno in Piazza Fonte Diana da dove muoverà un corteo.

La Polizia ha arrestato un vittoriese per tentato omicidio

Il pregiudicato di 59 anni Elio Greco è finito in carcere: in seguito a una banale lite, aveva sparato, senza colpire organi vitali, ad un altro uomo. Greco, denunciato in passato anche per associazione per delinquere di stampo mafioso, è accusato di tentato omicidio aggravato e porto illegale d’armi da fuoco. Malgrado la vittima avesse mentito sull’episodio, i poliziotti sono riusciti a fare parlare alcuni testimoni che avevo assistito alla cruenta lite.

Incidente sulla Ragusa Mare con un ferito

E’ di un ferito il bilancio di un incidente stradale avvenuto martedì 23 aprile, intorno a mezzogiorno, sulla strada provinciale n. 25 Ragusa – Marina di Ragusa. Nell’impatto tra un’auto ed un articolato la peggio è toccata al conducente dell’utilitaria che è stato ricoverato nell’Ospedale di Ragusa. Per lui la prognosi è di 30 giorni. Sul posto sono intervenuti agenti della Polizia Provinciale per i rilievi stradali ma anche i Vigili del fuoco per rimuovere l’articolato. Secondo i primi rilievi, ancora in via di accertamento da parte della Polizia Provinciale, una Ford Fiesta, diretta a Marina di Ragusa, condotta da un ragusano di 69 anni 69, è venuta in collisione con un autoarticolato Iveco, condotto da uno sciclitano di 40 anni, che proveniva dalla direzione opposta. Nello scontro l’auto ha riportato notevoli danni ai lamierati, mentre l’autoarticolato è finito fuori strada ed ha urtato contro il muro a secco a margine della carreggiata. Ad avere la peggio, come detto, il conducente dell’autovettura, soccorso dal personale del 118 e trasportato nell’Ospedale di Ragusa per le ferite riportate.

A Ragusa la Polizia arresta uno stalker che minacciava la madre ed i fratelli di morte

E’ stato arrestato un ragusano di anni 46 anni per estorsione e stalking ai danni della madre e dei fratelli: dipendente dalla cocaina minacciava di morte e di torturare i congiunti asserendo di avere amici napoletani della camorra che lo avrebbero aiutato a farli fuori se non gli avessero consegnato il denaro. La Procura della Repubblica ha richiesto ed ottenuto la misura cautelare in carcere per l’indagato, per la pericolosità e violenza manifestate dal soggetto che da più di un anno aveva interrotto ogni rapporto affaristico con i familiari con i quali gestiva un’attività imprenditoriale.

Ragusa ha vinto ieri gara tre dei play off scudetto di basket femminile

Dopo le prime due sconfitte in trasferta, con i punteggio di 73-56 la Passalacqua Ragusa ha battuto in casa il Venezia, portando la serie sul 2-1 e rimanendo ancora in corsa. Domani mercoledì 24 aprile si giocherà il quarto atto della serie, alle 20.30, sempre al PalaMinardi. Per il Ragusa sono andate a segno Jessica Kuster 21 punti, Dearica Hamby 16, Nicole Romeo 15 punti, Jillian Harmon 6, Chiara Consolini 4, Alessandra Formica 2, Beatrice Stroscio 2, Sabrina Cinili 7 (la giocatrice romana ha così festeggiato nel migliore dei modi il suo trentesimo compleanno).

Chiusa altra casa di riposo per anziani a Modica

Operazione congiunta di polizia locale di Modica e carabinieri del Nas di Ragusa mirata al controllo delle case di riposo al fine di verificare l’esistenza delle condizioni stabilite dalla legge. Stavolta è stata controllata una casa di riposo di Via Modica Sorda. A seguito degli accertamenti condotti dalla sezione di polizia giudiziaria della “Locale” e dai militari dell’Arma per la tutela della salute, è risultata la presenza di cinque uomini e una donna, tutti anziani. E’ emerso che l’attività veniva esercitata in un appartamento ed i responsabili, madre e figlio (quest’ultimo risulta il titolare), non erano in grado di esibire alcuna autorizzazione sanitaria o amministrativa (per questo motivo gli interessati sono stati sanzionati). L’unico documento esibito è stato il contratto di locazione ad uso abitativo, regolarmente registrato all’Agenzia delle Entrate. La struttura ispezionata, dunque, è risultata abusivamente attivata e condotta in dispregio alle vigenti disposizioni legislative sia tecniche che socio-sanitari ed assistenziali. Essa non presenta alcun requisito tecnico di destinazione d’uso, non risulta in alcun modo conforme alla legge regionale 22/86 e non  rispetta i requisiti strutturali organizzativi e funzionali previsti dalla legge. Il personale non è risultato in alcun modo adeguato ed in possesso di  nessun titolo. La struttura non è risultata iscritta ad alcun albo Comunale o Regionale. Nel corso dei controlli, sul posto è giunto un medico di base, il quale ha riferito che quattro dei sei ospiti, suoi pazienti, sono tutti non autosufficienti e gli stessi sono seguiti anche da un programma di Assistenza Domiciliare  Protetta. Alla luce di queste risultanze, è stato informato il sindaco, il quale ha emesso  apposita ordinanza di chiusura della casa di riposo. Il provvedimento dovrà essere eseguito entro tre giorni dalla notifica ed è previsto il trasferimento, a cura del proprietario, degli ospiti in strutture atte a riceverli fino a quando non saranno ottenute le autorizzazioni previste. Da ulteriori accertamenti è risultato che, in precedenza, la casa di riposo operava nel centro storico, in particolare  era gestita dalla donna, ed era stata chiusa per gli stessi motivi in altra operazione di polizia locale e carabinieri.

La stagione della violenza mafiosa si riapre a Vittoria. Infiltrazioni nella filiera agro-alimentare: intervenga il governo nazionale

Riceviamo da segretario generale della Cgil di Ragusa: “Si torna a sparare a Vittoria. Inquietante episodio di violenza mafiosa tra due soggetti entrambi operanti nell’indotto della filiera agro-alimentare vittoriese. Inquietante perché testimonia ancora una volta il livello d’infiltrazione criminale nell’economia principale di questo territorio. La cappa asfissiante delle mafie rappresenta uno dei principali fattori dell’impoverimento generale della società, soprattutto per i segmenti più deboli della filiera. I piccoli produttori e i braccianti, gli operai e le operaie dei centri di condizionamento che ogni giorno si spezzano la schiena per la difficile sopravvivenza. Altri soggetti invece si arricchiscono, guadagnano, investono e diventano soggetti importanti della filiera acquisendo posizioni di vantaggio e monopolio. Qui chi lavora con il sudore a stento sopravvive e non è in grado di garantire gli studi ai propri figli che spesso decidono di emigrare. La situazione dell’economia agricola richiede essere affrontata con determinazione da parte del Governo nazionale. Tutti gli attori della filiera, a partire dagli operatori del mercato, le agenzie di commercio, le grandi aziende e la GDO devono scegliere con estrema chiarezza da che parte stare. Occorre prosciugare tutti i flussi di soldi dell’economia legale di cui la mafia dei servizi si nutre. La società civile, il mondo delle professioni devono reagire in modo concreto. Bisogna liberarsi dalle mafie e di chi con esse fa affari, alimentando e promuovendo i circuiti di economia legale dove c’è il rispetto delle leggi, in tutte le articolazioni, comprese il rispetto dei diritti dei lavoratori. C’è bisogno di una rinascita o si muore per sempre. Resistere e reagire senza sé e senza ma”. Firmato Giuseppe Scifo

RAGUSA, POSSIBILE CRITICITÀ PER FORTI VENTI E MAREGGIATE

 Nel corso della giornata di Pasqua fino a Pasquetta è stata segnalata dal bollettino regionale di Protezione civile una possibile criticità in evoluzione per venti da forti fino a burrasca con raffiche fino a burrasca forte provenienti dai quadranti sud-orientali e significative mareggiate sulle zone costiere della Sicilia sud orientale. Per le possibili condizioni meteo avverse segnalate, il Sindaco Peppe Cassì ha attivato il presidio territoriale di Protezione civile per il monitoraggio delle aree a rischio. La struttura comunale di Protezione Civile, sita in Via Napoleone Colajanni, invita i  diportisti a rafforzare gli ormeggi e mettere a riparo le imbarcazioni, i cittadini a stare lontani da alberi, strutture precarie e vulnerabili,  i commercianti a controllare l’ancoraggio di strutture all’esterno delle proprie attività, i gestori di impianti pubblicitari e affissionistici a verificare la tenuta delle proprie installazioni, le imprese di costruzioni a controllare ponteggi, gru e ogni altra struttura presenti nei cantieri edili. Vista anche la particolarità delle giornate legata alle festività di Pasqua, il primo cittadino rivolge alla cittadinanza la raccomandazione di prestare la massima attenzione negli spostamenti.

Arrestati a Scicli due imprenditori agricoli per sfruttamento della manodopera

Operai costretti ad accettare condizioni di vita disumane, pagati anche 3 euro l’ora,  e senza alcun diritto previsto dalle normative vigenti,  utilizzavano fitofarmaci privi di patentino, vivevano  in alloggi fatiscenti: è quanto emerso dall’attività ispettiva della Polizia che ha arrestato due soci di 40 e 53 anni per sfruttamento della manodopera e denunciato altre due persone. Durante un controllo effettuato a Scicli presso un’azienda florovivaistica la Polizia ha riscontrato la presenza di numerosi lavoratori di varie nazionalità intenti a coltivare le serre di un’azienda agricola e curare il bestiame di un’azienda attigua che si occupa di zootecnica, gestita dal padre di uno degli arrestati. Anche se alcuni lavoratori erano stati assunti (ad eccezione di altri privi di contratto), di fatto non percepivano la paga prevista dalle norme vigenti, nessuno dei lavoratori indossava i dispositivi di protezione, neanche coloro che utilizzavano i fitofarmaci, alcuni magazzini ed immobili fatiscenti erano stati trasformati in abitazioni.

 

Cinema Lumiere Ragusa

Dal 19 al 24 aprile verrà proiettato alle 18:30 e alle 21:30  il film “Ma cosa ci dice il cervello” Commedia di Riccardo Milani, con Paola Cortellesi. Per quanto riguarda le proiezioni di lunedì 22 aprile è consigliato informarsi sul regolare svolgimento delle stesse al 3492249680.

Semifinali scudetto basket femminile, Ragusa perde ancora a Venezia

Venezia si porta sul 2-0 vincendo anche la seconda gara casalinga con il punteggio di  68-53. La Passalacqua dovrà adesso cercare di pareggiare i conti con le due partite a Ragusa, la prima delle quali è in programma lunedì 22 aprile al Palaminardi. “Abbiamo provato a correre, e avevamo avuto anche un discreto approccio alla partita – ha dichiarato il coach Gianni Recupido – però già nel secondo quarto c’è stato dello scoramento che ci aveva portato a chiudere il parziale sul -15 nell’intervallo lungo”.  Miglior realizzatrice per le biancoverdi è stata Jillian Harmon con 22 punti, Nicole Romeo ha realizzato 8 punti, 5 punti sono stati messi a segno da Alessandra Formina, Sabrina Cinili, Jessica Kuster e Dearica Hamby, 2 da Angela Giannolla, 1 da Agnese Soli.

Bedi Tiempi terza puntata

La terza puntata della terza serie di “Vi cantu, vi cuntu, vi raccuntu” del gruppo Bedi Tiempi con l’attore dialettale Mario Tumino, il narrAttore Ciccio Schembari e i musicisti Pippo Cerruto e Angelo Tidona andrà in onda domenica 21 aprile alle ore 13, lunedì 22 alle ore 8 e martedì 23 alle ore 20:30 su Tele Nova, canale 14, visibile nelle province di Ragusa, Catania, Siracusa e Caltanissetta.

SEMIFINALI SCUDETTO BASKET FEMMINILE, RAGUSA PERDE LA PRIMA GARA

E’ il Venezia a imporsi in casa nella prima delle 5 gare contro la Passalacqua Ragusa. Il punteggio finale è stato di 73 a 69 e giovedì 18 alle ore 20 ci sarà gara due, sempre in Veneto. Miglior realizzatrice per le biancoverdi è stata Nicole Romeo con 17 punti, Sabrina Cinili ha realizzato 13 punti, Jessica Kuster 12, Chiara Consolini 10, Dearica Hamby 6, Jillian Harmon 6, Alessandra Formica 5.

Scroll To Top
Descargar musica