16-10-2018

Morto in bici a Marina di Ragusa

giovanni tighinoIl ciclista Giovanni Tighino, vittoriese di 71 anni, è deceduto a seguito di un scontro con una Fiat Punto avvenuto in Via Calabrese, sulla Donnalucata – Marina di Ragusa (ex 63). L’uomo procedeva in direzione Donnalucata, mentre l’auto era diretta verso Marina. L’incidente è avvenuto domenica mattina alle ore 10:30. Per i rilievi è intervenuta la Polizia Stradale di Vittoria.

Auto capota nel modicano. Ferite tre persone, tra cui una bambina di 5 mesi.

8c42245c-a60d-49ed-8804-31f19077cd84Una donna di Ispica ha perso il controllo della sua autovettura Kia mentre ieri sera percorreva Via Torre Cannata per raggiungere la propria abitazione. A bordo del veicolo erano in tre, compresa la neonata-figlia della conducente. Il veicolo, fuori controllo, dopo essere finito fuori strada, si è ribaltato. Sul posto sono intervenuti il Nucleo di Pronto Intervento della Polizia Locale, i vigili del fuoco e il 118. Le tre ferite sono state trasportate al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore. Per fortuna le condizioni non sono gravi per nessuna, le prognosi variano fino ad un massimo di quindici giorni. Molta paura per la bambina. I vigili del fuoco hanno provveduto ad estrarre le vittime dal veicolo, mentre la polizia locale ha eseguito i rilievi per stabilire le cause del sinistro autonomo.

AL CINEMA LUMIERE DI RAGUSA

Io sono tempestaGiovedì 12 Aprile per la rassegna “Appuntamento al buio” sarà proiettato alle 18:30 e alle 21:30 “The square” di Ruben Östlund, film vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes 2017.
Da venerdì 13 Aprile in programmazione  “Io sono Tempesta”, film di Daniele Luchetti con Marco Giallini, Elio Germano e Eleonora Danco. Dopo Chiamatemi Francesco – film che raccontava la giovinezza di Papa Bergoglio – Daniele Luchetti torna alle (più congeniali) atmosfere della commedia sociale con Io sono Tempesta. Tempesta è Numa, Numa Tempesta, un affarista senza scrupoli che gestisce un fondo da un miliardo e mezzo di euro e abita da solo nel suo immenso hotel deserto, passando le notti insonni. In ballo ha un nuovo progetto da milioni di euro in Kazakistan, ma – inaspettata – la legge torna a chiedergli il conto: condannato in via definitiva per una vecchia frode fiscale, Tempesta deve scontare un anno di pena ai servizi sociali in un centro di accoglienza. Qui, per la prima volta nella sua vita, dovrà mettersi a disposizione di chi non ha nulla. E incontra Bruno, un giovane padre che ha perso tutto dopo la separazione con la moglie, tranne il figlio preadolescente Nicola, che è rimasto a vivere con lui. “Io sono tempesta” sarà programmato fino al 18 Aprile, escluso lunedì 16, nei giorni feriali alle 18:30 e alle 21:30, mentre sabato 14 e domenica 15 alle 18:30, alle 20:20 e alle 22:00.

IL DISPOSITIVO DI MONITORAGGIO DEL GLUCOSIO FGM A TUTTE LE PERSONE CON DIABETE DI TIPO 1 RESIDENTI IN SICILIA

diabeteLa  Federazione Diabete Sicilia – FDS è soddisfatta  dopo avere appreso che una Circolare dell’Assessorato Regionale della Salute ha  specificato che la prescrizione del sistema Flash Glucose Monitoring (FGM) per il monitoraggio della glicemia, potrà̀ essere garantita alle persone con diabete di Tipo 1, di qualsiasi fascia di età̀, anche portatori di microinfusore purché non siano in possesso di altri sistemi holter. In una precedente circolare l’Assessore aveva limitato questo diritto solo ai soggetti di tipo 1 limitando la prescrizione a un target di pazienti troppo ristretto. Dopodiché la FDS non condividendo la limitazione ha “criticato” la suddetta limitazione e, immediatamente, ha posto all’Assessore Razza l’importanza di estendere a tutti i diabetici siciliani di tipo 1 il diritto alla prescrizione. «Portiamo a casa un risultato che ci soddisfa, al momento, – ha commentato a caldo il presidente della FDS  Giacomo Trapani – anche se il nostro obiettivo va oltre, nel senso di estenderlo anche ai diabetici di tipo 2. Tuttavia, ci riteniamo soddisfatti perché l’Assessore alla Salute ha accolto le nostre istanze. Noi crediamo molto nella collaborazione con le Istituzioni e siamo convinti che se si lavora in sinergia i risultati non potranno che essere positivi e finalizzati a dare risposte ai bisogni delle persone». Ed ancora, aggiunge il presidente, «allo stato attuale siamo a conoscenza che molte aziende sanitarie dell’isola si sono già attivate per rendere operativa  tale prescrizione: Trapani, Palermo, Messina, Catania, Ragusa sono già pronti i documenti per la prescrizione per  Agrigento la procedura è in corso. Per le provincie di Enna, Siracusa, Caltanissetta aspettiamo chiarimenti ma le Asp, vista la circolare, non possono fare altro che prendere atto di quanto indicato nella circolare dell’Assessore regionale alla salute, avv. Razza». Nella circolare vengono indicate, altresì, raccomandazioni ai medici specialisti autorizzati alla prescrizione, unitamente ai pediatri diabetologi, di provvedere all’adeguata formazione dell’impiego dei dispositivi e uniforma, attraverso il “Piano di prevenzione dei presidi”, tutto il territorio regionale all’uso della modulistica per la dispensazione. La notizia dell’estensione del FGM a tutti i diabetici di tipo 1 completerebbe quanto già̀ iniziato nel 2017 dal precedente Assessore alla Salute, il quale, dopo le numerose e vibrate proteste delle Associazioni siciliane dei pazienti diabetici, era riuscito a trovare le risorse finanziarie per l’utilizzo del FGM soltanto per i minori da 0 a 18 anni, ma ad oggi non dispensato. L’FGM è un’apparecchiatura all’avanguardia per il monitoraggio costante della glicemia e funziona con un minuscolo rilevatore applicato al braccio con un adesivo, che fornisce immediatamente il valore glicemico ad un rilevatore quando posto in prossimità̀, senza bisogno di pungere le dita. Esiste anche una comoda applicazione che permette di visualizzare il valore glicemico a distanza, permettendo al genitore o a chi si prende cura della persona con diabete di avere un monitoraggio costante. Si elimina così il problema psicologico e fisico generato dall’uso frequente degli aghi pungidito soprattutto per i più̀ piccoli pazienti diabetici. Questo dispositivo semplifica e rende più̀ frequente il monitoraggio glicemico dei pazienti diabetici e garantisce una più̀ autonoma gestione della malattia riducendo il rischio delle complicanze e delle ospedalizzazioni.

RAGUSA, GRAVE COPPIA DI ANZIANI USTIONATI

archimede 1

Dopo l’una e mezza di notte i Vigili del Fuoco hanno soccorso in Via dei Mirti, angolo Via Archimede, due coniugi coperti dalle fiamme, i cui vestiti erano stati inzuppati di materiale infiammabile. Il personale del 118 ha trasferito i due ottantenni presso l’ospedale di Ragusa. Messa in sicurezza l’area interessata, l’immobile è stato posto sotto sequestro dall’Autorità Giudiziaria.

Muore il poeta ragusano Giorgio Pace

Foto Giorgio Pace copia 2E’ morto ieri sera, all’età  di 79 anni, Giorgio Pace, poeta dialettale ragusano molto apprezzato per il suo profondo e appassionato legame con la terra natale, che lo ha spinto a dedicare parte della sua vita a ricercare parole ed espressioni tipiche del dialetto tradizionale ragusano, ormai in estinzione. Un uomo gentile, discreto, di rara sensibilità, che sapeva sempre regalare un sorriso dolce e accogliente. Il suo è stato un lavoro prezioso di ricerca dedicato alla comunità ragusana, quasi una missione finalizzata a preservare la memoria delle radici linguistiche dialettali. Ha nel tempo  incontrato  molti concittadini ultraottantenni cercando di raccogliere e recuperare le parole più antiche dialettali, studiandone le cadenze fonetiche e  trascrivendone fedelmente la pronunzia, creando così un vero e proprio vocabolario del dialetto ragusano. Frutto di questo lungo e minuzioso lavoro è la pubblicazione del libro “Rrausa  Picchì” – Poesie, Adagi, Storie,Varietà Vocabolario in dialetto ragusano”  nel dicembre del 1991, con la prefazione di Emanuele Schembari.  Giorgio Pace ha partecipato a  concorsi di poesia sia in lingua italiana che dialettale, specie a diverse  edizioni dell’Angolo del Poeta nell’ambito della Fiera Emaia di Vittoria, classificandosi al primo posto nel 1998 e 1999.  Nel 1995 ottiene il Diploma D’Onore nel Premio Letterario Internazionale “Omaggio a Pirandello” con la poesia “Ore Felici”. Molte sue poesie vengono pubblicate e presentate in riviste locali e  sull’emittente ragusana Tele Nova, che a Giorgio Pace ed alla sua opera ha dedicato diverse puntate delle storiche trasmissioni “Rotonova” e “Notte di Note”.  Giorgio Pace lascia la moglie  Rosetta, i figli Mirella, Claudio e Marcella. I funerali si svolgeranno domani, 10 aprile, alle ore 16, presso la chiesa San Paolo Apostolo.

GIAN PIERO SALADINO PRESIDENTE PROVINCIALE AVIS RAGUSA

GIAN PIERO SALADINOIl Consiglio Direttivo dell’Avis Provinciale di Ragusa, nella seduta del 5 aprile, ha deliberato, all’unanimità, l’elezione del nuovo Presidente provinciale nella persona del Dr. Gian Piero Saladino, socio donatore della Sezione Avis di Ragusa dal 1984, più volte componente il Direttivo provinciale con delega alla Formazione e alla Comunicazione, chiamato poi a far parte dell’Esecutivo provinciale, di recente anche in qualità di Vice Presidente Vicario. Saladino succede al Presidente uscente, Franco Bussetti – già Presidente regionale e componente dell’Esecutivo di AVIS nazionale – che ha lasciato il suo mandato nell’ambito di un avvicendamento naturale al vertice dell’organizzazione, dopo aver svolto il suo incarico con grande competenza ed encomiabile impegno, e che farà ancora parte del Consiglio per assicurare alla futura gestione il sostegno della sua riconosciuta e apprezzata esperienza associativa. Assumerà il ruolo di Vice Presidente Vicario il consigliere Salvatore Poidomani, cui subentrerà, nel ruolo di Segretario provinciale, il consigliere Salvatore Di Pietro. Il nuovo Presidente ha assicurato il suo impegno secondo criteri di “continuità con la presidenza uscente” e di “collegialità della leadership”, per una visione plurale e partecipata della vita associativa, per una gestione efficiente e corresponsabile, aperta ai bisogni delle realtà comunali e alla collaborazione fattiva con i livelli regionale e nazionale dell’organizzazione. Le prossime sfide, dall’attuazione della riforma del Terzo Settore all’adeguamento alla nuova normativa sulla Privacy, dalla digitalizzazione dei processi di Comunicazione al dialogo con la Scuola e con i Giovani, dal consolidamento delle prassi di Qualità al rafforzamento dello spirito mutualistico fra le Sezioni comunali, richiederanno infatti la creatività e l’impegno di tutti e di tutte: nessuno si senta escluso!

CINEMA LUMIERE RAGUSA

van goghGiovedì 5 aprile riprende la rassegna “Appuntamento al buio” con la programmazione di uno dei migliori film della stagione cinematografica in corso “Loveless” di Andrey Zvyagintsev (orari: 18:30 e 21:30). Da venerdì 6 a mercoledì 11 aprile, escluso lunedì 9 aprile, alle 18:30 e alle 21:30, in programmazione il film “Tonya” con Margot Robbie ed Allison Janney. Tonya è stato uno dei film più acclamati degli ultimi mesi e racconta la vita di Tonya Harding, ex campionessa di pattinaggio artistico, accusata, prima delle Olimpiadi del 1994, di essere la mandante dell’aggressione alla rivale Nancy Kerrigan, che l’ha portata alla radiazione e all’abbandono dell’attività agonistica. Il film, attraverso delle finte interviste ai protagonisti della vicenda, attraversa tutte le fasi della vita della pattinatrice, dall’abbandono del padre all’amore tormentato con il marito Jeff, e i rapporti che l’hanno più condizionata, come quello con una madre severa e poco umana, pronta a tutto per renderla una stella. Martedì 10 e mercoledì 11 si potrà assistere alla proiezione di “Tonya” al costo di soli 3 euro. Il cinema Lumiere aderisce infatti all’iniziativa “Cinema days”. Giovedì 12 aprile, in occasione dell’ultimo giorno di festa, l’ingresso al prezzo di  3 euro consentirà di assistere al film “The square”, Palma d’oro a Cannes 2017 (orari: 18:30 e 21:30). Lunedì 9 aprile il Film Evento “Van Gogh – Tra il grano e il cielo”che offre un nuovo sguardo su Van Gogh (1853-1890), attraverso il lascito della più grande collezionista privata di opere del pittore olandese: Helene Kröller-Müller (1869-1939), la donna che ai primi del Novecento, ammaliata da un viaggio tra Milano, Roma e Firenze, e sull’esempio del mecenatismo dei Medici, giunse ad acquistare quasi 300 suoi lavori, tra dipinti e disegni. Proiezioni: 18:30 – 20:30 – 22:15. Costo intero 10 euro, ridotto 8 euro (over 65, under 10, residenti fuori Ragusa, militari, studenti, tesserati FIC), posti assegnati su pianta. Per info e prenotazioni: 0932682699 – 3492249680 (negli orari di chiusura).

A RAGUSA IL PIANISTA FRANCESE PIERRE-LAURENT BOUCHARLAT

pianista Pierre-Laurent BoucharlatProsegue con grande successo la 23° Stagione Concertistica Internazionale “Melodica” patrocinata dall’Assessorato allo spettacolo del Comune di Ragusa con la direzione artistica della pianista Diana Nocchiero. Il prossimo concerto “Capolavori in Musica” si terrà sabato 7 aprile alle ore 20.30 presso il Teatro Don Bosco e vedrà protagonista il celebre pianista Pierre-Laurent Boucharlat che eseguirà un programma che spazierà dalle affascinanti atmosfere della famosa Sonata “Al Chiaro di Luna” di Beethoven alla maestosità dei “Quadri di un’esplosione” di Mussorgsky. Pierre-Laurent Boucharlat è un artista straordinario. Ha eseguito il suo primo concerto all’età di 13, e ha dato il suo primo recital all’età di 15 anni. Premio Nazionale al Conservatorio Superiore di Musica di Lione, entra nella classe di Jean-Claude Pennetiera Parigi. Si perfeziona con Monique Scalzi, allieva di Alfred Cortot ed Edwin Fisher. Vincitore di concorsi internazionali (Premio SPEDIDAM, Premio Darius Milhaud), nel 2000 fa parlare di lui l’uscita della sua registrazione “live” dei completi 24 Études di Frédéric Chopin. Esibitosi nei principali paesi europei (Russia, Germania, Svizzera, Italia, Spagna, Belgio, Grecia, Repubblica Ceca, Polonia, Turchia, Macedonia), Asia (Kazakhstan, Siberia) e in America (Stati Uniti, Canada, Messico). Tour in recitals, con orchestra o solisti, oppure come parte di formazioni cameristiche, tra cui il Prometheus Trio (violino, violoncello, pianoforte). Partecipa regolarmente a trasmissioni televisive sui canali France Television, France 2 e France 3, e TLM. Nella sua discografia otto cd dedicati a Beethoven (11 Sonates), Schumann e Moussorgski (Quadri di un’esposizione), Liszt e, ovviamente, Chopin (24 studi). Nel luglio 2017 ha pubblicato un cofanetto cd/dvd delle opere complete violino-pianoforte di Johannes Brahms. Il concerto come sempre avrà inizio alle ore 20.30, ingresso in sala ore 20.00. Il prezzo del biglietto è di 10 euro, ridotto 5 per studenti fino ai 25 anni di età (bambini al di sotto degli 8 anni entrano gratuitamente). Info e prenotazioni: Libreria Ubik sita in Via Plebiscito 5 – Ragusa Tel. 0932258423 / 3472313605; associazione Melodica 3334326158 – www.melodicaweb.it.

Schiaffi e pugni alla ex moglie, arrestato a Ragusa marito violento

donne poliziottoLa Polizia ha tratto in arresto B. I. albanese di anni 36 per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Alle ore 9 di venerdì dagli uffici della Questura di Ragusa si sono sentite urla disperate provenire dal parcheggio pubblico adiacente. Una donna che chiedeva aiuto con due bambini in braccio ha riferito ai poliziotti  di essere stata colpita al volto dall’ex marito. Nel frattempo altri operatori della Squadra Mobile e dell’Ufficio Immigrazione raggiungevano l’uomo bloccandolo e portandolo all’interno della Questura. La vittima veniva condotta presso l’ufficio sanitario della Polizia di Stato dove il medico prestava le prime cure in quanto perdeva sangue dal naso e successivamente veniva accompagnata da personale specializzato della Squadra Mobile presso il pronto soccorso per esami diagnostici accurati, dove veniva giudicata guaribile in 10 giorni. I due si erano separati da poco e l’uomo non accettando il rifiuto da parte della moglie di continuare a vedersi, in più occasioni l’ha minacciata di morte. Di recente una pattuglia della Squadra Mobile è intervenuta presso l’abitazione della madre della vittima bloccando l’uomo che attendeva la donna sotto casa con un coltello in tasca.

In memoria di Ubaldo Balloni. Il ricordo di Peppe Scifo

Ubaldo Balloni PHRiceviamo e pubblichiamo: “… bisognava combattere per assicurare ai pescatori di Scoglitti, ai braccianti di Vittoria, agli intellettuali, ai lavoratori un avvenire più sicuro più sereno e migliore”. Queste le parole di Ubaldo Balloni, dirigente della Cgil, segretario della Camera del lavoro e Sindaco comunista della Città di Vittoria, pronunciate  nel 2004 durante l’intervista per la realizzazione di un docu-film dal titolo “Accaniti”. Per tutta la sua vita ha lavorato sempre per servire la causa della democrazia, del progresso e della difesa dei più deboli. Con coraggio e grande determinazione, lui e tutta quella generazione, lottarono per dare  un futuro al Paese, ai lavoratori e alle classi più bisognose. Ubaldo Balloni pagò a caro prezzo le sue idee subendo un ingiusto licenziamento da funzionario comunale. Non si arrese, anzi continuò la sua battaglia a fianco dei lavoratori e del popolo vittoriese per l’emancipazione dalla schiavitù del bisogno. Ricordo la sua grande lucidità fino ad oggi nel commentare tutti gli eventi politici e sociali su scala internazionale, nazionale e locale. Ma il ricordo più importante è la sua lezione di uomo onesto, che con grande umiltà parlava con tutti, dai braccianti agli intellettuali, consapevole che gli esseri umani sono tutti uguali e hanno pari dignità senza distinzione alcuna di razza, ceto, religione  e credo politico. Riusciva a parlare con tutte le fasce di età, spesso si trovava a confronto con i giovani che lo ascoltavano sempre con grande ammirazione. Nel mio percorso dentro la Cgil, Ubaldo è stato l’unico  vero e  grande maestro dal quale ho appreso il senso di responsabilità verso i lavoratori e le classi povere e lo spirito di servizio nei confronti di tutte le persone che il sindacato rappresenta. La sua perdita ci lascia un grande vuoto affettivo e morale, ma al tempo stesso un eredità enorme fatta di ideali e senso del dovere per la costruzione di un mondo migliore fatto di libertà, democrazia e pace. Firmato Giuseppe Scifo Segretario generale Cgil di Ragusa

Incidente sulla Pozzallo Ispica: due feriti nello scontro frontale fra due auto

DSC_0312La Polizia Provinciale ha rilevato un incidente stradale avvenuto giovedì mattina poco prima delle ore 11 sulla s.p. 46 che ha interessato due autovetture. Nello scontro frontale all’intersezione con la strada dell’agglomerato industriale ex Asi i due conducenti delle auto, una Fiat 500L guidata da un modicano di 45 anni e una Mercedes C220 alla cui guida c’era un 30enne di Ispica, sono rimasti feriti e trasportati all’Ospedale di Modica. I sanitari del pronto soccorso al conducente della Fiat 500L hanno riscontrato una frattura del polso. Meno grave l’altro conducente.

Continui furti in abitazione a Ragusa in contrada Bruscè

ramelliDa alcune settimane nelle vie Ramelli, Cultrone e Occhipinti, a poca distanza del “futuro” Ospedale di Ragusa, si sono verificati svariati furti o tentati di furto negli appartamenti della varie cooperative. Alcune denunce delle vittime raccontano di scassi con effrazione e anche con furti, operati da malviventi  con viso nascosto da passamontagna. I malviventi sono entrati all’interno
delle abitazioni soprattutto in orari notturni, con le persone che dormivano e che si sono accorte del danno subito solo al loro risveglio. Sarebbe opportuno, da parte delle forze dell’ordine, intensificare i controlli in quella zona, per prevenire una ulteriore escalation dei furti e impedire, soprattutto, che possa essere messa a rischio l’incolumità dei residenti.

RAGUSA, UNA TARGA PER RICORDARE LA COMPAGNA ANGELA

ANGELAA una anno dalla sua prematura scomparsa le compagne, i compagni, Cettina –  l’amica del cuore -,  i familiari e gli amici di Angela la ricordano mercoledì 28 marzo 2018, alle ore 18.00 presso la sede di Art. 1 MDP di Ragusa in vico Cairoli Ragusa.  Angela è venuta a mancare  dopo una lunga malattia, ma nel suo doloroso percorso ha sempre lottato e sperato. Alla fine si è arresa con dignità e ha voluto che i suo ideali e la sua appartenenza ai valori della sinistra venissero ricordati; infatti,  ha donato tutti i suoi libri, tantissimi, alle compagne e ai compagni di Art. 1 MDP di Ragusa. Una libreria collocata nel salone della sede di Art. 1, custodirà la memoria di Angela, una donna sempre impegnata nel cercare di affermare una società più giusta. Angela ha iniziato a lavorare giovanissima presso il gruppo del PCI al Senato della Repubblica e man mano ha seguito i cambiamenti dello storico Partito fino a quando non è arrivata la malattia che l’ha lacerata. Tuttavia ha continuato a lottare sia per sconfiggere il suo male sia per l’impegno politico e sociale. Tutti la ricorderanno combattiva e sorridente.

CINEMA LUMIERE RAGUSA

buyDa giovedì 29 marzo a mercoledì 4 aprile “Io c’è” commedia di Alessandro Aronadio con Edoardo Leo, Margherita Buy, Giuseppe Battiston. Orari: 18:30 e 21:00; lunedì 2 Aprile aperto. Settimana di pausa per la rassegna “Appuntamento al buio” (che riprenderà regolarmente giovedì 5 Aprile) .Nella commedia “Io c’è” Massimo Alberti (Edoardo Leo) è il proprietario del “Miracolo Italiano”, bed and breakfast un tempo di lusso ridotto ormai ad una fatiscente palazzina. La crisi che ha messo in ginocchio l’attività sembra non aver scalfito i suoi dirimpettai, un convento gestito da suore sempre pieno di turisti a cui le pie donne offrono rifugio in cambio di una spontanea donazione. Esentasse. Ecco l’illuminazione di cui Massimo aveva bisogno: se vuole sopravvivere deve trasformare il “Miracolo Italiano” in luogo di culto. Ad accompagnare Massimo nella sua missione verso l’assoluzione da tasse e contributi la sorella Adriana (Margherita Buy), inquadrata commercialista, e Marco (Giuseppe Battiston), scrittore senza lettori e ideologo perfetto del nuovo credo.

Bambino investito a Modica

autoUn bambino di 10 anni è stato investito venerdì pomeriggio in Via Nazario Sauro, nella zona antistante alla Parrocchia di Sant’Anna, al Quartiere Dente. L’incidente stradale è avvenuto intorno alle 17. Il minore, residente nel quartiere,  era in compagnia del padre, quando improvvisamente, avrebbe attraversato la strada fuori dagli esistenti attraversamenti pedonali proprio mentre sopraggiungeva un’autovettura Rover condotta da un anziano. Scattato l’allarme, sul posto si sono portati l’ambulanza del 118 e una pattuglia della polizia locale. Il ragazzino è stato trasferito al Pronto Soccorso e, poco dopo, è stato sottoposto a intervento chirurgico  per la ricomposizione di una frattura alla tibia. Ha riportato anche un politrauma.

 5kg di droga per la movida modicana

SULCAJ ERALDI Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato Erald Sulcaj, 32 anni, operaio albanese, residente a Modica Alta per detenzione ai fini di spaccio di stupefacente. Durante una perquisizione domiciliare inizialmente veniva trovata una busta con circa 20 grammi di marijuana e, celata all’interno di una botola che dal bagno si affacciava in un sottotetto, il tesoretto di 5 chili e mezzo di marijuana. Nella disponibilità dell’uomo è stata rinvenuta la somma contante di circa 1200 Euro, provento di spaccio e sottoposta a sequestro. Il giovane è stato tratto in arresto e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria iblea agli arresti in attesa di giudizio.

Salvare vite in mare non è reato. La Cgil di Ragusa solidarizza con la ONG Open Arms

Open ArmsRiceviamo e pubblichiamo: “La Cgil di Ragusa aderisce e partecipa al Sit – in organizzato oggi sabato 24 marzo a Pozzallo da Arci e altre associazioni in solidarietà all’ONG spagnola Open Arms per ribadire che salvare vite umane in mare non è reato. Siamo di fronte ad un forte arretramento sul piano della garanzia dei diritti umani per i migranti che attraversano il Mediterraneo. La politica dell’Europa e dell’Italia in prima linea, rivolta alla “esternalizzazione dei confini” rischia di aggravare la situazione nel Mediterraneo. Da un lato si fa pressioni sulle Ong, e dall’altro si fa sempre maggiore affidamento alle autorità libiche senza nessuna garanzia circa il rispetto dei trattati internazionali e dei diritti umani dei migranti. Secondo quanto dichiarato da un recente rapporto di Medu, medici per i diritti umani, l’85% dei migranti giunti dalla Libia ha subito in quel paese torture e trattamenti inumani e degradanti e nello specifico il 79% è stato detenuto/sequestrato in luoghi sovraffollati ed in pessime condizioni igienico sanitarie, il 70% ha subito costanti deprivazioni di cibo, acqua e cure mediche, il 65% gravi e ripetute percosse. Per questo motivo il calo del numero di sbarchi tanto sbandierato dal Ministro Minniti, non è una vittoria; gli accordi con la Libia, Paese non democratico in mano a gruppi e bande armate in conflitto per il controllo del territorio che lucrano anche sul traffico degli esseri umani, non garantiscono il principio di tutela dei diritti umani e della dignità delle persone. Bisogna cambiare rotta, per una corresponsabilizzazione degli stati membri dell’UE, a tutela delle vite umane. Non possiamo continuare a vedere il Mediterraneo diventare un cimitero di vite umane e non possiamo più sopportare l’affidamento di centinaia di migliaia di bambini, donne e uomini alla Libia. Per questo è urgente rivedere il Trattato di Dublino e attivare subito corridoi umanitari soprattutto in relazione ai violenti conflitti, primo fra tutti quello in Siria”. Firmato Giuseppe Scifo – Segretario generale Cgil di Ragusa

Arrestata coppia specializzata in furti in abitazione consumati a Marina di Ragusa, Scoglitti, Comiso e in abitazioni delle campagne ragusane

TRUBIA Salvatrice 15.031989 CaltagironeGRASSO Angelo 19.02.1993 Vittoria

La Polizia ha eseguito il dispositivo di misura cautelare in carcere a carico di Salvatrice Trubia nata a Gela il 15/03/1989 e Angelo Grasso nato a Ragusa il 19/02/1993, entrambi domiciliati a Vittoria. Dopo mesi di indagini gli investigatori hanno constatato la spiccata professionalità della coppia. Non esitavano davanti a nulla e stavano attentissimi agli impianti di videosorveglianza ma, in alcuni casi, gli errori sono stati fatali. Sono stati ricostruiti 10 furti consumati o tentati e l’utilizzo fraudolento di carte bancomat. In più di un’occasione è emerso che la coppia dopo il furto di bancomat o carte di credito, tentasse di utilizzarle subito mediante i codici pin che, purtroppo, in alcune occasioni era custoditi insieme agli strumenti. Al termine delle indagini durate 6 mesi, la Squadra Mobile di Ragusa ha depositato un’articolata informativa alla Procura della Repubblica iblea. Il Gip presso il Tribunale di Ragusa ha accolto la richiesta della Procura applicando la misura cautelare della custodia in carcere stante la loro pericolosità essendo entrambi recidivi, peraltro in modo specifico per tipologia di reato.

Scroll To Top
Descargar musica