05-02-2023
Ti trovi qui: Home » Cronaca (pagina 199)

Archivio della categoria: Cronaca

VITTORIA, CONTROLLI ANTIDROGA IN DUE ISTITUTI SCOLASTICI

Nella giornata di venerdì, la Polizia di Vittoria con l’ausilio di due unità cinofile provenienti da Catania ha eseguito controlli antidroga presso due istituti scolastici. L’attività di prevenzione, fortemente voluta dai dirigenti delle scuole ha interessato diverse centinaia di studenti. Infatti i controlli hanno riguardato due scuole secondarie di secondo grado, quindi frequentate da adolescenti e ragazzi dai 14 ai 18 anni, l’età più critica per quanto riguarda il fenomeno della diffusione degli stupefacenti. Aiutati dal fiuto dei cani antidroga, sono stati controllati spazi comuni, quali cortili, corridoi, bagni, oltre a diverse aule. E’ stata rinvenuta solo una stecchetta di hascisc. Chi la deteneva, visti i controlli, ha cercato di sbarazzarsene. Positivo pertanto il risultato, che ha dimostrato che le scuole sono pressoché “pulite” da fenomeni pericolosi per i ragazzi.
cani 8

INTERVENTO CAPITANERIA DI PORTO DI POZZALLO CONTRO LA PESCA ABUSIVA

capitaneria di portoGiovedì l’equipaggio imbarcato sul battello pneumatico GC A07, nel corso della programmata attività di pattugliamento di polizia marittima effettuata lungo il litorale ibleo, ha nuovamente scoperto e sequestrato (così come già avvenuto il 4 aprile scorso), numerose reti da pesca calate all’interno del porto commerciale di Pozzallo. I controlli effettuati stavolta, hanno consentito di recuperare e sequestrare ulteriori 450 mt. di reti abusivamente calate in ambito portuale, potenzialmente pericolose sia per la sicurezza della navigazione di tutte le navi in transito che per le operazioni di ormeggio/disormeggio dalle banchine. Sono in corso ulteriori accertamenti per risalire ai trasgressori e proprietari degli attrezzi in questione che, ove rintracciati, verranno sanzionati con un verbale amministrativo da 3.000-6.000 euro.

FURTI AD ACATE, RITROVATI ALTRI QUATTRO COMPUTER

Lo scorso 19 febbraio i Carabinieri delle Stazione di Acate, a seguito di diversi furti verificatesi presso delle strutture pubbliche del comune biscaro, avevano recuperato una parte della refurtiva, denunciando alla Procura della Repubblica di Ragusa quattro soggetti. A seguito di una serie di perquisizioni domiciliari, erano stati recuperati dalle abitazione di una libera professionista, di un operaio incensurato e di un bracciante agricolo pregiudicato, tre computer completi dei relativi monitor e cavetteria. I tre erano stati denunciati. Ma mancavano all’appello diversi altri computer rubati in Comune e ella scuola media “Volta”. I militari dell’Arma hanno quindi proseguito l’attività d’indagine tesa a recuperare la restante refurtiva, fino ad effettuare, nella giornata di ieri, un’altra serie di perquisizioni presso altre 3 abitazioni di Acate. In altre tre abitazioni di Acate sono stati ritrovati altri 4 computer e due monitor. Due Pc erano stati nascosti nell’intercapedine di un’abitazione. Sono scattate cinque denunce per ricettazione.
FASCICOLO FOTOGRAFICO REFURTIVA

Ibla, anziani legati e rapinati

Due anziani, fratello e sorella di 91 e 84 anni, sono stati immobilizzati e rapinati in casa loro, a Ibla. In tre, intorno alle 4,30 del mattino di mercoledì, hanno fatto irruzione in casa loro, in corso Mazzini. Hanno forzato una porta della veranda. I malviventi hanno fatto sedere i due anziani e li hanno bloccati con nastro adesivo. Gli hanno anche coperto la bocca, perchè non urlassero. Hanno poi arraffato 1.400 euro, vari monili e sono fuggiti. E’ stata l’anziana donna, un’ora dopo che i tre ladri erano fuggiti, a riuscire a liberarsi e a chiedere aiuto. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Ibla panoramica

 

Chiesto il processo per presunte truffatrici

 

La Procura di Modica ha chiesto il rinvio a giudizio per Giuseppina e Rosa Crescimone, 47 e 27 anni. Le due donne sono accusate di una serie di furti in abitazione ai danni di anziani residenti ad Ispica. Le due donne si fingevano medici dell’Asp. Secondo l’accusa, con questa scusa entravano in casa degli anziani e li derubavano.

truffa-anziani2

 

Porto di Pozzallo, sequestrati 30 mila euro ad un libico

 

Un cittadino libico ha tentato di recarsi a Malta portandosi 30 euro mila in contanti. Ma la normativa antiriciclaggio è chiara: in caso di viaggi all’estero la soglia massima di danaro in contanti che è possibile detenere è di 10 mila euro. La Finanza ha sequestrato i soldi; l’uomo dovrà pagare una sanzione pecuniaria.

porto piccolo pozzallo

I forestali iblei sul piede di guerra

L’annuncio del governatore Crocetta sulla riduzione delle giornate lavorative per i forestali siciliani desta grande preoccupazione fra gli operatori del settore. Nel territorio ibleo vivono circa 2000 forestali. Non appena si è diffusa la notizia, la categoria si è mobilitata per avviare un confronto con il presidente della Regione. Il sindacato Sifus ha chiesto un incontro al prefetto Annunziato Vardè, nella speranza che il rappresentante del Governo nazionale riesca ad ottenere un colloquio con Crocetta, obiettivo che, sinora – denunciano i forestali – non è stato ottenuto nemmeno dal sindacato regionale. “L’ulteriore taglio delle giornate lavorative – dice il segretario provinciale del Sifus, Gianni Paino – è un atto di macelleria sociale che arriva, per giunta, proprio da chi aveva detto che di tagli al sociale non ne avrebbe operati. Siamo una categoria regolarmente bistrattata, da vent’anni a questa parte, ma questa decisione potrebbe essere l’inizio del declino per il nostro settore”. Il Sifus ibleo attacca anche la triplice sindacale. “Vorremmo sapere che cosa ne pensano Cgil, Cisl e Uil dell’annuncio fatto dal governatore siciliano” – aggiunge Paino -. Nel settembre del 2012 i forestali ragusani furono protagonisti di un sit-in, in via Ducezio a Ragusa, davanti alla sede dell’Ispettorato delle Foreste che durò 12 giorni. Non solo a Ragusa, ma contemporaneamente anche in altre province siciliane, gli operatori della forestazione organizzarono dei presidi per contestare le scelte del Governo regionale sui tagli al settore. Il risultato di quella manifestazione di protesta a livello siciliano fu l’aumento delle giornate lavorative. Nel 2012 i centunisti fecero 122 giornate rispetto alle 101 previste inizialmente. Con la nuova finanziaria regionale i centunisti diventerebbero lavoratori per sole 78 giornate annuali, mentre i centocinquantunisti diventerebbero, di fatto, centunisti, cioè svolgerebbero ben 50 giornate in meno di lavoro. In provincia di Ragusa circa il 50 per cento dei lavoratori fa parte della categoria “centunisti”: costoro perderebbero 23 giornate lavorative.

forestali-2

 

 

Arrestati per spaccio di stupefacenti

La Polizia, sulla statale 115 vicino ad Ispica, ha fermato una Panda proveniente da Rosolini con a bordo Alessandro Fratantonio, modicano di 25 anni, Arcangelo Capriello siracusano di 26 anni ed un tunisino. Invitati a scendere dal veicolo, lo straniero fuggiva lanciandosi in un fossato e poi dileguandosi. Sotto il sedile dell’auto gli agenti hanno trovato 9 dosi di eroina, 4 flaconi di metadone, un bastone, e un coltello. Vicino al luogo del fermo la Polizia ha individuato un’auto in sosta con a bordo due modicani che attendevano la Panda per acquistare la droga. Accertato quindi che gli stupefacenti erano destinati alla vendita, è scattato l’arresto per Capriello e Fratantonio. Per il conducente dell’auto che attendeva gli spacciatori, risultato positivo al test per l’uso di droghe, è arrivata la denuncia per guida dopo aver fatto uso di stupefacenti con il ritiro della patente. Il tunisino è tuttora ricercato.

arrest

 

 

 

 

 

SCOPERTA EVASIONE FISCALE DA 1,9 MILIONI DI EURO IN AZIENDA DI FOTOVOLTAICO

 

Nel corso di una verifica fiscale è stata constatata un’evasione milionaria nei confronti di una società con sede in Germania e in Italia, che produce energia elettrica generata da un mega impianto fotovoltaico posizionato a Ragusa. L’attività è stata svolta attraverso una serie di controlli incrociati in società estere che hanno fornito servizi alla società estera con sede in Germania e in Italia oggetto della verifica. La complessa attività d’indagine è stata possibile grazie all’istituto della mutua assistenza amministrativa operante in forza delle convenzioni internazionali contro la doppia imposizione fiscale. Infatti i finanziari della Compagnia di Ragusa si insospettivano al fatto che le due società, una croata e l’altra tedesco italiana, avevano lo stesso amministratore. In particolare, nel caso in oggetto, sono stati richiesti accertamenti all’Organo collaterale della Croazia, al fine di rilevare l’effettività delle fatturazioni, per circa due milioni di euro. Gli agenti del fisco croato hanno accertato la falsità delle fatture emesse dalla società croata e utilizzate come costo della società tedesco – italiana. Al termine delle indagini, si è scoperta quindi un’evasione sostanziale di € 1.900.000,00 di imponibile sia ai fini delle imposte sui redditi che ai fini dell’IRAP ed inoltre un’evasione di IVA per € 380.000,00. Il meccanismo illecito era stato posto in essere attraverso l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti emesse sia al fine di evadere le imposte sui redditi che l’imposta sul valore aggiunto sia al fine di permettere ad altri l’evasione delle stesse imposte. Tale pratica fraudolenta, che rappresenta una delle piaghe dell’IVA, era stata artatamente costruita tra le due società. Al termine della verifica sono stati denunciati, alle autorità giudiziarie di Modica e Ragusa due soggetti di nazionalità tedesca che saranno sottoposti a sequestro per più di 400.000,00 euro per la garanzia del credito erariale vantato a seguito dell’evasione fiscale. Tenuto conto del notevole sviluppo delle energie rinnovabili e degli ingenti investimenti che soprattutto soggetti esteri impiegano nella capitalizzazione delle imprese operanti nel settore, le indagini e gli accertamenti di polizia tributaria saranno intensificate, con ogni attenzione, a sviscerare i delicati aspetti connessi alla realizzazione e alla conduzione degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili presenti nella provincia iblea.

guardia di finanza new

Denunciati coniugi acatesi per abusivismo edilizio

Due coniugi acatesi sono ritenuti responsabili di aver violato il testo unico sull’edilizia e questo sono stati denunciati dai Carabinieri della stazione locale. I coniugi hanno costruito, in un’area di loro proprietà in contrada Fossati, un manufatto abusivo composto da 11 pilastri in cemento armato e un muro divisorio difforme rispetto a quanto autorizzato dal Comune. La coppia non avrebbe denunciato l’inizio dei lavori alle autorità competenti e l’opera è stata avviata senza la prescritta autorizzazione dell’Ufficio tecnico della Regione Sicilia e non rispetta le norme di prevenzione antisismica. L’immobile, che è in fase di realizzazione, è stato sottoposto a sequestro preventivo.

carabinieri new

 

IL FENOMENO DELLE SPOSE BAMBINE, MERCOLEDI’ UN CONVEGNO A RAGUSA

No alle spose bambine”. E’ il tenore dell’appello che sarà levato mercoledì 10 aprile in occasione dell’appuntamento promosso da Associazione mogli medici italiani, sezione di Ragusa, in collaborazione con Unicef, Soroptmist, Centro servizi culturali, Consulta femminile, Inner wheel. Una campagna di sensibilizzazione per contrastare un fenomeno sempre più diffuso nel mondo che, nel capoluogo ibleo, si concretizzerà con un momento di approfondimento in programma nella sede dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri, in via Guglielmo Nicastro 50, a partire dalle 17,30 del 10 aprile. Il fenomeno sarà affrontato dal punto di vista sociale, psicologico e medico. Tra gli altri relatori interverranno: Rosanna Fiorito, ginecologa; Giuseppina Pavone, sociologa.

untitled2

 

ARRESTATO UN PUSHER A VITTORIA: La droga in un involucro nascosto in bocca

I carabinieri della Stazione di Comiso hanno arrestato il tunisino Samir Essalah in flagranza di reato, mentre cedeva una dose di eroina, del peso di 0,5 grammi, ad un 42enne vittoriese. Per la dose il magrebino ha ricevuto 23 euro. Lo scambio è avvenuto in via Farini, angolo via Milano a Vittoria. L’acquirente si era avvicinato ad Essalah con la propria autovettura. Il pusher è entrato nell’abitacolo della macchina, consegnando al vittoriese un involucro bianco appena sputato dalla bocca. Ma non appena il tunisino è sceso dalla macchina è stato bloccato dai militari. Ad oggi sono 16 le persone arrestate dai Carabinieri nell’ambito delle operazioni di contrasto allo spaccio di droga nell’ipparino. Nel 2012, nel territorio vittoriese, sono state arrestate 47 persone coinvolte nello spaccio di droga.

ESSALAH

 

CONTROLLI NELL’IPPARINO

Numerosi posti di controllo sulle arterie principali e d’ingresso all’abitato cittadino sono stati effettuati dalle volanti della Polizia della Stato durante il fine settimana.Le undici pattuglie impiegate sul territorio hanno controllato 71 persone e 29 veicoli, elevando 12 contravvenzioni per violazioni al codice della strada. Un uomo di 54 anni è stato segnalato alla Prefettura di Ragusa perché trovato in possesso di mezzo grammo di eroina. Gli agenti hanno denunciato due sorvegliati speciali perchè non trovati in casa in orari notturni. Infine un 28enne vittoriese è stato denunciato per avere presentato false dichiarazioni per ottenere il gratuito patrocinio. Anche i carabinieri, nel fine settimana, hanno effettuato servizi di controllo, denunciando diverse persone. Tra queste un tunisino che in auto aveva un’ascia ma non ha saputo spiegare il perchè. Ed ancora due giovani trovati, nel corso di due differenti controlli, in possesso di piccole quantità di droga.

polizia vittoria new

 

INCIDENTE STRADALE SULLA STATALE 115

Polstrada 2010Alle 4,55 circa di domenica la Polstrada di Vittoria è intervenuta al km 311+900 della Statale 115 per un incidente che ha visto coinvolta un’autovettura condotta da un ventenne ragusano, e con a bordo altri tre ragusani, un 48enne, un 18enne ed un 19enne. Due degli occupanti il veicolo hanno riportato lesioni. Per uno di loro la prognosi è di 30 giorni, per l’altro di 3 giorni.

Noleggiano il pulmino senza autorizzazione: sequestrato il mezzo

Nel corso di servizi di controllo, disposti dal Comandante Angelo Carpanzano, a seguito di direttive del Questore di Ragusa, il Nucleo di Pronto intervento della Polizia locale di Modica, durante alcuni accertamenti svolti sulla SS. 194 Modica-Pozzallo, ha fermato un furgone Fiat Scudo adibito al trasporto di persone, condotto da un uomo di Malta. Il mezzo era diretto a Modica. A bordo c’erano altre otto persone, anche queste maltesi. E’ risultato che il veicolo era stato preso a noleggio da una società che opera all’interno del Porto di Pozzallo e che gli occupanti erano arrivati dall’Isola dei Cavalieri per un giro turistico in provincia di Ragusa. Attraverso i terminali è, però, emerso che la società di noleggio, non è autorizzata ad espletare questo tipo di attività e che, dunque, operava abusivamente. Il furgone è stato, pertanto, sottoposto a sequestro amministrativo (il periodo di fermo previsto è da due a otto mesi) ed affidato alla stessa azienda pozzallese. Il legale rappresentante è stato, altresì, sanzionato con un’ammenda di 489 euro.
polizia_municipale_Modica1

NON RILASCIANO SCONTRINI, CHIUSI CINQUE ESERCIZI COMMERCIALI

L’attività della Guardia di Finanza di Ragusa, indirizzata al contrasto delle irregolarità nell’emissione dello scontrino e della ricevuta fiscale, ha consentito l’esecuzione di cinque provvedimenti di chiusura di altrettante attività commerciali. Le Fiamme gialle hanno apposto i sigilli ad una pescheria di Santa Croce Camerina, ad un negozio di ortofrutta di Ragusa, hanno sospeso l’attività di due ambulanti di Giarratana e da ultimo hanno apposto i sigilli ad un bar ubicato in un importante centro commerciale del capoluogo ibleo. Ai cinque esercizi è stata inflitta la sospensione dall’attività per tre giorni consecutivi.
scontrino_800_800

IN DUE CON OLTRE UN CHILO DI DROGA: ARRESTATI

Due catanesi incensurati, Silvio e Fulvio Torre, 21 e 27 anni, sono stati arrestati dai carabinieri di Comiso, città dove risiede il più grande. I due sono stati trovati in possesso di un involucro in cellophane contenente marijuana per un peso complessivo di grammi 1,27 chili. I militari dell’Arma avevano intercettato due Ford Focus sulle quali viaggiavano i due lungo la strada provinciale 7, all’altezza del distributore “LukOil”. I militari hanno fermato il primo mezzo, ed hanno trovato la droga sotto un sedile. Si sono quindi messi all’inseguimento della seconda autovettura condotta Fulvio Torre. L’auto è stata bloccata a Pedalino. Silvio Torre avrebbe ceduto droga, quella stessa sera, ad un 17enne, a Comiso.
TORRECC

Maxi sequestro di marijuana, arrestato altro presunto corriere

Personale della Sezione antidroga della Squadra Mobile ha posto in stato di fermo il cittadino albanese Ervin Hysenaj, incensurato di 30 anni, a seguito del provvedimento emesso dal sostituto procuratore dellaRepubblica di Siracusa Delia Boschetto. Il 30enne è ritenuto responsabile, insieme a Guglielmo Michele Magro, sciclitano di 50 anni, a Hysenay Ermand e Bregaj Gazmend rispettivamente di 26 e 35 anni, tratti in arrestoil 29 marzo a Lentini, di detenzione di 35 chili di droga. Il giovane farebbe parte del gruppo dei corrieri che dovevano trasportare la droga da Catania a Donnalucata, nel terreno di proprietà di Magro, in contrada Timperosse.
HYSENAJ Ervin  Albania-1

Rubano in una casa rurale, arrestati due siracusani

Nel tardo pomeriggio di venerdì, i Carabinieri della Stazione di Giarratana hanno tratto in arresto D.P. e A.G entrambi pregiudicati, disoccupati, quarantenne il primo e trentenne il secondo, originari del Siracusano. I due malviventi, in trasferta a Ragusa, dopo aver scavalcato un recinto,erano entrati in un complesso rurale di San Giacomo, smontando poi tubi materiale ferroso e di rame posizionati nella veranda. Li stavano già per portare via, ma sono stati bloccati dai carabinieri.
carabinieri new

Nuovo mezzo per i carabinieri di Modica

Una nuova autovettura è stata consegnata nei giorni scorsi ai militari della Compagnia Carabinieri di Modica. Il veicolo, una Subaru Forester di ultima generazione, è stata assegnata alla Stazione di Modica ed affiancherà le altre 2 autovetture già in uso al reparto nelle quotidiane attività di controllo del territorio di giurisdizione del Comune di Modica.
Subaru Forester

Scroll To Top
Descargar musica