30-11-2022
Ti trovi qui: Home » Cronaca (pagina 231)

Archivio della categoria: Cronaca

Controlli della Polizia, Vittoria passata al setaccio

La Questura di Ragusa ha disposto un pomeriggio di eccezionali controlli del territorio per garantire la sicurezza dei cittadini nel comprensorio di Vittoria. E’ stato disposto dal Ministero dell’Interno l’invio di 6 equipaggi del Reparto prevenzione crimine di Catania che sono stati impiegati con altre 4 pattuglie messe a disposizione dal Commissariato di Polizia di Vittoria e dalla squadra Mobile di Ragusa. Nel volgere di poche ore sono stati conseguiti i seguenti risultati: nei 13 posti di controllo effettuati sono stati controllati 44 veicoli e 100 persone, 17 le contravvenzioni al codice della strada rilevate col sequestro di 4 veicoli ed il fermo amministrativo di 2. Altrettanti i documenti di circolazione ritirati, mentre un’autovettura rubata è stata rinvenuta e restituita al legittimo proprietario. Intensa l’attività di prevenzione rivolta nei confronti delle persone pregiudicate o sottoposte ad obblighi: sono stati in 25 ad essere controllati presso le loro abitazioni, 2 di questi sono stati perquisiti alla ricerca di armi o sostanze stupefacenti. Un minore è stato trovato in possesso di un coltello con lama lunga 16 cm che è stato sequestrato. I denunciati all’autorità giudiziaria sono il minore trovato in possesso del coltello e V. G. pluripregiudicato vittoriese di 53 anni, sorvegliato speciale, non trovato in casa in orario in cui aveva l’obbligo di esserci. In manette è finito Massimo Favata, 37 anni, con diversi precedenti. E’ stato arrestato per evasione: invece di essere a casa, in quanto ai domiciliari, passeggiava in piazza del Popolo.

Ragusa, la polizia municipale sequestra ortaggi ad ambulante

Nell’ambito delle attività di controllo del territorio finalizzate alla prevenzione e repressione del commercio abusivo su aree pubbliche sono stati intensificati i presidi volti a dissuadere lo stazionamento abusivo di veicoli attrezzati per la vendita al minuto nelle aree adiacenti il mercato settimanale di c.da Selvaggio. E’ stato effettuato un sequestro amministrativo di cipolle, carote, melanzane e peperoni che un cittadino comisano vendeva all’incrocio tra via Psaumida e via Cesare Terranova. L’uomo è stato sanzionato per violazione delle norme sulla disciplina del commercio su aree pubbliche e di quelle previste dal codice della strada in materia di occupazione abusiva della sede stradale (sanzione pecuniaria complessivamente: poco meno di 500 euro).

Ragusa, ragazzino ragusano aggredito da “gang” di coetanei stranieri

Litiga con un ragazzo della sua età, lo picchia praticamente senza alcun motivo. Forse insieme a lui c’era anche qualche altro ragazzo. L’episodio è accaduto un paio di settimane fa in viale delle Americhe, a Ragusa, in un luogo di ritrovo dove tanti ragazzini passano le serate in allegria. Un minorenne straniero, K.R. le sue iniziali, probabilmente insieme ad altri connazionali non ancora identificati, si è avvicinato ad un ragazzo italiano e lo ha picchiato. Momenti di paura e di panico per altri ragazzi che hanno assistito alla scena e si sono subito allontanati. La vittima non ce l’ha fatta a scappare in tempo e a sottrarsi al gruppetto di aggressori. Il “bullo” è stato identificato e denunciato per lesioni aggravate e violenza privata. Sono stati gli uomini della Squadra Mobile diretti dal vice questore aggiunto Francesco Marino ad individuarlo. Le indagini proseguono per trovare gli altri membri di quella che potrebbe essere anche una piccola baby gang. L’accaduto ha destato un certo scalpore e allarme. E’ la prima volta che a Ragusa si evidenzia un’aggressione nei confronti di un adolescente ragusano, da parte di una baby gang di ragazzini stranieri. Circostanza questa, che potrebbe essere solo fortuita, oppure l’indicatore di un fenomeno che non va sottovalutato.

Litiga con la convivente e picchia i carabinieri Arrestato il rumeno Ilie Achitei

Una notte di follia all’interno di un’abitazione privata di Vittoria, in via Gaeta. Due pattuglie di carabinieri in ospedale, una casa devastata e poi l’arresto dell’aggressore. E’ il bilancio di quanto avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì. Intorno alle due del mattino Ilie Achitei, 25 anni, si era recato dai militari dell’Arma per chiedere un loro intervento. Aveva litigato con la convivente, una ragazza di 18 anni, e voleva che i carabinieri facessero da pacieri. Conoscendo il soggetto, che già lo scorso anno aveva dato segni di essere violento, avendo spaccato il lunotto di un’auto dei militari, lo hanno seguito. La ragazza, però, ha detto di non volerlo più a casa, perchè troppo violento. Il rumeno, allora, ha tentato di aggredirla, sfasciando quello che aveva davanti. Un brigadiere ha tentato di fermarlo, ma è stato aggredito. Un’altra pattuglia intervenuta sul posto ha subito la stessa sorte e i carabinieri sono finiti al pronto soccorso. Finalmente il giovane è stato bloccato. Nell’ira, ha anche sbattuto più volte la testa contro il muro. Si trova al carcere di c.da Pendente per rispondere dei reati di resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Scoglitti, un tunisino denuncia: “Sono stato aggredito da tre randagi”

Un tunisino ha denunciato ai carabinieri della Stazione di Scoglitti che qualche giorno fa era stato aggredito da tre cani randagi di razza meticcia di media taglia. L’uomo ha raccontato di essere stato accerchiato dagli animali e di essere stato azzannato al polpaccio. Il problema del randagismo, alla luce delle numerose segnalazioni di questa estate, sembra lontano dall’essere risolto.

Maltrattamenti in famiglia, denunciato un ragusano

Un sessantenne del capoluogo è stato deferito all’autorità giudiziaria per il reato di maltrattamenti in famiglia ai danni di minorenni. Sono stati gli agenti della Squadra Mobile di Ragusa, a seguito di una complessa indagine coordinata dalla Procura, a raccogliere elementi di colpevolezza a carico del ragusano. Per bloccare la sua pericolosa condotta, è stata chiesta una misura coercitiva.

ACATE,IN FIAMME OTTO CASSONETTI DELLA NETTEZZA URBANA

A distanza di qualche settimana tornano i roghi di cassonetti. Ad Acate, la notte scorsa, ne sono stati incendiati ben otto. Un segnale inquietante. Mercoledì, come previsto, c’è stato lo sciopero degli operatori ecologici di Acate che devono ancora percepire il saldo del mese di giugno, lo stipendio del mese di luglio e i rimborsi Irpef.

Comiso, aveva quattro dosi di cocaina: arrestato

Nella serata di lunedì i Carabinieri della Stazione di Comiso al termine di un servizio di osservazione finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nell’ambito della città kasmenea, hanno arrestato il comisano Nunzio Dibennardo, 37 anni, con precedenti. Il 37enne, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di 4 dosi di cocaina per un peso complessivo di circa 4 grammi. Aveva anche 70 euro, possibile provento dello spaccio. Dalle indagini è emerso che Dibennardo, dopo aver contattato un noto tossicodipendente della zona nei pressi di un bar, si era allontanato in direzione dei giardini comunali dove, accortosi della presenza dei militari, ha tentato di allontanarsi. Poco dopo è stato fermato.

Vittoria, minaccia gli agenti che hanno multato il figlio: denunciato

I controlli delle pattuglie volanti del commissariato di Vittoria hanno portato alla denuncia all’autorità giudiziaria di alcune persone già con precedenti penali. Nel corso di un posto di controllo è stata fermata una Fiat Punto condotta da un giovane 26enne pregiudicato. Gli agenti stavano rilevando diverse infrazioni al codice della strada ed elevavano le relative contravvenzioni. Nelle more della compilazione dei verbali è arrivato il padre del giovane, S.G. noto pregiudicato 50enne che ha pensato bene di impartire la giusta “educazione” al figlio che invece di essere redarguito per gli illeciti commessi come dovrebbe fare ogni buon padre di famiglia lo ha “invitato” a “ribellarsi” agli agenti. Gli ha dato l’esempio, minacciando in modo pesante gli agenti. Multato il figlio e denunciato il padre. Nel corso della giornata è continuata la stretta nei confronti dei sorvegliati speciali di pubblica sicurezza, infatti N.G. 22enne, non è stato trovato in casa nel corso della notte e lo stesso è avvenuto per R.R., 48enne vittoriese.

Vandali alla scuola “A. Amore”

Domenica notte ignoti hanno “assaltato” la scuola di Pozzallo. “Un atto inqualificabile – secondo il sindaco Luigi Ammatuna – nei confronti dell’istituzione scolastica”.

Carabinieri, controlli nel Modicano

Due persone denunciate e 20 contravvenzioni al Codice della strada elevate per un totale di oltre 1500 euro. A ciò si aggiungano sei documenti di guida ritirati e tre ciclomotori sottoposti a fermo amministrativo. È questo il risultato del controllo straordinario del territorio eseguito nel week end dai Carabinieri della Compagnia di Modica. I due denunciati, un modicano ed un rumeno, viaggiavano su un motorino con targa rubata.

Vittima di un incidente il 14 agosto E’ morto il 39enne Emanuele Fiore

Non ce l’ha fatta Emanuele Fiore, il 39enne rimasto vittima di un incidente stradale alla vigilia di ferragosto. Fiore è morto all’ospedale “Cannizzaro” di Catania dove si trovava ricoverato. Il 39enne era in sella alla sua moto di grossa cilindrata quando, probabilmente per scansare un cane, è stato sbalzato dal mezzo. Il sinistro si era registrato lungo la Comiso – Pedalino.

Polizia, arrestati due romeni a Vittoria

La polizia è intervenuta, nel corso di una lite avvenuta sabato sera alla villa Berlinguer di Vittoria, per sedare gli animi di due cittadini rumeni. Per tutta risposta i due hanno aggredito gli agenti e preso a calci la portiera della macchina di servizio. Con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale Bran Bogdan, 26 anni e Ionut Dolis, 28 anni, sono stati arrestati e reclusi nel carcere di Ragusa. I due rumeni devono anche rispondere di falsa attestazione sull’identità personale e rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale. Entrambi erano stati già controllati dalla Polizia, nel febbraio scorso, ad Acate e in quella occasione il Bogdan aveva fornito, appunto, una falsa identità.

VIOLENZA SESSUALE, ARRESTATO CAMIONISTA

Un autotrasportatore originario di Napoli, D.G. di 44 anni, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale nei confronti dell’ex fidanzata, una rumena di 22 anni, residente a Vittoria. I fatti sono accaduti domenica sera, alle 22, quando la donna è stata aggredita in via Rattazzi a Vittoria. Secondo quanto riferito da passanti, che hanno allertato i Carabinieri, l’autotrasportatore era intento a picchiare la vittima (che lavora in un bar), alla quale avrebbe anche sottratto un telefono cellullare. Appena i militari sono giunti sul posto, il camionista è fuggito ma i carabinieri lo hanno trovato nella vicina via Fanti, e dopo averlo perquisito gli hanno trovato addosso il telefonino mobile di proprietà dell’ex fidanzata. Secondo quanto detto dalla ragazza agli inquirenti i due sono stati legati da una relazione durata due anni, e terminata lo scorso maggio. La vittima ha raccontato che D.G. non ha mai accettato la fine della loro relazione, tant’è che negli ultimi mesi, lui l’ha cercata costantemente al telefono e le ha inviato frequenti sms. Domenica sera doveva avvenire l’ultimo incontro per chiarire definitivamente la situazione, ma il dialogo è degenerato in una vera aggressione a scopo sessuale: l’uomo ha gridato e ha cercato di spogliarla, toccandole il seno. Poi l’ha minacciata, prendendola per i capelli e tentando di trascinarla all’interno della sua abitazione. Durante il tentativo di fuga l’arrestato si è anche liberato di un coltello a serramanico di 14.5 cm. La donna è stata visitata dai medici dell’ospedale di Vittoria che le hanno diagnosticato una “contusione guancia sinistra”. Il camionista è stato invece recluso nel carcere di Ragusa e sarà interrogato dall’autorità giudiziaria in merito alle accuse di violenza sessuale, furto aggravato e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

LA GUARDIA DI FINANZA RIMETTE IN LIBERTA’400 RICCI

Le Fiamme Gialle della Sezione Operativa Navale di Pozzallo, durante un servizio in materia di repressione della pesca di frodo lungo la costa iblea, hanno bloccato lungo il litorale di c.da Pisciotto un pescatore siracusano che stava pescando ricci. I militari della Guardia di Finanza hanno sequestrato 400 ricci di mare perché pescati nella quantità superiore al limite massimo consentito e comminato al pescatore una sanzione amministrativa di 1.000 euro. I ricci, poiché ancora vivi, sono stati rimessi in mare. Inoltre, nei giorni scorsi, un mezzo navale off shore della GdF, durante un servizio di pattugliamento costiero, ha sorpreso un motopesca della marineria di Scoglitti intento ad esercitare la pesca a strascico in zona vietata. E’ stata comminata al capobarca una sanzione amministrativa pari a 4.000 euro e sono stati sequestrati gli attrezzi e il pescato e applicato il procedimento di assegnazione punti per infrazione grave al titolare della licenza.

INCIDENTE STRADALE SULLA RAGUSA-MODICA

Incidente stradale autonomo lungo la Ragusa – Modica s.s. 115 al kilometro 330,600 alle 7,15 circa di sabato mattina. Per cause in corso di accertamento da parte

Scontro sulla Ispica – Rosolini, ferito anche un bimbo di otto mesi

Incidente stradale, venerdì mattina, lungo la Ispica – Rosolini. Una Clio, condotta da un rosolinese, si è scontrata con una Punto alla cui guida c’era un uomo di Noto. La peggio è toccata a quest’ultimo, ricoverato a Catania in prognosi riservata. Lievi le ferite per gli occupanti dell’altro mezzo, tra cui un bimbo di otto mesi: ha riportato una frattura, prognosi di 40 giorni.

Controlli della Polizia a Vittoria, tre denunce

Le volanti del commissariato di Polizia di Vittoria nell’ambito dell’attività di prevenzione e contrasto della criminalità hanno effettuato controlli che hanno consentito di denunciare all’autorità giudiziaria tre persone. Un 48enne, con precedenti penali, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico con lama lunga 12 cm. Un 35enne era alla guida di un’auto nonostante la patente gli fosse stata revocata. Un recidivo, aveva guidato altre volte senza patente perchè revocata. Infine un 47enne, pregiudicato, è stato denunciato per il reato di violenza privata. La volante era intervenuta su richiesta di un cittadino costretto a rimanere in casa poiché aveva avuto poco prima un diverbio col pregiudicato e questi, aspettandolo sotto casa, lo minacciava di gravi danni se fosse uscito in strada. La Polizia, però, lo ha denunciato.

Incendio in un fienile a Santa Croce, muoiono due bovini

Dal pomeriggio di mercoledì, le squadre dei vigili del fuoco sono state impegnate per spegnere un incendio divampato in un fienile di contrada Torrenuova, a Santa Croce. All’interno della struttura, circa 500 rotoballe di paglia. Dentro c’erano anche dei bovini, messi in salvo dai pompieri. Due, però, a causa del denso fumo, sono morti. Personale dei Vigili del fuoco ha provveduto a circoscrivere l’incendio evitando che le fiamme coinvolgessero altri fabbricati della masseria. Per tutta la notte le due squadre e le due autobotti hanno operato presso il sito per contenere l’incendio, supportati nel corso della notte dalla squadra operativa del distaccamento volontario di Santa Croce Camerina. Le operazioni sono continuate anche per buona parte della giornata di giovedì.

Vittoria, furto di energia elettrica: denunciati titolari di negozi

Avevano installato un magnete nel contatore della luce perchè girasse molto lentamente. Risparmiavano così quasi il 90%, pagando cifre irrisorie. Sono stati però scoperti dai carabinieri e denunciati. Si tratta di 4 vittoriesi e di un rumeno, gestori di esercizi commerciali. Sono stati denunciati per furto di energia elettrica: avrebbero risparmiato diverse decine di migliaia di euro.

Scroll To Top
Descargar musica